Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


RIMINI: Le Fiamme Gialle scoprono vendita di cuccioli irregolare - VIDEO Cronaca

RIMINI: Le Fiamme Gialle scoprono vendita di cuccioli irregolare - VIDEO

La Guardia di Finanza di Rimini ha controllato un esercizio commerciale di Rimini che commercia al dettaglio piccoli animali domestici per verificare la corretta applicazione ed il rispetto delle normative in materia di tutela della salute degli animali e scambio comunitario di animali. Le fiamme gialle, all’interno dell’esercizio commerciale, hanno trovato 12 cuccioli provenienti dall’Est Europa ed è quindi stato richiesto l’intervento di un veterinario per assicurarsi dell’effettiva salute degli animali presenti e per certificarne l’età anagrafica, visto che per legge non possono essere importati e venduti in Italia animali provenienti da paesi esteri di età inferiore a tre mesi e 21 giorni. L’analisi dei cuccioli effettuata dal medico veterinario, ha permesso di accertare che 11 cani avevano un’età inferiore al limite minimo consentito dalla legge anche se la lettura dei dati presenti nei passaporti di cui devono essere necessariamente muniti gli animali oggetto di scambi comunitari o di importazioni, i cuccioli risultavano avere almeno 4 mesi di vita. Il controllo ha permesso inoltre di appurare che all’interno di un piccolo ufficio, era presente un cagnolino in precarie condizioni di salute. L’animale malato è stato subito trasportato al Centro Veterinario Riminese dove è stato ricoverato per le cure del caso, visto che gli è stata riscontrata una patologia infettiva. I finanzieri hanno sequestrato i 12 cagnolini, la documentazione inerente al loro acquisto, le relative certificazioni, il locale commerciale ed hanno segnalato per maltrattamento e frode il titolare della rivendita di animali.  


BOLOGNA: Bilancio 2016, ecco le voci dal consiglio regionale - VIDEO Politica

BOLOGNA: Bilancio 2016, ecco le voci dal consiglio regionale - VIDEO

Una manovra da 12 miliardi, di cui 8 per la sanità emiliano-romagnola. Questo il dato saliente che emerge dopo l'approvazione a Bologna del documento di previsione di bilancio 2016 della regione Emilia Romagna. Una manovra che lascia invariata la pressione fiscale e riduce di 35 milioni di euro i costi di funzionamento e altre voci di spesa dell’Ente. Nasce il reddito di solidarietà per le persone meno abbienti che, a regime, potrà disporre di 75 milioni di euro su base annua, di cui metà saranno risorse regionali. Azzerata l’Irap per le Asp e le cooperative sociali. Sospeso il pagamento del bollo per le auto ibride di nuova immatricolazione nel triennio 2016-2018 (500 mila euro stanziati), decisi 150 mila euro a favore degli esercenti che dismettono l’utilizzo di slot machine, mentre 200 mila euro vengono destinati all’installazione di sistemi di controllo e videosorveglianza. Le risorse sulla legge per la montagna passano da 3 a 6 milioni. Nel filmato alcuni commenti che abbiamo raccolto in consiglio regionale


ROMAGNA: Lutto nel turismo, addio ad Antonio Batani, l'uomo del 5 stelle - VIDEO Cronaca

ROMAGNA: Lutto nel turismo, addio ad Antonio Batani, l'uomo del 5 stelle - VIDEO

E' di sicuro un pezzo di storia che se ne va. Lutto in Romagna per la scomparsa di Antonio Batani, pioniere e personaggio di spicco del mondo dell'accoglienza in riviera scomparso nel pomeriggio di martedì all'età di 79 anni. Noto, notissimo in tutto il paese, Batani era il fondatore della Select Hotels Collection, la grande catena che annovera gli alberghi più lussuosi della costa romagnola e non solo. Erano circa la 18. Batani si trovava nel suo ufficio al Grand Hotel di Rimini quanto all'improvviso ha accusato un malore. Immediato l'intervento del 118 con ambulanza e auto medicalizzata ma per lui purtroppo nulla da fare, sembra che un infarto gli sia stato fatale. Nato a Bagno di Romagna nel 1936, aveva iniziato la sua carriera giovanissimo lavorando, appena 14enne, in un albergo di Saint Moritz. All'età di 21 anni il ritorno in Romagna, dove nel corso della sua vita è riuscito a realizzare alcuni tra i più famosi alberghi della riviera. Il via a Milano Marittima, dopo aver acquisito alcune strutture, aperte al pubblico dopo una accurata ristrutturazione, Batani sceglie di puntare più in alto capendo che l'extra lusso aveva bisogno di un punto fermo. Così oggi a risplendere sono il Palace Hotel di Milano Marittima, il recentissimo Leonardo Da Vinci di Cesenatico e il famosissimo Grand Hotel di Rimini. Queste solo alcune tra le strutture del gruppo. Batani lascia i tre figli, tutti al lavoro nella catena da lui fondata. Cordoglio da molte personalità del territorio, il sindaco di Cervia Luca Coffari ha espresso il ringraziamento per il suo impegno profuso nel turismo. Il consiglio comunale lo ha ricordato con un minuto di silenzio.


