Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

FRANCESCA LEONI


RAVENNA: Travolto da un’auto mentre compra frutta, deceduto un 52enne a Russi Cronaca

RAVENNA: Travolto da un’auto mentre compra frutta, deceduto un 52enne a Russi

Non ce l’ha fatta il 52enne di Russi che questa mattina è stato travolto mentre stava comprando la frutta al mercatino. L'incidente è avvenuto poco prima delle 9, nel cortile di un'abitazione fra Russi e Cortina lungo la via Brisighellese dove era in svolgimento la vendita al dettaglio di prodotti ortofrutticoli. L'uomo si trovava vicino al gazebo di vendita quando, è entrata nel cortile una Citroen C3 con alla guida una donna di 82 anni, anche lei di Russi. Per cause ancora in via d’accertamento, da parte della Polizia Locale di Russi intervenuta per i rilievi del caso, la donna ha perso il controllo del veicolo prendendo in pieno l'uomo che è poi rimasto schiacciato tra il veicolo e un albero. Sul posto sono immediatamente arrivati i medici del 118 con ambulanza ed elicottero. Durante tutto il tempo l'uomo è rimasto cosciente. Trasportato all'ospedale Bufalini di Cesena con codice di massima gravità è deceduto poco dopo a causa di una emorragia interna.


FORLI’-CESENA: Individuati i responsabili di vari incendi boschivi dello scorso  fine settimana | FOTO Cronaca

FORLI’-CESENA: Individuati i responsabili di vari incendi boschivi dello scorso fine settimana | FOTO

Tutti individuati i responsabili degli incendi boschivi che lo scorso fine settimana hanno interessato il territorio della Provincia di Forlì-Cesena. Si tratta di incendi di origine colposa, causati da totale imprudenza o addirittura dall’accensione di fuochi in una fase di assoluto divieto a causa dell’eccezionale siccità e delle temperature elevatissime. Lo scorso fine settimana, si sono registrati ben 4 incendi boschivi, nei Comuni di Sogliano al Rubicone, Civitella di Romagna, Meldola e Bertinoro. In tutti i casi, accanto ai Vigili del Fuoco e ai volontari intervenuti per lo spegnimento, hanno operato militari i Carabinieri Forestali, i quali, applicando precise metodologie di indagine, hanno ricostruito il punto d’innesco, stabilendo le cause e l’evoluzione dell’ incendio. Le attività investigative prontamente attivate dai Carabinieri hanno permesso quindi di individuare i responsabili di tutti i roghi, che sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per incendio boschivo colposo.


ROMAGNA: Turismo, dati in crescita ma non ancora a livelli pre-covid | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Turismo, dati in crescita ma non ancora a livelli pre-covid | VIDEO

Un turismo in ripresa ma non ancora a livelli pre-covid. E’ quello che attestano i dati diffusi dalla Camera di Commercio della Romagna, relativi alle province di Forlì-Cesena e Rimini, nel periodo gennaio-giugno 2021. Per la provincia di Forlì-Cesena, si registra una forte crescita annua degli arrivi del 70,6% e delle presenze del 95,4% . Nel confronto col periodo pre-covid gennaio-giugno 2019, però, i numeri rimangono negativi (-47,6% di arrivi, -44,9% di presenze). Gli aumenti, rispetto ai primi sei mesi del 2020, interessano sia la clientela italiana (+69,2), sia quella (+91,6% gli arrivi). Riguardo ai comuni della riviera, a Cesenatico si assiste ad un aumento delle presenze del 116,3% e a Gatteo e San Mauro Pascoli (dati aggregati) del 246,3% . Con riferimento a Forlì e a Cesena le presenze crescono, rispettivamente, del 31,4% e 40,6%. In aumento anche le presenze nelle località dell’Appennino forlivese (+20,9%) e nei comuni collinari (+109,2%). I dati provvisori relativi alla provincia di Rimini,invece, registrano una forte crescita annua degli arrivi del 60,2% e delle presenze del 76,9%. Nel confronto col periodo pre-covid i numeri rimangono negativi (-58,4% di arrivi, -54,1% di presenze). Gli aumenti, rispetto ai primi sei mesi del 2020, interessano sia la clientela italiana sia quella straniera: +64,8% gli arrivi italiani e +24,3% gli arrivi stranieri.  Si evidenzia, inoltre, l’incremento annuo delle presenze in tutti i comuni della riviera: +48,3% a Rimini, +69,3% a Riccione, +189,2% a Cattolica, +161,5% a Bellaria Igea-Marina e +174,8% a Misano Adriatico.


BOLOGNA: 22 kg di marijuana occultati nel bagagliaio, arrestato un cittadino italiano dalla Gdf Cronaca

BOLOGNA: 22 kg di marijuana occultati nel bagagliaio, arrestato un cittadino italiano dalla Gdf

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna, nell’ambito delle attività di prevenzione e repressione del traffico di droga, hanno sottoposto a controllo, al casello autostradale di Casalecchio di Reno, un’autovettura condotta da un italiano, all’interno della quale è stato rinvenuto un ingente quantitativo di sostanza stupefacente. I Finanzieri, si sono insospettiti per l’eccessivo nervosismo evidenziato dal conducente, il cui nominativo risultava censito per precedenti in materia di stupefacenti. Nel corso della perquisizione del veicolo sono stati rinvenuti nel bagagliaio, occultati all’interno di alcuni scatoloni, una ventina di sacchetti termosaldati contenenti circa 22 kg di marijuana per un valore sul mercato stimato di circa 260.000,00 euro. La sostanza stupefacente e l’autovettura sono state sottoposte a sequestro e l’uomo arrestato per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti.


