Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Decennale scomparsa don Benzi, “Ha cambiato il nostro territorio” | VIDEO Attualità

RIMINI: Decennale scomparsa don Benzi, “Ha cambiato il nostro territorio” | VIDEO

Dieci anni dalla sua scomparsa. Una eredità imponente, quasi difficile da accettare. Un uomo che ovunque andasse nel mondo costruiva ponti. Il telefono cellulare, tra i primi ad averlo, e gli orologi i suoi simboli. Strumenti per costruire un mondo di pace in cui non esiste il diverso, ma solo ciò che ancora non si conosce. La città di Rimini ricorda il suo parroco più amato, don Oreste Benzi. In migliaia alle celebrazioni in suo onore al Palacongressi.


RIMINI: Ingente quantità di hashish, LSD e MDMA nascosta in casa, un arresto | VIDEO Cronaca

RIMINI: Ingente quantità di hashish, LSD e MDMA nascosta in casa, un arresto | VIDEO

Sette virgola otto chilogrammi di hashish. Per comprendere il loro valore commerciale basti pensare che un grammo viene venduto a circa 30 euro. E non stupisce, dunque, se nascosti tra i pensili della cucina e la cantina vi erano 13 mila euro in banconote. Bilancini di precisione, sacchetti già divisi in dosi. Sono queste le motivazioni che hanno spinto i carabinieri di Riccione ad arrestare in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio, un 51enne di Coriano, nel riminese, originario di Torino. Il soggetto era già stato arrestato in passato per gli stessi motivi. Nella villetta in cui viveva da solo da disoccupato, il fiuto del cane Arthur, proveniente dall’unità cinofila di Pesaro, ha permesso di risalire anche a 3 etti di marijuana, 3 grammi di MDMA e 11 francobolli intrisi di LSD. Una vasta gamma di stupefacenti su cui gli inquirenti ora indagano per ricostruire i canali dello spaccio. 


RIMINI: Maxi piantagione di marijuana a Covignano, 25 chili pronti al commercio | VIDEO Cronaca

RIMINI: Maxi piantagione di marijuana a Covignano, 25 chili pronti al commercio | VIDEO

I teli verdi della recinzione per nascondere l’insolita coltivazione. 250 piante di cannabis indiana stavano crescendo sul colle di Covignano, appena fuori il centro di Rimini. A curarle c’era un coltivatore di 48 anni. Nel campo, in una roulotte, viveva il proprietario del terreno, un 52enne. Entrambi riminesi, entrambi arrestati. Sul posto i carabinieri della forestale hanno trovato un laboratorio per la pre-lavorazione del raccolto, mentre nella soffitta dell’appartamento di San Giuliano del 48enne, avveniva l’essicazione più accurata. I militari hanno trovato appese al suo interno circa 500 piantine, per un peso totale di 25 chili. Secondo una prima stima, il loro valore commerciale si aggira attorno ai 500 mila euro. Una produzione dunque elevata. Presente non solo marijuana, ma anche hashish. E alcune boccette di rum insaporito dalle erbe di propria produzione. Resta ancora da stabilire quali fossero i grossisti a cui la merce veniva eventualmente venduta.


CESENATICO: Macroregione Adriatico-Ionica, Gozi “Occasione per Emilia-Romagna” | VIDEO Politica

CESENATICO: Macroregione Adriatico-Ionica, Gozi “Occasione per Emilia-Romagna” | VIDEO

Usare l’Adriatico come piattaforma per avviare progetti di sviluppo tra le popolazioni che vi si affacciano. Per il sottosegretario alle Politiche e agli Affari Europei Sandro Gozi gli ingredienti per ottenere questo risultato già ci sono, serve amalgamarli. E l’Emilia-Romagna è già in prima linea nella gestione di progetti tra l’Italia e i Balcani.


RIMINI: Nuovi incroci con vista-red, 20 multe al giorno da agosto | VIDEO Attualità

RIMINI: Nuovi incroci con vista-red, 20 multe al giorno da agosto | VIDEO

A due mesi dalla loro entrata in funzione, le telecamere posizionate su tre nuovi incroci riminesi per segnalare chi passa con il rosso hanno già fatto spedire 1.200 multe dalla polizia municipale alle abitazioni di altrettanti automobilisti. Una media di 20 al giorno. Si tratta degli incroci semaforici di via Siracusa, viale Principe Amedeo e via Caduti di Marzabotto all’angolo con via di Mezzo. Il sistema vista-red, rispetto al precedente t-red, dispone di telecamere ad infrarosso che non solo fotografano 24 ore su 24 le vetture che commettono l’infrazione, ma registrano in un filmato l’intero passaggio con il semaforo rosso. In questi due mesi di attività, il solo incrocio al di sotto del grattacielo di Rimini, a Marina Centro, ha individuato 600 infrazioni, la metà del totale. Circa 300 a testa, invece, gli altri due incroci. E nonostante il territorio abbia da tempo familiarità con questi dispositivi (i primi t-red vennero installati nel 2008), in questo lasso di tempo si sono comunque verificati 10 incidenti causati da passaggio col rosso, di cui 9 con feriti anche gravi. Le multe per chi viene beccato sono di 163 euro più la decurtazione di 6 punti dalla patente. “Non è un sistema per fare cassa – ribadisce l’amministrazione comunale -, passare con il rosso rappresenta un grave pericolo e speriamo che con queste telecamere il fenomeno scompaia del tutto”.



RIMINI: “Nonno Carabina” spaccia dal carcere, sgominata banda della cocaina | VIDEO Cronaca

RIMINI: “Nonno Carabina” spaccia dal carcere, sgominata banda della cocaina | VIDEO

74 anni, una condanna sulle spalle che lo vede ancora in carcere e la capacità di gestire comunque il traffico di cocaina nella zona di Viserba, alla periferia nord di Rimini. Questo secondo le indagini dei carabinieri che, in seguito a pedinamenti, intercettazioni telefoniche e ambientali, sono stati per mesi con il fiato sul collo ad Attilio Zandatina Da Corte, noto in zona come “Nonno Carabina”, e al suo gruppo di sodali. Finiti in carcere anche la moglie 52enne Tiziana Cappelli, ritenuta pienamente coinvolta negli affari del marito, il figliastro 33enne Cesare Giuffreda, ritenuto il venditore della droga insieme al 41enne Roberto Cardilli. Ogni giorno i pusher avrebbe ricevuto dal più anziano 10 grammi di cocaina da smerciare. Un “aperitivo”, una “pizza”, una “birretta”. Queste le parole in codice utilizzate dagli acquirenti, tutti riminesi tra i 25 e i 40 anni, per richiedere una specifica quantità di sostanza. Si calcola che nell’arco di 4 mesi, la banda abbia compiuto duemila cessioni a giovani di Viserba e del centro storico di Rimini per un giro d’affare di 160 mila euro. Quando l’attività si faceva intensa, sarebbe venuto in aiuto il 54enne Ivano Russo, il quale avrebbe messo a disposizione il proprio videonoleggio come deposito. Gli investigatori sono riusciti ad intercettare una cartolina inviata dal carcere a settembre da “Nonno Carabina” con specifiche indicazioni per l’attività di spaccio e dove veniva espresso l’intento di ritorsione nei confronti di un carabiniere che in passato aveva indagato nei suoi confronti. Da Corte era infatti già stato ritenuto il mandante del tentato omicidio di Augusto Mulargia, avvenuto il 5 aprile 2016 in via Carlo Zavagli. Il motivo sarebbe stato il debito maturato da quest’ultimo nei confronti del 74enne. Le manette per chi ancora era in libertà sono scattate all’alba di oggi.