Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


ROMAGNA: Piena dei fiumi, è allerta meteo arancione Attualità

ROMAGNA: Piena dei fiumi, è allerta meteo arancione

La Protezione Civile dell’Emilia Romagna e ArpaER hanno emesso un bollettino di allerta per 'Piene dei fiumi, frane e piene dei corsi minori, stato del mare' in vigore per le prossime 24 ore, ovvero fino alla mezzanotte di martedì 3 dicembre. In Romagna l'allerta meteo è arancione per piene dei fiumi. Nella serata/notte di oggi è prevista un’intensificazione dei venti provenienti da nord-est sul mare e lungo la costa che determineranno un rapido aumento del moto ondoso con mare agitato al largo in attenuazione già dalle prime ore della giornata di domani.


EMILIA-ROMAGNA: M5s corre da solo, Sensoli, "non mi ricandido" | VIDEO Politica

EMILIA-ROMAGNA: M5s corre da solo, Sensoli, "non mi ricandido" | VIDEO

E' ormai definitiva la scelta del Movimento 5 Stelle di correre in solitaria alle regionali. Raffaella Sensoli, consigliera uscente, ha annunciato, in disaccorso, che non si ricandiderà. Ecco le ultime.   La crisi che sta attraversando il Movimento 5 Stelle è emersa chiaramente nell'ultima puntata di Talk 24. Raffaella Sensoli, consigliera uscente grillina, ha annunciato che con tutta probabilità non si ricandiderà. Pur restando al Movimento, Sensoli è in disaccordo con la scelta di correre da soli alle regionali.


RAVENNA: Bimbo morto a Mirabeach, depositata la perizia | VIDEO Cronaca

RAVENNA: Bimbo morto a Mirabeach, depositata la perizia | VIDEO

Depositata a Ravenna la perizia legale sulla morte a Mirabeach del piccolo Edoardo lo scorso giugno. Ecco cosa è emerso.   Era il 19 giugno scorso quando il piccolo Edoardo Bassani annegava nella piscina del parco Mirabeach nel Ravennate. Su Il Resto del Carlino emergono i dettagli dell'autopsia che è stata depositata nei giorni scorsi nell'ambito del procedimento penale che vede indagate dieci persone: la madre del bimbo di quattro anni, un bagnino 18enne cesenate e vari responsabili del parco tra cui il direttore generale e quello operativo. Non ci sono dubbi su quanto è accaduto: quel tragico giorno la mamma lo lasciò da solo per pochi minuti nel punto della piscina alto 30 cm dicendogli di restare lì. Pochi minuti che però sono bastati al piccolo per spostarsi, attirato dalla musica della baby dance, andando però dove l'acqua era alta un metro e dieci, più o meno quanto lui. Gli altri bimbi, nell'euforia e nel divertimento di quegli attimi, non si sono accorti di nulla. Un video testimonia tutto questo, una sequenza di otto minuti. Gli inquirenti ora indagano per omicidio colposo in cooperazione mentre la mamma, con tutta evidenza, non si dà pace. Una tragedia che per i magistrati si poteva evitare


FAENZA: Il noto scrittore Matatia oggetto di un attacco antisemita Attualità

FAENZA: Il noto scrittore Matatia oggetto di un attacco antisemita

Il noto scrittore Roberto Matatia ha denunciato in un lungo post su Facebook di essere stato oggetto di offese antisemite nella sua città di nascita, Faenza. “E così è capitato ancora”, scrive. “È successo  durante una proiezione cinematografica organizzata da una nobile associazione femminile. Cinema Sarti. Sono seduto con la mia famiglia nella quarta fila di un cinema affollatissimo; dietro di noi alcuni signori vocianti. Colgo poche parole tra cui Hitler e Ebrei. Sto più attento: ‘Mi sono rotto i coglioni di questa Shoah etc etc, una memoria pilotata dagli ebrei!’ Etc. etc. Io mi inalbero. Mi giro e gli dico di vergognarsi di quello che sta dicendo. ‘Ma lo sa che io sono ebreo, e che la mia famiglia è stata massacrata ad Auschwitz?’. Il tipo mi risponde: ‘Lo so che lei è ebreo. La Shoah è stata inventata dagli ebrei per dominare il mondo. Si informi meglio’. A quel punto non ci ho visto più - racconta lo scrittore - e ho scaricato su di lui l'inverosimile. Ora, tornato a casa da qualche minuto, mi chiedo cosa stia succedendo alla mia città, alla gente della mia città, all'Italia e agli italiani. Due settimane fa ricevetti minacce via Messenger, oggi queste offesa. No, non credo che per la famiglia Matatia sarà una buona notte”, conclude. Matatia è noto per aver pubblicato negli ultimi anni il libro ‘I vicini scomodi’ dove racconta le vicende della sua famiglia durante le vacanze a Riccione nelle vicinanze di Villa Mussolini prima di essere deportata.


CATTOLICA: Scoperta una nuova centrale di spaccio di droga  | FOTO Cronaca

CATTOLICA: Scoperta una nuova centrale di spaccio di droga | FOTO

I carabinieri di Cattolica hanno rinvenuto in un garage circa 3 kg di eroina, 300 grammi di cocaina e sei flaconi di metadone. Si tratta dell'abitazione di una 55enne originaria di Forlì attualmente in carcere con l'accusa di spaccio di droga. La donna è stata arrestata lo scorso 25 novembre e la scoperta arriva a seguito della perquisizione domiciliare. Secondo gli inquirenti il giro d'affari si sarebbe aggirato attorno ai 200mila euro.


RIMINI: Paura nella palestra della scuola, nove bimbi ricoverati per intossicazione | VIDEO Cronaca

RIMINI: Paura nella palestra della scuola, nove bimbi ricoverati per intossicazione | VIDEO

Una palestra di una scuola elementare di Villa Verucchio, nel Riminese, è stata evacuata questa mattina a seguito del malore contemporaneo accusato da nove alunni di una classe intenta in una lezione di educazione fisica. Nessuno dei piccoli ha riportato lesioni gravi e sono stati tutti ricoverati per accertamenti negli ospedali della zona tra Rimini e Cesena. Secondo quanto si apprende sarebbero rimasti intossicati da una non precisata sostanza dispersa nell'aria. Sul posto sono arrivate numerose ambulanze e i vigili del fuoco del nucleo Nbcr. Le indagini sono in corso. Video senza audio (foto e video Adriapress)


ROMAGNA: Bullismo e cyberbullismo, se n'è parlato a Savignano | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Bullismo e cyberbullismo, se n'è parlato a Savignano | VIDEO

Una delle piaghe dei nostri tempi è di sicuro l'uso improprio dei social network che troppo spesso scatenano episodi di cyberbullismo nei confronti dei più giovani e più deboli. Se una volta i "bulli di quartiere" agivano solo per strada e nella vita reale, oggi episodi di schernimento avvengono sempre più spesso su Facebook, Instagram, e in tutte le app social di tendenza. Di questo si è parlato a Savignano sul Rubicone in un evento fortemente voluto dalla polizia locale. I consigli, per i genitori, restano sempre gli stessi: osservare sempre accuratamente i propri figli cercando ogni possibile segnale che possa derivare da un episodio di bullismo e ovviamente rivolgersi alle forze dell'ordine.