Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Ressa di fan per Vasco Rossi al porto tra autografi e selfie | VIDEO Attualità

RIMINI: Ressa di fan per Vasco Rossi al porto tra autografi e selfie | VIDEO

Primo maggio da incorniciare per i fan di Vasco Rossi che nel pomeriggio di martedì si sono trovati a passeggiare per il molo di Rimini. Mentre tutti i presenti celebravano la festa del lavoro, al lavoro quel giorno per il suo prossimo tour vi era il rocker emiliano, il quale in queste settimane sta eseguendo le prove dei prossimi concerti con la sua band presso il Rockisland. Un mese riminese per Vasco. Non è infatti la prima volta che in questi giorni viene avvistato transitare tra il Grand Hotel di Rimini, dove alloggia, e il locale palafitta sul porto. In una giornata meno calda delle precedenti, ma comunque piacevole per una passeggiata, il Blasco si è concesso una camminata sulla palata dove ha stretto mani, firmato autografi e scattato selfie con i presenti. Ed è stato lo stesso cantautore ad un certo punto a sfilare dalla tasca lo smartphone e a riprendere i presenti. Nei prossimi giorni alcuni fortunati scelti tramite un concorso indetto dal fun club potranno assistere alle prove. La zona portuale di Rimini torna dunque a riempirsi delle note di “Alba chiara” dopo il mega concerto di Modena dell’estate scorsa che venne trasmesso proprio dalla spiaggia di Piazzale Boscovich. Un legame stretto quello tra Vasco e Rimini confermato dalla scelta dell’autodefinitosi “provocautore” di confezionare qui i suoi prossimi spettacoli. (Video Adriapress)


CESENA: Aumentano i morti sul lavoro, 17 vittime nell’ultimo anno | VIDEO Attualità

CESENA: Aumentano i morti sul lavoro, 17 vittime nell’ultimo anno | VIDEO

Il trend è in aumento. Nella provincia di Forlì-Cesena nel giro di cinque anni i morti sul lavoro sono cresciuti del 35 percento. Complice forse la lenta ripresa, che ha piazzato sul mercato del lavoro qualche occupato in più. Fatto sta che, denunciano i sindacati, “è inaccettabile che nel terzo millennio una persona rischi la salute o la vita per esercitare il proprio diritto al lavoro”. “Alcune imprese hanno pensato di risultare più competitive abbattendo i costi della sicurezza e mettendo a rischio i propri dipendenti”, è quando scrivono congiuntamente dal cesenate le sigle CGIL, CISL e UIL. In questa provincia le vittime sono passate da 11 nel 2012 a 17 nel 2017. Forlì-Cesena risulta la provincia con il più alto numero di morti sul lavoro in regione dopo Modena e Bologna, che ne contano rispettivamente 24 e 20. Va però tenuto conto che questi territori hanno un numero di occupati nettamente superiore a quello della provincia romagnola. Oltre agli incidenti mortali, vi sono poi gli infortuni e le malattie professionali che a livello nazionale costano complessivamente 20 miliardi di euro all’anno. Per le imprese significa 9 milioni di giorni di lavoro persi. Quello che chiedono i sindacati del territorio è l’assunzione di più ispettori del lavoro e maggiori investimenti in formazione; l’addestramento dei lavoratori sul posto di lavoro e l’inserimento delle attività routinarie tra quelle oggetto della valutazione dei rischi.


RIMINI: Nuove aree monumentali, avviati lavori al giardino del castello | VIDEO Attualità

RIMINI: Nuove aree monumentali, avviati lavori al giardino del castello | VIDEO

Dopo una lunga campagna di scavi, tra il 2015 e il 2016, presso l’area del Castel Sismondo a Rimini, sono stati rinvenuti diversi reperti archeologici, in particolare una torre demolita. Gli interventi di riqualificazione hanno l’obiettivo di riportare alla luce la Corte a mare della rocca malatestiana. Intanto sono iniziati nuovi lavori legati al Museo Fellini. Proseguono i lavori anche attorno al Ponte di Tiberio. Dopo il completamente della Piazza sull’acqua e della passerella sospesa ciclopedonale, che tanto hanno fatto discutere ambientalisti ed esperti d’arte, si procede con il collegamento tra San Giuliano e il centro storico.


SAN MARINO: Riduzione orario dipendenti pubblici, sindacati “Improponibile” | VIDEO Economia

SAN MARINO: Riduzione orario dipendenti pubblici, sindacati “Improponibile” | VIDEO

Diminuire le ore settimanali di lavoro per i dipendenti statali da 36 a 35. Questa la proposta del governo sammarinese che vede però fortemente contraria la Federazione del Pubblico Impiego, preoccupata dalla conseguente riduzione dei salari. La proposta del governo di San Marino è arrivata come una doccia fredda sulle scrivanie dei sindacati in previsione della prossima legge di spending review. Ridurre l’orario di lavoro dei dipendenti pubblici e con essi gli stipendi. Questo dopo che la finanziaria dell’agosto scorso aveva già imposto un taglio ai salari dello 0,5 percento. Ora si parla di un ulteriore 2,6 percento. La Federazione Pubblico Impiego del Titano non ci sta. In molti uffici pubblici, come denunciano i sindacalisti, mancherebbe del personale e ridurre le ore di lavoro a quello presente congestionerebbe ulteriormente l’erogazione dei servizi. Ma l’aspetto più deleterio per le famiglie dei lavoratori coinvolti sarebbe la riduzione dei salari.


