Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


RIMINI: Si rinchiude nella villetta armato di coltello | FOTO Cronaca

RIMINI: Si rinchiude nella villetta armato di coltello | FOTO

L'uomo voleva gettarsi dal secondo piano di una villetta Ha tentato di gettarsi dal secondo piano di una villetta e poi, prima di fuggire in strada, ha cercato di colpire con un coltello la donna che gli aveva appena salvato la vita. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, un appartamento adiacente ad una villa dei primi del Novecento di fronte alla stazione di Rimini, l'uomo era già fuggito. L'allarme è scattato intorno alle 14.30, quando alcuni vicini hanno chiamato i soccorsi perché il giovane di origine nordafricane, affacciato ad un balcone del secondo piano, stava per gettarsi nel vuoto. La prima ad intervenire in soccorso del nordafricano è stata una donna, una 50enne di origini cubane, che condivide gli spazi comuni della casa in cui entrambi sono ospiti. Il ragazzo a quel punto ha estratto un coltello dalla tasca dei pantaloni e ha tentato di colpire la donna che lo stava trattenendo. "E' a Rimini da circa 15 giorni - ha raccontato la 50enne - ma ha detto di essere residente a Milano. Ho cercato di trattenerlo per le gambe e per un braccio ma quando ha preso il coltello l'ho lasciato andare. Ho avuto paura, anche se non mi ha colpito e quindi ho chiamato i carabinieri. Lui è scappato via da un balcone sul retro". L'uomo, che è probabilmente armato, non è stato ancora rintracciato e l'intera vicenda ha dei risvolti da chiarire. Sul posto oltre ai carabinieri sono intervenuti i vigili del fuoco e il personale del 118.     (foto Adriapress, riproduzione vietata)


CESENA: A giugno 2020 pronta la nuova caserma dei carabinieri | VIDEO Attualità

CESENA: A giugno 2020 pronta la nuova caserma dei carabinieri | VIDEO

Sarà consegnata a giugno 2020 la nuova caserma dei carabinieri di Cesena. Questa mattina abbiamo fatto il punto della situazione sul cantiere.    Le fondamenta ci sono, i pilastri sono stati eretti e in pochi mesi sarà tutto pronto. E' la nuova caserma dei carabinieri di Cesena che sta sorgendo nei pressi del centro commerciale Montefiore. Un'opera attesa in città che permetterà all'Arma di garantire più agevolmente la sicurezza. Come noto la nuova struttura, che sarà consegnata a giugno 2010, rientra in un accordo tra l'amministrazione comunale e Conad. Il colosso della grande distribuzione sta costruendo la caserma in cambio di un allargamento dell'adiacente spazio di vendita che dovrebbe essere pronto per l'autunno dello stesso anno.


RAVENNA: Carambola tra due auto, otto feriti, bimbo gravissimo | FOTO Cronaca

RAVENNA: Carambola tra due auto, otto feriti, bimbo gravissimo | FOTO

E' di otto feriti gravi il bilancio dell'incidente avvenuto oggi pomeriggio tra Savio di Cervia e Lido di Savio, nel Ravennate. Due vetture, una Opel Insignia e una Dacia Sandero, si sono scontrate frontalmente. A bordo del primo mezzo c'erano due bambini piccoli. L'impatto è stato violentissimo. La dinamica è ancora da chiarire. Sul posto si sono precipitate cinque ambulanze, l'auto medica e un elicottero. Ad avere la peggio il piccolo di soli due anni, intubato e ricoverato al Bufalini di Cesena, e una donna. Sul posto anche Polizia Locale e carabinieri.


