Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


CERVIA: Pienone per Salvini alla festa della Lega | VIDEO Politica

CERVIA: Pienone per Salvini alla festa della Lega | VIDEO

È stata la serata di Matteo Salvini a Cervia, sabato, per la festa della Lega, in una piazza piena di sostenitori del Carroccio. Il vicepremier ha spaziato su più argomenti a partire dall’alleanza traballante con il Movimento 5 Stelle. “Se da qui a settembre i no diventano più dei sì”, ha detto Salvini, “facciamo da soli”. "O avremo una squadra compatta che ha la forza di fare le cose o la forza la chiederemo agli italiani perché il paese merita tutto". Sulla partita del commissario europeo italiano, Salvini ancora non fa nomi. "Ci spetta un commissario che si occuperà di cose che riguardano la vita di tutti i giorni, che sia il commercio o l'industria o l'agricoltura". Il commissario italiano, ha detto, "avrà a cuore soprattutto i diritti di sessanta milioni di italiani perché non siamo secondi a nessuno: non abbiamo bisogno di lezioni né dai tedeschi né dai francesi. Ne ho incontrati tanti, di francesi, in spiaggia a cui Macron sta antipatico". A un certo Salvini sente alcuni contestatori dargli del fascista e cinque persone vengono fatte allontanare dalla piazza. "Ho sentito un comunista che mi definisce fascista - ha detto Salvini -. Qui non ci sono né fascisti né nazisti ma italiani orgogliosi. Ma noi vi offriamo una piadina". Dalla platea hanno iniziato a urlare "fuori, via!" all'indirizzo dei contestatori. Si trattava, fa sapere l'Ansa, di cinque o sei persone di cui uno con un fazzoletto No Tav, che sono stati accompagnati fuori dalle forze dell'ordine mentre alcuni dei presenti gli urlavano contro "comunisti di merda". Le ultime battute sono state sulla manovra economica. "Stiamo preparando una manovra economica che tagli le tasse a tanti italiani: se all'Europa va bene son contento, sennò la facciamo lo stesso".


RIMINI: Summit su alcol ai minori, “C'è un abusivismo dilagante” | VIDEO Attualità

RIMINI: Summit su alcol ai minori, “C'è un abusivismo dilagante” | VIDEO

Non si stancano di vendere alcol ai minori o di notte, nelle fasce orarie in cui è proibito farlo. La Confcommercio di Rimini ha giudicato “dilagante” l’abusivismo in questo ambito. I gestori di bar e locali da ballo del territorio riminese hanno indetto un summit con le forze dell’ordine per fare il punto sulla sicurezza legata alla movida e contrastare pratiche illecite che possono provocare danni alla salute dei giovanissimi con ripercussioni economiche anche sui locali. Negli anni infatti diversi club sono stati raggiunti dall’applicazione del famigerato articolo 100 del Tulps, quello che impone la chiusura temporanea dell’attività in seguito a tumulti e disordini, in cui il contesto è spesso quello delle droghe e dell’eccesso di alcol. Un articolo visto come una “spada di Damocle” dai commercianti che guardano invece con favore al Protocollo d’intesa firmato poche settimane fa a Roma, il quale prevede una maggiore collaborazione tra imprenditori e organi di sicurezza, e meccanismi premiali. Il questore di Rimini Francesco De Cicco si è detto favorevole ad utilizzare la figura del referente alla sicurezza interno a ciascun locale. Per il comandante provinciale dei Carabinieri Giuseppe Sportelli, “Rimini è già avanti rispetto a tante città, ma c’è ancora tanto da fare”. Nonostante l’incessante attività della polizia municipale, sia nel centro storico che in zona mare vengono continuamente sorpresi negozi, in particolare minimarket, a vendere alcolici ai minori. Alcuni in maniera persino recidiva. Va registrato che l’attenzione delle istituzioni sul tema è alta, ma il fenomeno ancora duro da abbattere.


RIMINI: Aeroporto Fellini, passeggeri in crescita, boom da Russia e Polonia | VIDEO Attualità

RIMINI: Aeroporto Fellini, passeggeri in crescita, boom da Russia e Polonia | VIDEO

All’aeroporto Fellini di Rimini si parla soprattutto russo. Nei primi sette mesi dell’anno sono transitati per lo scalo di Miramare 110mila passeggeri provenienti dalla Federazione Russa. È questa la nazione di riferimento per l’hub gestito da Airiminum, che nell’ultimo rapporto ha presentato dati in sostanziale crescita rispetto all’anno precedente. Fino a luglio compreso, attraverso il Fellini hanno volato 200mila passeggeri, e dunque i russi da soli sono più della metà. Gli altri mercati di riferimento sono la Polonia (25mila passeggeri), l’Albania (16mila) e l’Ucraina (12mila). Rispetto allo stesso periodo del 2018, le persone transitate per il Fellini sono cresciute del 20 per cento, anche se è ancora lontano l’obiettivo del milione di passeggeri annui ambito dalla società di gestione. I russi sono in crescita grazie al ritorno dei voli della Ural Airlines, che erano stati spostati a Bologna, e alla nuova linea con Mosca della Pobeda che vola sia in estate che in inverno. I polacchi sono addirittura raddoppiati per via della nuova tratta di Ryanair su Cracovia, oltre quella già esistente su Varsavia. I nuovi voli di Skyup su tre città ucraine, invece, hanno permesso a questo mercato di crescere di un terzo.


