Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: A processo per diffamazione la socia accoltellata da Loris Stecca | VIDEO Cronaca

RIMINI: A processo per diffamazione la socia accoltellata da Loris Stecca | VIDEO

Galeotte furono le parole utilizzate in televisione. E così Roberta Cester, ex collega di lavoro del pugile romagnolo Loris Stecca, da lui accoltellata, finirà a processo per diffamazione. I ruoli si sono ribaltati. Nel nuovo procedimento che vede coinvolti Stecca e Cester è quest'ultima a finire sul banco degli imputati. La denuncia fa riferimento alle esternazioni della donna nei confronti del pugile avvenute all'interno della puntata dell'8 gennaio 2014 di una trasmissione di Barbara D'Urso. In quella occasione Roberta Cester aveva utilizzato parole dure nei confronti di Stecca, tanto dure da convincere il gup di Rimini a rinviarla a giudizio. Le esternazioni avevano avuto luogo pochi giorni dopo il 27 dicembre 2013, data in cui Loris Stecca prese in mano un coltello e colpì all'addome Roberta Cester dopo un litigio avvenuto nella palestra in cui i due lavoravano. Per quel tentato omicidio, l'ex campione è stato condannato a otto anni e cinque mesi di carcere. Una pena che l'uomo sta scontando presso la casa circondariale di Rimini e durante la quale ha ottenuto il permesso di lavorare come parcheggiatore. Nel febbraio del 2019 avrà inizio il nuovo processo. Questa volta il pugile farà parte dell'accusa.


RIMINI: Aeroporto, riempimento primi voli Ryanair all'81% | VIDEO Economia

RIMINI: Aeroporto, riempimento primi voli Ryanair all'81% | VIDEO

Vanno bene i primi voli Ryanair che il 26 marzo hanno cominciato il loro servizio presso l’aeroporto di Rimini, connettendo il Fellini con Londra, Varsavia e Kaunas (in Lituania). Il tasso di riempimento medio della prima dozzina di tratte è stato dell’81 percento, con una punta del 97 percento toccata dal volo da Londra della vigilia di Pasqua. I passeggeri in arrivo da queste tre mete hanno superato quelli in partenza. Sui voli Ryanair riminesi si è concentrata nelle ultime ore l’attenzione di Aerdorica, società che gestisce lo scalo concorrente di Ancona e che ha promesso di fare ricorso all’Unione europea qualora questi nuovi voli gestiti da Airiminum fossero finanziati da soldi pubblici. Intanto la società che gestisce il Fellini fa sapere di aver bissato nel primo trimestre del 2018 i risultati dello stesso periodo del 2017. Nei primi tre mesi di quest’anno i passeggeri qui transitati sono stati 27.800, con un fatturato complessivo pari a quasi 900 mila euro, in aumento del 5 percento rispetto all’anno prima.


RIMINI: Apre nuovo punto Conad, “Creati 100 posti di lavoro” | VIDEO Attualità

RIMINI: Apre nuovo punto Conad, “Creati 100 posti di lavoro” | VIDEO

È stata una corsa contro il tempo. A rallentare i lavori ci si è messo di mezzo il maltempo delle scorse settimane. Apre al pubblico riminese giovedì il nuovo punto Conad di via della Fiera. Si va così ad aggiungere un nuovo tassello all’ex polo fieristico urbano. Il nuovo supermercato si affaccia sul Palacongressi. L’intervento, costato al consorzio di punti vendita 50 milioni di euro, comprende anche uffici e palazzine residenziali. Dei 34 appartamenti ultimati del primo lotto ne rimangono da vendere 4. Altri 40 verranno realizzati nel secondo lotto il cui cantiere è già partito. La gestione della struttura è affidata a due giovani riminesi, i fratelli Fabio e Luca Semprini Cesari. La maggior parte degli addetti dello store sarà di nuova assunzione.


RIMINI: Croce Rossa, consegnati 1.250 pacchi viveri in un anno | VIDEO Attualità

RIMINI: Croce Rossa, consegnati 1.250 pacchi viveri in un anno | VIDEO

Ogni volta che si pensa alla Croce Rossa viene in mente l’autoambulanza e il primo soccorso. In realtà, questa associazione ha negli ultimi tempi ampliato il proprio raggio d’azione, anche a Rimini dove è presente da più di un secolo, con lo scopo di stare più vicino alle frange più bisognose della popolazione. Dalle vittime della povertà a quelle di catastrofi naturali.