RIMINI: Allarme bomba, stazione evacuata, linea ferroviaria interrotta - VIDEO Cronaca

RIMINI: Allarme bomba, stazione evacuata, linea ferroviaria interrotta - VIDEO

A poche ore di distanza da una chiamata che annunciava la presenza di una bomba al centro commerciale Le Befane, poi rivelatasi opera di un mitomane, nuovo allarme a Rimini, questa volta alla stazione ferroviaria. Erano circa le 10.30 del mattino, quando su una panchina tra i binari 2 e 3, la polizia si insospettisce per una valigetta lasciata incustodita. Immediato l'allarme, con le forze del'ordine che in pochi minuti hanno disposto l'evacuazione della stazione, la sua chiusura e lo stop all'intero traffico ferroviario della dorsale adriatica, al fine di permettere agli artificieri di compiere il proprio lavoro. In attesa del loro arrivo, come da protocollo di sicurezza, due vagoni-scudo sono stati poszionati ai due lati della panchina, al fine di limitare i danni dell'esplosivo in una eventuale deflagrazione. Come vediamo in questo esclusivo filmato, poco prima delle 12 gli artificieri della polizia ha aperto la valigetta sospetta e con grande sollievo al suo interno sono stati rinvenuti solo effetti personali. Attorno alle 12.35 è arrivato il nulla osta per la ripresa della circolazione ed è stata riaperta la stazione. La polizia sta indagando per capire se la valigetta appartenga a qualcuno che l'ha dimenticata sulla banchina, oppure se sia stata rubata. Tanta paura per nulla ma da segnalare i gravissimi disagi per i viaggiatori, anche in considerazione delle numerose persone che stanno viaggiando in direzione sud per il Natale. Quattro treni regionali sono stati cancellati e ritardi fino a 60 minuti si sono accumulati per alcuni treni a lunga percorrenza. (immagini Adriapress)


RAVENNA: Porto, tempo di bilanci - VIDEO Attualità

RAVENNA: Porto, tempo di bilanci - VIDEO

S’è tolto qualche sassolino dalla scarpa il presidente dell’Autorità portuale di Ravenna Galliano di Marco, nel tirare le somme di questo 2015 alla guida dell’ente. Il presidente, il cui mandato scade il prossimo mese di marzo, ha elencato punto per punto quanto realizzato nel 2015 e ribadito la necessità di realizzare in tempi brevi le casse di colmata, meglio se a mare, per dare il via all’attesissimo escavo dei fondali. 



RIMINI: Blitz della GdF nei distributori, svariate irregolarità - FOTO Cronaca

RIMINI: Blitz della GdF nei distributori, svariate irregolarità - FOTO

10 i distributori stradali di carburante controllati nel mese di dicembre in previsione dell’incremento del flusso di circolazione stradale ed autostradale del traffico dovuto all’approssimarsi delle festività natalizie: contestate 4 irregolarità amministrative. Questi i numeri di una serie di controlli, eseguiti nelle scorse settimane, da parte della Guardia di Finanza di Rimini, che ha passato al setaccio molte stazioni di servizio per evitare “brutte sorprese” agli automobilisti. "Le frodi sulla benzina - precisano le Fiamme Gialle - colpiscono non solo gli automobilisti, ma anche le casse dello Stato". Nel corso dei controlli, 4 gestori di altrettanti distributori stradali di Rimini sono stati verbalizzati per la mancata esposizione separata dei prezzi di carburanti speciali, indicazione non conforme della terza cifra decimale del prezzo praticato e mancata indicazione dei prezzi del “servito”, con variazione in aumento rispetto al “self service”. Le attività di servizio, effettuate dai militari del Gruppo di Rimini, hanno permesso di constatare violazioni amministrative e di inoltrare apposita segnalazione al Sindaco del Comune di Rimini competente ad irrogare le relative sanzioni che vanno da un minimo di € 516,46 ad un massimo di € 3.098,74 per ogni violazione rilevata. L’attività di controllo – che si esplica mediante la verifica dell’effettivo quantitativo di carburante erogato, della qualità e della corrispondenza tra i prezzi indicati e quelli applicati - proseguirà ulteriormente con l’obiettivo di tutelare i consumatori che usufruiranno dei servizi di distribuzione del carburante, specie in questo periodo per recarsi presso località di vacanza o per ricongiungersi con il proprio nucleo familiare. Eventuali segnalazioni da parte dei cittadini potranno essere effettuate per il tramite del numero di pubblica utilità "117", servizio pensato e predisposto per ricevere ogni segnalazione di episodi di interesse per la Guardia di Finanza, in ragione delle peculiari funzioni di polizia economico - finanziaria, a tutela delle risorse pubbliche e degli interessi della collettività. Tutti i giorni dell'anno, 24 ore su 24, personale qualificato è pronto a soddisfare le richieste di informazioni e di intervento nei tanti settori operativi di competenza della Guardia di Finanza (dalla lotta all'evasione fiscale ed allo spreco di risorse pubbliche, alla tutela dei consumatori, dal contrasto allo spaccio ed al traffico di sostanze stupefacenti, alla repressione dei reati tributari, delle frodi comunitarie e del riciclaggio dei capitali illecitamente conseguiti).