Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

FULVIO ZAPPATORE


RIMINI: Giovane perde tre dita facendo esplodere un petardo, assolti i compagni Cronaca

RIMINI: Giovane perde tre dita facendo esplodere un petardo, assolti i compagni

Si è conclusa con un’assoluzione il processo a carico di quattro giovanissimi atleti di Rimini accusati di lesioni aggravate. I fatti risalgono alla primavera del 2015 quando i quattro, di età compresa tra i 12 e i 13 anni, avevano deciso di festeggiare il buon esito di una gara realizzando una bomba carta artigianale. Dopo aver svuotato della polvere pirica alcuni petardi avevano provveduto a crearne uno nuovo filmando la propria bravata col telefonino. Uno dei loro compagni si era quindi avvicinato con l’accendino per dare fuoco alla miccia ma questa aveva fatto esplodere il petardo prima del tempo colpendo il giovane e causandogli la perdita di tre dita della mano. Nei giorni scorsi tutti gli imputati sono stati assolti dalle accuse in quanto, secondo la sentenza, l’essere presenti al fatto senza aver materialmente dato fuoco alla miccia non si configura come reato.


CESENA: Autorizzazioni negate, il circo pronto alle vie legali | VIDEO Attualità

CESENA: Autorizzazioni negate, il circo pronto alle vie legali | VIDEO

Prima notte in bianco per il Circo Vienna che, nella serata di mercoledì, avrebbe dovuto inaugurare il proprio spettacolo all’Ippodromo di Cesena. Niente da fare invece, dal Comune è arrivata la tanto attesa autorizzazione e quindi tigri, elefanti e dromedari sono dovuti rimanere nella gabbia. Alla base della diatriba c’è un problema di tempistica. Le autorizzazioni per questo tipo di eventi devono essere richieste 90 giorni prima quando si tratta di occupare luoghi pubblici, mentre la scadenza scende a 30 giorni se si tratta di terreni privati, come nel caso dell’ippodromo dove si trova il Circo.


RAVENNA: Autocisterna perde benzina sulla Romea, strada evacuata Cronaca

RAVENNA: Autocisterna perde benzina sulla Romea, strada evacuata

Statale Romea chiusa per ore nel pomeriggio di mercoledì a Ravenna a causa di un’autocisterna che perdeva benzina. I fatti si sono svolti all’altezza dell’abitato di Casalborsetti dove il proprietario del mezzo si era fermato per riposare accorgendosi, una volta sceso a terra, che la cisterna, che conteneva 36 mila litri di carburante stava riversando il proprio contenuto sull’asfalto. L’uomo ha immediatamente avvisato i soccorsi che sono giunti sul luogo con Vigili del Fuoco e una squadra di esperti proveniente da Mestre attrezzata per questo tipo di situazioni. Nel frattempo è stata disposta la chiusura della strada e l’evacuazione di 12 persone che abitano nella zona. Entro poche ore la situazione è tornata sotto controllo e, alle 21, è stata disposta la riapertura della tratto stradale.


RAVENNA: Medico del 118 ripreso dalla telecamere mentre ruba sedativi Cronaca

RAVENNA: Medico del 118 ripreso dalla telecamere mentre ruba sedativi

Era già stato coinvolto nel 2003 in un caso di morti sospette in corsia, inchiesta dalla quale era uscito pulito. Ora però sono ripresi i guai per un medico del 118 di Ravenna che, nella giornata di mercoledì, è stato sorpreso a rubare alcuni farmaci sedativi presso il pronto soccorso nel quale lavora. Le indagini sono scattate qualche settimana fa, quando gli operatori del 118 avevano notato che alcune fiale contenenti benzodiazepine sparivano misteriosamente dagli scaffali. Così sono intervenute le forze investigative che hanno posizionato alcune telecamere negli uffici del pronto soccorso, cogliendo l’uomo in flagranza di reato. Il medico è stato quindi fermato dalle Forze dell’Ordine e accusato di peculato e furto aggravato.


EMILIA-ROMAGNA: Approvata la nuova legge urbanistica | VIDEO Politica

EMILIA-ROMAGNA: Approvata la nuova legge urbanistica | VIDEO

Tutela del territorio, crescita intelligente e attenzione alla legalità. Sono questi i punti della nuova legge urbanistica approvata nella giornata di martedì dall’assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna alla presenza del Ministro dell’Ambiente Galletti. Tra gli obiettivi c’è al primo posto la riduzione dell’attuale sviluppo urbanistico delle città che passa da 250 a 70 chilometri quadrati. Si riduce anche la percentuale di territorio urbanizzato per ogni comune: dell’11 al 3%. Obiettivo? La riqualificazione urbana e lo sviluppo delle aree residenziali già presenti, per i quali è già stato stanziato un contributo da 30 milioni di euro. Cifra che poi verrà raddoppiata entro il 2020 per andare a finanziare i tanti interventi legati all’adeguamento sismico.   Soddisfazione quindi per quando riguarda il partito democratico anche se la legge passa ma lascia sul campo qualche ferito. Tra questi Sinistra Italiana e Mdp che, sebbene nella coalizione di maggioranza, hanno espresso voto contrario. Elemento della discordia: la perdita del potere decisionale sul territorio da parte dei Comune che, secondo i due gruppi, verrebbero relegati al ruolo di semplici mediatori nei confronti dei grandi gruppi privati.    


RIMINI: Madre e figlio intossicati dal gas, salvati in extremis Cronaca

RIMINI: Madre e figlio intossicati dal gas, salvati in extremis

Momenti di panico per una famiglia di Bellaria che, nella mattinata di martedì, ha rischiato di rimanere soffocata dalle esalazioni di monossido di carbonio prodotte dalla propria caldaia. Madre e figlio si trovavano a casa quando hanno iniziato a sentirsi male e hanno immediatamente allertato il 118. Una volta giunti sul posto, i soccorsi hanno subito capito che si trattava di una perdita di gas e hanno fatto intervenire i Vigili del Fuoco per capirne l’origine. Nel frattempo i due inquilini erano già stati portati d’urgenza all’ospedale. La donna sembra già fuori pericolo mentre, per il figlio di 12 anni, è stato disposto il ricovero in camera iperbarica.


RICCIONE: Anziana investita da uno scooter muore in ospedale Cronaca

RICCIONE: Anziana investita da uno scooter muore in ospedale

Non ce l’ha fatta l’anziana signora investita nella serata di sabato a Riccione da uno scooter. La donna stava percorrendo un tratto di Via Cavour quando è stata travolta da un motorino guidato da una giovane di 15 anni che sopraggiungeva da Viale Ceccarini. L’impatto è stato violentissimo tanto che la vittima è stata scaraventata a terra con un volo di parecchi metri e, già dall’arrivo dei primi soccorsi, le sue condizioni sono apparse subito gravi. Nonostante gli sforzi dei medici dell’ospedale Bufalini di Cesena, dove è stata ricoverata, il suo cuore ha smesso di battere nella giornata di lunedì.