Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MARCO ROSSI


CALCIO: La Feralpisalò poco cannibale, Foschi "Non sfruttiamo le occasioni" | VIDEO Sport

CALCIO: La Feralpisalò poco cannibale, Foschi "Non sfruttiamo le occasioni" | VIDEO

Continua il periodo di magra per il Ravenna. Contro la Feralpisalò è maturata una nuova sconfitta, la quarta in cinque gare che apre la crisi tra i giallorossi. Le occasioni da gol però sono state almeno tre ma non sfruttate a dovere e Luciano Foschi chiede maggior concretezza e lucidità negli ultimi metri. Dall’altra parte non è del tutto soddisfatto nemmeno Sottili, seppur con tre punti in tasca.


CALCIO: Rimonta incompiuta del Ravenna, Caracciolo fa esultare la Feralpisalò | VIDEO Sport

CALCIO: Rimonta incompiuta del Ravenna, Caracciolo fa esultare la Feralpisalò | VIDEO

A chiudere la 14esima giornata di Serie C ci ha pensato il Ravenna, sconfitto allo stadio Benelli col punteggio di 1-2 per opera della Feralpisalò. Il primo tempo è del tutto deficitario con un avvio disastroso come avvenuto col Cesena mercoledì in Coppa Italia. Dopo la ghiotta occasione sprecata da Nigretti, è Caracciolo nel giro di 25 minuti a dare l’impronta alla gara. Prima fora la difesa al centro su lancio lungo, poi di testa la mette dove Spurio non può arrivare. Giallorossi annichiliti e Leoni del Garda avanti col doppio vantaggio dopo 24 minuti. Foschi innesta quindi D’Eramo e la partita cambia: al 40’ Ronchi manda a lato la propria incornata, poi Nocciolini viene steso in area da Giani e si conquista un calcio di rigore. Dagli undici metri il Barba Bomber non fallisce spiazzando De Lucia. La ripresa è di marca bizantina, con il rigore non assegnato da Garofalo di Torre del Greco per atterramento di Sirri nel cuore dell’area di rigore, la chance migliore è di Giovinco che si vede murato sul più bello da Contessa provvidenziale. Sale di giri il Ravenna: De Lucia interviene in pochi secondi prima sul tiro cross di Lora e poi su D’Eramo. Il pari è nell’aria ma è la traversa a negare la rimonta ai ragazzi di Foschi: Giovinco è magistrale ma solo la fortuna non lo aiuta. La Feralpisalò smaltisce lo spavento e chiude in avanti nel finale, festeggiando tre punti importanti, mentre il Ravenna viene fischiato copiosamente, con la contestazione che si è protratta anche nel post gara per oltre 20 minuti, con squadra e staff a rapporto dai vertici del tifo giallorosso. (fotoservizio Marco Rossi)


CALCIO: Foschi "Smuoviamo la classifica con la Feralpisalò" | VIDEO Sport

CALCIO: Foschi "Smuoviamo la classifica con la Feralpisalò" | VIDEO

Continuano gli avvicendamenti in infermeria in casa Ravenna. Per questa sera contro la Feralpisalò nel posticipo del girone B di Serie C mancheranno ancora Grassini, Pellizzari, Purro e Martorelli. Ritornano invece a disposizione di Foschi Ricchi, Sabba e Selleri. Una sfida dall’alto tasso di difficoltà ma i romagnoli hanno l’imperativo di fare punti per smuovere la classifica.


BASKET: Forlì cade a Mantova, terzo successo per Imola, Ravenna in testa | VIDEO Sport

