Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MARCO ROSSI


MOTORI: Pasticcio Ducati a Misano, Quartararo é campione in MotoGP Sport

MOTORI: Pasticcio Ducati a Misano, Quartararo é campione in MotoGP

Ancora una volta il “Misano World Circuit Marco Simoncelli” ha fatto il pieno di spettacolo al Gp Nolan del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna. Per il 16esimo appuntamento stagionale e secondo qui in Romagna a distanza di un mese e mezzo, il folto pubblico sugli spalti ha approfittato delle favorevoli condizioni meteo della domenica.    Ad aprire la giornata é stata la Moto3: scattato dalla pole position, Niccolò Antonelli ha tenuto in mano la testa della corsa fino a metà gara, quindi ha preso il controllo delle operazioni Dennis Foggia. Proprio il pilota romano, autore di una grande rimonta partita dalla 14esima casella di partenza, ha respinto gli assalti di Masia in un testa a testa avvincente e ha conquistato il primo gradino del podio. Più staccato é risultato il leader del mondiale Acosta, terzo al termine dei 23 giri in programma, ma con questo piazzamento ha conservato la testa della graduatoria con 234 punti, 21 in più del centauro del Leopard Racing. Alla fine per Antonelli é scaturito il sesto posto.   Maggior spettacolo lo ha riservato la classe intermedia. Il trionfatore Sam Lowes ha sofferto, nonostante la pole position acquisita al sabato. Dopo una strenua battaglia con Raul Fernandez e poi con Aron Canet, il numero 22 ha approfittato della scivolata del portacolori del team Red Bull Ktm Ajo mentre era in testa per issarsi in cima al gruppo. In volata il pilota del team Aspar ha poi beffato il connazionale Augusto Fernandez, soffiandogli così il secondo posto. Buona prova di Stefano Manzi: il riminese ha difeso la sesta piazza, mentre il concittadino Marco Bezzecchi ha dovuto abbandonare la gara a due giri dal termine per una caduta, proprio quando era dietro a Manzi.   Ad aprire l’evento più atteso, quello della MotoGP, ci hanno pensato le Frecce Tricolori che hanno tinto il cielo sopra il circuito, mentre risuonava l’inno di Mameli. Ospiti di lusso il presidente del CONI Giovanni Malagò, Khabi Lame e Gianmarco Tamberi, tra gli altri. In pista non sono mancate le emozioni perché Fabio Quartararo si é laureato campione del mondo grazie al quarto posto conseguito. Con Miller caduto al quarto giro, il successo sembrava in mano a Francesco Bagnaia ma anche il Ducatista é incappato in una scivolata mentre era in totale controllo della gara. Uscito di scena a quattro giri dalla fine, il successo è andato a Marc Marquez e il titolo a Fabio Quartararo della Yahama, beffato sul traguardo dalla straordinaria rimonta di Enea Bastianini, capace di issarsi sul gradino basso del podio, dietro a Pol Espargaro. Tra gli italiani, Valentino Rossi, omaggiato dal pubblico, ha chiuso in decima piazza, seguito da Pirro (12) e Andrea Dovizioso (13).


MOTORI: Warm-up soleggiato al “Marco Simoncelli” per il Gp del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna Sport

MOTORI: Warm-up soleggiato al “Marco Simoncelli” per il Gp del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna

Splende il sole al Misano World Circuit Marco Simoncelli nella domenica di gare per la seconda tappa romagnola del Motomondiale. I tifosi sono accorsi in massa, senza notevoli problemi legati al traffico. Nel warm-up che ha aperto la mattinata, in Moto3 ha chiuso davanti a tutti Acosta, precedendo Izdihar e i due uomini di casa, Migno e Antonelli. Proprio il cattolichino scatterà dalla pole position alle 11 per la gara vera e propria. Nella classe intermedia (al via alle 12.20) Lowes ha staccato il miglior crono della mattinata, poi sono succeduti Canet e Aldeguer. Solo settimo il riminese Marco Bezzecchi. In MotoGP, orfana del cesenate dell’Aprilia Lorenzo Savadori, operato ieri sera a Modena alla clavicola destra dopo la caduta nelle Fp3, si è messo in evidenza Nagakami, autore del miglior tempo, davanti a Bagnaia, Miller e Borbidelli. All’undicesimo crono si è piazzato Quartararo, poi Pirro (14), Dovizioso (15), Bastianini (18) e Valentino Rossi (20). Dalla prima fila scatteranno alle 14 Bagnaia, Miller e Luca Marini. Dalla settima casella partirà Marc Marquez, mentre il leader della classifica Quartararo è attardato in 15esima posizione, seguito dal riminese Bastianini, Dovizioso, Pirro e Valentino Rossi, all’ultima gara in Italia in carriera.


