Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Cosplayer invadono il Comix, presentati fumetti dedicati alla città | VIDEO Attualità

RIMINI: Cosplayer invadono il Comix, presentati fumetti dedicati alla città | VIDEO

Dopo 34 anni, la riviera riminese, in questo periodo, viene ancora invasa dai tanti amanti del fumetto, accorsi da tutta Italia per Cartoon Club e Riminicomix. Giornate in cui i cosplayer possono sfoggiare i loro costumi, spesso confezionati a mano da loro stessi. Un Grand Hotel librante nello spazio. Le corse in moto di Pasolini a Marina Centro. Come ogni anno sono stati presentati gli albi speciali ambientati a Rimini.


RIMINI: Rotonde su SS16 al palo, sindaco prepara diffida ad Autostrade | VIDEO Attualità

RIMINI: Rotonde su SS16 al palo, sindaco prepara diffida ad Autostrade | VIDEO

Ancora nessuna risposta, dopo due anni, da parte di Autostrade per l'Italia sull'approvazione del progetto delle due rotonde sulla Statale Adriatica nei pressi del casello di Rimini Sud. E così il sindaco del capoluogo rivierasco prepara la diffida. “Il progetto era già stato concordato e approvato da tutti gli enti preposti. È uno stallo inaccettabile che penalizza tutto il territorio riminese”, sbotta così Andrea Gnassi. L’amministrazione comunale attende da tempo la chiusura della procedura per poter procedere con le gare d’appalto. La missiva destinata alla società che gestisce le autostrade è stata inviata anche all’assessorato ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna. Un progetto senza fine. Delle due maxi rotatorie all’incrocio con la Strada Consolare per San Marino e con via Coriano se ne parla da anni. In più occasioni la partita sembrava fatta e i cantieri pronti a prendere il via, ma le lungaggini burocratiche degli enti centrali hanno fatto scivolare in secondo piano il tutto. Le opere in gioco sono connesse al progetto di ampliamento dell’A14. In quei tratti di strada passano in media 40mila auto al giorno con picchi più alti nei mesi estivi. Nel gennaio 2017 si era ufficialmente chiusa la Conferenza dei servizi con l’approvazione del progetto definitivo e dei costi di realizzazione. “Non possiamo perdere un giorno in più in questa assurda situazione”, commenta caustico il sindaco Gnassi, il quale afferma di non precludersi alcuna azione per sbloccare l’impasse burocratica.


RICCIONE: Urlo da record all'Aquafan, in 4.000 in acqua contro le paure | VIDEO Attualità

RICCIONE: Urlo da record all'Aquafan, in 4.000 in acqua contro le paure | VIDEO

Un maxi urlo con cui superare i propri limiti. Lo chiamano Black Day, il giorno in cui vincere le proprie paure e riscoprire i lati nascosti dentro se stessi. All’Aquafan di Riccione in migliaia hanno partecipato al rito collettivo con cui simbolicamente si è voluto esprimere la voglia di non fermarsi mai di fronte ai propri limiti e raggiungere una maggiore consapevolezza di se stessi.


RIMINI: Nuove norme sicurezza, “Bene flessibilità, buono bilancio prime feste” | VIDEO Attualità

RIMINI: Nuove norme sicurezza, “Bene flessibilità, buono bilancio prime feste” | VIDEO

Burocrazia più leggera nell’organizzazione di manifestazioni pubbliche. Centralità delle amministrazioni comunali e dei sindaci nel garantire adeguati standard di sicurezza. Dopo le feste super blindate che da un anno caratterizzano anche l’estate della Riviera, la nuova direttiva emanata mercoledì dal Viminale rivista quella precedente puntando alla semplificazione. Una realtà di grandi eventi come Rimini guarda con favore ad una maggiore flessibilità nella gestione dei rischi, senza però abbassare la guardia.


