Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


EMILIA-ROMAGNA: Governo, per Bonaccini "servono nuova squadra e programma legislatura" Politica

EMILIA-ROMAGNA: Governo, per Bonaccini "servono nuova squadra e programma legislatura"

"Serve un programma di legislatura, anche nuovo, rafforzato e una nuova squadra di governo". Lo afferma Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle regioni, intervenendo a Mattino 5 su Canale 5. Secondo il governatore i 156 voti di maggioranza non sono sufficienti per una prosecuzione proficua del lavoro dell'esecutivo. "Credo - sottolinea - che serva nel giro di pochi giorni un numero di parlamentari e di senatori che garantisca che quei numeri vengano irrobustiti". "Credo che Conte sia la persona adeguata per portare avanti un progetto riformista per questo paese ma ora abbiamo bisogno di capire qual è la strada". Così il presidente della Conferenza delle regioni e dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini intervenendo a Mattino 5 su Canale 5. "Questo paese - sottolinea - ha bisogno di una guida convintamente  coi piedi piantata nell'Europa". "E' un Recovery Plan che va ancora migliorato. Non è sufficiente". Ne è convinto il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini intervenendo a Mattino 5 su Canale 5. "Se posso dare un consiglio al Presidente del Consiglio e alle forze di maggioranza compreso il mio partito - prosegue - è coinvolgere di più le parti sociali. Coinvolgano di più gli amministratori locali. Non vorrei ci si chiudesse troppo negli uffici di Roma. C'è un paese nel quale ci sono importanti esperienze di governo quotidiano del territorio che andrebbero a mio parere un po' più ascoltate". Secondo Bonaccini "abbiamo da fare la campagna vaccinale da fare nella misura più robusta possibile, abbiamo una pandemia ancora da combattere e contrastare, e c'è un Recovery Plan che è stato migliorato e da questo punto di vista io credo di Renzi avrebbe potuto rivendicare che ha contribuito a migliorarlo". "Le voci complessive, le priorità, dalla transizione ecologica a quella digitale sono contenute nel Recovery Plan. Persino sulla sanità i fondi sono raddoppiati: quei nove miliardi non erano adeguati", ha detto ancora  Bonaccini. "Le indicazioni, le priorità, a mio parere sono diventate quelle giuste". Affinché si scongiuri un clientelismo politico,"oggi - conclude Bonaccini - bisogna mettere a terra i progetti, dargli nome e cognome".


RIMINI: 20enne di Novafeltria invia video porno a bimba di 11 anni Cronaca

RIMINI: 20enne di Novafeltria invia video porno a bimba di 11 anni

Ha inviato video pornografici e frasi oscene a una bambina di meno di 11 anni. Un 20enne residente a Novafeltria, in provincia di Rimini, è statodenunciato per corruzione di minore. A fare scattare le indagini è stata la denuncia presentata dalla madre della minore,residente a Capoterra, nell'hinterland di Cagliari. Aveva visto che sul telefonino della figlia erano arrivati i video pornografici e le frasi a carattere sessuale. Il 20ene sapeva ed era stato informato che la proprietaria deltelefono era una minorenne, ma nonostante questo ha continuato a inviare i video a luci rosse, fermandosi solo quando la mammadella bambina lo ha chiamato. È stato lui stesso a presentarsi con il vero nome. La mamma ha presentato una denuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini. L'abitazione del 20enne è stata perquisita dai carabinieri di Novafeltria, al lavoro su delega della Procura di Cagliari, che hanno sequestrato il telefonino con il quale ha inviato i messaggi e i video porno.


RIMINI: Sanità, per Emma Petitti serve un Centro di ricerca europeo di medicina Attualità

RIMINI: Sanità, per Emma Petitti serve un Centro di ricerca europeo di medicina

"Lancio un’idea: promuoviamo a Rimini, giá sede delle facoltà di scienze infermieristiche e di farmacia, un Centro di Ricerca Europea di Medicina attraverso i finanziamenti dell’Ue, così da creare proprio sul nostro territorio, che è stato particolarmente scosso dalla pandemia, un centro di area vasta di studio, conoscenza, ricerca e innovazione in campo medico e scientifico capace di creare nuove sinergie, nuove opportunità e ulteriore valore aggiunto alla città". E' la proposta di Emma Petitti, presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna e possibile candidata a sindaco di Rimini in quota centrosinistra per le comunali previste in primavera. "Dalla pandemia - aggiunge - dobbiamo rinascere con lo studio e l’investimento sul lavoro e sulle competenze, guardando ai giovani e al futuro".


