Guarda Teleromagna canale 14

MIRCO PAGANELLI


RIMINI: Femminicidio via Rastelli, nuovi rilievi scientifica nell'appartamento | VIDEO Cronaca

RIMINI: Femminicidio via Rastelli, nuovi rilievi scientifica nell'appartamento | VIDEO

Ricostruire nel dettaglio gli ultimi istanti di vita di Cristina Perone, la 33enne uccisa il 25 giugno scorso con 50 coltellate prima di essere stordita da diversi colpi di mattarello nell’appartamento del compagno in via Rastelli a Rimini. L’uomo, Simone Benedetto Vultaggio, 47 anni, resta in carcere avvolto nel silenzio. Di quella mattina di sangue dice di non ricordare nulla; solo il litigio con la compagna che sarebbe stata in procinto di lasciarlo. Poi il vuoto. Anche per questo gli agenti della scientifica, provenienti questa volta da Roma e Bologna, sono tornati mercoledì nella villetta di Bellariva per compiere ulteriori rilievi, sia all’interno che all’esterno di essa. Gli esperti, oltre a documentare le impronte presenti, sono ricorsi alla tecnologia laser che restituirà una rappresentazione video in 3D degli ambienti. Dopo l’autopsia che ha certificato la brutalità con cui la 33enne è stata uccisa, le investigazioni proseguono dunque nella dimora in cui i due stavano crescendo il loro bambino di sei mesi che era presente durante la fatale aggressione. Il bambino è attualmente ospite di una struttura protetta, e sarà il Tribunale dei minori di Bologna a decidere a quale famiglia affidarlo. Sia quella della vittima che del padre si sono fatte avanti.   (Immagini di Manuel Migliorini)


RIMINI: Area concerti in spiaggia, esperti, “Distrutta zona protetta” | VIDEO Attualità

RIMINI: Area concerti in spiaggia, esperti, “Distrutta zona protetta” | VIDEO

Il fratino è una specie a rischio e da 15 anni ha scelto la riviera riminese per la nidificazione, tant’è che sulla spiaggia libera di Miramare, di fronte alla ex Colonia Bolognese, vi era un’area protetta con tanto di cartelli e recinti per i nidi. Area che le ruspe hanno cancellato a inizio estate per fare spazio a un’arena per concerti. Il Comune ha infatti messo a disposizione la spiaggia per gli eventi della Rimini Beach Arena gestita dai titolari di alcune discoteche della zona. “Era un'area meravigliosa, ricca di biodiversità, con dune create col tempo e tanta vegetazione – spiega l’ornitologa dell’associazione Asoer Roberta Corsi -. È una zona soprattutto importante per la nidificazione del fratino”. La vegetazione, infatti, dava all’uccello trampoliere una via di fuga dall’uomo e dai cani senza guinzaglio. Anche l’ultimo esemplare è morto. “Purtroppo il fratino non ce l'ha fatta – afferma l’ornitologa -, perché è nato tre giorni prima dei lavori di livellamento, spianamento e distruzione totale dell'habitat naturale e quindi di tutta la biodiversità”. Ma i danni riguardano anche per il mare. Secondo il presidente della Fondazione Cetacea, Sauro Pari, i concerti, con la musica ad alto volume, hanno ripercussioni sull’ambiente marino “gravissime, perché di fatto i rumori sott'acqua si propagano a una velocità che è quattro volte superiore a quella dell'aria e quindi possono arrivare anche a qualche chilometro di distanza disturbando le popolazioni ittiche”. Il Comune non commenta la vicenda. Al danno ambientale denunciato dalle associazioni si aggiunge anche la sottrazione al pubblico di una delle poche spiagge libere della riviera che di fatto, prosegue Pari, “è stata privatizzata per due mesi e tolta, scippata, ai cittadini che venivano qui gratuitamente a fare il bagno e a prendere sonno. Anche perché ormai i bagni costano davvero tanto”.


