Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


CESENATICO: Brutto incendio al depuratore, verifica danni in corso | FOTO Cronaca

CESENATICO: Brutto incendio al depuratore, verifica danni in corso | FOTO

Un brutto incendio si è verificato nel tardo pomeriggio di oggi nel depuratore di Cesenatico. Una alta colonna di fumo nero e denso era visibile da chilometri. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e il sindaco Matteo Gozzoli. È in corso la verifica dei danni. Il sindaco della cittadina ha scritto così su Facebook: "L’incendio è stato domato. Sembra che abbia preso fuoco un filtro dell’aria. I tecnici stanno facendo le verifiche ma tutto è sotto controllo. Ringrazio i Vigili del Fuoco, i nostri vigili del fuoco volontari, i Carabinieri, la Polizia Locale, il 118 e i tecnici di Hera e la Protezione Civile che in pochissimo tempo sono intervenuti domando le fiamme. La funzionalità dell’impianto - conclude Gozzoli - non è compromessa le fiamme sono rimaste limitate ad un solo filtro a carbone." (foto Facebook) 


RAVENNA: Bimbo morto a Mirabilandia, il parco, "nostro totale supporto" Attualità

RAVENNA: Bimbo morto a Mirabilandia, il parco, "nostro totale supporto"

"In merito al tragico evento accaduto ieri, tutti noi dipendenti, collaboratori e manager di Mirabilandia vogliamo esprimere il nostro profondo dolore e la nostra vicinanza ai genitori e ai parenti per questa gravissima perdita". Lo dice in una nota Riccardo Marcante, direttore generale di Mirabilandia, a seguito della morte del piccolo Edoardo Bassani. "Siamo in stretto contatto con la famiglia che ha il nostro totale supporto - prosegue il comunicato - sono in corso alcuni accertamenti e non possiamo rilasciare dichiarazioni. Stiamo collaborando con gli inquirenti per contribuire al buon esito delle indagini".


EMILIA-ROMAGNA: Turismo congressuale, giro d'affari per 1 mld € Economia

EMILIA-ROMAGNA: Turismo congressuale, giro d'affari per 1 mld €

Numeri positivi per il sistema congressuale dell'Emilia-Romagna che rappresenta circa il 20% del fatturato complessivo del turismo regionale. Nel 2018 4,8 milioni di persone hanno partecipato a eventi di vario tipo nei tre distretti principali di Bologna, Parma e Rimini, totalizzando circa 6,5 milioni di giornate di presenza. Il giro d'affari si è aggirato attorno al miliardo di euro. Gli eventi registrati sono stati 53mila, di cui il 56,8% organizzati in alberghi, con una netta prevalenza di quelli a dimensione locale. “Quello congressuale è un altro tassello importante della nostra industria turistica che continua a dimostrare grande dinamismo", spiega il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. "I buoni risultati raggiunti e la vivacità delle proposte meritano grande attenzione per un settore che si caratterizza anche per la sua alta capacità di reddito, l’impatto sul tessuto economico locale e per rappresentare una reale occasione di sviluppo per le destinazioni turistiche", ha poi aggiunto. Nel dettaglio dei dati del sistema congressuale emiliano-romagnolo, il Distretto di Bologna ha ospitato il 53,5% degli incontri con una dimensione media di 81 persone. Venendo alla durata, il 59,4% degli eventi è stato di una giornata, il risultato più alto rispetto agli altri distretti. Gli organizzatori locali hanno rappresentato il 66.9%, i convegni internazionali il 5.4%. Il Distretto di Rimini ha accolto il 29,2% degli appuntamenti e per quanto riguarda la dimensione media si è posizionato al primo posto con 113 partecipanti per incontro. Il 50% degli eventi sono durati almeno un giorno; Rimini ha il primato, rispetto agli altri distretti, di eventi da 2 giorni che hanno rappresentanto infatti il 12,5% del totale. Gli organizzatori sono stati prevalentemente locali e per quanto riguarda i convegni internazionali la quota è stata del 4.8%. Chiude il Distretto di Parma dove si sono concentrati il 17,3% degli incontri con una dimensione media di 84 partecipanti. In quest’area il 56,9% degli eventi è durato un giorno ma si è caratterizzato per un 40,4% di iniziative di durata inferiore. Anche qui gli organizzatori sono stati prevalentemente locali ma Parma si è distinta sugli incontri nazionali con il 36.6% degli eventi. Per quanto riguarda i convegni internazionali, si è raggiunto il 6.1%, la quota più alta in regione, inoltre si è registrato un 53% di iniziative organizzate da imprese, contro una media del 49% in regione. (in foto il Palacongressi di Riccione)