RAVENNA: Regionali, per Calenda accordo fatto tra Pd e 5Stelle | VIDEO Politica

RAVENNA: Regionali, per Calenda accordo fatto tra Pd e 5Stelle | VIDEO

Prosegue le festa nazionale dell'Unità a Ravenna. Ieri sera dibattito acceso tra Carlo Calenda, eurodeputato appena dimessosi dal PD, e la vicesegretario dem Paola De Micheli.  "E' certo che questa alleanza si replicherà a livello regionale". Lo ha detto Carlo Calenda parlando di Pd e 5S in Emilia-Romagna a margine della Festa Nazionale dell'Unità a Ravenna. "Lo hanno detto, questo non è un governo, è una scelta di indirizzo politico di lavorare insieme ai 5S. In questa scelta c'è l'assurdo di fare un'alleanza in una regione dove fino a ieri siamo stati attaccati da questi che ci dicevano che noi rubavamo i bambini alle famiglie. Non è una questione di coerenza, secondo me è una questione di dignità" "Se Zingaretti realizzasse finalmente che noi non meritiamo, che questa comunità non merita di essere presa a ceffoni da uno che in vita sua non ha mai lavorato e decidesse di combattere io immediatamente combatterei al suo fianco. La tessera ce l'ho ancora in tasca". Lo dice Carlo Calenda a Ravenna prima di salire sul palco della festa nazionale dell'Unità. "Ho fatto due feste dell'Unità, c'era tanta gente, c'è chi la pensa come me e chi no. Io vedo il grosso rischio di una comunità che viene avvelenata dall'idea di non poter vincere", ha poi aggiunto. Intanto la trattativa va avanti a livello nazionale. "Oggi (ieri, ndr) è stata una giornata abbastanza complicata perché a fronte della serietà con il quale il Partito Democratico sta affrontando un percorso molto difficile e faticoso, siamo stati di fronte all'ennesimo ultimatum che ovviamente non ha reso le cose facili". Sono le parole a margine della Festa Nazionale dell'Unità di Ravenna pronunciate da Paola De Micheli, vicesegreatio Dem. "Domani mattina (stamattina, ndr) la nostra delegazione andrà a Palazzo Chigi dal presidente Conte per continuare il lavoro sul programma a testimonianza una volta di più che noi vogliamo fare un governo per davvero. Noi andiamo al governo solo se ci sono le condizioni per fare le cose", ha aggiunto.  


EMILIA-ROMAGNA: Turismo, dopo il maltempo, agosto salva la stagione Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Turismo, dopo il maltempo, agosto salva la stagione

E' un primo bilancio fatto di luci e ombre quello del turismo estivo in Emilia-Romagna. Sebbene solo poche settimane fa l'assessore regionale Andrea Corsini avesse apertamente dichiarato che quest'anno ci sarebbe stata qualche difficoltà, gli operatori sembrano ostentare ottimismo riponendo soprattutto qualche speranza nel mese di settembre, tempo permettendo. Ed è stato proprio il meteo sfavorevole ad aver danneggiato il comparto nel mese di maggio dove l'Emilia-Romagna ha dovuto fare i conti con alluvioni e piogge intense, azzerando di fatto l'arrivo dei turisti. Per quanto riguarda le città, spicca il trend positivo per il capoluogo regionale: secondo 'Bologna Welcome' la città felsinea ha avuto a maggio un +6,5% di occupazione delle camere e un luglio ancora migliore dove lo stesso dato ha riportato un +8%.  Anche Ferrara ha avuto buoni numeri grazie anche a eventi come 'Buskers in the city'. Sul fronte romagnolo, secondo Mauro Mambelli, presidente locale di Ascom Ravenna, "in questo momento non ci sono dei grandi numeri, siamo un pochino fermi con il turismo in città, abbiamo avuto un buon inizio di stagione, sembrava che i ponti di primavera potessero far delineare qualcosa di davvero positivo, poi abbiamo avuto il crollo. Ora stiamo segnando il passo. Non ci sono tanti turisti, le presenze ci sono lo stesso ma non abbiamo un turismo che spenda", conclude. Sul fronte marittimo è importante capire come sia andata la stagione a Cervia-Milano Marittima. La cittadina è finita alla ribalta delle cronache non solo per le incursioni al Papeete di Matteo Salvini ma anche per la tromba d'aria che il 10 luglio ha abbattuto centinaia di alberi e danneggiato seriamente alcuni stabilimenti balneari, tutto però ripristinato a tempo di record. Secondo Danilo Piraccini, consigliere della Cooperativa Bagnini di Cervia, "dopo le preoccupazioni legittime che ci sono a ogni inizio stagione e dopo aver superato un mese di maggio complicato, ad agosto stiamo andando bene, c'è stato un ritorno dopo Ferragosto che promette  di chiudere il mese in positivo. La tromba d'aria - conclude - non ci ha creato problemi alla frequenza dei villeggianti". Anche a Rimini si fanno i primi conti di fine stagione. Secondo Mauro Vanni, presidente della cooperativa bagnini della zona sud, la stagione "era partita molto male, con un maggio piovoso e luglio che è stato scarso, ma agosto ci sta salvando". Sia Rimini che Ravenna hanno portato in spiaggia quest'anno i primi divieti contro la plastica e il fumo i quali sembrano essere stati ben accolti da operatori e villeggianti. Patrizia Rinaldis, presidente degli albergatori di Rimini, si ritiene abbastanza soddisfatta: "abbiamo un buon tasso di riempimento delle camere. Abbiamo un settembre che è ancora da vivere in particolare grazie a eventi come la Moto Gp". Ma la leader degli albergatori punta il dito contro "la politica dei prezzi stracciati. Bisogna vendere il nostro territorio in maniera più organica e - conclude - puntare ancora di più sul turismo balneare perché è il nostro core-business". Una Emilia-Romagna che prova quindi a confermare i 60 milioni di presenze turistiche dell'ultimo rilevamento. Un dato difficile da raggiungere considerata la 'riapertura' di numerose mete internazionali danneggiate negli anni passati dal terrorismo. Sul fronte diversificazione, le politiche degli ultimi tempi hanno portato a una valorizzazione dell'entroterra con fondi riservati agli impianti sciistici e al comparto termale con numeri di presenze e arrivi che, seppur in crescita, rimangono comunque marginali rispetto al turismo di massa della costiera romagnola.


