Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


RAVENNA: L'allarme del Roca, produzione gas italiano ai minimi | VIDEO Economia

RAVENNA: L'allarme del Roca, produzione gas italiano ai minimi | VIDEO

Con 71 miliardi di metri cubi, il gas nel 2020 è la prima fonte a copertura della domanda di energia dell’Italia. Il Paese "ha ancora grandi riserve, anche davanti a Ravenna, ma che non riesce a sfruttare, con una produzione nazionale scesa a da 20 miliardi metri cubi nei primi anni ’90 a 4 miliardi nel 2020, di cui circa 2 ruotano nell’area con al centro la città bizantina", emerge da uno studio, divulgato oggi da Nomisma Energia e commissionato dal Ravenna Offshore Contranctor Association. “È un minimo che non avevamo dal 1956", si legge nell'analisi, "quando eravamo poveri e speravamo nel gas per risollevarci dal disastro della guerra”. Le potenzialità sono di una produzione superiore almeno di tre volte, verso i 15 miliardi metri cubi anno, una produzione a chilometri zero che - osserva lo studio - andrebbe valorizzata e sarebbe utile per agevolare la transizione energetica con costi e impatto ambientale minori. “In questo momento di crisi del gas in Europa, con prezzi alle stelle pagati degli italiani, la produzione nazionale sarebbe utile per contenere le tensioni. Invece", viene spiegato, "si continua a importare gas dalla Russia o dall’Africa, consumando molta energia, con più emissioni, e con maggiori perdite dai tubi. Ogni anno per importazioni di gas, da migliaia di chilometri di distanza, si emettono almeno 2 milioni tonnellate di CO2 che, ai prezzi della CO2 del luglio 2021 di 52 euro per tonnellata, è un costo di oltre 100 milioni di euro l’anno". "Il gas prodotto da noi", conclude lo studio, "ha meno emissioni perché non deve essere trasportato per lunghe distanze”.  


RIMINI: Torna il Summer Pride, sfilata 'light' per i diritti lgbtq+ Attualità

RIMINI: Torna il Summer Pride, sfilata 'light' per i diritti lgbtq+

A Rimini torna il Summer Pride. Gli organizzatori hanno svelato oggi la data dell’evento che è stata fissata per sabato 7 agosto. Quest’anno la sfilata per i diritti lgbtq nella capitale delle vacanze italiane sarà in forma ‘light’ causa covid: “ll percorso – dice a TR24 Marco Tonti, coordinatore di Arcigay Emilia-Romagna e organizzatore dell’evento - sarà molto breve e si svolgerà lungo il Parco del mare al tramonto, senza mezzi motorizzati. Insieme a queste cautele – sottolinea - una cosa deve essere però chiara: il Covid passa mentre l'omotransfobia resta, i e le nostre giovani la vita e l'incolumità continueranno a rischiarla tutti i giorni”. “Facciamo rumore”, scrivono gli attivisti sui social in chiaro riferimento a Raffaella Carrà scomparsa recentemente e molto amata dal pubblico rainbow. Un’artista che “è stata un modello di indipendenza, di emancipazione, di libertà che ha rivoluzionato l'Italia”, prosegue Tonti. “Al di là del suo contributo artistico e umano – sottolinea - è stata un esempio fortissimo di rottura degli schemi, di rifiuto dei compromessi benpensanti e moralistici e di affermazione di sé. Sono i pilastri delle nostre battaglie fin dalla rivolta di Stonewall del 1969 che commemoriamo ogni anno coi Pride”. Perché c’è bisogno di un Pride? “Per tante ragioni – aggiunge il leader lgbtq-. Si discute una legge in Parlamento contro l'omotransfobia che molti vorrebbero menomare escludendo le persone trans. I Pride servono per dire, in questo passaggio storico, che la nostra comunità non cederà mai a questo ricatto. La legge Zan – conclude - è una battaglia così importante per milioni di persone che vale la pena combatterla per vincere, o essere sconfitti”.


