Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.493 nuovi casi e 38 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.493 nuovi casi e 38 decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 344.408 casi di positività, 1.493 in più rispetto a ieri, su un totale di 6.299 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’23,7%, assolutamente non indicativa dell’andamento generale, poiché il numero di tamponi eseguiti la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 75 anni in su; proseguono le vaccinazioni anche per il personale scolastico e le forze dell’ordine. Nessuna pausa, infatti, durante queste festività pasquali: gli operatori sono attivi anche oggi, lunedì dell’Angelo. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 953.228 dosi; sul totale, 308.525 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 672 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 412 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 673 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,5 anni. Sui 672 asintomatici, 464 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 30 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 37 con gli screening sierologici, 6 tramite i test pre-ricovero. Per 135 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 288 nuovi casi e Bologna (262); poi Rimini (201), Ferrara (143), Ravenna (135), Reggio Emilia (127), quindi Parma (111) e Cesena (84); seguono Forlì (63), il Circondario imolese (48) e infine Piacenza (31). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 4.982 tamponi molecolari, per un totale di 4.058.130. A questi si aggiungono anche 1.247 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.437 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 260.051. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 72.206 (+18 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 68.691 (-20), il 95,13% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 38 nuovi decessi: 1 nella provincia di Parma (una donna di 83 anni); 2 nella provincia di Reggio Emilia (due donne di 63 e 93 anni); 4 nella provincia di Modena (due donne di 81 e 90 anni; 2 uomini, rispettivamente di 68 e 84 anni); 12 nella provincia di Bologna (6 donne: di 70, 76, 79, 83, 85 e 91 anni, e 6 uomini: di 64, 79, 2 di 81, 2 di 87); 6 nella provincia di Ferrara (una donna di 72 e 5 uomini di 50, 61, 72, 80 e 81 anni); 6 in provincia di Ravenna (due donne di 63 e 92 anni e quattro uomini di 81, 84, 85 e 94 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 89 anni; 5 nel riminese (una donna di 90 anni e quattro uomini di 64, 66, 88 e 93 anni). Un decesso riguarda una persona residente al di fuori della Regione Emilia-Romagna. Nessun decesso in provincia di Piacenza. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.151. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 366 (+6 rispetto a ieri), 3.149 quelli negli altri reparti Covid (+32). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (+1), 30 a Parma (+2), 31 a Reggio Emilia (invariato rispetto a ieri), 67 a Modena (invariato), 103 a Bologna (+2), 20 a Imola (+1 ), 40 a Ferrara (numero invariato rispetto a ieri), 19 a Ravenna (invariato), 11 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (+1) e 29 a Rimini (-1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 21.957 a Piacenza (+31 rispetto a ieri, di cui 16 sintomatici), 23.999 a Parma (+111, di cui 58 sintomatici), 41.372 a Reggio Emilia (+127, di cui 55 sintomatici), 58.889 a Modena (+288, di cui 213 sintomatici), 74.201 a Bologna (+262, di cui 137 sintomatici), 11.772 casi a Imola (+48, di cui 26 sintomatici), 21.011 a Ferrara (+143, di cui 47 sintomatici), 27.034 a Ravenna (+135, di cui 27 sintomatici), 14.287 a Forlì (+63, di cui 49 sintomatici), 17.138 a Cesena (+84, di cui 64 sintomatici) e 32.748 a Rimini (+201, di cui 129 sintomatici). 


ROMAGNA: Colpo di coda dell'inverno, allerta meteo per vento, temperature in calo | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Colpo di coda dell'inverno, allerta meteo per vento, temperature in calo | VIDEO

Un'allerta meteo arancione è stata diramata dall'Agenzia regionale ambientale e dalla Protezione civile dell'Emilia-Romagna per vento e possibili mareggiate sulla costa romagnola e del Ferrarese. Sarà valida dalla mezzanotte di oggi alla stessa ora di domani, 6 aprile. Si prevedono forti raffiche di bora sulla costa con fenomeni in attenuazione già dal primo pomeriggio. Previste anche nevicate di debole intensità sopra ai 400-500 metri sull'Appennino romagnolo e un calo generalizzato delle temperature che potrebbero scendere anche sotto zero.