ITALIA: Lotta al coronavirus, possibile introduzione della terza dose a settembre Attualità

ITALIA: Lotta al coronavirus, possibile introduzione della terza dose a settembre

Anche l’Italia, come sta già avvenendo in altri paesi, si sta orientando verso la terza dose del vaccino anti covid, almeno per le fasce a maggiore rischio. L’ipotesi è che si possa iniziare già verso la fine di settembre partendo con i più fragili e gli immunodepressi, per allargarla, in un secondo tempo, ad altre categorie. Per iniziare, si attenderanno, però. le indicazioni di due studi avviati a marzo dall’Istituto Superiore di Sanità . Come si legge sul Resto del Carlino, l’ipotesi più probabile è che, una volta calata la copertura, la terza dose sia estesa a persone con almeno due patologie, a medici e infermieri e forse agli over 60-65. Fabrizio Pregliasco, virologo all'Università di Milano e direttore sanitario dell'Irccs Galeazzi, in un intervista su Repubblica, ha dichiarato che secondo lui anche l'Italia vedrà quello che adesso si osserva in Israele, cioè un calo della capacità di protezione del vaccino dalle infezioni ma non dalla malattia grave. "A quel punto sarà il caso di fare la terza dose ai fragili", ha sottolineato. Secondo una ricerca condotta in Israele, che ha già iniziato a somministrare la terza dose,  tra i vaccinati di gennaio, la protezione contro il contagio è ridotta al 16% e quella contro l’ospedalizzazione al 46%. La Hebrew University ha diffuso dati secondo i quali chi è stato vaccinato, dopo circa 8 mesi, è ancora mediamente protetto all’80% contro il rischio di ospedalizzazione e al 90% dal rischio morte. Il ministro Speranza ha dichiarato che l’Italia  ha già acquistato dosi sufficienti per poter dare la terza dose del vaccino a tutti i cittadini. Intanto si attendono le indicazioni dell’autorità scientifica internazionale su quale sia il tempo giusto per somministrarla.


FORLI’: Ridolfi, partenza faticosa tra cancellazioni e crisi del trasporto aereo | VIDEO Attualità

FORLI’: Ridolfi, partenza faticosa tra cancellazioni e crisi del trasporto aereo | VIDEO

Un periodo sicuramente non facile per il trasporto aereo che sin dall’inizio di questa pandemia ha visto calare drasticamente il numero di viaggiatori. Periodo ancora più complicato per chi ha deciso invece di iniziare ora. Com’è il caso dell’aeroporto Luigi Ridolfi di Forlì. Dopo l’arrivo del primo volo, accolto con entusiasmo e il tradizionale battesimo dell’acqua, molte cose sono cambiate. In primis un’estate con il fantasma del coronavirus, ma anche di permessi, green card e tamponi.   Già a luglio la Ego Airways, ha annunciato la chiusura anticipata dei collegamenti con la Grecia. Assieme a questo si è aggiunta la compagnia Lumiwings, che opera soprattutto in Sicilia, e che ha improvvisamente cambiato le date di alcuni voli, con relativo disagio per i passeggeri. Ultima, Air Dolomiti, che fa parte del gruppo Lufthansa, che ha comunicato qualche settimana fa, che il collegamento Forlì-Monaco verrà sospeso dal  prossimo 3 settembre. Temporaneamente dice la compagnia aerea. La causa è dovuta alle gravi difficoltà provocate dal Covid. Atri voli, annunciati da Forlì Airport, società di gestione dello scalo, e presenti sul sito, come per esempio Londra e Parigi, non sono mai partiti. Per stimolare i viaggiatori, intanto, è iniziata una promozione, se acquisti un biglietto fino al 31 agosto per una delle destinazioni in partenza dal Ridolfi, e voli entro il 30 settembre il parcheggio dell’auto all’aeroporto è gratuito. Ma promozioni a parte, rimane sempre il dubbio su cosa succederà nei mesi invernali, quando la gente smetterà di viaggiare e la paura dell’aumento dei contagi e l’introduzione obbligatoria del green pass per i trasporti, diventeranno nuovi ostacoli per il decollo dello scalo forlivese.    


ROMAGNA: Welfare Group lancia lo "Speciale Montagna” gestito dagli albergatori del Trentino Attualità

ROMAGNA: Welfare Group lancia lo "Speciale Montagna” gestito dagli albergatori del Trentino

Il Welfare Aziendale continua a diffondersi, specialmente in Romagna. Con l’arrivo dell’estate Welfare Group ha cercato di ampliare la gamma dei servizi offerti creando collaborazioni principalmente a livello locale. Da oggi la piattaforma nata a Cesena da Mediatip, si arricchisce di una sezione interamente dedicata alle vacanze in montagna gestita direttamente da Trentino Holidays, tour operator dell’Unione Albergatori del Trentino. Per prenotare una vacanza ad alta quota sono sufficienti pochi semplici passaggi: l’utente può inviare una richiesta di preventivo via mail o contattare il tour operator direttamente al numero dedicato a Welfare Group. Non appena Trentino Holidays riceverà la conferma d'ordine da Welfare Group, la prenotazione sarà completata e saranno inviati al dipendente i documenti di viaggio.  "Noi siamo la Piattaforma del territorio", commenta Luigi Angelini - Ceo di Welfare Group, "e quindi collaboriamo con piacere con parchi, spiagge, agriturismi e hotel romagnoli, ma i nostri utenti hanno anche esigenze diverse. In particolare sui viaggi abbiamo sempre creduto che sia fondamentale offrire un servizio con un vero valore aggiunto.”