Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 121 nuovi positivi e un decesso Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 121 nuovi positivi e un decesso

Centoventuno nuovi positivi, di cui 71 asintontomatici individuati grazie allo screening regionale, e un decesso, un uomo di 70 anni, in provincia di Rimini, con patologie pregresse.I tamponi effettuati sono 9.674,(per un totale di 1.068.778) a cui  si aggiungono anche 2.647 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.369 (92 in più di quelli registrati ieri). Ventuno i pazienti in terapia intensiva (come ieri), mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 182 (+4). Questi i principali dati sul coronavirus registrati alle 12 di oggi in Emilia Romagna: da inizio epidemia,  si sono registrati 34.093 casi di positività. Sono 29 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 8. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,7 anni. Su 71 nuovi asintomatici, 31 sono stati individuati attraverso i test per categoria introdotti dalla Regione, 5 tramite i test pre-ricovero, 33 grazie all’attività di contact tracing mentre in 2 casi da screening sierologico.  Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (18), Piacenza (12), Parma (14), Reggio Emilia (20), Modena (17), Ferrara (11) e Ravenna (15). Nessun nuovo positivo nell’imolese. A Bologna e provincia sono 18 i nuovi positivi (uno solo ricoverato e tutti gli altri in isolamento domiciliare): 12 riconducibili a focolai noti (familiari e ambiente di lavoro). Sui 18 totali, 4 sono stati individuati tramite attività di contact tracing; uno è un rientro dall’estero (Macedonia); 5 da altre regioni (3 dalla Valle D’Aosta, 1 dalle Marche, 1 dalla Calabria). Un ultimo caso è un rientro dalle vacanze in Riviera.


EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini apre gli stadi fino a 1000 spettatori Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini apre gli stadi fino a 1000 spettatori

In un'ordinanza, il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini consente l'accesso del pubblico agli eventi sportivi. Anche per la serie A di calcio, tribune aperte per 1000 persone in occasione dei match Parma - Napoli e Sassuolo - Cagliari di domenica. Per il Gran Premio di Formula 1, in programma dal 31 ottobre al primo novembre, è previsto l'accesso fino a 13.147 persone. "Per quanto riguarda le partite di calcio che si disputeranno domenica 20 settembre negli stadi di Parma e Reggio Emilia - spiega una nota della regione Emilia-Romagna - potranno partecipare in presenza 1.000 persone a condizione che sia garantita dai gestori la vigilanza necessaria a evitare assembramenti durante l’ingresso, il deflusso e la permanenza del pubblico nel posto assegnato e in relazione all’utilizzo dei servizi igienici, nonché al rispetto del distanziamento interpersonale". In particolare, sarà vietato assistere alle partite da postazioni in piedi, introdurre all’interno dello stadio striscioni, bandiere o altro materiale e vietata anche qualsiasi forma di contatto fra giocatori e spettatori alla fine della manifestazione. Inoltre, dovranno essere pianificati un numero congruo di varchi per l’accesso al pubblico in modo da evitare assembramenti nel momento del controllo temperatura e biglietti così come dovrà essere previsto uno scaglionamento a gruppi degli spettatori nella fase di deflusso al termine degli incontri tramite un programma definito, diffuso dallo speaker e coordinato dal personale di vigilanza accuratamente formato e dovrà essere garantita la presenza di un servizio di steward con il compito di assistere il pubblico e controllare il rispetto delle misure comportamentali. La vendita di biglietti sarà esclusivamente on-line e/o in prevendita per evitare code e assembramenti alle biglietterie che dovranno essere chiuse al momento dell’evento. Gli organizzatori dovranno  conservere per almeno 14 giorni copia degli elenchi nominativi di coloro che hanno acquistato i biglietti, rendendoli disponibili su richiesta alle strutture sanitarie in caso di necessità di svolgere attività di contact-tracing.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 110 nuovi positivi e un decesso in 24 ore Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 110 nuovi positivi e un decesso in 24 ore

