Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Opinione pubblica su Governo, prevale sfiducia e sostegno a Mattarella | VOTO Politica

RIMINI: Opinione pubblica su Governo, prevale sfiducia e sostegno a Mattarella | VOTO

Sentimento di sfiducia, ma anche un prevalente sostegno al presidente Mattarella. Sono queste le opinioni dei riminesi che abbiamo raccolto all’indomani del No del Capo dello Stato al ministro dell’Economia proposto da Lega e Cinquestelle. Non hanno dormito sonni tranquilli gli italiani la notte dopo l’ennesima fumata nera alla formazione di Governo dopo il voto del 4 marzo. Nemmeno i riminesi. In molti hanno preferito non attardarsi a parlare con noi, facendo però trapelare un generale sentimento di sfiducia verso tutta la classe politica.


RIMINI: Teatro Galli, apertura a fine anno, si cercano sostenitori privati | VIDEO Attualità

RIMINI: Teatro Galli, apertura a fine anno, si cercano sostenitori privati | VIDEO

Ancora non c’è una data precisa, ma la stagione inaugurale del rinnovato Teatro Galli di Rimini sarà probabilmente tra novembre e dicembre di quest’anno. E il Comune promette una inaugurazione lunga giorni. Da oggi inizia invece una serie di eventi per agganciare finanziatori della ritrovata casa dell’opera riminese. L’amministrazione comunale non si sbilancia sul costo preventivato della struttura, ma di certo, tra manutenzione ed utilizzi che vanno anche oltre la lirica, si parla di diversi quattrini. L’appello è rivolto ai privati, in particolare alle banche del territorio, nonostante le turbolenze degli ultimi anni. E poi ai cittadini amanti del genere, stimolando la formazioni di associazioni di affezionati come avviene in altre parti del mondo. “Il pubblico ha fatto ampiamente la sua parte”, ha detto il sindaco, “ora tocca al privato”. Il Comune avrà in gestione il Galli per i primi tre anni, periodo che consente di fargli raggiungere il grado di teatro di tradizione e di ottenere così ulteriori finanziamenti.


RIMINI: Trasporto pubblico, aumentano tariffe ma il Comune pensa ad agevolazioni | VIDEO Attualità

RIMINI: Trasporto pubblico, aumentano tariffe ma il Comune pensa ad agevolazioni | VIDEO

Importanti novità sul trasporto pubblico locale sono state votate dalla Giunta di Rimini. In arrivo rincari per abbonamenti e biglietti, ma anche agevolazioni per le fasce più deboli e i bambini. L’amministrazione comunale di Rimini ha deciso di allineare le tariffe del trasporto pubblico locale al sistema regionale, il quale offre agli studenti la possibilità di avere gli abbonamenti scolastici validi anche nei mesi estivi. L’allineamento approvato giovedì dalla Giunta contempla un aumento del costo di tali abbonamenti e del biglietto di corsa singola che dal primo giugno passerà da 1,30 euro a 1,50 euro per la fascia urbana. Il tempo di validità del biglietto sarà però esteso a 75 minuti. 150 mila euro sono stati messi in campo con l’ambizioso obiettivo di portare in tre anni l’uso del mezzo pubblico dall’attuale 14 percento al 20 percento della popolazione. La novità più grande riguarda i bambini sotto i 10 anni per i quali il trasporto pubblico sarà d’ora in poi gratuito. Per le famiglie con un indice Isee al di sotto dei 25mila euro, l’aumento dell’abbonamento studentesco sarà a carico del Comune. Mentre per tutte le famiglie, dal terzo figlio in poi l’abbonamento sarà gratis. Per gli anziani il prezzo agevolato dell’abbonamento sarà di 148 euro all’anno.


RICCIONE: Spunta acquirente per ex hotel Le Conchiglie, interventi alla Reggiana | VIDEO Attualità

RICCIONE: Spunta acquirente per ex hotel Le Conchiglie, interventi alla Reggiana | VIDEO