BASKET: Forlì cade a Mantova, terzo successo per Imola, Ravenna in testa | VIDEO

E’ una Pallacanestro Forlì 2.015 volitiva ma a Mantova non riesce a superare i padroni di casa. Coach dell’Agnello si affida al quintetto di partenza composto da Watson Jr, Marini, Rush, Ndoja e Bruttini. La partenza è sotto il segno della Pompea, i primi cinque giri di lancette fanno schizzare il punteggio sul 18-9, con la chiusura del primo quarto segnato da tre tiri liberi di Bruttini. Erik Rush sale così in cattedra nel secondo parziale di gara: 9 i punti segnati con il primo sorpasso Unieuro. Mantova non ci sta e torna avanti guidata da Raspino, squadre negli spogliatoi sul 44-34. La pausa fa bene ai romagnoli che ripartono col turbo grazie al parziale di 3-11, è un testa a testa ma i lombardi tengono ancora le redini del gioco con Visconti, perfetto nei liberi, e l’ex Lawson mvp della gara a segno con 25 punti. L’ultimo quarto si apre ancora con la prova di forza dell’Unieuro, Mantova però non perde brillantezza e lucidità e vola sul +10, fattore decisivo per il 92-86 finale. Terzo successo consecutivo invece per Imola a Caserta. Biancorossi rullo compressore con Morse, Baldasso, Masciadri, Bowers e Fultz capaci di chiudere la sfida grazie ai loro 89 punti. Una vittoria di gruppo al PalaMaggiò con la Juve Caserta sempre sotto nei parziali per l’84-94 finale che premia i ragazzi di Paolantonio. Ad aprire la 7° giornata ci aveva pensato invece l’OraSì Ravenna che sabato ha espugnato Udine per 73-65. Giallorossi in testa alla classifica di A2 insieme a Verona e Ferrara con 10 punti.



FORLÌ: Nuove minacce di morte a Salvini, Morrone solidale "Non saranno i proiettili a fermarti" Politica

FORLÌ: Nuove minacce di morte a Salvini, Morrone solidale "Non saranno i proiettili a fermarti"

In vista della visita di Matteo Salvini a Cesena, sarà ospite domani anche presso i nostri studi televisivi per un approfondimento che lancerà la sfida alla poltrona delle elezioni regionali, Jacopo Morrone è intervenuto a sostegno dell'ex ministro dell'Interno. Dopo il proiettile anonimo recapitato al leader della Lega, non è mancato l'appoggio del segretario Lega Romagna: “Com’è che ci dici sempre? 'Se voi ci siete, io ci sono' bene noi siamo tutti con te! Forza Matteo. Non saranno le minacce o i proiettili a fermare la voglia di cambiamento. Vai avanti con il tuo sorriso e il tuo entusiasmo. Ora mi auguro la stessa solidarietà e la stessa vicinanza che è stata dimostrata nei confronti di altri esponenti politici minacciati e sono certo che insieme si possa sconfiggere odio e ignoranza". Questo il suo commento rilasciato tramite il proprio canale Facebook ufficiale.


CALCIO: Più Cesena della Reggio Audace ma lo 0-0 non si schioda | VIDEO Sport

CALCIO: Più Cesena della Reggio Audace ma lo 0-0 non si schioda | VIDEO

Ne viene un punto a testa tra Cesena e Reggio Audace nell’incontro valido per la 14esima giornata di Serie C. Alla fine del tempo regolamentare il risultato non si schioda dallo 0-0, frutto di una gara del tutto equilibrata e dalle rare emozioni. A ingranare per primo la marcia giusta è il Cesena che confeziona con il rigore in movimento di Franco e l’incornata di Butic due occasioni non utili al fine di sbloccare la gara. Annullato il gol a Costa per fuorigioco millimetrico, tiene il possesso il Cavalluccio ma gli ultimi metri sono sempre tabù, Rosaia al 23’ ci prova dal limite senza successo, Franco alza la testa ma non è fortunato. Emiliani quadrati e favorevoli solo al gioco su rimessa, tanto che escono dalla tana solo negli ultimi minuti con il contropiede di Kargbo, una spina nel fianco per tutta la gara, e Marchi che impegna di pugni Marson. Nella ripresa il film non cambia con i bianconeri intenti a macinare gioco ma inconcludenti. Apre la stoccata sterile di Butic, in ombra per tutta la gara, poi sia Modesto che Alvini cercano nuova linfa dalla panchina ma è tutto invano. Il gol proprio non arriva, De Feudis al minuto 79 ci prova dal limite ma non ha successo. La gara scivola via fino al triplice fischio. E’ un Cesena rincuorato dal punto rimediato contro la terza della classe, soprattutto non subendo reti. Là davanti però c’è tanto da fare per pungere seriamente.