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna sono stati registrati 33.972 casi di positività, 110 in più rispetto a ieri, di cui 48 asintomatici – individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali – e 62 sintomatici. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei 110 nuovi casi, 61 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 58 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 18 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 2. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,6 anni. Su 48 nuovi asintomatici, 13 sono stati individuati attraverso i test per categoria introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero, 31 grazie all’attività di contact tracing mentre in 1 caso da screening sierologico. In un caso non è noto il motivo di esecuzione del tampone. Purtroppo, si è verificato un decesso: una donna di 90 anni, nel modenese. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province di Bologna (17), Parma (14), Reggio Emilia (10), Modena (20), Ferrara (14) e Ravenna (12). A Bologna e provincia sono 17 i nuovi positivi (2 ricoverati e 15 in isolamento domiciliare): 12 riconducibili in gran parte a focolai noti (familiari e ambiente di lavoro), mentre 5 sono casi sporadici. Sui 17 casi totali, 11 soggetti erano già in isolamento. In provincia di Parma, sui 14 nuovi casi positivi 6 sono stati individuati tramite attività di contact tracing; 3 sono pazienti con sintomi, mentre 2 riguardano rientri dall'estero (rispettivamente dall’Albania e dalla Moldavia). In un caso si è trattato di una persona in partenza per l’estero (Cile) per un viaggio di lavoro; un altro caso di positività è relativo a un volontario del trasporto sanitario. Infine, un caso è emerso in seguito a screening. Sul territorio reggiano, su 10 nuovi casi positivi 6 sono riconducibili a focolai familiari; un caso è un rientro dall’estero (Albania), un altro è emerso in seguito a screening, 2 sono riconducibili a un focolaio di amici. Tutti e 10 i casi sono in isolamento domiciliare. Nel modenese, su 20 nuovi positivi, 4 sono rientri dall’estero (2 dall’Albania, uno dalla Moldavia, uno dalla Francia); 2 rientri da un’altra regione italiana, mentre 11 casi sono legati a focolai familiari noti. Tre, infine, sono stati classificati come sporadici. In provincia di Ferrara, su 14 nuovi positivi, 4 sono rientri dall’estero (3 dall’Albania, uno dal Marocco); 5 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti, riconducibili a focolai familiari. A 3 nuovi positivi il tampone è stato effettuato per presenza di sintomi (di questi, uno è ricoverato; un altro caso positivo è stato individuato in seguito al tampone fatto prima del ricovero). Infine, un positivo è emerso dallo screening aziendale. Dodici i nuovi casi a Ravenna e provincia, 9 in isolamento domiciliare e 3 ricoverati. Sul totale, 8 erano contatti di casi già noti, di cui 5 in ambito famigliare; 2 sporadici, emersi in seguito alla manifestazione di sintomi; altri due casi, infine, sono rientri dall'estero (uno dalla Macedonia, l’altro dalla Tunisia). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. I tamponi effettuati sono 8.414, per un totale di 1.059.104. A questi si aggiungono anche 2.707 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.277 (98 in più di quelli registrati ieri). Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.078 (92 in più rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva sono 21 (2 in più rispetto a ieri), mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 178 (+4). Le persone complessivamente guarite hanno raggiunto quota 25.224 (+11 rispetto a ieri): 8 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 25.216 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.921 a Piacenza (+2, di cui 1 sintomatico), 4.142 a Parma (+14, di cui 5 sintomatici), 5.638 a Reggio Emilia (+10, di cui 5 sintomatici), 4.743 a Modena (+20,  di cui 14  sintomatici), 6.033 a Bologna (+17, di cui 10 sintomatici), 544 a Imola (+1, sintomatico ), Ferrara 1.360 ( +14, di cui 5 sintomatici ), a Ravenna 1.694  (+12, di cui 7 sintomatici), 1.283 a Forlì (+3, di cui 1 sintomatico), 1.079 a Cesena (+8, di cui 5 sintomatici ) e 2.535 a Rimini (+9, di cui 8 sintomatici).


