Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Ministero blocca progetto nuova SS16, Provincia “Un colpo durissimo” | VIDEO Attualità

RIMINI: Ministero blocca progetto nuova SS16, Provincia “Un colpo durissimo” | VIDEO

Si arena per l’ennesima volta il progetto di ridisegno della Statale Adriatica nel tratto riminese. Dal ministero dell’Ambiente è arrivato il diniego alla richiesta di proroga della Valutazione di Impatto Ambientale e ora gli enti locali, dopo la riunione di giovedì, sono preoccupatissimi. Cos’è successo? Nel 2013 il ministero aveva dato parere favorevole alla valutazione ambientale del progetto, la quale ha una durata di cinque anni. Al suo scadere nel 2018, siccome Anas stava ancora lavorando al progetto definitivo, era stata chiesta una proroga, che oggi viene negata da Roma. L’intervento complessivo vale 700 milioni di euro. 170 erano già stati messi a disposizione per il primo lotto. Si tratta di opere che vanno da Bellaria-Igea Marina a Misano Adriatico e che comprendono le due grandi rotonde agli incroci con la consolare San Marino e via Montescudo. La nuova Statale 16 è prevista dalla pianificazione territoriale di tutti gli enti, Comuni, Provincia e Regione. Gli stessi ponti realizzati con l’ampliamento della A14 tengono conto del progetto della nuova Adriatica. Le motivazione del diniego fanno riferimento alla qualità dell’aria che per la provincia peggiorerebbe se la variante non venisse realizzata, dato che la Statale continuerebbe ad attraversare i centri urbani. La Regione Emilia-Romagna si trova già in procedura d’infrazione per l’inquinamento. “È un durissimo colpo alla pianificazione territoriale”, sostiene l’ente di via Dario Campana. Regione, Provincia, Comuni e Anas hanno chiesto un incontro urgente con il ministero. Il senatore riminese del Movimento 5 Stelle Marco Croatti precisa che il parere negativo proviene da dei tecnici e non da esponenti politici e considera l'opera strategica per il territorio. Vent’anni per arrivare a questo punto e ora si rischia di ricominciare tutto daccapo, riaprire la conferenza dei servizi per chiedere un nuovo parere ambientale. Anas presenterà una controdeduzione per scongiurare il rischio che si blocchi tutto. Tempi che si allungano non si sa fino a quando.


RIMINI: Donne discriminate, “Smart working concilia i tempi della famiglia” | VIDEO Attualità

RIMINI: Donne discriminate, “Smart working concilia i tempi della famiglia” | VIDEO

Sono laureate, capaci, assunte da anni, eppure quando arrivano i figli si sentono costrette a lasciare il lavoro perché l’azienda non riconosce loro una maggiore flessibilità. In un solo anno nella provincia di Rimini sono stati oltre duecento i casi simili. Quanto ancora c’è da fare per riorganizzare il mondo del lavoro in modo che non sia più improntato sul lavoratore maschio single? “Siamo ancora lontani perché molte donne si dimettono nel momento in cui diventano mamme – risponde Carmelina Fierro, consigliera di Parità della Provincia di Rimini -, vengono licenziate perché subiscono molestie o di discriminazione”. Perché lo smart working, ovvero il lavoro portato fuori dall’ufficio, può essere d’aiuto a chi ha dei figli? “Il lavoro agile è previsto per legge dal 2017. È una forma di lavoro innovativa che va sperimentata ed è da sperimentare, perché garantisce una maggiore qualità della vita. Consente a tante neo mamme e a tanti neo papà di lavorare fuori dal contesto aziendale e al contempo di aumentare la produttività del lavoro, perché si lavora meglio”.


RIMINI: Insalata coltivata nell'acqua, presentato il campo più grande d'Europa | VIDEO Attualità

RIMINI: Insalata coltivata nell'acqua, presentato il campo più grande d'Europa | VIDEO

È riminese l’azienda che ha sviluppato la coltivazione dell’insalata idroponica, una innovativa tecnologia applicata all’agricoltura in cui il noto ortaggio cresce su dei pannelli che galleggiano in acqua. Quello della Rossi Ortofrutta è il campo più grande d’Europa, misura 13 ettari e si trova vicino alla foce del Savio, nel ravennate. “La pianta, attraverso le radici come fa nel suolo, anziché prendere gli elementi dal terreno, li prende da una soluzione nutritiva preparata appositamente”, spiega l’agronomo Diego Scarpa. Questo tipo di sistema permette anche di risparmiare acqua perché a parità di ettari coltivati permette di produrre una maggiore quantità di insalata. “E poi perché i pannelli galleggianti permettono di ridurre l’evaporazione dell’acqua dalla vasca di coltivazione rispetto ai campi dove vi è una evaporazione diretta dal terreno”.


