Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Negozi sul lungomare, approvato regolamento anti-bazar | VIDEO Attualità

RIMINI: Negozi sul lungomare, approvato regolamento anti-bazar | VIDEO

Misura diversi chilometri il lungomare di Rimini e ogni isolato è la fotocopia di quello che lo precede. Una infilata di hotel, bar, sale giochi e piccoli negozi che poco hanno a che fare con le boutique di mete prestigiose. Molti esercizi commerciali, specie lungo i cosiddetti viali delle Regine, esplodono di merce a basso costo che dallo spazio espositivo interno invadono i marciapiedi. Talvolta si arrampicano pure sugli alberi. Una situazione che non rende giustizia a una città che afferma di voler cambiare volto e farsi conoscere anche per il proprio valore artistico. E contro l’arte del bazar si scaglia l’amministrazione comunale che ha fatto approvare al Consiglio un “nuovo regolamento per la valorizzazione dell’offerta commerciale”. In sintesi un galateo per rendere più dignitosa la passeggiata marittima. E ce n’è per tutti. Non è più consentito sovraccaricare gli spazi di merce: solo il 45 percento dell’area del negozio potrà essere occupata dagli espositori. Sorte analoga per le vetrine che non dovranno più essere ingombrate da scaffalature. Il fine è consentire il passaggio della luce all’interno dell’area di vendita. Niente più merce appesa nei posti più fantasiosi. E il regolamento li nomina tutti: muri, stipiti, serramenti, tende, ombrelloni, e persino alberi, lampioni e segnali stradali. All’esterno dei negozi non potranno essere esposti frigoriferi per bevande, né prodotti vietati ai minori come alcol, tabacchi, armi e articoli erotici. Queste ed altre prescrizioni verranno inviate nei prossimi giorni alle associazioni di categoria. “Il regolamento permette di valorizzare gli investimenti fatti in questi anni sulla città, potenziando i margini commerciali delle attività”. Ne è così certo l’assessore alle Attività economiche, Jamil Sadegholvaad. Per chi sgarra sono previste sanzioni, fino alla chiusura.


RIMINI: Voli Ryanair pieni al 90%, Fincato “Sviluppare offerta turistica” | VIDEO Attualità

RIMINI: Voli Ryanair pieni al 90%, Fincato “Sviluppare offerta turistica” | VIDEO

L’aeroporto di Rimini si dice soddisfatto per come stanno andando le cose con Ryanair, da un paio di mesi approdata al Fellini. Gli albergatori chiedono sempre più voli, ma Airiminum replica dicendo “Fate conoscere di più la Romagna all’estero”. Ancora incerta la presenza di Ryanair a Rimini dopo la stagione estiva. La compagnia irlandese, riferisce Airiminum, è in attesa di nuovi aerei da aggiungere alla propria flotta. Intanto il tasso di riempimento dei voli su Rimini per la compagnia low-cost, in queste prime settimane, si avvicina al 90 percento.


RICCIONE: Arriva Sport Marketing Festival, “Più business per i club coi social” | VIDEO Attualità

RICCIONE: Arriva Sport Marketing Festival, “Più business per i club coi social” | VIDEO

Alimentare le passioni dei fan di club sportivi attraverso i social non regala solo qualche “like” in più, ma si traduce anche in aumento di biglietti e abbonamenti per le competizioni, business per le squadre e dunque possibilità di fare passaggi di categoria. Ne sono convinti gli esperti, provenienti anche dall’estero, che il 13 e 14 giugno a Riccione si daranno appuntamento allo Sport Digital Marketing Festival. Un appuntamento dedicato a società sportive, social media manager e in particolare a giovani in cerca di lavoro in questo ambito dove il margine di crescita in Italia è ancora grande.


RIMINI: Legge anti omofobia al palo, Arcigay “È ora che la Regione si svegli” | VIDEO Attualità

RIMINI: Legge anti omofobia al palo, Arcigay “È ora che la Regione si svegli” | VIDEO

“È ora che la Regione Emilia-Romagna si svegli”. Questo l’appello lanciato dall’associazione Arcigay Rimini, in occasione della giornata contro l’omofobia, per esortare i legislatori del territorio a mettersi al passo con le altre regioni. Nell’ultimo anno in Italia ci sono stati quattro omicidi dettati dall’omo-transfobia. Il 17 maggio è stata la giornata contro tali discriminazioni, che partono dalle battute a scuole e sul posto di lavoro. E a Rimini la si è celebrata con una provocazione colorata.