RAVENNA: Blitz negli hotel di lusso, GdF scova 22 lavoratori in nero Cronaca

RAVENNA: Blitz negli hotel di lusso, GdF scova 22 lavoratori in nero

La Guardia di Finanza di Ravenna ha scoperto 22 lavoratori in nero e cinque irregolari in alcuni alberghi della costa a quattro e cinque stelli facenti tutti capo alla stessa proprietà. All'imprenditore è stata elevata la cosiddetta 'maxi-sanzione' che va da un minimo di 1.800 euro a un massimo di 10.800 per ogni persona impiegata senza contratto. Quanto agli irregolari, è emerso nelle indagini come prestassero più ore di quanto fossero previste dal contratto con relativi compensi in nero. Sono inoltre contestati maggiori ricavi per 300mila euro nascosti all'Erario.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 106 nuovi casi e nessun decesso Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 106 nuovi casi e nessun decesso

Sono 106 in più rispetto a ieri, di cui 52 asintomatici - i nuovi casi di positività al coronavirus in Emilia Romagna (33.862 casi di positività, da inizio pandemia). Oltre 10 mila  i tamponi effettuati (er un totale di 1.050.690). A questi si aggiungono anche 2.971 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.179 (77 in più di quelli registrati ieri). Non si registra alcun decesso. Questi i principali dati sul coronavirus registrati alle 12 di oggi in Emilia Romagna. In maggioranza si tratta di persone già in isolamento al momento del tampone o individuate nell'ambito di focolai già noti.  Sono 12 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 8. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 39 anni. Su 52nuovi asintomatici, 11 sono stati individuati attraverso i test per categoria introdotti dalla Regione, 4 tramite i test pre-ricovero, 36 grazie all’attività di contact tracing mentre in 1 caso da screening sierologico. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province Bologna (22), Modena (16), Ravenna e Ferrara (15). A Bologna e provincia sono 22 i nuovi positivi (uno solo ricoverato e tutti gli altri in isolamento domiciliare).


MARANELLO: Presentata la nuova Ferrari Portofino M | FOTO Attualità

MARANELLO: Presentata la nuova Ferrari Portofino M | FOTO

E' stata presentata nel primo pomeriggio di oggi, in un evento online, la nuova 'Portofino M', l'ultima nata di casa Ferrari. Una spider 2+2 con tetto rigido ripiegabile che promette prestazioni di altissimo livello: motore V8 da 620 cv, azzeramento del cosiddetto turbo lag e cambio DCT a otto rapporti. Grazie a quest'ultimo, la coppia erogata, secondo Maranello, è aumentata del 35%. La lettera 'M' sta per 'modificata', come a indicare chiaramente l'evoluzione del modello da cui prende il nome. Immancabile il tradizionale 'Manettino' che permette di selezionare cinque diverse modalità di guida. La nuova Ferrari 'Portofino M' vanta un motore da 3855 cm3 appartenente alla famiglia di turbo 8 cilindri a V vincitrice del premio 'International Engine of the Year' per quattro anni consecutivi. I 620 cv si ottengono a 7500 giri/min. "La Portofino M - spiega la casa in una nota - è la prima Ferrari a essere presentata a seguito del periodo di chiusura aziendale dovuto alla diffusione di Covid-19. La vettura è quindi anche il simbolo dell’inizio di un viaggio di riscoperta; da qui riparte idealmente la corsa all’innovazione del Cavallino Rampante, nel pieno rispetto della sua storia, della passione e che sa suscitare e della ricerca costante della perfezione che lo contraddistingue. Tutti valori - si aggiunge - che ben si sposano con la nuova Portofino M, la quale porta nel nome la ‘M’ di modificata che, nel gergo Ferrari, serve a codificare i progetti sottoposti a un’evoluzione che abbia contribuito a migliorarne le prestazioni".


FERRARA: Coronavirus, maestra positiva, in 16 in isolamento Cronaca

FERRARA: Coronavirus, maestra positiva, in 16 in isolamento

Un'insegnante della scuola dell'infanzia 'Casa del bambino' di Ferrara è risultata positiva questa mattina al tampone per l'individuazione del coronavirus. Lo ha comunicato in una nota l'amministrazione comunale. Il caso è stato segnalato al dipartimento di sanità pubblica ed è così scattata la quarantena per il gruppo classe che comprende 14 bambini e due componenti del personale educatore che saranno inoltre sottoposti al test. Le attività delle altre cinque sezioni, grazie all'applicazione del cosiddetto 'gruppo bolla', potranno proseguire regolarmente.