Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


EMILIA-ROMAGNA: Turismo, Corsini, “Pnrr grande occasione, siamo pronti” | VIDEO Politica

EMILIA-ROMAGNA: Turismo, Corsini, “Pnrr grande occasione, siamo pronti” | VIDEO

“Ci sono delle buone notizie” per quanto concerne il settore turistico grazie ai fondi del Pnrr. Ad affermarlo è l’assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini, che, a margine di un convegno sul tema a Rimini organizzato da Fisascat, ha enfatizzato tre misure “che possono segnare davvero una differenza con il passato”. E ha citato “il credito d'imposta, il fondo rotativo, il super bonus energetico all’80% per le strutture ricettive”. A questi, ha detto l’assessore, “si aggiungono anche alcune misure, alcuni interventi, che metterà in campo la Regione per sostenere la riqualificazione alberghiera”. Corsini è anche assessore alla Mobilità, e ciò che interessa potenziare alla Regione, ha detto, è “soprattutto il trasporto ferroviario per aumentare l'attrattività e la raggiungibilità delle destinazioni turistiche, in particolare la Riviera”. Strategie che, assicura Corsini, “siamo pronti a metterle a terra, a fare la nostra parte”. Una delle sfide per il turismo locale sarà riagganciare quei mercati esteri che sono stati sospesi dalla pandemia. La speranza della Regione è che già “nel 2022 ci possano essere le condizioni per recuperare quote di mercato internazionale, sia europeo che extra Ue”, dichiara l’assessore, il quale ammette che rimangono però “alcune nebbie, alcune incognite che ci impediscono in questo momento di fare delle previsioni certe. Penso ad esempio al mercato russo”, un mercato di riferimento, in particolare per la Romagna. “Speriamo che da qui alla prossima primavera la situazione si sblocchi”, è l’auspicio dell’assessore, che aggiunge: “Siamo ovviamente molto interessati, soprattutto con l'aeroporto di Rimini, a sviluppare collegamenti giornalieri con diverse città della Russia dei Paesi dell'Est”.



RIMINI: Metromare esteso fino in fiera. E Santarcangelo? | VIDEO Attualità

RIMINI: Metromare esteso fino in fiera. E Santarcangelo? | VIDEO

Il prolungamento del Metromare dalla stazione di Rimini fino alla fiera ha ottenuto un finanziamento di 49 milioni di euro dal Pnrr. Anche le aree interne vorrebbero essere raggiunte dal trasporto rapido, sentiamo la sindaca di Santarcangelo di Romagna, Alice Parma.


RIMINI: SS16, critiche al progetto, la Provincia, “Non iniziamo daccapo” | VIDEO Attualità

RIMINI: SS16, critiche al progetto, la Provincia, “Non iniziamo daccapo” | VIDEO

Il tracciato della nuova Statale Adriatica, nel Riminese, correrà lungo l’autostrada A14 da Torre Pedrera a Misano Adriatico, allontanandosi così dalla fascia costiera più urbanizzata. I lavori richiedono però il passaggio su alcuni campi agricoli nella zona Nord, oltre all’abbattimento di case a Villaggio Primo Maggio. Per questo sono arrivate critiche al progetto, in particolare dagli agricoltori. La Provincia esorta però ad attuare migliorie senza stravolgere il progetto, altrimenti si dovrebbe ricominciare tutto daccapo, con il rischio di perdere altri anni.


ROMAGNA: Concessioni, l'Ue richiama l'Italia affinché si metta in regola | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Concessioni, l'Ue richiama l'Italia affinché si metta in regola | VIDEO