RIMINI: Aeroporti, Ancona pronta a denunciare se nuovi voli sono finanziati dal pubblico | VIDEO Attualità

RIMINI: Aeroporti, Ancona pronta a denunciare se nuovi voli sono finanziati dal pubblico | VIDEO

Continua la guerra dei cieli tra Rimini e Ancona. Tra le rispettive società di gestione degli aeroporti Airiminum e Aerdorica. A febbraio l’amministratore delegato del Fellini, Leonardo Corbucci aveva parlato di “concorrenza sleale” da parte dei colleghi marchigiani per quei 20 milioni di euro che la Regione Marche aveva destinato allo scalo di Ancona per la sua ricapitalizzazione. Una operazione della quale l’amministratrice delegata di Aerdorica Federica Massei aveva vantato la legittimità. Dopo il ricorso riminese, su Ancona grava l’attesa della risposta di Bruxelles che dovrà decidere se quei 20 milioni sono o meno un aiuto di Stato. La legislazione europea non consente infatti questo tipo di impiego. Da tempo Aerdorica avrebbe ottenuto un anticipo di 7 milioni di euro. Intanto i suoi dipendenti confermano uno sciopero e la società chiederà una proroga di un mese al giudice per la presentazione del piano concordatario. Ancona è furiosa con Rimini. Massei si domanda: “Da dove provengono i finanziamenti per i nuovi voli Rayanair del Fellini? Se si tratta di soldi pubblici faremo anche noi denuncia per concorrenza sleale”. L’aria continua dunque ad essere estremamente tesa tra i due scali e i rispettivi amministratori.


RIMINI: Gestioni sospette, Comune segnala 37 hotel alla Prefettura | VIDEO Cronaca

RIMINI: Gestioni sospette, Comune segnala 37 hotel alla Prefettura | VIDEO

La storia è vecchia per il territorio riminese. Già negli anni 90 si verificarono numerosi passaggi di proprietà e cambi di gestione da cui ne trassero profitto gli ambienti mafiosi. Alberghi, ma anche bar, ristoranti e sale per i giochi utilizzati, come riportate da alcune inchieste giudiziarie, per il riciclaggio di denaro provenienti da attività illecite. Dallo spaccio di droga alle bische clandestine. Da inizio 2017 il Comune di Rimini ha segnalato alla Prefettura 37 strutture ricettive per passaggi di proprietà o subentri sospetti, 4 da inizio anno. Si tratta del 20 percento delle nuove aperture e dei passaggi di gestione registrati in tale arco di tempo. Partono così le verifiche da parte degli organi competenti su tali operazioni. “Il nostro tessuto economico, per numeri e caratteristiche, è quello che può prestare maggiormente il fianco a certe forme di illeciti”, è quanto sottolinea l’assessore alle Attività Economiche del Comune di Rimini Jamil Sadegholvaad”. Ogni 15 giorni, attraverso i dati raccolti dallo Sportello unico per le imprese, viene inviato alla Prefettura l’elenco completo delle nuove attività sul suolo comunale. 90 quelle che hanno preso il via nella sola prima metà di marzo. “In questo modo – prosegue l’assessore – diamo modo alle autorità di approfondire situazioni che possono apparire poco chiare”.


ROMAGNA: Tartarughe spiaggiate per il freddo, è emergenza al Centro di recupero | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Tartarughe spiaggiate per il freddo, è emergenza al Centro di recupero | VIDEO

Sono stati almeno una ventina gli spiaggiamenti di tartarughe marine in sole 48 ore sulle rive della Romagna e delle Marche. 18 gli esemplari Caretta caretta recuperati tra Ravenna e Ancona, passando per Lido di Savio, Cesenatico, Riccione e Cattolica e gli esperti temono che il numero possa presto aumentare. È in stato di piena emergenza il Centro di recupero e riabilitazione delle tartarughe marine di Riccione gestito alla Fondazione Cetacea. Gli ultimi arrivi si vanno ad aggiungere alle testuggini già ricoverate nel corso dell’inverno. Tutti gli esemplari salvati presentano caratteristiche comuni: sono molto giovani, fortemente debilitati e presentano i sintomi della ipotermia. Gli sbalzi termici repentini dell’ultimo periodo sarebbero alla base di questa emergenza. Le tartarughe, che con l’innalzamento della temperatura del mare avevano cominciato a risalire l’Adriatico, sono state sorprese dall’arrivo del freddo che ha causato l’abbassamento delle loro funzioni vitali, rendendole catatoniche. I volontari chiedono a chiunque le avvisti di contattare direttamente la fondazione o la Capitaneria di Porto e di scaldare nell’attesa la tartaruga con una coperta, perché ogni minuto passato in più al freddo può rivelarsi per loro fatale.