Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: 81enne scippata, gravi condizioni dopo amputazione gamba | VIDEO Cronaca

RIMINI: 81enne scippata, gravi condizioni dopo amputazione gamba | VIDEO

La prognosi rimane riservata. Ha subito gravi conseguenze la donna di 81 anni che sabato sera è stata scippata per strada a Morciano di Romagna, nell’entroterra riminese, dopo essere stata investita dai malviventi. L’incidente le ha infatti causato delle profonde ferite che hanno richiesto l’amputazione di una gamba. Nel frattempo i carabinieri sono risaliti a due giovani ritenuti responsabili della rapina e delle lesioni. Si tratta di un 20enne e di un 33enne, entrambi residenti nella zona. Nei minuti dopo il tragico episodio, le indagini lampo dei militari dell’Arma si sono concentrate su alcuni pregiudicati ritenuti responsabili di un tentativo di rapina avvenuto qualche settimana fa ai danni della commessa di un supermercato. Le descrizioni fornite dai testimoni di quella volta coincidevano con il nuovo caso. Fermati dai carabinieri, i due sospettati, che presentavano abrasioni compatibili con una caduta da motorino, hanno indicato il cespuglio in centro a Morciano dove si trovava il casco utilizzato durante il colpo, oltre a una zaino contenente la pistola che avevano con loro, poi risultata essere una scacciacani. Resta da capire se l’anziana è stata colpita volontariamente o per sbaglio, prima di essere stata rapinata e lasciata sola in una pozza di sangue. I due giovani si trovano attualmente in carcere a Rimini.


ROMA: Piano ripartenza, Conte annuncia centro stoccaggio CO2 a Ravenna | VIDEO Politica

ROMA: Piano ripartenza, Conte annuncia centro stoccaggio CO2 a Ravenna | VIDEO

Al termine degli Stati generali dell’Economia tenutisi a Roma, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha enunciato le misure per la ripresa dell’economia italiana che hanno riscosso maggiore successo fra gli attori economici e sociali incontrati a Villa Doria Pamphilj. Fra questi, la novità è il piano intitolato ‘Impresa 4.0 plus’ volto a rendere strutturali gli incentivi per le imprese che dimostrano una spiccata vocazione per la digitalizzazione e l’eco-sostenibilità. Il premier ha fatto uno specifico riferimenti a progetti che riguardano anche la Romagna, come il parco eolico off-shore di Rimini, e ha annunciato l’apertura a Ravenna del più grande centro di cattura e stoccaggio al mondo di Co2. La modernizzazione del Paese, secondo il piano del Governo, non può prescindere da infrastrutture ed alta velocità diffusa. Tra gli altri punti, favorire i pagamenti digitali per contrastare l’economia sommersa, e la fibra ottica per garantire a tutti i cittadini l’accesso a internet Al vaglio dell’Esecutivo c’è anche il taglio dell’Iva per favorire i consumi e che potrebbe valere fino a 10 miliardi. Ma su tale ipotesi si dice scettico lo stesso ministro dell’Economia Roberto Gualtieri che invita a valutare il rapporto costi-benefici. Le opposizioni intanto attendono l’incontro con Conte a Palazzo Chigi per mostrare le loro idee.



ROMAGNA: Infortuni sul lavoro da Covid, il 72% è donna | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Infortuni sul lavoro da Covid, il 72% è donna | VIDEO

Sono soprattutto le donne ad aver pagato il conto più salato della pandemia da coronavirus in Romagna sul fronte degli infortuni sul lavoro. Delle 957 denunce legate al Covid-19 presentate all’Inail nel periodo che va dall’inizio dell’anno al 31 maggio scorso, 681 riguardano il sesso femminile, ovvero il 72% del totale. Questo perché le professioni più colpite dal coronavirus sono quelle sanitarie e socio-assistenziali che impiegato in prevalenza donne. Lo studio è della Cisl Romagna e sottolinea come le denunce provengano prima di tutto dalla provincia di Rimini, la più colpita anche sul fronte dei morti e dei contagi. Qui sono state 407 le denunce presentate; 352 nella provincia di Forlì-Cesena e 198 in quella di Ravenna. La fascia d’età più colpita riguarda i lavoratori dai 50 ai 64 anni. In tutta l’Emilia-Romagna i decessi registrati a seguito di una denuncia di infortunio da Covid-19 sono stati 14. Oltre la metà riguardano infermieri e operatori socio sanitari, ovvero le categorie che hanno presentato più denunce e che, insieme ai medici, rappresentano il 66% del totale. Seguono i lavoratori della Pubblica amministrazione e quelli del commercio. Nei controlli fatti nelle aziende, la Cisl ha riscontrato poca attenzione verso i lavoratori fragili affetti da patologie croniche o immunodepressi, soprattutto nelle realtà imprenditoriali più piccole.