RIMINI: Lo investe e lo scaraventa a 15 metri, grave ciclista 72enne | VIDEO Cronaca

RIMINI: Lo investe e lo scaraventa a 15 metri, grave ciclista 72enne | VIDEO

È stato caricato sul cofano di un’auto in corsa, il suo corpo ha sfondato il parabrezza prima di essere sbalzato via. Questa la tragica vicissitudine che nel primo pomeriggio di domenica a Rimini ha avuto come protagonista un uomo di 72 anni che percorreva la Strada Consolare per San Marino a bordo della propria bicicletta. Le due del pomeriggio l’orario in cui è avvenuto l’impatto con una Renault Scenic. Ci troviamo a pochi metri di distanza dall’incrocio con via della Gazzella, non lontano dal casello di Rimini Sud. Secondo la prima ricostruzione della Polizia Stradale, sia l’automobile che la bicicletta viaggiavano nello stesso senso di marcia, in direzione del Titano. L’anziano si è ritrovato sul cofano della macchina ed è stato sbalzato a diversi metri di distanza. Lo schianto è stato violento e le condizioni del 72enne sono parse da subito gravissime. Sul posto sono sopraggiunti i mezzi di soccorso chiamati dagli automobilisti che passavano di lì. Data la gravità del ferito si è resa necessaria l’eliambulanza di Ravenna che è atterrata in un campo da calcio adiacente alla strada e ha trasportato il ferito al trauma center del Bufalini di Cesena. La corsia in cui è avvenuto l’investimento è stata bloccata per i rilievi della polizia causando rallentamenti al traffico. (foto/video Adriapress)


RIMINI: Colonie marine abbandonate, “Basta farne hotel, pensiamo al sociale” | VIDEO Attualità

RIMINI: Colonie marine abbandonate, “Basta farne hotel, pensiamo al sociale” | VIDEO

Continua il dibattito attorno alle colonie marine abbandonate. Dall’Associazione Italia Nostra arriva la preghiera di farne luoghi ecologici e spazi per la socializzazione, lontani dalla speculazione edilizia. Potrebbero dare risposte a molti quesiti della città contemporanea. Scuole, verde pubblico, aggregazione sociale, salute. E invece le vecchie colonie marine della riviera riminese continuano a rimanere privilegiati spazi dell’abbandono. Ne abbiamo parlato nei nostri studi. 


RIMINI: Lotta a prostituzione e luci in spiaggia, nuove ordinanze comunali | VIDEO Attualità

RIMINI: Lotta a prostituzione e luci in spiaggia, nuove ordinanze comunali | VIDEO

Arriva la bella stagione e con essa l’aumento dei rischi per la sicurezza e l’ordine pubblico per cittadini e turisti. Rimini porta ancora con sé la cicatrice di quell’orrore che si consumò in spiaggia nell’agosto del 2017, di notte, con una turista polacca violentata e il suo compagno malmenato. Episodi di violenza, furti e rapine che hanno trasformato negli anni la battigia in un far-west quando cala il sole. Da quest’anno, rispetto all’anno scorso, tutti gli stabilimenti balneari, nessuno escluso, dovrà illuminare la propria spiaggia a giorno dal tramonto all’alba. La nuova ordinanza comunale avrà valore dall’ultimo weekend di maggio al secondo di settembre. Chi non ottempera a questo obbligo rischia una sanzione da mille euro. L’anno scorso la norma valeva solo per chi era già dotato di impianti di illuminazione. Da quest’anno chi ne è sprovvisto dovrà installarli ed azionarli. Il provvedimento era già stato anticipato dal Patto sulla sicurezza firmato nel dicembre scorso dai sindaci della provincia con il ministro Minniti. L’altra novità riguarda la lotta alla prostituzione. L’ordinanza in questo caso ha valore dal 15 maggio al 15 di ottobre e mappa le strade dello sfruttamento delle donne all’interno del territorio comunale. Rispetto all’anno scorso si aggiungono nuove aree in cui è vietata la compravendita del sesso. In particolare viale Vespucci e piazzale Medaglie d’oro a Marina Centro; viale Euterpe, arteria residenziale della città, e via Foglino, nella campagna di Torre Pedrera. Ma in totale sono più di 30 le vie indicate dal provvedimento di Palazzo Garampi.