Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


MILANO M.MA: L'operosità dei romagnoli, oggi riaprono gli stabilimenti balneari Attualità

MILANO M.MA: L'operosità dei romagnoli, oggi riaprono gli stabilimenti balneari

Riaprono questa mattina gli stabilimenti balneari di Milano Marittima devastati ieri da una violenta tromba d'aria le cui raffiche hanno superato i 100 km/h. Già dai primi minuti dopo il disastro, gli operatori balneari aiutati da tantissimi turisti loro clienti si sono messi al lavoro per consentire la prosecuzione della stagione estiva nella nota località rivierasca in provincia di Ravenna. Questa notte il lavoro è andato avanti senza sosta e i cinque bagni al mare sono pronti per accogliere i turisti. Supporto ai colleghi di 'Mi.Ma'  è arrivato da tantissimi bagnini romagnoli che hanno fatto avere loro lettini, ombrelloni e accessori vari per far andare avanti senza problemi la stagione turistica. "Un evento eccezionale", ha detto il sindaco di Cervia Massimo Medri che ieri ha fatto il punto della situazione su quanto accaduto: oltre 2200 alberi crollati e due milioni di euro di danni della sola parte pubblica. "La stragrande maggioranza delle nostre alberature è però salva" , ha proseguito il primo cittadino, ricordando che gli arbusti presenti sono oltre 120mila. Il presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha annunciato che chiederà di inserire questo evento nella richiesta già effettuata al governo di stato di emergenza nazionale. Intanto la 57enne ricoverata in ospedale perché travolta da un albero è fuori pericolo, le linee dell'illuminazione pubblica stanno tornando alla normalità ma, sottolinea Hera, ci vorrà qualche giorno per il totale ripristino.  Gli sfollati sono sette, tutti hanno avuto danneggiata la loro abitazione. La circolazione ferroviaria è oggi regolare dopo lo stop di ieri alla linea Ravenna-Rimini. L'evento ha coinvolto una parte relativamente circoscritta della località, nella zona a nord non si sono avute conseguenze più gravi di un violento temporale. (nelle foto una spiaggia di Milano Marittima e l'incontro di ieri con Medri e Bonaccini)


ROMAGNA: Maltempo, per Coldiretti è ormai "tropicalizzazione" Attualità

ROMAGNA: Maltempo, per Coldiretti è ormai "tropicalizzazione"

Il maltempo e in particolare la grandine hanno avuto nuovamente conseguenze per il comparto agricolo romagnolo. I chicchi grandi come noci hanno danneggiato seriamente molte colture come le pesche, le albicocche, l'uva, le prugne o distrutto interi filari di kiwi. Un'azienda di Casola Valsenio, nel Faentino, ha avuto danni per oltre 800mila euro. Gli operatori sono preoccupati dal fatto che piante ormai così danneggiate smettano di produrre. Coldiretti sostiene come "ormai si stia verificando una tendenza alla tropicalizzazione che si evidenzia con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, grandine di maggiori dimensioni, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense e il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi".


RAVENNA: Maltempo, disastro a Milano Marittima, caos alberi caduti e danni | FOTO Cronaca

RAVENNA: Maltempo, disastro a Milano Marittima, caos alberi caduti e danni | FOTO

Ancora disagi per il maltempo. Questa mattina a Milano Marittima i forti venti hanno divelto diversi pini secolari bloccando il traffico e danneggiando molte auto in sosta. Le immagini che vedete sono state pubblicate su un gruppo Facebook. Pioggia e vento hanno causato anche alcuni incidenti stradali. Presumibilmente si sta per provvedere alla messa in sicurezza delle strade e al loro sgombero.  AGGIORNAMENTO DELLE 10.46 Diverse strade tra Cervia e Milano Marittima sono bloccate. Si sta verificando se un albero caduto possa aver ferito una persona. AGGIORNAMENTO DELLE 12.19 La circolazione dei treni è attualmente interrotta sulla linea Rimini-Ravenna nei tratti compresi tra Cesenatico e Lido Classe e tra Russi e il capoluogo bizantino a seguito della violenta tromba d'aria di questa mattina. Oltre a Milano Marittima, dove una donna è stata travolta da un pino divelto, si registrano danni e problemi anche a Lido di Classe e Lido di Dante. Diversi sottopassaggi si sono allagati.  GUARDA ANCHE MILANO MARITTIMA: Bufera in pineta, gli alberi cadono come birilli