MOTORI: Norbert Kiss è campione d'Europa nel Grand Prix Truck | VIDEO Sport

MOTORI: Norbert Kiss è campione d'Europa nel Grand Prix Truck | VIDEO

Il rombo dei motori si è fatto assordante per i quasi 10500 spettatori che hanno animato il “Misano World Circuit” per la tappa romagnola del Grand Prix Truck. L’attesa era tanta e i punti in palio sono stati pesanti perché Misano rappresenta l’ultimo degli otto round stagionali. A conquistare il tetto d’Europa è risultato l’ungherese Norbert Kiss, piazzatosi secondo e poi terzo nelle prime due gare. In gara3 il neocampione ha festeggiato il titolo battendo il tedesco Jochen Hahn, mentre il portoghese Antonio Albacete ha chiuso ai piedi del podio. Nelle sfide del sabato è stata battaglia vera tra i colossi a quattro ruote, con la vittoria andata a Sascha Lenz e proprio a Jochen Hahn. I titoli di coda sono comparsi, a giochi fatti, in gara4. La sfida è stata interrotta dalla bandiera rossa che ha anticipato i saluti di fine stagione. Per una perdita di olio del mezzo della giovane Alyyah Koloc, il podio è stato tutto tedesco: la vittoria è stata a firma di Sasha Lenz, che completa la propria doppietta italiana, davanti a Rene Reinert e alla pilota Stephanie Halm.


CALCIO: L'Imolese spreca e poi si fa raggiungere dalla Pistoiese | VIDEO Sport

CALCIO: L'Imolese spreca e poi si fa raggiungere dalla Pistoiese | VIDEO

Vuole continuare a stupire l’Imolese ma di fronte, allo stadio “Romeo Galli”, c’è una Pistoiese che non ha nessuna intenzione di essere la vittima sacrificale. Proprio gli ospiti mettono a referto il primo affondo ma né Castellano, né Martina arrivano pronti all’appuntamento con il gol. Il Grifone risponde col pugno duro e al 10’ Liviero sfodera un bolide violento che supera Pozzi. Perfetto il mancino scagliato dal limite dell’area e la squadra di Fontana si porta in vantaggio. Passano nove minuti e i rossoblù avrebbero l’occasione di mettere in ginocchio gli ospiti: Padovan con un sinistro a giro centra la traversa. Dall’altra parte Melgrati smanaccia su un traversone, raccoglie Mezzoni che però mira alle stelle. Ad inizio ripresa salgono i giri, mister Sassarini spinge i suoi in avanti, Martina batte un rigore in movimento ma manda tutto alle ortiche. Al 51’ ci prova anche Mal per via aerea, la mira però non è precisa. Insistono i toscani e si gioca ad una porta sola: Melgrati salva prima con un riflesso un cross deviato dal compagno Angeli, poi, sempre il portiere allunga la manona su quello che sarebbe stato l’autogol di Liviero. Superato il grande doppio spavento, i romagnoli trovano le forze di imbastire un’azione offensiva, Palma allarga per Benedetti che scocca un sinistro violento, Pozzi risponde come può, Padovan non approfitta sul tap-in. Gol mangiato e gol subìto, la legge del calcio colpisce e la Pistoiese ringrazia: Romano aggancia di destro e infila di sinistro dove Melgrati non può arrivare. Finisce qui, l’1-1 permette all’Imolese di salire a 15 punti in classifica in piena zona playoff.