RIMINI: Maltrattavano animali e spacciavano, arrestata famiglia con armi in casa | VIDEO Cronaca

RIMINI: Maltrattavano animali e spacciavano, arrestata famiglia con armi in casa | VIDEO

Gabbie non a misura di legge per 22 cani di razza pitbull, sei dei quali avevano subito la pratica illegale dell’amputazione delle orecchie. Un allevamento privo di qualsiasi autorizzazione, ma dal quadro tracciato dagli inquirenti emerge un’attività ancora più scottante legata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nei giorni scorsi sul tavolo della Tenenza di Cattolica era giunta la segnalazione di un cittadino che riferiva di animali trattenuti in un campo in zona Covignano, sulle prime colline riminesi. Nel corso della perquisizione, avvenuta martedì all’alba, i militari dell’Arma hanno scoperto molto di più: tre chilogrammi di marijuana, tre etti e mezzo di hashish ed alcuni flaconi di vaccino per cani, detenuti illegalmente. Nel piccolo casolare di campagna vivevano padre, madre e figlia 17enne, tutti originari del napoletano. Mentre queste ultime due cercavano di ritardare l’ingresso dei carabinieri in casa, il padre provava a disfarsi di due pistola dalla matricola abrasa nella spazzatura. Nell’angusta dimora è stato ritrovato anche un fucile. Tutta la famiglia è stata arrestata. I genitori si trovano ora presso il carcere di Rimini, mentre la minorenne è stata affidata a un centro di Bologna. L’ipotesi al vaglio degli inquirenti è che la famiglia campasse dell’allevamento di cani e dello smercio di droga. Entrambi gli adulti avevano dei precedenti.


RIMINI: ‘Le città visibili’ cambia location, “Diamo nuova vita all'ex macello” | VIDEO Attualità

RIMINI: ‘Le città visibili’ cambia location, “Diamo nuova vita all'ex macello” | VIDEO

Il festival culturale “Le città visibili” di Rimini torna quest’anno per la sesta volta con una novità. Gli spettacoli di teatro e di musica dal vivo avranno luogo negli spazi caduti in disuso dell’ex macello urbano. Il festival Le Città Visibili giunge alla sua sesta edizione e per due settimane fa rivivere i locali dell’Ex Macello comunale di Via Dario Campana di Rimini in disuso dal lontano 1995. La kermesse di teatro e musica sarà ospitata all’interno di una cornice inedita per l’evento dal 20 luglio al 2 agosto e porterà in dote, nel cuore dell’estate riminese, quattro serate di teatro e altrettante di musica dal vivo, tutte a ingresso libero, ma anche conferenze e incontri su alcuni grandi temi di attualità. Dal 2013, sin dalla sua prima edizione, la manifestazione era di casa al giardino di Palazzo Lettimi di Via Tempio Malatestiano, quest’anno spettacoli e concerti accenderanno i riflettori su uno dei più interessanti siti di archeologia industriale del territorio comunale. Uno spazio più grande rispetto alla precedente location, adatto alle esigenze degli artisti ma anche degli spettatori. Invariata la vocazione storica del festival, che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del riuso degli spazi abbandonati. Riminesi e turisti rivieraschi avranno quindi l’occasione di rivivere e far rivivere -o magari di conoscere- un’area caduta in disuso e lontana dal palcoscenico naturale della movida che caratterizza la città durante la bella stagione.  I locali dell’Ex Macello comunale saranno adibiti a camerini, a palco e platea e lo storico complesso verrà trasformato, durante le serate del festival, in un piccolo teatro o sala concerti a seconda delle serate in programma. In alcuni locali del vecchio edificio, saranno allestite mostre ed installazioni: RIU Project curerà una rassegna di video arte e, sempre dal 20 luglio al 2 agosto, un ciclo di passeggiate sonore. L’associazione Kantharos aps curerà una mostra fotografica sugli spazi abbandonati sul territorio riminese e un laboratorio di riciclo, oltre che visite guidate sul territorio sempre verso luoghi abbandonati o recuperati. Saranno otto le serate di spettacolo previste nei locali dell’EX Macello, quattro dedicate al teatro e quattro alla musica dal vivo, cui sarà affidata l’inaugurazione della kermesse il 20 luglio alle ore 21.30 (orario di inizio di tutti gli spettacoli) con il concerto dei Perturbazione, formazione storica del panorama musicale italiano che vanta anche una partecipazione all’edizione 2014 del festival di Sanremo. Il 22 luglio debutterà la proposta teatrale con lo spettacolo “La Sorella di Gesù Cristo, terzo capitolo della “trilogia della provincia” di e con Oscar De Summa. Lo spettacolo verrà preceduto da un incontro con Rompi il Silenzio, centro antiviolenza attivo nel riminese da 12 anni. Sarà un momento di ascolto reciproco intorno al tema della violenza sulle donne. Lunedì 23 luglio il Festival Le Città Visibili sarà protagonista di un’iniziativa congiunta organizzata assieme all’associazione “Il Palloncino Rosso”, che in queste settimane sta riportando a nuova vita un altro spazio abbandonato del territorio comunale: la colonia bolognese di Miramare. All’Ex Macello si terrà il convegno “Riusiamo L’Italia: dagli spazi abbandonati alle colonie”, interverrà l’architetto Roberto Tognetti che parlerà delle buone prassi già sviluppate nel nostro paese raccontandoci di esempi virtuosi di riqualificazione urbana partecipata.  Martedì 24 luglio Laura Pozone porterà in scena lo spettacolo “Dita di Dama”, per la regia di Massimiliano Loizzi. Prima del buio in sala è previsto un intervento di Claudia Cicchetti, membro della segreteria Cgil di Rimini, sul tema Lavoro giovani e donne. Mercoledì 25 luglio le sette note torneranno protagoniste all’Ex Macello con il concerto di Gnut, cantante compositore e produttore, nonché autore di numerose colonne sonore di film. La musica sarà grande protagonista anche giovedì 26 luglio con la giovane cantautrice Erica Mou, che a 27 anni ha già all’attivo oltre 500 concerti in Italia e all’estero e una partecipazione al Festival di Sanremo nella sezione dedicata ai giovani artisti. Domenica 28 luglio il festival ospiterà lo spettacolo vincitore de “L’Italia dei visionari”, progetto che ha coinvolto nella provincia di Rimini decine di cittadini comuni appassionati di teatro in qualità di membri di una giuria cui è spettato il compito di scegliere uno degli spettacoli in cartellone del festival. A calcare la scena sarà Alessandro Blasioli con “Questa è casa mia”, che narra la sventurata storia vissuta da una famiglia aquilana in seguito al tragico terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo il 6 aprile del 2009. Il 30 e il 31 luglio, sempre in collaborazione con l’Associazione Il Palloncino Rosso, il festival ospiterà lo spettacolo “Farsi Silenzio” di Tindaro Granata per la regia di e con Marco Cacciola, un viaggio alla riscoperta della lentezza, del silenzio attraverso la quotidianità della vita: i posti saranno limitati, gli spettatori verranno invitati a indossare un paio di cuffie per godere delle atmosfere proposte dall’opera teatrale. Il 2 agosto la chiusura del festival sarà affidata a Roberto Angelini, cantautore e musicista, virtuoso della chitarra. A “Le Città Visibili” presenterà il suo “Solo live”.