EMILIA-ROMAGNA: Covid, ritardi vaccini Pfizer, Codacons presenta esposti Cronaca

EMILIA-ROMAGNA: Covid, ritardi vaccini Pfizer, Codacons presenta esposti

Il Codacons ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini, contro la decisione unilaterale di Pfizer di tagliare la produzione dei vaccini anti-Covid "e ritardare in modo arbitrario le consegne delle dosi destinate alla regione (Emilia-Romagna, ndr), e sui problemi relativi alla qualità di alcuni lotti del farmaco svelati nel corso dell’ultima puntata di Report. Esposto che viene inviato anche all’Antitrust Europeo, per la possibile fattispecie di abuso di posizione dominante". Lo comunica l'associazione in una nota. "Quel che preme far rilevare in questa sede a parere della scrivente associazione - si legge nella denuncia - è un intervento delle autorità adite per proprio ambito di competenza e per poteri conferiti, volto a valutare se nell’operazione posta in essere dalla Pfizer possano essersi registrate decisioni e manovre volte, in merito alla fornitura di vaccini, a violare o meno le regole europee e accertando altresì se possano configurarsi fattispecie penalmente rilevanti a danno dei cittadini italiani". Tra i possibili reati configurati nell’esposto del Codacons, si fa riferimento "al reato di frode in commercio, reato di truffa e truffa aggravata, nonché ipotesi di cui agli art. 355 c.p., vale a dire mancato adempimento di obblighi derivanti da un contratto di fornitura con lo Stato, ma anche possibili pratiche commerciali ingannevoli e scorrette, con la violazione della pubblica fiducia nei rapporti commerciali, e il venire meno della garanzia degli interessi di tutti i protagonisti del mercato abuso di ufficio e inadempimento di contratti di pubbliche forniture".


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.473 nuovi positivi e 41 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.473 nuovi positivi e 41 decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 201.988 casi di positività, 1.437 in più rispetto a ieri, su un totale di 14.723 tamponi (12.110 molecolari e 2.613 antigenici rapidi) eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’9,7%. Dall’altro ieri, infatti, a livello nazionale viene preso in considerazione il numero complessivo di tamponi fatti, molecolari e rapidi, anche base di raffronto dei nuovi positivi. Lo stesso avviene nelle regioni. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani: il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale on line, sul nuovo portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid. Alle 15 sono state vaccinate in totale 115.527persone. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 690 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 334 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 588 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,8 anni. Sui 690 asintomatici, 413 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 83 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 35 con gli screening sierologici, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 147 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 240 nuovi casi, poi Bologna (214), Rimini (174), Reggio Emilia (169) e Ravenna (125). Seguono Piacenza (100), Forlì (98), Cesena (87); quindi Parma (75) e il Circondario Imolese (58). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 12.110 tamponi, per un totale di 2.795.385. A questi si aggiungono anche 145 test sierologici e 2.613 tamponi rapidi effettuati da ieri. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.844 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 138.411. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 54.381 (-448 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 52.068 (-472), il 95% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 41 nuovi decessi: 7 a Piacenza (tre donne di 81, 87 e 88 anni e 4 uomini, due di 81 anni, uno di 71 e uno di 89), 4 in provincia di Parma (3 donne, di 76, 85 e 86 anni, e un uomo di 88 anni); 8 nel modenese (5 donne – rispettivamente di 71, 78 e 85 anni e due di 89 anni – e 3 uomini, di cui 2 di 89 anni e uno di 83); 1 in provincia di Bologna (1 donna di 87 anni deceduta però a Ferrara); 4 in provincia di Ferrara (2 donne di 78 e 82 e due uomini di 85 e 86 anni), 8 in provincia di Ravenna (3 donne – rispettivamente di 69, 76 e 90 anni – e 5 uomini rispettivamente di 80, 81, 86, 90 e 91 anni); 3 decessi nella provincia di Forlì-Cesena (1 uomo di 83 anni e due donne di 85 e 92 anni) e 6 nella provincia di Rimini (2 donne – rispettivamente di 90 e 92 anni – e 4 uomini rispettivamente di 78, 82, 83 e 90). Non si registrano decessi nella provincia di Reggio Emilia. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.746. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 234 (+3 rispetto a ieri), 2.529 quelli negli altri reparti Covid (+21). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 17 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 13 a Parma (invariato), 18 a Reggio Emilia (invariato), 47 a Modena (+2), 46 a Bologna (invariato), 13 a Imola (+1), 29 a Ferrara (+1), 15 a Ravenna (-2), 3 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (invariato), 27 a Rimini (+1).  Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 17.460 a Piacenza (+100 rispetto a ieri, di cui 49 sintomatici), 14.402 a Parma (+75, di cui 29 sintomatici), 27.071  a Reggio Emilia (+169, di cui 56 sintomatici), 35.994 Modena (+240, di cui 159 sintomatici), 40.037 a Bologna (+214, di cui 122 sintomatici), 6.408 casi a Imola (+58, di cui 24 sintomatici), 11.351 a Ferrara (+97, di cui 29 sintomatici), 15.396 a Ravenna (+125, di cui 65 sintomatici), 7.247 a Forlì (+98, di cui 73 sintomatici), 8.270 a Cesena (+87, di cui 65 sintomatici) e 18.352 a Rimini (+174, di cui 76 sintomatici).