Il rinnovo delle concessioni demaniali in Italia resta ancora automatico, in disaccordo con la direttiva Bolkestein. Nella legge sulla concorrenza, il governo ha tolto la parte relativa agli stabilimenti balneari, in attesa di eseguire una mappatura della costa italiana. Una scelta applaudita dai balneari di Confartigianato Imprese Demaniali. Critico il Movimento 5 Stelle riminese, che dice, “basta scappare dalla Bolkestein”, e valuta emendamenti al ddl Concorrenza. Dopo la decisione del governo di stralciare dal ddl Concorrenza la parte sulle concessioni demaniali in attesa di una mappatura, arrivano le critiche del Coordinamento nazionale Mare Libero. “Si tratta di un do ut des a livello di contributi elettorali”. Non usa mezzi termini il presidente del gruppo di comitati costieri, Roberto Biagini, che si batte per “restituire il mare alla collettività”. “La politica in questo caso è completamente genuflessa”, afferma, è “alla mercé dei balneari”. Ogni anno lo Stato riceve dai canoni demaniali 100 milioni di euro per una mole d'affari di 15 miliardi di euro, riporta l’avvocato, che parla dunque di “svendita totale di un bene pubblico”. Il governo ha detto di prendere tempo in attesa di realizzare una mappatura delle concessioni. “Una scusa banale e puerile”, per il presidente, il quale ricorda che basta andare negli uffici comunali del demanio, all’Agenzia del Demanio o all’Agenzia delle Entrate “e si ha la mappatura”. Il coordinamento punta il dito contro la “impermeabilità” del settore balneare. “Sono 25 anni di proroghe”, lamentano. Eppure ci sono “imprenditori che vorrebbero anche loro cercare di investire sull’arenile”. Superare l’attuale sistema sarebbe anche un modo “per conformare l’arenile in modo diverso”, dato che “c’è necessità di avere più spiagge libere”, conclude Biagini.


RIMINI: A Hera la gestione del servizio idrico per 18 anni | VIDEO Attualità

RIMINI: A Hera la gestione del servizio idrico per 18 anni | VIDEO

Ventiquattro comuni della provincia di Rimini, compreso il capoluogo, ad esclusione di Maiolo avranno il servizio idrico erogato per altri 18 anni dal Gruppo Hera. L’agenzia emiliano-romagnola Atersir ha infatti aggiudicato la gara riguardante 160.000 utenze e 3.000 km di rete alla multiutility che opera anche nel settore dei rifiuti e dell’energia. Il contratto sarà firmato nei prossimi mesi e ha un valore di oltre 1,7 miliardi di euro. Promessi dal gruppo investimenti sul territorio per 250 milioni di euro. “Saranno impiegati per prevenire e contenere le perdite, potenziare la rete”, spiegano dal gruppo. All’interno del piano degli investimenti sono previsti anche interventi per l’ottimizzazione del sistema fognario depurativo e il potenziamento degli impianti di depurazione, con il ricorso a tecnologie come l’intelligenza artificiale e i big data. Questo “per ottimizzare le attività di manutenzione o aumentare il risparmio energetico delle attività di depurazione”. “Oltre a preservare posti di lavoro e professionalità locali, la nostra volontà è quella di creare nuovo valore per Rimini e per i comuni gestiti”, ha dichiarato l’amministratore delegato del Gruppo Hera, Stefano Venier.


SANTARCANGELO DI R.: Torna la Fiera di San Martino, spazi più ampi e green pass | VIDEO Attualità

SANTARCANGELO DI R.: Torna la Fiera di San Martino, spazi più ampi e green pass | VIDEO

L’edizione del 2020 è stata forse l’unica saltata, causa Covid, in quattro secoli di storia. Dall’11 al 14 novembre il centro di Santarcangelo di Romagna (Rimini) tornerà ad ospitare la tradizionale Fiera di San Martino, conosciuta in zona come ‘fiera di Bec’. Ampio spazio all’enogastronomia locale con bancarelle e punti di ristoro, ma in una nuova veste. Le misure anti-contagio hanno fatto saltare oltre un centinaio di posteggi per espositori, che saranno dunque 460, per consentire percorsi più ampi per il deflusso dei visitatori. Questi avranno l’obbligo del green pass. I certificati però non saranno controllati ai varchi di ingresso, ma a campione, perché l’area della fiera comprende anche attività commerciali e abitazioni. “Come prevede la normativa per le fiere, bisognerà essere in possesso del green pass”, spiega a margine della presentazione la sindaca Alice Parma. Ci saranno “steward di controllo che provvederanno al controllo a campione” del certificato. Una centrale di controllo all’interno del Municipio coordinerà forze dell’ordine, steward e volontari per prevenire assembramenti, ma anche furti, borseggi e vendita abusiva. La città vive questo ritorno alla quasi normalità con “uno spirito emozionato e soprattutto partecipato”, afferma Parma. I prodotti tipici continuano a rimanere il fulcro della festa, che ospiterà il Premio per la piada, la rassegna Cibo come cultura e la Scuola dei sapori, oltre a un pomeriggio di letture dantesche.