ROMAGNA: Italia sul tetto d'Europa, tifosi in delirio nelle vie e sui lungomari Attualità

ROMAGNA: Italia sul tetto d'Europa, tifosi in delirio nelle vie e sui lungomari

Sarà una lunga notte di festeggiamenti a Rimini e in riviera dopo la vittoria dell'Italia agli Europei di calcio. Sui lungomari, nelle vie e nelle piazze del capoluogo romagnolo si stanno riversando migliaia di persone per celebrare il trionfo azzurro a Wembley. Stesso scenario in tutta la costa con caroselli di auto e tricolori che sventolano ovunque. Le forze dell'ordine sono impegnate nei controlli, si vogliono scongiurare problemi di ordine pubblico: dopo la vittoria contro la Spagna a Rimini erano stati assaltati alcuni bus del servizio urbano. Bologna esplode dopo la vittoria dell'Italia agli Europei: sotto le due torri, tra le vie del centro e sui viali di circonvallazione la gioia sembra incontenibile. Il match è stato seguito ovunque e anche in una piazza Maggiore blindata per l'occasione grazie al maxi-schermo già installato per il cinema all'aperto. Brividi quando la platea ha intonato l'inno d'Italia. Da Piacenza a Rimini, in tutte le città della regione impazzano i festeggiamenti.


SAN MARINO: Vaccino, pubblicato studio su Sputnik, "è sicuro" Attualità

SAN MARINO: Vaccino, pubblicato studio su Sputnik, "è sicuro"

E’ stato pubblicato sulla rivista scientifica EclinicalMedicine, del gruppo The Lancet, il primo studio sulla sicurezza del vaccino russo Sputnik V (Gam-COVID-Vac). L’indagine, dall’acronimo ‘ROCCA’, “è il primo studio osservazionale per valutare la sicurezza di questo vaccino”, fa sapere l’Istituto di sicurezza sociale sammarinese, ed è stato realizzato in collaborazione con la sede operativa di igiene dell’Università degli studi di Bologna. Nella Repubblica di San Marino il farmaco è stato ampiamente usato nella campagna vaccinale anti-Covid portando il paese a essere a oggi l’unico libero dal virus in Europa. L’indagine scientifica oggetto della pubblicazione prende in esame un primo campione di persone sottoposte a vaccinazione con lo Sputnik V con più di 18 anni che avevano ricevuto una, o due dosi di vaccino fra il 25 febbraio all’8 aprile. Sono stati reclutati 2.558 volontari. L’età media del campione è di 68 anni (di cui il 50,4% donne), la fascia di età più rappresentata è quella dei 60-69 anni. Dei 2.558 partecipanti, il 75,1% (pari a 1.920 persone) aveva almeno una pregressa patologia: iper-tensione (46,4%), malattie cardiovascolari (32,1%), obesità (19,4%). Inoltre il 3,6% dei volontari aveva avuto una precedente infezione da SARS-CoV-2. L’incidenza effetti avversi (AEFI) rispetto alla somministrazione della prima dose è stata del 53% (di cui il 42,2% sono state reazione sistemiche); mentre l’incidenza rispetto alla seconda dose è stata del 66,8% (di cui il 50,4% di reazioni sistemiche). In generale, il 76% dei destinatari di due dosi ha riportato alcuni effetti in seguito a una delle due dosi di vaccino e il 2,1% ha subito reazioni più intense. Negli over 60 anni l’incidenza di reazioni è stata del 70% con il 53% dei soggetti che hanno evidenziato reazioni sistemiche e lo 0,8% che ha riportato sintomi di grado più elevato. I sintomi più frequenti sono stati dolori locali, astenia, cefalea e dolori articolari. Dai primi risultati, sebbene preliminari, lo studio suggerisce che Sputnik V “ha un alto profilo di tollerabilità nella popolazione di età attorno ai 60 anni” in termini di reazioni avverse a breve ter-mine.  Il prodotto rimane non approvato dalle autorità italiane ed europee.


