Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

FRANCESCA LEONI


FORLI’: In arrivo la 3° edizione di “Sharing Breath. Diamo Respiro all’Italia” | VIDEO Attualità

FORLI’: In arrivo la 3° edizione di “Sharing Breath. Diamo Respiro all’Italia” | VIDEO

“Shraring Breath. Diamo respiro all’Italia” è  l’evento che si svolgerà a Forlì il 10 e l’11 settembre. Una manifestazione dedicata ai temi della ricerca scientifica e malattie pneumologiche, attraverso una serie di appuntamenti ed eventi, promossa dall’Associazione Morgnagni Malattie Polmonari, dal Comune di Forlì, in collaborazione con l’Unione Trapianti Padova, un Soffio di Speranza, la Onlus “Il sogno di Emanuela” e Lega Italiana Fibrosi cistica.


BOLOGNA: Operazione “blue angels” della GdF, sequestro preventivo di 650 mila euro Cronaca

BOLOGNA: Operazione “blue angels” della GdF, sequestro preventivo di 650 mila euro

La Guardia di Finanza di Bologna ha eseguito, su disposizione del Gip,  un sequestro di 650 mila euro, di beni mobili e immobili, in possesso dell’amministratrice di alcune cooperative e società, operanti nella provincia felsinea, che offrivano servizi di assistenza diurna e notturna a favore di anziani e malati. L’operazione, intitolata “blue angels” è partita con gli accertamenti alla fine del 2019. Nella prima fase delle indagini è stata riscontrata un’attività di “intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro” perpetrata dall’amministratrice avvalendosi di 3 società. A maggio dello scorso anno, l’indagata è stata quindi arrestata e messa ai domiciliari, mentre le aziende sono state sottoposte a sequestro preventivo. Successivamente, sono state approfondite le ragioni del fallimento, nel 2017, di una quarta società. Il sistema fraudolento scoperto dalla Guardia di Finanza consisteva nel progressivo svuotamento della società fallita, in favore di altre di nuova creazione che, non presentando apparentemente situazioni debitorie, potevano operare sul mercato e accedere liberamente al credito bancario.  



CESENA: Bike to work, comune e aziende per la mobilità sostenibile | FOTO Attualità

CESENA: Bike to work, comune e aziende per la mobilità sostenibile | FOTO

Una missione condivisa dalle aziende e dall’Amministrazione comunale di Cesena per incentivare l’utilizzo delle due ruote. Fino a martedì 31 agosto sarà possibile aderire al bando “Bike to work”. Ad oggi sono 29 le imprese che hanno aderito, per un totale di 175 dipendenti. I benefici sono molteplici: migliorare la salute, aiutare a ridurre il traffico – e dunque le emissioni di CO2 – e ottenere incentivi economici. I primi 153 ciclisti aderenti sono partiti il 1° agosto. I lavoratori iscritti nel corso del mese di agosto potranno iniziare ad accumulare chilometri da mercoledì 1° settembre scaricando l’app Wecity. Ciascun lavoratore aderente otterrà venti centesimi per ogni chilometro percorso in sella alla propria bici sul tragitto casa-lavoro, fino a un massimo di 50 euro mensili. I lavoratori potranno aderire tramite un mobility manager aziendale, così come previsto dal Decreto Rilancio, oppure attraverso un responsabile aziendale. Le aziende avranno il compito di promuovere tra i dipendenti l’iniziativa ‘Bike to work’. La presentazione della domanda di partecipazione è possibile online all’indirizzo protocollo@pec.comune.cesena.fc.it inviando la modulistica dedicata pubblicata sul sito web comunale Cambiamomarcia. Per tutte le informazioni: https://www.comune.cesena.fc.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/47554  


ROMAGNA: Riviera tra crimini in aumento e controlli anti covid, SAP “forze dell’ordine allo stremo” Cronaca

ROMAGNA: Riviera tra crimini in aumento e controlli anti covid, SAP “forze dell’ordine allo stremo”

E’ una nota di Roberto Mazzini, segretario regionale del SAP Emilia-Romagna, e diffusa alla stampa ad attirare l’attenzione sulla difficile situazione delle Forze dell’Ordine nel presidiare la Riviera Romagnola durante il periodo estivo. “È una escalation criminale quella che la riviera romagnola sta subendo negli ultimi anni - scrive - le donne e gli uomini in divisa sono allo stremo dopo due anni intensi di pandemia culminati con una stagione turistica di superlavoro. Il carico cui eravamo abituati si è sommato ai dispositivi di controllo anti covid e ad una ondata di crimini che hanno messo a ferro e fuoco le notti rivierasche.” Secondo Mazzini inviare rinforzi estivi “non basta perché facinorosi, sballati, vandali si sono riversati in grande numero in riviera, in questa estate di “mezza pandemia”, alla ricerca di luoghi più libertini in cui il richiamo del divertimento e della spensieratezza viene traviato in trasgressione”. Infine la nota si conclude con un appello al mondo della politica: “è necessario rivedere la circolare sui posti di Polizia e riportare i presidi estivi a Riccione e Bellaria già dalla prossima estate e ritornare al numero di rinforzi previsti prima della pandemia. Ma l’attenzione maggiore va riposta sulla necessità di una politica vera della sicurezza su tutto il territorio della provincia, coordinata dal Prefetto e dal Questore come previsto dalla legge 121 al fine di meglio coordinare sia il piano tecnico di sicurezza sia quello politico amministrativa”.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, per chi è stato ricoverato nessun ticket per prestazioni di monitoraggio Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, per chi è stato ricoverato nessun ticket per prestazioni di monitoraggio

La Regione Emilia-Romagna fa proprie le ultime normative nazionali in materia di sanità e mette a disposizione di tutti gli assistiti ricoverati in ospedale per Covid-19, e poi guariti, l’esenzione dal ticket fino a maggio 2023 su un totale di 27 prestazioni sanitarie utili al monitoraggio delle conseguenze dell’infezione da Coronavirus. Si va dagli esami più ordinari, come quelli del sangue, fino agli elettrocardiogrammi o le spirometrie per arrivare anche ai colloqui psicologici per chi ha dovuto affrontare la terapia intensiva o sub intensiva. Per ottenere l’esenzione, i cittadini dovranno fare richiesta alla propria Asl, esibendo la lettera di dimissione ospedaliera che dimostri il ricovero con la diagnosi di Covid-19. L’esenzione resta valida fino al 25 maggio 2023.       


FORLI’: Da Savona al Monte Rosa per raccogliere fondi a favore dell’Irst | VIDEO Attualità

FORLI’: Da Savona al Monte Rosa per raccogliere fondi a favore dell’Irst | VIDEO

Non è la prima volta che Sandro Valbonesi, ciclista forlivese, intraprende una sfida a scopo benefico. Negli anni ha infatti raccolto circa 20mila euro a favore dell’Irst che, come ha ricordato in conferenza stampa, ha salvato la vita di sua madre. Ora Valbonesi si appresta a compire una nuova impresa andando da Savona al Monte Rosa non stop, utilizzando diverse discipline sportive: ciclismo corsa e alpinismo, sempre con lo stesso intento raccogliere fondi per L’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori. La sfida sarà anche quella di compiere il percorso battendo il record.