RIMINI: Ius scholae, Sadegholvaad, “Meglio dello Ius soli” | VIDEO Politica

RIMINI: Ius scholae, Sadegholvaad, “Meglio dello Ius soli” | VIDEO

Non ha dubbi il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, che preferisce lo Ius Scholae allo Ius Soli come modalità per conferire la cittadinanza italiana ai figli di cittadini stranieri. “L’automatismo che prevede lo Ius Soli, ovvero il rilascio della cittadinanza per chi nasce in territorio italiano, io non lo condivido fino in fondo – ha detto ai microfoni di TR24 - per il semplice motivo che può capitare, e non di rado, che un bambino nasca in Italia, rimanga solo per pochi mesi nel nostro paese, e poi i genitori decidano di trasferirsi in altri paesi del mondo”. Per questo il sindaco ritiene “assolutamente più opportuno lo Ius Scholae, perché prevede il rilascio della cittadinanza per bambini cresciuti in Italia che abbiano almeno completato un ciclo scolastico nel nostro Paese”. Sadegholvaad è di padre iraniano, ma è nato e cresciuto a Rimini. Per lui, che si è trovato in classe con compagni per i quali quel cognome sembrava ‘strano’, la scuola “è stata fondamentale” come luogo di integrazione. “Col senno di poi, per me è stata una fortuna cambiare ogni volta amicizie nella scuola. Mi sono trasferito in una scuola media dove ho cambiato totalmente i compagni di classe rispetto alle elementare. E così al liceo e all'università. È stata l'occasione di socializzare, di creare relazioni e di sentirmi riminese a tutti gli effetti, essendo nato qui, seppur con un nome e cognome straniero”. Il primo cittadino è convinto che “la scuola sia il luogo perfetto dove creare i cittadini italiani del futuro”.


RIMINI: Nancy Pelosi e Kerry Kennedy alla Terrazza del Grand Hotel | VIDEO Attualità

RIMINI: Nancy Pelosi e Kerry Kennedy alla Terrazza del Grand Hotel | VIDEO

Tanti gli ospiti attesi, dal 30 luglio al 10 agosto, alla terza edizione de ‘La Terrazza della Dolce vita’, i salotti en plein air ideati da Simona Ventura e Giovanni Terzi ed ospitati nel giardino del Grand Hotel di Rimini. Tra gli altri: Edoardo Bennato, Cristiano Malgioglio, Paul Young, Al Bano, Mario Lavezzi, Giovanni Caccamo, Saturnino, Alessandro Cecchi Paone, Giampiero Mughini, Marcello Veneziani, Alessandro Politi, Barbara De Rossi, Enzo De Caro. Sono poi confermati i ministri Mariastella Gelmini e Massimo Garavaglia, la speaker della Camera del Congresso americano Nancy Pelosi, il senatore americano Paul Strauss e la scrittrice e attivista americana Kerry Kennedy. Spazio allo sport con il campione di nuoto ai giochi paraolimpici di Tokyo 2020, Antonio Fantin. Al centro delle interviste con gli ospiti, il futuro del Paese tra green economy, digitalizzazione, investimenti strutturali e Pnrr. “Parleremo con loro di come si deve guardare al passato per costruire il futuro ma vivendo il presente”, ha detto il giornalista Giovanni Terzi a margine della presentazione dell’evento a Rimini. “Abbiamo cominciato tre anni fa per cercare di dare una mano, a questa terra, perché noi la amiamo moltissimo”, ha confessato Simona Ventura. “Non vorremmo più andar via, è veramente la nostra destinazione” e in futuro “faremo qui i nonni. Pensiamo di trasferirci a Rimini. Per noi la Riviera romagnola è il place-to-be". Questo perché, ha aggiunto la conduttrice, “la gente romagnola viene ricordata come la migliore al mondo per l’accoglienza, la creatività e anche il modo di lavorare. Quindi viene presa da esempio in tutto il mondo”. Gli appuntamenti, tutti gratuiti, inizieranno alle 18.15 al Grand Hotel. Previsti anche eventi 'off’, con il concerto di Al Bano, il dj set di Saturnino e le sedute di yoga con istruttore all’alba e al tramonto. 


BELLARIA-IGEA MARINA: Il nuovo lungomare sarà intitolato a Raffaella Carrà | VIDEO Attualità

BELLARIA-IGEA MARINA: Il nuovo lungomare sarà intitolato a Raffaella Carrà | VIDEO

A un anno dalla scomparsa di Raffaella Carrà, la città di Bellaria-Igea Marina le dedica il nuovo lungomare che è prossimo all’inaugurazione. Un intervento di riqualificazione urbana molto atteso da residenti e turisti.   Un anno fa, il 5 luglio, ci lasciava Raffaella Carrà, artista poliedrica, regina della tv italiana, la cui infanzia è legata alla Romagna e a Bellaria-Igea Marina. Qui una giovane Raffaella Pelloni è stata cresciuta, come amava ricordare lei, dalla madre e dalla nonna. Nata a Bologna, ha vissuto fino a 10 anni sulla Riviera romagnola dove il padre aveva un bar e la nonna una gelateria. Un anno dopo la sua scomparsa, la città che l’ha vista crescere inaugura il nuovo lungomare chiamandolo proprio: lungomare Raffaella Carrà. Si tratta di un primo tratto, perché il successivo vedrà il completamento l’anno prossimo. L’intervento ha visto la ridefinizione degli arredi urbani e del verde, con piazze dotate di wi-fi e nuovi impianti di illuminazione più green. Un progetto che guarda al futuro della meta balneare, partendo dalla sua storia e da quel simbolo di emancipazione femminile che per più generazioni di donne ha rappresentato la Carrà. I rapporti tra l’artista e Bellaria si sono incrinati negli anni ’70. Ora la comunità locale vuole riconciliarsi con l’icona di libertà dedicandole la via più bella.