RIMINI: Format aggiornato per il Tiberio Music Festival, “Festa per tutti” | VIDEO Attualità

RIMINI: Format aggiornato per il Tiberio Music Festival, “Festa per tutti” | VIDEO

Il 2, 3 e 4 agosto il Parco XXV Aprile, nell’invaso del ponte di Tiberio, ospiterà la terza edizione del Tiberio Music Festival che vedrà per tre giorni artisti, cantanti, gruppi e deejay esibirsi sul palcoscenico. La novità di quest’anno è l’accostamento dell’artigianato alla musica, con l’allestimento del Rimini MarketPlace che riunirà artisti dell’handmade e del riciclo da tutta Italia. Oltre all’area dei food truck ci sarà anche quella dedicata ai giochi per bambini. “In altre parole – dicono gli organizzatori Filippo Zilli e Luca Pasini -, un festival rigorosamente ad ingresso gratuito che si rivolge a tutti; un momento in cui divertirsi serenamente in mezzo alla natura e alla storia della nostra amata città”. Venerdì a partire dalle 16 spazio dunque all’afro-world music in collaborazione con il Rimini Afro Festival, sabato alla musica elettronica e domenica al rock‘n roll targato Bradipop.


RIMINI: Analisi confermano che il mare è pulito, “Rivediamo le norme” | VIDEO Attualità

RIMINI: Analisi confermano che il mare è pulito, “Rivediamo le norme” | VIDEO

Tanto rumore per nulla. Una polemica, quella sulla qualità dell’acqua del mare riminese, che lo diciamo già da subito è tornata ottima, che poteva essere evitata se il caso, o una norma, avesse fatto capitare il campionamento di Arpae un giorno più in là. E invece il caso ha fatto sì che il prelievo del 29 luglio, programmato nella primavera scorsa, venisse effettuato il giorno dopo un temporale, ovvero in una giornata in cui, come avviene ovunque, vi è il divieto di balneazione per l’apertura degli sfioratori a mare. Una situazione che di regola si risolve in 24 ore. In base alle norme, i campionamenti possono essere posticipati solo in caso di mare mosso o di assenza di personale. Dopo il clamore mediatico dei giorni scorsi, in molti si chiedono: che senso ha fare i prelievi il giorno dopo la pioggia? Perché non posticiparli allo scadere del divieto? Lo pensano gli operatori balneari, gli albergatori, e lo ha reso noto pure il sindaco di Rimini Andrea Gnassi che ha inviato una lettera alla Regione chiedendo tempi più veloci per ottenere i risultati delle analisi e la possibilità di ritirare il divieto di balneazione in maniera più tempestiva. Infatti, nonostante già da martedì i primi risultati sulle acque fossero buoni, per legge il divieto è dovuto rimanere altri due giorni dando il tempo di dilagare a un ingiustificato allarmismo. Nel guazzabuglio rivierasco, non è mancate l’ennesima polemica tra Riccione e Rimini, con i primi che danno la colpa all’acqua dei secondi e alle correnti. L’assessore riminese Anna Montini ha respinto le accuse precisando che le correnti vanno in entrambe le direzioni e che il maggiore apporto di batteri proviene dai fiumi e dai comuni lungo di essi. È servita l’ironia dei bagnini romagnoli, con una foto, a convincere tutti: “L’acqua – testimoniano – non è mai stata così bella”.


RIMINI: Nasce il corso per tecnici avanzati in meccatronica | VIDEO Attualità

RIMINI: Nasce il corso per tecnici avanzati in meccatronica | VIDEO

Le aziende romagnole ricercano diverse figure altamente specializzate nel campo dell’automazione e che non riescono a trovare. Nasce così l’idea dalla Fondazione ITS Maker e da Confindustria Romagna, con il sostegno economico della Regione Emilia-Romagna, di avviare un percorso di formazione avanzata per “tecnici superiori nell’automazione e nei sistemi meccatronici”. Figure che avranno il compito di realizzare e monitorare impianti automatici. Al corso, della durata di due anni, potranno accedere studenti diplomati, e si spera in una “rivoluzione rosa”, dato che nel campo sono le donne le prime a trovare lavoro. Le iscrizioni al corso chiudono il 16 ottobre.


RIMINI: Comune pronto a dichiarare emergenza climatica, atteso il voto | VIDEO Attualità

RIMINI: Comune pronto a dichiarare emergenza climatica, atteso il voto | VIDEO

Il Comune di Rimini, dopo lo stimolo del movimento Fridays for future, si dice pronto a dichiarare lo stato di emergenza climatica. Il voto in Consiglio comunale sulla delibera è atteso per giovedì. Il messaggio dei giovani interessati alle sorti del pianeta ha raggiunto anche Palazzo Garampi. L’amministrazione comunale, spinta da Fridays for future, presenta giovedì di fronte al Consiglio la delibera per la Dichiarazione dell’emergenza climatica e ambientale. Uno “strumento operativo”, lo ha definito l’assessore all’Ambiente Anna Montini, che si aggiunge ai piani per la sostenibilità Paes e Paesc che hanno l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra. Il rispetto dell’ambiente investe vari ambiti. Sono in arrivo nuove casine dell’acqua e fontane pubbliche per scoraggiare l’acquisto di acqua in bottiglie di plastica. Dopo l’introduzione del divieto di utilizzo di plastica monouso in spiaggia, sono iniziati i controlli della polizia municipale negli esercizi balneari e per ora tutti si stanno attenendo alle nuove norme. Sul fronte rifiuti, nei primi mesi dell’anno la quota di differenziata ha raggiunto nel territorio comunale il 70% anticipando così gli obiettivi regionali per le città costiere. C’è poi l’iniziativa “Dona un albero alla tua città” con cui è possibile aiutare il Comune a piantumare giardini e viali. Mentre per il trasporto pubblico elettrico, dopo tanti ritardi si avvicina la data di avvio del metrò di costa.