Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.010 nuovi positivi e 28 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.010 nuovi positivi e 28 decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 361.700 casi di positività, 1.010 in più rispetto a ieri, su un totale di 27.511 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,7%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni e le persone dai 70 anni in su. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 1.388.338 dosi; sul totale, 424.103 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale su: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 374 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 361 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 587 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,8 anni. Sui 374 asintomatici, 276 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 35 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, e 8 tramite i test pre-ricovero. Per 55 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede al primo posto Bologna con 186 nuovi casi, seguita da Modena (179) e Reggio Emilia (149). Poi Parma (90), Ravenna (77), Rimini (76) e Cesena (75). Quindi Ferrara (59), Forlì (59), infine Piacenza (35) e il Circondario Imolese (25). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.615 tamponi molecolari, per un totale di 4.289.314. A questi si aggiungono anche 10.896 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.990 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 292.461. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 56.521 (-2.008 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 54.210 (-1.916), il 96% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 28 nuovi decessi: 1 a Piacenza (un uomo di 71 anni); 1 a Parma (una donna di 77 anni); 2 nella provincia di Reggio Emilia (una donna di 89 anni e un uomo di 85 anni); 8 nella provincia di Modena (quattro donne di 52, 79, 84, 90 anni, e quattro uomini di 48, 78, 87 e 89 anni); 3 in provincia di Bologna (tutte donne, di 84, 87 e 90 anni); 5 nel ferrarese (due donne di 82 e 90, e tre uomini di 51, 87 e 98 anni); 2 in provincia di Ravenna (entrambi uomini, di 53 e 89); 1 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 92 anni); 5 nel riminese (due donne di 48 e 75 anni, e tre uomini di 74, 79 e 91 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.718. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 282 (-5 rispetto a ieri), 2.029 quelli negli altri reparti Covid (-87). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti:10 a Piacenza (-1), 32 a Parma (numero invariato rispetto a ieri), 31 a Reggio Emilia (invariato), 45 a Modena (+1), 75 a Bologna (-1), 12 a Imola (invariato), 35 a Ferrara (-2), 12 a Ravenna (invariato), 6 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (invariato) e 20 a Rimini (-2). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 22.606 a Piacenza (+35 rispetto a ieri, di cui 26 sintomatici), 25.475 a Parma (+90, di cui 47 sintomatici), 43.657 a Reggio Emilia (+149, di cui 82 sintomatici), 61.731 a Modena (+179, di cui 119 sintomatici), 77.441 a Bologna (+186, di cui 144 sintomatici), 12.144 casi a Imola (+25, di cui 13 sintomatici), 22.238 a Ferrara (+59, di cui 22 sintomatici), 28.566 a Ravenna (+77, di cui 39 sintomatici), 15.504 a Forlì (+59, di cui 41 sintomatici), 18.151 a Cesena (+75, di cui 52 sintomatici) e 34.187 a Rimini (+76, di cui 51 sintomatici). Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 4 casi, di cui 3 positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare e 1 caso risultato non Covid-19.


RIMINI: "Garavaglia non ci ha incontrati", critiche dalle associazioni di categoria Economia

RIMINI: "Garavaglia non ci ha incontrati", critiche dalle associazioni di categoria

Legacoop, Cna, Confartigianato Imprese e Confcooperative Rimini criticano il ministro del turismo Garavaglia che nella sua visita romagnola non li ha incontrati. "E’ possibile - scrivono in una nota congiunta - che il Ministro ed il suo staff non sappiano che l’economia riminese è completamente intrecciata con la sua industria turistica predominante. E sarebbe molto grave. Per quanto ci riguarda - aggiungono - è un episodio che vale quanto può valere una visita in cerca di consensi e sorrisi. Ma non vanno taciuti l’aspetto istituzionale e la responsabilità di chi, dal Governo, parla a un territorio e al suo sistema economico. Non tanto ai dirigenti, ma alle migliaia di imprese che essi rappresentano e che oggi chiedono conto della scelta compiuta. Le associazioni riminesi di imprese del mondo della cooperazione (Confcooperative e Lega Coop) e dell’artigianato (Confartigianato e Cna), stigmatizzano tale comportamento, sintomo di una mancanza di attenzione assai preoccupante".  


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.104 nuovi positivi e 21 decessi in 24 ore Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.104 nuovi positivi e 21 decessi in 24 ore