RIMINI: Gruppo Ieg sbarca in America con Deutsche Messe Attualità

RIMINI: Gruppo Ieg sbarca in America con Deutsche Messe

La società fieristica, con sede a Rimini, Italian exhibition group (Ieg) ha firmato in questi giorni un memorandum che prevede l’acquisizione del 50% delle società di Deutsche Messe in Messico, Canada e Usa. Prosegue dunque il processo di internazionalizzazione del gruppo italiano. Nel dettaglio Deutsche Messe è presente in Messico con otto eventi, due dei quali, Mexico Active & Sports ed Ecomondo Mexico, già in partnership con Ieg. Le restanti sei fiere messicane sono: MEM Industrial dedicato all’industria del mobile; Agrotech Mexico e World Seafood Industry rispettivamente incentrate sull’innovazione tecnologica nel settore agricolo e in quello dell’acquacoltura; Solar Power Mexico, dedicato all’energia solare; il Festival del Adulto Mayor GTO focalizzato sul benessere degli over 50; Industrial Transformation Mexico dedicato all’industria 4.0. In Canada, a Toronto, il gruppo tedesco si occupa del settore delle energie rinnovabili con ETC Electricity Transformation Canada. Mentre negli Stati Uniti organizza Hannover Messe USA. “Il carattere assolutamente complementare dei portafogli delle due società - spiega Corrado Peraboni, amministratore delegato di Ieg - è la migliore premessa perché l’accordo si riveli Win-Win. Ieg, in particolare, aggiunge il ramo fieristico alla sua attività negli Stati Uniti, ad oggi concentrata sull’ambito degli allestimenti con la società dedicata FB International”. "Sulla base delle nostre iniziali esperienze molto proficue e positive di collaborazione in Messico - dichiara Jochen Köckler, Presidente del cda di Deutsche Messe AG -, stiamo ora compiendo il prossimo passo logico per scalare ulteriormente la nostra storia di successo". Deutsche Messe e Ieg sono tra i maggiori organizzatori fieristici europei con fatturati pre Covid rispettivamente di 355 e 179 milioni di euro. Già nel marzo 2021 avevano sottoscritto un primo accordo commerciale per l’organizzazione di una serie di eventi in Messico. L’operazione avverrà attraverso la costituzione di una Società paritetica di diritto italiano che avrà sede a Rimini e che controllerà le società oltre oceano.  


RIMINI: Colonia Bolognese alle battute finali, attesa per asta del 2 agosto | VIDEO Attualità

RIMINI: Colonia Bolognese alle battute finali, attesa per asta del 2 agosto | VIDEO

Le sorti della Colonia Bolognese di Rimini si decideranno il prossimo 2 agosto quando si terrà l’asta definitiva dopo l’annullamento di quella del maggio scorso. Saranno presumibilmente due i privati a contendersi il ciclopico manufatto adagiato sulla spiaggia di Miramare.   Al posto delle erbacce e dei calcinacci, tra qualche anno i riminesi potrebbero veder sorgere un mega hotel di lusso contenuto nel recinto della ex Colonia Bolognese di Miramare. Per ora è questa l’unica ipotesi sul piatto, quella dell’imprenditore Orfeo Bianchi che ce l’aveva quasi fatta ad acquistare il gigantesco immobile ad un prezzo stracciato: 2,6 milioni di euro. L’asta del 26 maggio scorso è stato però annullata perché un altro imprenditore ha presentato una seconda proposta da 4 milioni di euro. Una condizione che ha obbligato i curatori fallimentari, secondo le norme in vigore, ad emettere un nuovo bando con data 2 agosto. Tra meno di un mese, dunque, l’annosa vicenda della colonia marina e il conseguente degrado di una vasta area del quartiere di Miramare potrebbe volgere al termine. Di fronte alla Bolognese insiste un’altra colonia, la Novarese, di recente acquistata dal Comune di Rimini per essere convertita in polo del benessere, in dialogo con il prospicente Riminiterme. Passi avanti clamorosi, oltre agli annunci, però, quel progetto ancora non li ha fatti. Gli abitanti di Miramare, e i turisti, restano in attesa di una riqualificazione dell’area che dopo decenni tarda ancora a materializzarsi.