Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Nascondono 200 armi da guerra in casa, arrestati muratore e operaio | VIDEO Cronaca

RIMINI: Nascondono 200 armi da guerra in casa, arrestati muratore e operaio | VIDEO

Un arsenale da guerra in casa. E proprio all’ultimo conflitto mondiale risalgono le 200 armi che i carabinieri hanno rinvenuto nelle ultime ore in un piccolo comune dell’entroterra riminese, Montefiore Conca. L’operazione è stata ribattezzata Linea Gotica, perché qui nel ’44 passava il fronte dei combattimenti tra le truppe alleate e i nazisti. E ad entrambi gli schieramenti fanno riferimento le armi rinvenute in due casolari appartenenti a un operaio di 51 anni e a un muratore di 57. Mitragliatori, mortai, revolver, baionette, bombe a mano, granate. Nascoste sotto terra vi erano anche un centinaio di munizioni. I militari hanno rinvenuto anche sostanze esplosive, come tritolo e polvere da lancio. I due uomini sono stati arrestati per detenzione abusiva di armi da guerra e munizioni. (Video Migliorini)


RIMINI: Vergiano e Spadarolo chiedono sicurezza, “Un furto in casa al giorno” | VIDEO Cronaca

RIMINI: Vergiano e Spadarolo chiedono sicurezza, “Un furto in casa al giorno” | VIDEO

Un furto in casa al giorno. È il fenomeno denunciato dagli abitanti di due quartieri della prima periferia riminese, Spadarolo e Vergiano che ora, attraverso una raccolta firme, chiedono più sicurezza. In base ai loro racconti, dal mese di dicembre si è verificato un episodio di furto o tentato furto al giorno. "Con questa frequenza non era mai successo", dice il portavoce del Comitato Spadarolo-Vergiano sicure Alessio Nucci. Ladri che entrano sia nei condomini e nelle villette a schiera del Borgo dei Ciliegi, sia nelle case di campagna sparse sul territorio. Non sempre, però, gli abitanti denunciano gli episodi, a differenza di quanto dicono di fare le forze dell’ordine. Spesso a prevalere è la sfiducia. È partita la raccolta firme nei bar della zona, già più di 200 quelle raccolte. Attraverso un esposto, gli abitanti della zona chiedono alla Prefettura e alle forze dell’ordine maggiore attenzione e un incontro pubblico in cui trattare il tema della prevenzione.



RIMINI: Va a fuoco abitazione di siriani con minori, li ospita il Classic Club | VIDEO Cronaca

RIMINI: Va a fuoco abitazione di siriani con minori, li ospita il Classic Club | VIDEO

È stato il malfunzionamento di un apparecchio elettronico, forse un caricabatterie, a far scatenare l’incendio che sabato notte ha danneggiato un’abitazione e distrutto un suo capannone di pertinenza nella campagna riminese, in via Feleto. Ad abitare quell’edificio, una famiglia di origini siriane composta da 7 persone, che ora non ha più una dimora. Tra i componenti vi sono anche due minorenni e una donna incinta. Le fiamme si sono sviluppate di sera quando erano tutti a casa. I vigili del fuoco sono intervenuti alle 21.45 e sono servite due ore per spegnere l’incendio. Il loro intervento è durato tutta la notte. Terrorizzati gli inquilini che nell’incidente hanno perso molti dei loro beni. Sia l’abitazione che la rimessa sono stati dichiarati inagibili. La casa confina con la proprietà del circolo Classic Club, ed è stato il proprietario del locale, quando il fumo ancora si levava alto, a mettere a disposizione i propri ambienti per ospitare momentaneamente la famiglia siriana che ora dovrà affrontare un nuovo inizio. (Video Manuel Migliorini - Adriapress)


RIMINI: Confiscati immobili a usuraio, “Il Comune lo utilizzi per fini sociali” | VIDEO Cronaca

RIMINI: Confiscati immobili a usuraio, “Il Comune lo utilizzi per fini sociali” | VIDEO

Gli erano stati confiscati in primo grado nel 2015 dalla DIA beni per un valore di mezzo milione di euro. Negozi, denaro, auto e case. Di quella notizia ne parlò la stampa locale del sud come del nord, perché il soggetto, un pregiudicato del barese, possedeva immobili anche a Rimini. Nel 2018 è arrivata la conferma dei giudici: quei beni avevano una origine illecita. Il 46enne in questione ha avuto precedenti per contrabbando di sigarette, detenzione di stupefacenti, truffa, estorsione ed usura. Attività con cui per i giudici aveva accumulato ricchezze. Con quei soldi, nel quartiere riminese di Viserba aveva acquistato un appartamento e un garage. Ad accorgersi della conferma della confisca, il Gruppo Antimafia Pio La Torre che ora chiede al Comune di riutilizzare i beni a fini sociali.


RIMINI: Sindacato di polizia SILP, “Servono rinforzi per combattere le mafie” | VIDEO Attualità

RIMINI: Sindacato di polizia SILP, “Servono rinforzi per combattere le mafie” | VIDEO

Lo ha sottolineato anche il procuratore nazionale antimafia a Rimini: “La mafia è dilagante e si è diffusa in tutto il territorio nazionale, un fatto gravissimo”. Queste le parole utilizzate da Federico Cafiero De Raho, invitato al Congresso nazionale del sindacato dei poliziotti SILP CGIL. “Lo Stato non è presente come dovrebbe essere”, ha detto. E gli ha fatto eco l’associazione di categoria. Il territorio della provincia di Rimini attende il promesso aumento del numero di agenti di polizia, oltre alla nuova sede della questura. Servono anche professionisti preparati a contrastare le organizzazioni criminali.


RIMINI: Eseguiti 200 sfratti nel 2018, calo delle richieste negli ultimi anni | VIDEO Attualità

RIMINI: Eseguiti 200 sfratti nel 2018, calo delle richieste negli ultimi anni | VIDEO

Vedersi intimare dal proprietario di casa di riconsegnargli l’immobile è qualcosa che ancora avviene a Rimini. Ci sono gli sfratti per finita locazione, in cui il contratto arriva a scadenza e, nonostante la disdetta, l’inquilino continua a rimanere in casa. E ci sono quelli per morosità, e sono i casi di gran lunga più frequenti, in cui una famiglia si ritrova in gravi difficoltà economiche, spesso improvvise, magari dopo un licenziamento o una malattia, e arriva a non riuscire più a pagare l’affitto. Nel primo caso, nel corso del 2018, sono stati 12 gli sfratti nel solo comune capoluogo. I secondi sono stati 191. In tutta la provincia di Rimini, però, i numeri sono in discesa già da qualche anno. Da gennaio a dicembre del 2018, sono state presentate agli ufficiali giudiziari 1.091 richieste di sfratto. 144 quelle eseguite con il supporto della forza pubblica. Numeri che dal 2014 ad oggi si sono contratti di circa la metà. Cinque anni fa, infatti, le richieste presentate erano state 1.700 e gli sfratti 300. Il Comune di Rimini guarda con favore alla riduzione, soprattutto sul fronte delle morosità, ricordando il fondo da 350mila euro predisposto per l’estinzione delle procedure di sfratto, i depositi cauzionali e i contributi d’affitto. 60 le famiglie che ne hanno usufruito fino ad ora. “La casa continua ad essere la criticità sociale principale”, afferma la vicesindaca di Rimini Gloria Lisi, la quale aggiunge: “In assenza di interventi strutturali a livello nazionale, abbiamo deciso di investire localmente”.