RIMINI: Stalking e offese al vicino gay, padre e figlia a processo a Rimini Cronaca

RIMINI: Stalking e offese al vicino gay, padre e figlia a processo a Rimini

Nuova udienza oggi in tribunale a Rimini per il processo nei confronti di un padre e di una figlia accusati di stalking nei confronti di un loro vicino di casa. Per oltre un anno e mezzo, secondo il denunciante, la vittima veniva apostrofata ogni mattina con epiteti e offese di tipo omofobico “con cinico disprezzo della dignità umana e della rispettabilità della persona”, scrive in una nota Arcigay. L’associazione si è infatti costituita parte civile “a tutela della comunità LGBT della città, seguita dall'avvocato Christian Guidi del foro di Rimini. È stata accolta la questione sollevata dalle parti civili riguardo la composizione della corte, al momento monocratica ma che diventerà collegiale per via della gravità dei reati contestati cioè reati di natura discriminatoria e razziale”. Il processo è stato quindi rinviato. “Si tratta di un collegamento essenziale da riconoscere nella nostra giurisprudenza – conclude Arcigay - proprio ora che il disegno di legge Zan contro l'omotransfobia rischia di non vedere mai la luce sotto il fuoco incrociato della destra più bigotta d'Europa e di fake news prese per vere con penosa superficialità”.


CATTOLICA: Il sindaco Gennari ci ripensa, "no a convergenza con Lega alle comunali" Politica

CATTOLICA: Il sindaco Gennari ci ripensa, "no a convergenza con Lega alle comunali"

Dopo le parole rilasciate ai nostri microfoni in merito ad una riflessione in atto con la Lega per una convergenza alle prossime elezioni comunali in chiave anti-Pd (ASCOLTA QUI L'INTERVISTA), il sindaco grillino di Cattolica Mariano Gennari ci ripensa: “Affermo e sottolineo che non si è mai parlato di una tale eventualità”, scrive in una nota in cui corregge nettamente il tiro rispetto a quanto dichiarato solo poche ore fa alla nostra testata. “Durante i 5 anni del mio mandato – aggiunge - ho sempre ricevuto una opposizione dura ed a mio modo di vedere ‘miope’ da parte dei Consiglieri del centrodestra. L’articolo riportante le dichiarazioni del Deputato Jacopo Morrone mi ha colto di sorpresa e, tuttavia, ascoltarlo riguardo a quanto da lui affermato mi sembra il minimo del civile confronto democratico. (…) Ribadisco, inoltre, che ero e sono tuttora convinto sostenitore di una svolta ‘Contiana’ per il Movimento 5 Stelle. Tutto quello che è accaduto negli ultimi sei mesi mi allontana, inevitabilmente, da ogni gioco politico di partito e mi avvicina sempre più ad un civismo puro che lavori sempre e soltanto per il fine ultimo del bene della nostra città”.


RIMINI: Europei di calcio, tifosi danneggiano gravemente un bus durante i festeggiamenti | VIDEO Cronaca

RIMINI: Europei di calcio, tifosi danneggiano gravemente un bus durante i festeggiamenti | VIDEO

Un bus urbano di Rimini che serve la zona mare della città è rimasto gravemente danneggiato la scorsa notte dopo essere stato assalito da un folto gruppo di giovani intenti a festeggiare la vittoria dell’Italia nel match contro la Spagna agli europei di calcio. Sono state divelte alcune parti interne, mentre in diversi sono saliti sul tetto saltellandovi sopra a pochi centimetri dalle linee elettrificate dei filobus. I danni al veicolo sono ingenti: Start Romagna ha indicato la volontà di segnalare i fatti alle forze dell’ordine rendendo disponibili i filmati sia interni che esterni al mezzo.