RICCIONE: Scattata la foto di gruppo più grande del mondo | FOTO Attualità

RICCIONE: Scattata la foto di gruppo più grande del mondo | FOTO

Migliaia di turisti e non hanno partecipato questa mattina a Riccione alla 'foto di gruppo più grande del mondo'. Su invito della cooperativa bagnini della cittadina rivierasca in provincia di Rimini, in circa due chilometri di spiaggia si è assiepata una moltitudine di persone che, sorridenti e con le braccia al cielo, sono state fotografate da due piattaforme rialzate regalando così un colpo d'occhio incredibile. L'idea è nata a un operatore balneare locale, Gilberto Fuzzi, che ha tutta l'intenzione di provare a entrare nel guinnes dei primati.  (FOTO FACEBOOK)


RIMINI: Presenze dipendenti con impronte digitali, Comune pronto Attualità

RIMINI: Presenze dipendenti con impronte digitali, Comune pronto

Rimini sarà tra le prime amministrazioni comunali in Italia ad applicare le misure del ddl concretezza, nello specifico la rilevazione delle presenze del personale attraverso dati biometrici, appena saranno definite le modalità operative e di privacy. "Il Comune di Rimini - dice l'ente in una nota - si era mosso nella direzione indicata dal legislatore circa un anno e mezzo fa, quando vennero acquistati i nuovi apparecchi già predisposti al rilevamento della presenza con le impronte digitali". Il sistema che è stato studiato, prevede che l’impronta venga estratta e salvata su un microchip contenuto dentro il badge consegnato al dipendente. Al momento della timbratura, si dovrà poi avere sempre con sé il badge e apporre la propria impronta sul macchinario. Il sistema rileverà e identificherà il badge nel momento in cui il dipendente si avvicinerà al sistema e vi assocerà l’impronta digitale inserita di volta in volta all’atto della timbratura, così completando l’operazione. "Un sistema - prosegue l'amministrazione locale - che garantisce al massimo i dati dei dipendenti che non consegneranno al Comune le proprie impronte digitali. Le impronte saranno estratte e inserite nel badge e riconsegnate al dipendente, che ne sarà l’unico custode".


EMILIA-ROMAGNA: Pendolari, partono i nuovi treni Pop e Rock | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Pendolari, partono i nuovi treni Pop e Rock | VIDEO