RIMINI: Festeggiano i 18 anni dell'amico, polizia irrompe, sanzioni per tutti Cronaca

RIMINI: Festeggiano i 18 anni dell'amico, polizia irrompe, sanzioni per tutti

Resterà indimenticabile per un giovane riminese la sua festa per il 18esimo compleanno: ieri sera la polizia è intervenuta in una villetta dove una decina di adolescenti tra i 15 e i 17 anni stavano festeggiando la maggiore età del loro amico che aveva provveduto ad affittare l'abitazione su una piattaforma online. A tradire però la segretezza della festa sono state numerose storie su Instagram la cui visione ha portato diversi altri giovanissimi a tentare l'ingresso all'evento. Al diniego, alcuni di loro si sono messi a urlare per la strada portando così all'intervento degli agenti avvisati dai vicini. I poliziotti, una volta entrati, hanno trovato tutti gli avventori seduti vicini tra loro e senza mascherine. Festa finita e sanzioni per tutti.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1674 nuovi positivi e 48 decessi in 24 ore Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1674 nuovi positivi e 48 decessi in 24 ore

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 200.552 casi di positività, 1.674 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.812 tamponi (15.172 molecolari e 5.640 antigenici rapidi) eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’8%. Da ieri, infatti, a livello nazionale viene preso in considerazione il numero complessivo di tamponi fatti, molecolari e rapidi, anche base di raffronto dei nuovi positivi. Lo stesso avviene nelle regioni. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani: il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale on line, sul nuovo portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid. Alle 16 sono state vaccinate 113.064 persone, 3.785 le somministrazioni oggi a quell’ora, tenendo presente che le Aziende sanitarie proseguono per l’intera giornata. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 746 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 471 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 729 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 47 anni. Sui 746 asintomatici, 458 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 76 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 19 con gli screening sierologici, 4 tramite i test pre-ricovero. Per 189 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 368 nuovi casi, poi Modena (296), Rimini (178) Ferrara (155) e Reggio Emilia (155). Seguono Piacenza (119), Cesena (100); quindi Ravenna (92), Forlì (87), Parma (66) e il Circondario Imolese (58). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.172 tamponi, per un totale di 2.783.275. A questi si aggiungono anche 603 test sierologici e 5.640 tamponi rapidi effettuati da ieri.  Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.856 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 136.567. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 55.280 (-230 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 52.541 (-227), il 95% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 48 nuovi decessi: 6 a Piacenza (due donne di 86 e 84 anni e 4 uomini, rispettivamente di 71, 82, 78, 84 anni), 4 in provincia di Parma (2 donne, di 85 e 91 anni, e 2 uomini di 96 e 93 anni), 5 in provincia di Reggio Emilia (due donne di 73 e 84 anni, un 88enne – deceduto però a Modena – e altri 2 uomini di 84 e 90 anni); 6 nel modenese (4 donne – rispettivamente di 76, 85, 87 e 98 anni – e 2 uomini, rispettivamente di 87 e 96 anni); 10 in provincia di Bologna (5 donne – rispettivamente di 81, 83, 89, 97 anni e una donna di 94 anni nell’imolese – e 5 uomini: rispettivamente di 81, 78, due di 91 anni e un uomo di 84 anni nell’imolese); 9 in provincia di Ravenna (2 donne – rispettivamente di 84 e 88 anni – e 7 uomini, di cui uno di 78 anni, due di 83 anni, due di 85, uno di 86 e uno di 90 anni); 8 a Forlì-Cesena (5 donne, di 82, 85, 86, 88 e 97 anni, e due uomini di 76 e 93 anni). Non si registrano decessi nelle province di Ferrara e Rimini In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.705. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 231 (invariati rispetto a ieri), 2.508 quelli negli altri reparti Covid (-3). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 17 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 13 a Parma (-1), 18 a Reggio Emilia (+1), 45 a Modena (+2), 46 a Bologna (+2), 12 a Imola (-1), 28 a Ferrara (invariato), 17 a Ravenna (-2), 3 a Forlì (-1), 6 a Cesena (invariato) e 26 a Rimini (-1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 17.360 a Piacenza (+119 rispetto a ieri, di cui 56 sintomatici), 14.328 a Parma (+66, di cui 45 sintomatici), 26.902  a Reggio Emilia (+155, di cui 61 sintomatici), 35.754 Modena (+296, di cui 199 sintomatici), 39.823 a Bologna (+368, di cui 238 sintomatici), 6.350 casi a Imola (+58, di cui 21 sintomatici), 11.254 a Ferrara (+155, di cui 45 sintomatici), 15.271 a Ravenna (+92, di cui 49 sintomatici), 7.149 a Forlì (+87, di cui 71 sintomatici), 8.183 a Cesena (+100, di cui 60 sintomatici) e 18.178 a Rimini (+178, di cui 83 sintomatici).