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 358.329 casi di positività, 1.104 in più rispetto a ieri, su un totale di 18.372 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, le persone dai 75 anni in su e, con l’avvio delle prenotazioni da lunedì, la fascia d’età 70-74 anni. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid,  che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 1.296.334 dosi; sul totale, 389.234 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le informazioni sulla campagna vaccinale in Emilia-Romagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 441 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 458 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 638 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 39,5 anni. Sui 441 asintomatici, 343 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 38 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 7 con gli screening sierologici e 6 attraverso test pre ricovero. Per 47 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede al primo posto Modena con 185 nuovi casi, seguita da Bologna  e Reggio Emilia (entrambe con 179).  Poi Ravenna (120), Parma (84), Ferrara (83) Forlì (75), Rimini (74), Cesena (63), Piacenza (53).Infine  Imola (9). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 11.226 tamponi molecolari, per un totale di  4.234.378. A questi si aggiungono anche  7.146  tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 883 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 281.836. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono  63.885  (200 in più rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 61.362 (+ 265), il 96% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 21 nuovi decessi: 2 a Parma (una donna di 86 e un uomo di 101 anni); 1 nella provincia di Reggio Emilia (una donna di 80 anni); 3 in provincia di Modena (una donna di 91 anni; due uomini di 79 e 78 anni); 11 in provincia di Bologna (quattro donne, di cui una di 83, una di 81, due di 75 anni; sette uomini, di cui uno di 87, due di 83, due di 73, uno di 65 e uno di 48 anni); 1 nel Ferrarese (una donna di 84 anni); 1 in provincia di Ravenna (un uomo di 78 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 78 anni). Si segnala inoltre il decesso di una donna di 73 anni diagnosticata dall’Usl di Modena, ma residente a Udine. Nessun decesso nelle province di Piacenza e Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.608. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 297 (-2 rispetto a ieri), 2.226 quelli negli altri reparti Covid (-63). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (+3), 32 a Parma (invariato), 30 a Reggio Emilia (-1), 54 a Modena (-2), 74 a Bologna (-4), 13 a Imola (+1), 36 a Ferrara (+1), 11 a Ravenna (+1), 8 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (invariato) e 22 a Rimini (-1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 22.462 a Piacenza (+53 rispetto a ieri, di cui 29 sintomatici), 25.175 a Parma (+84, di cui 44 sintomatici), 43.145 a Reggio Emilia (+179, di cui 85 sintomatici), 61.175 a Modena (+185, di cui 127 sintomatici), 76.876 a Bologna (+179, di cui 129 sintomatici), 12.075 casi a Imola (+9, di cui 5 sintomatici), 22.019 a Ferrara (+83 di cui 22 sintomatici), 28.282 a Ravenna (+120, di cui 75 sintomatici), 15.308 a Forlì (+75, di cui 61 sintomatici), 17.916 a Cesena (+63, di cui 50 sintomatici) e 33.896 a Rimini (+74, di cui 36 sintomatici).


EMILIA-ROMAGNA: Covid, avremmo numeri da giallo ma per ora restiamo arancioni Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, avremmo numeri da giallo ma per ora restiamo arancioni

L'Emilia-Romagna avrebbe numeri da zona gialla: scende infatti a 182 l'incidenza di casi ogni 100mila abitanti. E' quanto emerge dalla Cabina di regia a Roma che sta facendo il punto sulla situazione pandemica in Italia. Salvo diverse decisioni, la nostra regione però non cambierà di fascia poiché fino a maggio esistono solo colorazioni rosso o arancione. Ancora in discesa intanto l'indice Rt in Italia. A quanto si apprende questa settimana è 0,85, contro lo 0,92 della scorsa settimana. IL PUNTO IN ITALIA Tre regioni - Val d'Aosta, Puglia e Sardegna - ancora in rosso, la Campania che virerebbe da rosso ad arancione, raggiungendo tutte le altre regioni, anche se 13 di queste sarebbero già da giallo (fascia però temporaneamente cancellata). Questo, a quanto si apprende, l'orientamento della cabina di regia Iss-ministero della Salute sulla base dei dati dell'ultima settimana. Puglia e Val d'Aosta rimangono in rosso per l'alta incidenza, superiore alla soglia dei 250 casi settimanali su centomila abitanti, mentre la Sardegna deve aspettare almeno un'altra settimana con un Rt sotto quota 1,25. Obiettivo già raggiunto dalla Campania, che aspira alla zona arancione, con Rt e incidenza tornati (non di molto) sotto soglia. Valori da potenziale zona gialla, invece, per Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia di Bolzano, Provincia di Trento, Umbria e Veneto, che dovranno comunque aspettare le decisioni governative delle prossime settimane su un eventuale ripristino della fascia di rischio più basso.


FORLÌ: Crolla il pavimento della casa popolare, ferito inquilino 44enne Cronaca

FORLÌ: Crolla il pavimento della casa popolare, ferito inquilino 44enne

Un 44enne di Forlì è rimasto ferito a seguito del crollo di una porzione di pavimento nella palazzina di edilizia popolare in cui vive. E' successo domenica pomeriggio in uno stabile di via Bianco da Durazzo. L'uomo, sentendo da giorni strani rumori, si è recato nel sottotetto per verificare la situazione quando improvvisamente la struttura ha ceduto facendolo precipitare al piano di sotto. L'uomo è stato così ricoverato all'ospedale Bufalini di Cesena con un codice di media gravità. Sul posto Polizia locale, sanitari del 118 e Vigili del Fuoco. L'appartamento, che da tempo era senza alcun inquilino, è stato dichiarato inagibile.