RIMINI: Calano i profughi, in 30 trovano lavoro tramite progetto Sprar | VIDEO Attualità

RIMINI: Calano i profughi, in 30 trovano lavoro tramite progetto Sprar | VIDEO

Quasi 400 profughi in meno rispetto al 2017 sono arrivati quest’anno nel territorio riminese. In tutto sono 739 tra i centri di accoglienza e gli Sprar. Un numero nettamente inferiore rispetto al tetto massimo fissato dall’Anci. Il dato proviene dalla Prefettura dove si è appena tenuto l’ultimo tavolo sull’immigrazione insieme a Comuni, sindacati, enti gestori ed associazioni. “Si stanno trovando soluzioni alternative agli alberghi”, fa sapere l’amministrazione comunale rispondendo così alla persistente richiesta dell’associazione albergatori di non coinvolgere gli hotel nell’accoglienza dei migranti. Segnali incoraggianti sul fronte integrazione arrivano dal progetto Sprar. Trenta dei 40 maggiorenni inseriti in esso hanno avviato un percorso lavorativo in aziende del territorio. Giovani arrivati spesso in Italia da minorenni non accompagnati che hanno imparato la lingua e seguito corsi di formazione professionale grazie ai quali ora svolgono mestieri come il saldatore, l’elettricista o il cameriere tra Rimini e Riccione. C’è chi fa lo stage retribuito, chi è passato all’apprendistato e chi, dopo essersi fatto conoscere dall’imprenditore, ha firmato un contratto vero e proprio. Come un ragazzo ivoriano che, arrivato a Rimini da minorenne, ha scoperto di avere una forma tumorale all’occhio da cui è guarito e ora è stato assunto in un prestigioso ristorante riccionese. Non mancano poi i datori di lavoro che si prendono a cuore le sorti dei ragazzi e li aiutano a trovare casa, com’è successo a un ventenne del Gambia assunto come apprendista in un’azienda di Santarcangelo. “Questa è la reale integrazione. Questo è saper gestire e non subire il fenomeno migratorio”, ha detto la vicesindaca di Rimini Gloria Lisi.