SAN MARINO: Covid, 506 casi totali e 41 ricoverati Attualità

SAN MARINO: Covid, 506 casi totali e 41 ricoverati

Sono 506 i casi di Covid nella Repubblica di San Marino. Lo comunica l'Istituto di sicurezza sociale sammarinese. Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi rilevati sono stati tre. All'ospedale di Stato sono ricoverate 41 persone delle quali 12 si trovano nel reparto di terapia intensiva.


COMACCHIO: Venti giovanissimi fanno festa, tutti multati dai Cc Cronaca

COMACCHIO: Venti giovanissimi fanno festa, tutti multati dai Cc

Avevano organizzato una festa privata in un appartamento con musica ad alto volume ma gli schiamazzi e i rumori molesti lamentati dai vicini hanno portato all'intervento dei carabinieri. E' successo sabato sera a Lido di Pomposa, frazione di Comacchio, nel Ferrarese, dove una ventina di giovanissimi tra i 17 e i 25 anni hanno deciso di darsi appuntamento violando le restrizioni anti-Covid. I militari hanno identificato tutti i presenti ed elevato sanzioni per complessivi ottomila euro. Notifiche anche i genitori dei quattro minorenni.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.700 nuovi positivi e 35 decessi, casi attivi calano Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.700 nuovi positivi e 35 decessi, casi attivi calano

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 342.915 casi di positività, 1.700 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.778 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’8,6%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 75 anni in su; proseguono le vaccinazioni anche per il personale scolastico e le forze dell’ordine. Nessuna pausa ci sarà per le festività pasquali: gli operatori sono attivi oggi, domenica di Pasqua, e lo saranno anche domani, lunedì dell’Angelo. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 943.588 dosi; sul totale, 306.779 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 674 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 708 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 753 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,7 anni. Sui 674 asintomatici, 486 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 44 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 8 con gli screening sierologici,5 tramite i test pre-ricovero. Per 131 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 403 nuovi casi e Modena (302); poi Reggio Emilia (181), Parma (166), Ravenna (156), quindi Ferrara (132) e Cesena (109); seguono Rimini (107), Forlì (98), Piacenza (24) e, infine, il Circondario imolese (22). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 10.603 tamponi molecolari, per un totale di 4.053.148. A questi si aggiungono anche 9.175 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.954in più rispetto a ieri e raggiungono quota 258.614. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 72.188 (-289 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 68.711 (-220), il 95,2% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 35 nuovi decessi: 4 nella provincia di Parma (una donna di 75 anni e 3 uomini, di 64, 81 e 85 anni); 1 nella provincia di Reggio Emilia (una donna di 68); 6 nella provincia di Modena (due donne di 68 e 107 anni; 4 uomini, rispettivamente di 60, 69, 76 e 88 anni); 13 nella provincia di Bologna (4 donne: di 73, 78, 84 e 95 anni, e 9 uomini: di 40, 66, 70, 2 di 73, 74, 77, 90, 96, quest’ultimo deceduto a Imola); 1 nella provincia di Ferrara (una donna di 77 anni); 4 in provincia di Ravenna (una donna di 93 anni e tre uomini di 53, 75 e 78 anni); 6 in provincia di Forlì-Cesena (tre donne di 52, 57e 86 anni, e tre uomini di 64, 74 e 87 anni). Nessun decesso nelle province di Piacenza e Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.113. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 360 (-6 rispetto a ieri), 3.117 quelli negli altri reparti Covid (-63). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 9 a Piacenza (+1), 28 a Parma (-2), 31 a Reggio Emilia (+3), 67 a Modena (-2), 101 a Bologna (-4), 19 a Imola (-1 ), 40 a Ferrara (numero invariato rispetto a ieri), 19 a Ravenna (-1), 11 a Forlì (invariato), 5 a Cesena (-1) e 30 a Rimini (+1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 21.926 a Piacenza (+24 rispetto a ieri, di cui 17 sintomatici), 23.888 a Parma (+166, di cui 119 sintomatici), 41.245 a Reggio Emilia (+181, di cui 113 sintomatici), 58.601 a Modena (+302, di cui 194 sintomatici), 73.939 a Bologna (+403, di cui 240 sintomatici), 11.724 casi a Imola (+22, di cui 11 sintomatici), 20.868 a Ferrara (+132, di cui 38 sintomatici), 26.899 a Ravenna (+156, di cui 100 sintomatici), 14.224 a Forlì (+98, di cui 63 sintomatici), 17.054 a Cesena (+109, di cui 77 sintomatici) e 32.547 a Rimini (+107, di cui 54 sintomatici). Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 3 casi, di cui 2 positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare e 1 caso risultato non Covid-19.