RIMINI: Sopravvissuto ai bombardamenti di Gemmano, “Vivo per miracolo” | VIDEO Attualità

RIMINI: Sopravvissuto ai bombardamenti di Gemmano, “Vivo per miracolo” | VIDEO

Il comune di Gemmano, nel Riminese, è stato uno dei più duramente colpiti lungo la Linea gotica durante il secondo conflitto mondiale. Ci siamo fatti raccontare i giorni dei bombardamenti da un residente che all’epoca era solo un bambino.   Ma Gemmano, sulle colline riminesi, era stata occupata dai tedeschi e così, tra il 4 e l’11 settembre 1944, si scatenò una cruenta battaglia che sbriciolò il paese, ribattezzato la Cassino dell’Adriatico. Ricordi ancora vividi nella memoria di questo residente, rimasto oramai l’unico a raccontarli. Edo Mancini all’epoca aveva otto anni. I militari dissero agli abitanti di andarsene. Ogni giorno si cambiava rifugio a seconda di dove arrivavano gli attacchi. Un domenica doveva andare a giocare con dei giovani, ma suo cugino non glielo aveva permesso, perché pericoloso per via dei residuati bellici. Quel giorno quei giovani morirono tutti per l’esplosione di un ordigno.


RIMINI: Parco eolico, azienda precisa “Il progetto è solo preliminare” Attualità

RIMINI: Parco eolico, azienda precisa “Il progetto è solo preliminare”

Prosegue il dibattito politico nel territorio riminese, soprattutto a Riccione, sul progetto del parco eolico in mare, tra chi si oppone e chi si dice disposto a valutarne i benefici. Intanto l’azienda bresciana Energia Wind 2020 che ha presentato domanda per la concessione trentennale dello specchio d’acqua al largo della costa riminese, ha fatto alcune precisazioni. L’amministratore unico della società, Riccardo Ducoli, ha spiegato che dei 114 kmq di bacino in cui verrebbero piantate le 59 pale, solo l’1,2% sarà di fatto occupato. Inoltre, ha aggiunto, trovandosi gli aerogeneratori a grande distanza tra loro, sarà possibile attraversarli con imbarcazioni da diporto o da pesca. Lo stesso modello presentato, con le pale eoliche disposte lungo tre archi perpendicolari alla costa, è solo una soluzione preliminare. L’azienda si dice disponibile al confronto con le istituzioni e i cittadini per “migliorare il progetto in termini di compatibilità con il contesto costiero”. I dispositivi più visibili dalla spiaggia saranno posizionati a 10 km per poi snocciolarsi via via sull’orizzonte fino a oltre 20 km. Ma l’impatto visivo preoccupa la maggioranza del Consiglio comunale di Riccione che ha proposto un referendum e un ordine del giorno per bloccare il progetto. La minoranza riccionese si dice invece disponibile a valutare il parco off-shore e i suoi benefici ambientali. Il senatore cinquestelle Marco Croatti annuncia che porterà il progetto in Commissione per essere analizzato e chiede di aprire subito il confronto tra tutti gli stakeholder.


RIMINI: Povertà, Le Befane dona 1.000 buoni alle famiglie per gli acquisti | VIDEO Attualità

RIMINI: Povertà, Le Befane dona 1.000 buoni alle famiglie per gli acquisti | VIDEO

La fase più acuta dell’emergenza coronavirus si lascia dietro un’emergenza sociale. Anche nel territorio riminese ci sono famiglie che si sono impoverite con il lockdown e che si aggiungo ai casi di povertà preesistenti. Il centro commerciale Le Befane ha deciso di intraprendere una serie di iniziative benefiche a sostegno della comunità locale, a partire dall’erogazione di 1.000 gift-card dal valore di 50 euro ciascuna che saranno distribuite a famiglie in difficoltà dal Comune, dalla Caritas diocesana e dalla Croce Rossa. “Ci sentivamo addosso una responsabilità in questo momento particolarmente drammatico nella vita di tutti e dei riminesi – ha detto Massimo Bobbo, direttore del centro commerciale a margine della presentazione dell’iniziativa -. Volevamo dare una mano a tutti coloro che già danno una mano. Per questo abbiamo coinvolto il Comune, la Croce Rossa e la Caritas”. Gloria Lisi, assessora ai Servizi sociali del Comune di Rimini, ha aggiunto che “la fase attuale non è un ritorno alla normalità. Dobbiamo continuare a programmare un intervento sociale”. Mario Galasso, direttore della Caritas di Rimini, ha ricordato che “chi si è impoverito sente addosso uno stigma sociale e fa fatica a chiedere aiuto, per questo solo insieme riusciremo a superare questo momento”. Sulla rete locale, la presidente della Croce Rossa di Rimini, Rita Rolfo, ha affermato che “il territorio ha risposto bene alla pandemia. Abbiamo dato una mano alla popolazione e siamo stati ricambiati con forme di solidarietà molto forti”.