RIMINI: Infrazioni semaforo rosso in crescita, sono 13 al giorno | VIDEO Attualità

RIMINI: Infrazioni semaforo rosso in crescita, sono 13 al giorno | VIDEO

Una brutta moda, quella di passare con il semaforo rosso. E le sanzioni di questo tipo a Rimini sono in aumento. A renderlo noto il Comune dopo l’ennesimo incidente che ha riguardato l’incrocio tra la Superstrada di San Marino e via della Gazzella, nel quartiere Grotta Rossa. Sono ancora da mettere nero su bianco i dettagli del sinistro di mercoledì sera. Alcuni testimoni avrebbero però visto una Porsche travolgere due auto e gli ingredienti del fattaccio sarebbero tra i più gravi per l’incolumità delle persone: forte velocità e non rispetto del semaforo. Passare con il rosso – ricorda la polizia municipale – è una violazione del codice che più di ogni altra provoca danni alle persone. Tre incidenti nelle sole ultime due settimane hanno riguardato l’incrocio della Grotta Rossa. Una intersezione che in passato ha mietuto anche vittime. L’amministrazione comunale di Rimini, dopo gli ultimi fatti, ha deciso di installare telecamere vista-red a questo come ad altri incroci sensibili della città. E sta anche valutando di costituirsi parte civile nei casi più gravi contro i guidatori che passano con il rosso, guidano in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti. “Le vittime e i feriti da incidenti stradali, provocati da comportamenti fuorilegge, rappresentano un tributo di sangue e di dolore, e anche un costo sociale, che per qualsiasi comunità non può più essere tollerato”, spiega il Comune. Una triste moda, dicevamo. Sono infatti 13 i passaggi con il rosso registrati in media ogni giorno a Rimini nei soli tre incroci sorvegliati dall’occhio elettronico. Erano 1.800 nel 2016 e sono saliti a 2.100 nel 2017.


CORIANO: San Patrignano, cena di beneficenza con chef Borghese e Tomei | VIDEO Attualità

CORIANO: San Patrignano, cena di beneficenza con chef Borghese e Tomei | VIDEO

1.600 invitati hanno partecipato mercoledì sera a San Patrignano alla cena di beneficenza che ha raccolto fondi destinati alla comunità. A preparare i piatti due chef d’eccezione. Quarant’anni di aiuto ai giovani finiti nel vortice delle dipendenze. La comunità di recupero di San Patrignano celebra il compleanno, dalle colline di Coriano, con una cena di beneficienza stellata. A guidare le brigate di giovani preparatissimi, Alessandro Borghese e Cristiano Tomei.


RIMINI: Omicidio Niang, un sospettato era nella casa degli spari di San Martino | VIDEO Cronaca

RIMINI: Omicidio Niang, un sospettato era nella casa degli spari di San Martino | VIDEO

Sono ancora al lavoro i militari del Ris di Parma sugli elementi raccolti nella scena del crimini di Rimini dove la notte del 18 aprile scorso venne ucciso a colpi di pistola il lavapiatti senegalese Makha Niang. Ma una scoperta, che potrebbe diventare una prova di estrema importanza in sede giudiziaria, è già stata fatta. Gli inquirenti lavorano contemporaneamente anche sul caso di San Martino dei Mulini, quello in cui la notte del 31 marzo scorso, nella piccola frazione della provincia di Rimini, vennero esplosi due colpi di pistola da dentro un’abitazione verso l’esterno. Ebbene dai laboratori della scientifica è emerso che le impronte trovate all’interno della suddetta dimora appartengono ad uno dei due sospettati, ovvero il 27enne Genard Llanaj, il quale è stato arrestato insieme al 22enne Artmir Mehmetlanaj. Un suv nero dello stesso modello di quello che, secondo le indagini, ha utilizzato la notte del 18 aprile chi ha freddato Makha Niang, è stato visto a San Martino dei Mulini dopo gli spari. Le impronte digitali permettono dunque di allacciare Genard Llanaj a quest’ultimo mezzo, analogo a quello che, secondo gli inquirenti, sfilava sua via Coletti all’1.55 di notte pochi istanti dopo che il cuore del giovane senegalese aveva smesso di battere. (Immagini Adriapress)