RAVENNA: Festa Pd, standing ovation per Romano Prodi | VIDEO Politica

RAVENNA: Festa Pd, standing ovation per Romano Prodi | VIDEO

Standing ovation ieri sera alla festa nazionale dell'Unità a Ravenna  per Romano Prodi. L'ex presidente del Consiglio, intervistato da Lucia Annunziata, si è mostrato ottimista sul nuovo governo.    "Auguro a Conte di durare più di me, serve un ministero per l'immigrazione e ancora, la flat tax è una porcheria". E' stato un Romano Prodi a tutto campo quello apparso sul palco della festa nazionale dell'Unità a Ravenna il quale, intervistato da Lucia Annunziata, ha fatto sentire la sua voce all'alba del nuovo esecutivo giallorosso. Il Professore bolognese, che mancava da una festa del Partito Democratico da ben 11 anni, ha chiaramente detto come non ci siano alternative rispetto alla nuova alleanza e che il leader della Lega Matteo Salvini si sia sostanzialmente messo all'angolo da solo. Chi comanda nel Pd? Secondo Romano Prodi "la cosa è semplicissima. Nel Pd comanda il segretario. Infatti ieri nel discorso conclusivo sulla trattativa ha avuto un solo voto contrario, è stata una cosa sovietica. Il Pd ora sta trattando in modo totalmente unitario. Spero ci sia la stessa unità nei 5S. Sarà una trattativa complessa, abbastanza lunga. Io ho detto: attenzione, va fatta studiando insieme il programma e i dettagli precisando i numeri della finanziaria. Se vogliamo che questa alleanza duri dobbiamo discutere di ogni virgola", ha detto parlando sul palco a Ravenna alla festa del Pd. "Di solito le crisi di governo comportano turbamenti nei mercati, non siamo mai andati così bene come in questi giorni", ha poi detto Romano Prodi parlando coi giornalisti a margine della Festa nazionale dell'Unità di Ravenna. "Questo vuol dire che nell'opinione internazionale si ritiene che possa dare certezza, durata e anche capacità di cambiamento al governo", ha concluso.


RAVENNA: Festa Pd, Orlando, "la manovra non sarà una passeggiata" | VIDEO Politica

RAVENNA: Festa Pd, Orlando, "la manovra non sarà una passeggiata" | VIDEO

Prosegue a Ravenna la festa nazionale del Pd. Ieri sera è stata la volta del vicesegretario del partito.   Poche ore prima del conferimento dell'incarico di formare il governo che Mattarella ha concesso a Giuseppe Conte, una platea affollata ha accolto Andrea Orlando, vice-segretario del Pd, alla festa nazionale del partito a Ravenna. In primo piano le cose da fare del nuovo eventuale esecutivo giallorosso. A margine, Orlando ha anche risposto a chi chiedeva se fosse sciolto il tema di chi sarà il vicepremier. "È affidato alla saggezza del premier incaricato. Su Conte riponiamo fiducia ma ora si tratta di concentrarsi sulle emergenze e sulle questioni che riguardano il Paese", ha detto ai nostri microfoni. Destra e sinistra esistono ancora? Per Andrea Orlando "si, esistono e io penso che questi 14 mesi lo abbiano dimostrato e spero che lo dimostreranno anche i mesi e gli anni che abbiamo di fronte". È il governo più a sinistra degli ultimi anni? Il vicesegretario del PD, a margine della festa nazionale a Ravenna, si augura di "sì, non so se ce la faremo ma sarebbe una bella sfida", ha aggiunto. "Mi dispiace, credo che una comunità come il PD perda un esponente importante e credo che Calenda perda un riferimento importante in una comunità come il PD. Credo che avremo il tempo e il modo di discutere e incontrarci". ha proseguito Orlando che ha aggiunto: "La situazione è molto complicata sia dal punto di vista politico che finanziario. Non c'è niente di scontato, non sapremo se sarà un successo. È una sfida. Il nostro paese ha rischiato una deriva autoritaria. Dovevamo fare qualcosa per mettere Salvini all'angolo", ha aggiunto. "Fare la manovra non sarà una passeggiata di salute. Il capitano coraggioso - dice parlando di Matteo Salvini - è scappato proprio per questo. Di flat tax non se ne parlerà più. La progressività sancita dalla nostra Costituzione è uno strumento di equità", ha concluso.