RIMINI: 76enne scomparsa, trovata una sua ciabatta nel fiume Marecchia | VIDEO Cronaca

RIMINI: 76enne scomparsa, trovata una sua ciabatta nel fiume Marecchia | VIDEO

Si riducono le speranze di ritrovare Gabriella Poggioli, la 76enne scomparsa martedì sera vicino a Novafeltria, nel riminese, e i ricercatori si aggrappano alle ultime speranze. Nella serata di mercoledì i vigili del fuoco fluviali hanno trovato nel fiume Marecchia, in zona Campiano, una ciabatta della donna. A confermare che la calzatura appartiene alla scomparsa sono stati i suoi familiari. Nel giorno dell’allontanamento da casa, la donna doveva sottoporsi all’ennesimo intervento chirurgico ed è uscita senza borsa né cellulare. Delle telecamere cittadine di videosorveglianza l’hanno ripresa l’ultima volta mentre si dirigeva verso l’argine del Marecchia. In quel momento le acque del fiume erano agitate, il livello alto, e se la donna vi fosse finita dentro avrebbe potuto percorrere un lungo tratto. La formazione di mulinelli non ha permesso in un primo momento ai ricercatori di scendere in acqua. Troppo pericoloso. Nel pomeriggio di mercoledì il livello dell’acqua è sceso e si è abbassato ulteriormente giovedì quando sono stati compiuti nuovi sorvoli sull’area. Le ricerche proseguono senza sosta e coinvolgono i carabinieri, coordinati dal capitano Silvia Guerrini, i vigili del fuoco, il soccorso alpino e squadre di volontari della protezione civile. Il corso del fiume e le aree limitrofe continuano ad essere scandagliate nella speranza di ritrovare al più presto la 76enne. AGGIORNAMENTO DELLE 17.54 L'anziana è stata ritrovata senza vita


RIMINI: Briglia crollata sul Marecchia, lavori di ripristino entro l'estate | VIDEO Attualità

RIMINI: Briglia crollata sul Marecchia, lavori di ripristino entro l'estate | VIDEO

È definitivamente crollata la briglia di contenimento del fiume Marecchia che si trova 300 metri a valle del Ponte Verucchio, nell’entroterra riminese. Danneggiata anche la briglia che si trova poco più a monte dello stesso ponte. Si è tenuto martedì in Provincia un primo incontro tra gli enti preposti per rivedere il progetto di ripristino della briglia per la quale già prima del crollo era prevista un’opera di ristrutturazione da 850mila euro. Il progetto dovrà ora essere rivisto dal tavolo tecnico e nuove risorse, fa sapere la Provincia, verranno aggiunte. L’ente intende completare i lavori entro l’estate. Sull’argine del fiume, che nella giornata di mercoledì presenta ancora acque agitate, si verificano ancora piccole frane. Venerdì è previsto un sopralluogo della Regione sul sito. Il Ponte Verucchio, una struttura degli anni 70 destinata al traffico veicolare, è invece giudicata in buone condizioni. L’auspicio degli esperti è che non si verifichino frequenti piene del Marecchia, come quella degli ultimi giorni, per non danneggiare le fondamenta del ponte stesso.


FORLÌ: Esondazione Montone, ecco le immagini del drone di Teleromagna | VIDEO Attualità

FORLÌ: Esondazione Montone, ecco le immagini del drone di Teleromagna | VIDEO

Dopo che il fiume Montone ha esondato lunedì nel forlivese a Villafranca, l'acqua ha invaso 160 ettari di terreno. Nelle immagini riprese martedì dal drone di Teleromagna si vede la campagna allagata a ridosso dell'auotostrada A14. Una corsia è stata chiusa per permettere ai mezzi di intervenire nell'area. La Regione Emilia-Romagna ha chiesto lo stato di calamità per risarcire le famiglie e le azienda del territorio danneggiate dal maltempo delle ultime ore. Sono previste ancora piogge e per mercoledì l'allerta meteo è scesa ad arancione.


ROMAGNA: Maltempo, fiumi in piena, allagamenti e ferrovia bloccata | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Maltempo, fiumi in piena, allagamenti e ferrovia bloccata | VIDEO

Continuano a gonfiarsi i corsi d’acqua in tutta la Romagna dove, da Faenza a Rimini, il maltempo ha allertato i vigili del fuoco e la protezione civile senza per ora richiedere operazioni di soccorso. Il danno maggiore si è registrato nella Valmarecchia dove la forza dell’acqua ha fatto crollare una briglia di contenimento in cemento all’altezza di Ponte Verucchio. Si tratta di una struttura che era “già ammalorata”, come fa sapere il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi. Nella stessa area sono stati registrati alcuni smottamenti e frane minori e proseguono i sopralluoghi nei punti più critici. Alla foce del Marecchia il livello dell’acqua si avvicina al piano stradale, ma nel pomeriggio la pioggia ha rallentato allontanando il rischio evacuazioni. Sotto controllo da parte dei vigili del fuoco, nel ravennate, le zone di Castiglione, Mensa e Savio oltre all’argine del Montone. Nel faentino sono stati registrati alcuni allagamenti di sotterranei e garage, soprattutto nella zona vicina al Lamone. A Ravenna la piena è prevista per la serata e dunque la situazione continua a rimanere monitorata. La diga di Ridracoli, intanto, dopo mesi di siccità è tornata a riempirsi. Anche nel forlivese sono state registrate alcune frane e smottamenti. Sul fronte dei trasporti, il maltempo ha causato disservizi dalla mattinata alla ferrovia, con la linea bloccata tra Faenza a Forlì e i treni a lunga percorrenza deviati per Ravenna.