RIMINI: Hotel non versano tassa soggiorno, sequestri GdF | VIDEO Cronaca

RIMINI: Hotel non versano tassa soggiorno, sequestri GdF | VIDEO

La Guardia di Finanza ha sequestrato circa 110mila euro a otto gestori di strutture alberghiere di Rimini poiché nel periodo 2015/2019 non hanno versato alle casse comunali gli introiti dei clienti derivanti dalla tassa di soggiorno. I finanzieri negli ultimi mesi, con questa operazione denominata 'Iside', hanno portato a termine un'indagine che in totale ha visto 58 persone segnalate all'autorità giudiziaria con l'accusa di peculato vincolando importi complessivi per circa 240mila euro. Inoltre delle 60 gestioni controllate, 21 sono state verbalizzate dalle pattuglie del gruppo della Guardia di finanza di Rimini per violazioni all'Iva e alle imposte dirette e 19 sono risultate inadempienti del tutto agli obblighi fiscali, avendo omesso, per alcune annualità d'imposta, la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell'imposta sul valore aggiunto.La Guardia di Finanza ha sequestrato circa 110mila euro a otto gestori di strutture alberghiere di Rimini poiché nel periodo 2015/2019 non hanno versato alle casse comunali gli introiti dei clienti derivanti dalla tassa di soggiorno. I finanzieri negli ultimi mesi, con questa operazione denominata 'Iside', hanno portato a termine un'indagine che in totale ha visto 58 persone segnalate all'autorità giudiziaria con l'accusa di peculato vincolando importi complessivi per circa 240mila euro. Inoltre delle 60 gestioni controllate, 21 sono state verbalizzate dalle pattuglie del gruppo della Guardia di finanza di Rimini per violazioni all'Iva e alle imposte dirette e 19 sono risultate inadempienti del tutto agli obblighi fiscali, avendo omesso, per alcune annualità d'imposta, la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell'imposta sul valore aggiunto.


FAENZA: Omicidio Fabbri, il killer disegna la mappa dell'assassinio | VIDEO Cronaca

FAENZA: Omicidio Fabbri, il killer disegna la mappa dell'assassinio | VIDEO

Emergono nuovi dettagli dall'interrogatorio di Pierluigi Barbieri, il 53enne killer reo-confesso di Ilenia Fabbri, la 46enne ammazzata a Faenza: l'uomo ha disegnato alcune mappe con tutta la dinamica del delitto. Intanto l'ex marito continua a professarsi innocente. Ecco le ultime.   "Non c'è mai stata la volontà di assumere qualcuno per uccidere Ilenia". E' quanto sostenuto dall'avvocato Francesco Furnari, il legale del 54enne Claudio Nanni in carcere a Ravenna con l'accusa di essere il mandante del delitto dell'ex moglie, la 46enne Ilenia Fabbri uccisa il 6 febbraio scorso nel suo appartamento di Faenza. "Valuteremo l'attendibilità di Pierluigi Barbieri", ha aggiunto l'avvocato in merito al 53enne reo confesso del delitto, in particolare facendo riferimento al suo stato mentale e al fatto di essere già stato arrestato in precedenza. Ma non solo questo: secondo Furnari, Nanni sarebbe vittima di un processo mediatico pur ribadendo "la massima fiducia nella Procura". Intanto sulla stampa locale emergono nuovi dettagli dell'ultimo interrogatorio dell'omicida, detto 'lo zingaro':  con alcuni disegni fatti a mano su tre distinti fogli l'uomo ha ricostruito la dinamica di quella mattina, i punti di fuga, il luogo dove avrebbe dovuto seppellire il trolley col corpo della vittima dopo averla sfigurata con l'acido. Tutti dettagli che non coincidono con la tesi di Nanni che continua a sostenere di aver assoldato il killer solo per far paura alla ex per la somma di circa 2000 euro. Ed è proprio sul denaro in contanti di pari importo rinvenuto nella casa del Reggiano del Barbieri che non sono state trovate impronte del 54enne presunto mandante: un altro elemento che mette in difficoltà le sue tesi difensive avvalorando invece l'ipotesi che in realtà gli avesse davvero promesso 20mila euro e un'auto usata con lo scopo di togliere di mezzo Ilenia e le cause legali da lei promosse.