Come ci hanno oramai abituato, ogni volta che le forze dell’ordine controllano le ex colonie abbandonate della costa riminese le trovano piene di senzatetto. È successo anche giovedì a Riccione dove l’ultimo raid di carabinieri e polizia intercomunale ha colpito la carcassa di quello che una volta era l’hotel Le Conchiglie, in zona Marano. Una decina le persone trovate al suo interno. L’amministrazione comunale parla di una “generale operazione di messa in sicurezza avviata nelle scorse settimane nei confronti di un buco nero della città”. E fa riferimento ai periodici controlli delle colonie e ai successivi interventi degli operai per murare le finestre e a rinforzare i cancelli. Ma l’area continua ad essere preda del degrado e puntualmente, dopo ogni intervento, chi non ha una casa trova il modo di tornare in possesso di quegli spazi. Nei casi più gravi, per commettere crimini, come denunciato in passato. Una novità riguarda l’ex albergo Le Conchiglie. È infatti spuntata la proposta di acquisto da parte di un privato che si sarebbe impegnato nel portare a termine gli interventi di bonifica attorno la struttura. Il Comune ha optato dunque per sospendere le procedure di fallimento del complesso. Provvedimento accolto dal giudice. Novità riguardano anche la vicina ex colonia Reggiana. Il Comune entrerà infatti in possesso del suo piazzale d’ingresso di proprietà della società Metropol, facente capo alla famiglia La Russa. In cambio la società ha ottenuto dalla Giunta il via libera alla sopraelevazione di un piano di un suo immobile su viale Ceccarini e all’accorpamento di tre negozi al suo interno.


BOLOGNA: Stupri Rimini, confermata in appello la pena per i minori | VIDEO Cronaca

BOLOGNA: Stupri Rimini, confermata in appello la pena per i minori | VIDEO

Nove anni e otto mesi per i tre complici di Butungu Ha corso la giustizia italiana nei processi che si stanno svolgendo tra Rimini e Bologna nei confronti dei quattro arrestati per gli stupri avvenuti a Rimini la notte del 26 agosto dell’anno scorso. Giovedì è arrivata la condanna in appello per i tre minorenni che conferma quella di primo grado del febbraio scorso: 9 anni e 8 mesi per i due fratelli di 15 e 17 anni, che stanno scontando la pena uno a Torino e l’altro a Firenze, e per il terzo giovane di 16 anni che si trova presso il carcere di Roma. Furono i primi due a presentarsi ai carabinieri del pesarese, dove risiedevano con la famiglia, qualche giorno dopo il feroce episodio quando la caccia ai colpevoli si era fatta più serrata ed erano iniziate a circolare in tv e sul web le immagini di videosorveglianza che ritraevano i presunti colpevoli a zonzo per Miramare nelle ore delle violenze. Determinante fu, nella ricerca dei responsabili, la lucida testimonianza della vittima peruviana che ha permesso di ricostruire l’identikit dei suoi violentatori. Poi gli arresti e, dopo qualche scaricabarile tra i membri della banda, le confessioni. Nel novembre scorso arrivò la condanna in primo grado a 16 anni per l’unico maggiorenne del gruppo, definito il “capobranco”, Guerlin Butungu, i cui legali stanno preparando il ricorso in appello. Otto mesi dopo gli odiosi episodi di quella notte, in cui cambiò per sempre la vita dei due giovani turisti polacchi e della donna peruviana, arriva dunque un’altra condanna.


RICCIONE: Torna il Dig Festival, al centro propaganda globale e sorveglianza di massa | VIDEO Attualità

RICCIONE: Torna il Dig Festival, al centro propaganda globale e sorveglianza di massa | VIDEO

Torna a Riccione anche quest’anno il Dig Festival, l’evento dedicato ai documentari e al giornalismo d’inchiesta, il cui titolo in questa edizione è “War on data”. Verranno infatti affrontate le battaglie dei dati che si giocano in rete. Nel campo del giornalismo la tecnologia aiuta a proseguire le inchieste di quei professionisti del racconto che hanno perso la vita alla ricerca del male. La prossima edizione del Dig Festival, a Riccione dall’1 al 3 giugno, partirà dall’attualità per esplorare le nuove frontiere del giornalismo d’inchiesta.


RIMINI: Albergatori, rieletta Rinaldis “Chiediamo al Comune lotta al degrado” | VIDEO Attualità

RIMINI: Albergatori, rieletta Rinaldis “Chiediamo al Comune lotta al degrado” | VIDEO

Dopo 12 anni alla guida dell’Associazione albergatori di Rimini, Patrizia Rinaldis è stata rieletta presidente con uno scarto di 14 voti sul suo concorrente. Nel giorno del suo ennesimo insediamento, Rinaldis ha chiesto al Comune la lotta alle strutture degradate. Dal 2006 è a capo degli albergatori di Rimini e nella notte tra mercoledì e giovedì, dopo un lungo scrutinio e un’accesa campagna tinta di polemiche, è stata confermata alla guida dell’Aia Patrizia Rinaldis. Sconfitta la lista di Corrado Della Vista che con 5 membri su 13 entra comunque a far parte del consiglio. Tutto deve partire dalla qualità delle strutture, e la richiesta va dritta al sindaco. In conferenza stampa è emerso che sarebbero una ventina gli alberghi di Rimini in odore di mafia. Una economia parallela che danneggia chi lavora nella legalità. Una partecipazione elettorale che all’Aia non si vedeva da un decennio.