ROMAGNA: E45, viadotto Puleto riapre al traffico pesante fino a 30t Attualità

ROMAGNA: E45, viadotto Puleto riapre al traffico pesante fino a 30t

Il procuratore di Arezzo Roberto Rossi ha autorizzato la riapertura al traffico del viadotto Puleto in E45 ai mezzi pesanti fino a 30 tonnellate. Lo ha annunciato in una nota il sindaco di Bagno di Romagna marco Baccini. "Dopo lo sblocco dei lavori dei giorni scorsi - dichiara il primo cittadino - arriva la riapertura ufficiale della E45 al traffico ai mezzi pesanti fino a 30 tonnellate, su 2 corsie con il limite di velocità a 50 km orari". Anas intanto dovrà provvedere ai lavori di consolidamento del viadotto per permettere il totale ripristino della viabilità dell'infrastruttura. In particolare dovranno essere sostituti i baggioli i guard-rail. "Si tratta di una notizia - prosegue il sindaco Baccini - che si rasserena nell'ottica di giungere a breve termine alla riapertura a tutti i mezzi, anche a quelli sino a 44 tonnellate, che rimane l'obiettivo centrale. Oggi sono trascorsi ben 175 giorni dal sequestro del Ponte Puleto e questa notizia non può cancellare le problematiche create e i danni causati dalla chiusura della E45 e dall'eccessivo tempo impiegato per avvicinarsi ad una soluzione definitiva".


BOLOGNA: Trovato morto cicloturista 45enne scomparso Cronaca

BOLOGNA: Trovato morto cicloturista 45enne scomparso

E' stato ritrovato senza vita il cicloturista 45enne scomparso la scorsa notte da San Giovanni in Persiceto, nel Bolognese. L'allarme è partito nella notte quando i familiari hanno segnalato il non ritorno dell'uomo che, a quanto appreso, era solito percorrere la zona tra i calanchi anche in ore serali. L'epilogo questa mattina. La squadra composta da carabinieri e vigili del fuoco ha identificato il cadavere nei pressi di Monte San Pietro anche grazie all'ausilio di un elicottero. Si indaga per capire cosa possa essere successo. (foto archivio)


EMILIA-ROMAGNA: Spiaggia, Corsini preme su governo per proroga concessioni Politica

EMILIA-ROMAGNA: Spiaggia, Corsini preme su governo per proroga concessioni

La Regione Emilia-Romagna preme sul governo affinché presenti le linee di indirizzo della legge delega e invii ai comuni la direttiva per consentire l'estensione di 15 anni delle concessioni demaniali marittime. L’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, ricorda in una nota che "dopo l’estensione delle concessioni balneari introdotta con l’ultima finanziaria del governo, che noi abbiamo condiviso, la Regione Emilia-Romagna, in assenza di direttive ministeriali, ha inviato ai Comuni costieri una nota con le prime indicazioni operative per procedere a formalizzare l’estensione delle concessioni. Ma ci risulta che a oggi diversi Comuni, non solo in Emilia-Romagna, non lo abbiamo ancora fatto, forse preoccupati di un possibile ricorso dell’Europa sulla norma nazionale". Così come previsto, "entro 120 giorni il governo avrebbe dovuto emanare il disegno di legge e il ministro Centinaio aveva garantito che il dicastero avrebbe fatto avere una direttiva operativa all’ANCI, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani, per consentire ai Comuni stessi di estendere le concessioni in presenza di un atto formale. Nulla di tutto questo è ancora avvenuto. Ribadiamo - prosegue Corsini -  l’urgenza di presentare in tempi brevi le linee di indirizzo della legge delega sulle concessioni - sottolinea l'assessore - e in tempi rapidissimi la direttiva ai Comuni per consentirgli di estendere le concessioni di 15 anni così come prevede la norma. Tutto ciò in attesa dei primi passi, che ancora non si vedono, da parte del governo per far uscire i balneari dalla Direttiva Bolkestein". Nel frattempo, "noi in Emilia-Romagna mettiamo a disposizione degli operatori, anche dei balneari, 25 milioni di euro per riqualificare le proprie imprese. Oltre a 20 milioni di euro per i Comuni della Costa, per progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana".


FORLÌ: Muore l'uomo rimasto coinvolto nell'incidente in tangenziale Cronaca

FORLÌ: Muore l'uomo rimasto coinvolto nell'incidente in tangenziale

Non ce l'ha fatta Enrico Garroni, il 34enne padre di famiglia rimasto coinvolto venerdì in un tragico incidente stradale sulla tangenziale di Forlì. L'uomo è spirato all'ospedale Bufalini di Cesena dove era ricoverato in condizioni disperate dopo l'impatto frontale tra la sua fiat Punto e un mezzo pesante. Lascia due figli piccoli. Garroni era originario del Ravennate ma viveva da poco nella città mercuriale. Si attende il nulla osta per il funerale.