Per la prima volta, oggi in Emilia-Romagna i nuovi treni regionali Pop e Rock di Trenitalia hanno solcato la rete ferroviaria del nostro paese. In contemporanea due diversi convogli sono partiti da Rimini e Piacenza diretti a Bologna dove è stato allestito un momento istituzionale. “Sono nuovi treni che permetteranno di far viaggiare i pendolari più comodi - dice Orazio Iacono, amministratore delegato di Trenitalia parlando a bordo del treno Pop proveniente da Rimini - ma anche più sicuri e più scattanti. Questi sono i mezzi ferroviari più scattanti d’Europa, consentendoci di far arrivare i pendolari più puntuali al lavoro o a casa”. L’investimento ammonta a sei miliardi di euro e dopo l’Emilia-Romagna si procederà alla sostituzione in tutte le regioni d’Italia. “È una grande operazione industriale senza precedenti in Europa - prosegue Iacono - acquisteremo in totale 600 nuovi treni, costruiti attorno alle esigenze dei passeggeri, consentendoci di favorire un importante shift modale da auto a treno con meno smog, meno traffico e meno morti sulle strade”. Una rivoluzione che parte dall’Emilia Romagna perché questa è stata la prima regione italiana a firmare il contratto di servizio con Trenitalia. 31 treni Rock costruiti da Hitachi e 45 Pop prodotti da Alstom circoleranno sulle rete regionale da qui alla fine dell’anno. “È una giornata storica perché da oggi fino a Natale arriveranno 75 nuovi treni in Emilia-Romagna che andranno a sostituire l’intera flotta del materiale rotabile”. Lo dice con viva soddisfazione l’assessore regionale ai trasporti dell’Emilia-Romagna Raffaele Donini durante i viaggi inaugurali dei nuovi treni Rock e Pop di oggi. “Siamo l’unica regione in Italia che avrà entro fine anno tutti i treni nuovi, siamo anche quella che ha investito di più, abbiamo prodotto un piano industriale di 750 milioni di euro” . Donini ricorda anche come i nuovi mezzi siano costruiti in Italia: “Se tutte le regioni facessero come noi l’economia industriale del nostro paese andrebbe sicuramente meglio”. Sul tema generale del miglioramento del servizio pubblico, l’assessore regionale sottolinea come “entro il prossimo anno verrà resa strutturale l’integrazione tariffaria che permetterà a chi ha un abbonamento del treno di circolare liberamente sui bus delle città capoluogo”. Donini interviene anche sul passaggio dai treni Frecciabianca ai Frecciargento per i titolari degli abbonamenti 'MiMuovoTuttoTreno': “Siamo stati rassicurati da Trenitalia che vorrà trattare con noi un rinnovo della convenzione perché siamo disposti anche a metterci qualche risorsa affinché nulla cambi in negativo per i pendolari, rimane per ora un problema di capienze, le carrozze dei Frecciargento sono più piccole”. Sui nuovi treni Rock e Pop la tecnologia la fa da padrona. Maurizio Manfellotto, amministratore delegato di Hitachi Rail, spiega a TR24 come “ce n’è in abbondanza anche se non si vede. Riusciamo a coinvolgere i passeggeri su cose vantaggiosissime come ad esempio il sistema di aria condizionata ridondato, telecamere dappertutto per la massima sicurezza, elevati sistemi di sicurezza che non permettono al treno di avere alcun tipo di incidente anche nel caso più pericoloso del macchinista che perde i sensi o il controllo, porte altamente tecnologiche che si romperanno il meno possibile e un innovativo sistema di controllo remoto che ci consente di sapere se è in arrivo un guasto nelle prossime ore”. Hitachi Rail produrrà 31 treni Rock entro la fine dell’anno. Questi convogli sono a due piani e verranno usati sulle tratte a maggior utenza. “Per progettarlo ci è voluto un po' - prosegue Manfellotto - ma siamo andati al di sotto degli standard internazionali. Per costruirlo ci mettiamo 60 giorni, ovviamente ne facciamo diversi in parallelo, abbiamo iniziato adesso, il primo è stato consegnato in anticipo di due mesi, contiamo di terminare la produzione di 4-5 esemplari al mese”.


IMOLA: Cadavere di donna rinvenuto nel fiume Santerno Cronaca

IMOLA: Cadavere di donna rinvenuto nel fiume Santerno

Il corpo senza vita di una donna è stato individuato questa mattina a Imola nelle acque del fiume Santerno. Sarebbe una 62enne. Attorno alle sei e mezza un passante ha visto il corpo galleggiare dando l'allarme. Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri, Vigili del Fuoco e sanitari del 118. L'intervento di recupero è durato circa due ore. Il cadavere si trovava nei pressi di un ponticello di via Tiro a Segno, non lontano dall'autodromo. Le indagini sono in corso, non si esclude che possa trattarsi di un gesto volontario. L'auto della vittima è stata ritrovata non lontana dal corso d'acqua.