CALCIO A 5: La Futsal Cesena si mangia l'Aposa, il Russi travolge il Sant'Agata | VIDEO Sport

CALCIO A 5: La Futsal Cesena si mangia l'Aposa, il Russi travolge il Sant'Agata | VIDEO

Secondo successo di fila per la Futsal Cesena: a lasciarci le penne al “MiniPalazzetto” è l’Aposa Bologna. I bianconeri ritrovano i propri tifosi e al 15’ è il croato Jamicic a sbloccare il risultato, con una bordata delle sue dalla distanza. Il raddoppio matura ad inizio ripresa, Gardelli fa tutto da solo e Pulini non deve fare altro che appoggiare in rete da pochi passi. La formazione di mister Carobbi reagisce di rabbia all’8’: Toschi si incunea, Ansaloni chiude il triangolo e Toschi infila l’accorcio. Non si lascia prendere dalla paura la squadra di Osimani e Gardelli sfonda a sinistra, consegnando a Jamicic una palla solamente da appoggiare in rete a porta sguarnita. La sfida di fatto si chiude qui, il 4-1, che mette la pietra tombale sull’incontro, è firmato dall’asse Pulini-Gardelli: chiuso il triangolo, il laterale completa il bis di giornata. Sorride anche il Russi di Simone Bottacini: gli arancioni superano agilmente un Sant’Agata troppo sprecone. Apre le marcature Garbin al 10’ trasformando un calcio di rigore, poi sale in cattedra l’uomo partita Michelacci. Il numero 10 di casa trasforma un calcio da fermo prima del riposo, poi nella ripresa va a segno altre due volte. Prima sfodera un potente diagonale dalla corsia destra, non contento, poi sfrutta un errore della difesa ospite e insacca il 4-1 finale. Con questi due successi, Futsal Cesena e Russi restano imbattuti in testa alla classifica con 6 punti, del girone B cadetto.


CALCIO: Il Cesena piega un ostico Pontedera, 2-1 il finale | VIDEO Sport

CALCIO: Il Cesena piega un ostico Pontedera, 2-1 il finale | VIDEO

La nuova maglia con le onde blu dedicata ai tifosi della Curva Mare porta bene al Cesena, che si mette in tasca altri tre punti nel turno infrasettimanale di campionato con il Pontedera. All''"Orogel Stadium Dino Manuzzi", i bianconeri capitalizzano l’intera posta in palio con un ottimo primo tempo: dopo la traversa centrata da Ardizzone al 7’, Bortolussi ha colpito con il suo marchio di fabbrica. Il numero 20 ha infatti impattato in rete di testa un traversone dalla sinistra (al minuto 8), così come avvenuto a Pesaro pochi giorni fa. La reazione degli ospiti è immediata: Munari perde una palla sanguinosa, Magnaghi innesca il contropiede e colpisce il palo con una deviazione. Al 37’ ci ha pensato quindi Tonin a raddoppiare: con un gioco di prestigio Rigoni arriva fino all’area piccola, Angeletti si oppone, Bortolussi viene murato ma è il numero 99 a trovare il varco giusto per il 2-0. Gli ospiti cambiano atteggiamento nella ripresa, in seguito all’incrocio dei pali centrato dal solito Ardizzone, e costringono il Cavalluccio a difendersi. Caponi spara a salve, risponde Favale con una incursione delle sue ma il suo destro si alza sopra la traversa. La gara si riapre al 67’ con l’incornata di Magnaghi, sale la sofferenza quando la fucilata di Benedetti si stampa sul fondo di poco. Si arriva al minuto 82: il capitano dei toscani Caponi impegna così Nardi, il fortino bianconero regge fino alla fine e conserva l’intero bottino. Con questo successo i romagnoli tornano al secondo posto con 21 punti, a tre dalla Reggiana capolista.


BASKET: L'OraSì funziona e si issa in testa alla classifica, primo ko per Forlì Sport

BASKET: L'OraSì funziona e si issa in testa alla classifica, primo ko per Forlì

Nel giorno delle 100 presenze con la maglia biancorossa di Giachetti, l’Unieuro Forlì incappa nella prima sconfitta stagionale. Tra le mura amiche è battaglia vera con la Stella Azzurra Roma ma regna l’equilibrio, con il 34-35 impresso sul tabellone all’intervallo. Il terzo periodo è un botta e risposta continuo, Forlì la spunta di misura sul +1. Gli ospiti però prendono il largo nell’ultimo scampolo di gara e tengono le redini della contesa fino al 72-75 finale. Si issa invece in testa alla classifica del girone rosso di A2 Ravenna: a Ferrara, l’OraSì inanella la terza vittoria stagionale per 82-93 e mantiene l’imbattibilità. A farne le spese è la Top Secret che cade nella ripresa, risulta infatti decisivo per i giallorossi il parziale di 8-24.