SAN MARINO: Vaccini, italiani assaltano centralini per Sputnik, Iss, "non chiamate" Attualità

SAN MARINO: Vaccini, italiani assaltano centralini per Sputnik, Iss, "non chiamate"

I centralini dell'Istituto di sicurezza sociale sammarinese sono presi d'assalto da cittadini italiani che chiedono la possibilità di farsi somministrare, anche a pagamento, il vaccino russo anti-Covid 'Sputnik V'. Per questo motivo le autorità locali hanno fatto un appello alla popolazione affinché si evitino chiamate inutili al call center che ha come primo compito quello di organizzare gli appuntamenti per gli aventi diritto.  "Al momento - fa sapere l'istituto - la vaccinazione a San Marino è a disposizione dei soli assistiti ISS e quindi non è possibile prenotarsi dall’Italia o da altri paesi". Nel frattempo sono stati divulgati i dati dell'andamento delle inoculazioni: alle ore 13 di oggi sono state effettuate 17.358 dosi, di cui 9.330 persone vaccinate con la prima dose e 8.028 con anche la seconda dose. Il 56,5% dei vaccinati sono femmine e il 43,5% maschi, 14.551 sono le somministrazioni effettuate con il vaccino Sputnik V e 2.807 quelle con il vaccino Pfizer/BioNTech. Questa mattina è arrivata una nuova fornitura di 1.170 dosi di quest'ultimo le quali si aggiungono alle 4.680 ricevute a marzo; attese nuove spedizioni per le prossime settimane. IL BOLLETTINO DI OGGI Sono 366 le positività attuali al Covid nella Repubblica di San Marino. Lo comunica l'Istituto di sicurezza sociale sammarinese. Nell'ultimo bollettino, relativo alla giornata di ieri, per la prima volta non sono emersi nuovi casi mentre i guariti sono stati sette. All'ospedale di Stato sono ricoverate 35 persone delle quali otto si trovano nel reparto di terapia intensiva.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.170 nuovi positivi e 40 decessi, ricoveri in calo Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.170 nuovi positivi e 40 decessi, ricoveri in calo

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 350.988 casi di positività, 1.170 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.620 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6,6%.     Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 75 anni in su; proseguono le vaccinazioni anche per il personale scolastico e le forze dell’ordine. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate. Alle ore 14,10 sono state somministrate complessivamente 1.119.526 dosi; sul totale, 342.127sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale sono disponibili su: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 478 sono asintomatici, individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 450 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 655 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,1 anni. Sui 478 asintomatici, 347 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 39 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 21 con gli screening sierologici, 10 tramite i test pre-ricovero. Per 61 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede in testa Bologna con 234 casi, seguita da Modena con 171 nuovi casi, poi Reggio Emilia (159), Ravenna (121) e Parma (97). Seguono Forlì (92), Ferrara (86), Rimini (81), Cesena (64), il Circondario Imolese (35) e, infine, Piacenza (30). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 10.278 tamponi molecolari, per un totale di 4.142.052. A questi si aggiungono anche 7.342 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.933 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 271.983. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 66.625 (-803 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 63.584, il 95,4% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 40 nuovi decessi:  7 in provincia di Parma (di cui 3 donne di 75, 79, 92 anni e 4 uomini rispettivamente di 64, 70, 79 e 84 anni); 8 in provincia Modena (di cui 3 donne di 74, 84, 90 anni e 5 uomini rispettivamente di 63,74, 77, 83 e 90 anni) e altrettanti in quella di Bologna (di cui 3 donne di 80, 83, 85 anni e 5 uomini rispettivamente di 74, 79, 80, 89, 99 anni),  2 a Ferrara (1 donna di 37 e un uomo di 61 anni)  e altrettanti a Ravenna (1 donna di 90 e 1 uomo di 92 anni), 9 in provincia di Forlì-Cesena (5 donne di 82, due di 83, una di 90 e una di 96 anni e 4 uomin rispettivamente di 54, 73, 86 e 88 anni), 3nel Riminese (2 donne di 67 e 91 anni e 1 uomo di 78 anni). Nessun decesso a Piacenza e a Reggio Emilia. C’è poi da registrare un altro decesso avvenuto in regione che riguarda un residente extra Emilia-Romagna. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.380. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 330 (-4 rispetto a ieri), 2.711 quelli negli altri reparti Covid (-94). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 31 a Parma (invariato), 33 a Reggio Emilia (invariato), 61 a Modena (-2), 85 a Bologna (invariato), 16 a Imola (+1), 39 a Ferrara (-1), 17 a Ravenna (-1), 8 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (invariato) e 26 a Rimini (-1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 22.189 a Piacenza (+30 rispetto a ieri, di cui 20 sintomatici), 24.604 a Parma (+97, di cui 43 sintomatici), 42.164 a Reggio Emilia (+159, di cui 71 sintomatici), 59.955 a Modena (+171, di cui 113 sintomatici), 75.536 a Bologna (+234, di cui 155 sintomatici), 11.929 casi a Imola (+35, di cui 17 sintomatici), 21.526 a Ferrara (+86, di cui 14 sintomatici), 27.566 a Ravenna (+121, di cui 78 sintomatici), 14.745 a Forlì (+92, di cui 70 sintomatici), 17.541 a Cesena (+64, di cui 55 sintomatici) e 33.233 a Rimini (+81, di cui 56 sintomatici).