Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

MIRCO PAGANELLI


VENEZIA: Tutti pazzi per la Rinocerontessa del Museo Fellini di Rimini | FOTO Attualità

VENEZIA: Tutti pazzi per la Rinocerontessa del Museo Fellini di Rimini | FOTO

Tutti pazzi per la Rinocerontessa del Museo Fellini di Rimini protagonista nel corteo della Regata Storica di Venezia. La statua di 200 kg, simbolo del nuovo polo museale riminese che ha aperto le porte lo scorso 19 agosto, è sbarcata nella laguna in occasione della Mostra del Cinema di Venezia quale ambasciatrice culturale della città romagnola. L’animale è protagonista di una delle scene più suggestive del film di Federico Fellini ‘E la nave va’. Scopo dell’iniziativa che vede insieme Comune di Rimini e di Venezia è la promozione del museo riminese. Le immagini hanno fatto il giro dei social.


CESENA: Torna la Giostra all’incontro dall’8 al 12 settembre | VIDEO Attualità

CESENA: Torna la Giostra all’incontro dall’8 al 12 settembre | VIDEO

È una delle Giostre più antiche d’Italia, andata in scena ininterrottamente dal 1465 al 1838. Da mercoledì 8 a domenica 12 settembre la Giostra all’incontro di Cesena porterà in scena la rievocazione dell’antica tradizione medievale. È un momento importante per la città per il sindaco Enzo Lattua: “Siamo riusciti a farla anche l’anno scorso che era un anno ancora più difficile. Quest’anno”, spiega, “avremmo voluto sfruttare fino in fondo il potenziale della Giostra, non ci siamo riusciti per via delle limitazioni, ma abbiamo preservato” la memoria dell’evento. Sbandieratori e cavalieri popoleranno il centro storico della città romagnola per portare gli spettatori indietro nel tempo. Saranno sei i cavalieri in armatura e lancia pronti a disarcionare gli avversari nel corso del torneo, ciascuno dei quali rappresenterà due quartieri. Novità dell’edizione? “Abbiamo cercato di coinvolgere nella misura massima possibile i quartieri, pur nelle difficoltà legate al Covid”, spiega il presidente dell’Associazione Giostra di Cesena Daniele Molinari. Per via delle norme anti-Covid, lo sferisterio in cui si svolgerà l’evento sarà a capienza ridotta e diviso per settori. “Però è possibile fare le manifestazioni, che siano belle e valide per la nostra città”, dice ottimista Molinari.


RIMINI: Industrie Valentini passano al gruppo Marinelli, coinvolti 120 addetti | VIDEO Attualità

RIMINI: Industrie Valentini passano al gruppo Marinelli, coinvolti 120 addetti | VIDEO

Dal 3 settembre le Industrie Valentini di Rimini hanno cambiato nome in Marinelli. L’asta presso il Tribunale di Rimini si è conclusa con l’aggiudicazione della storica azienda del settore legno-arredo al nuovo acquirente che ha vinto la gara per l’affitto e la vendita. Era solo una in realtà l’offerta sul tavolo, quella appunto di Marinelli, noto marchio imprenditoriale marchigiano, che si è aggiudicato il ramo produttivo alla cifra della base d’asta: 2,9 milioni di euro per l’acquisto più 60.000 euro annui per l’affitto. Entro dieci giorni potranno essere presentate offerte migliorative da parte di altri soggetti, perciò questo è il lasso di tempo che serve per confermare o meno l’attuale acquisto. Le organizzazioni sindacali che hanno seguito da vicino la vicenda, Fillea Cgil, Filca Cisl, e Feneal Uil, si sono impegnate a chiedere a breve un confronto con il nuovo imprenditore sulla tutela dei lavoratori. Sono circa120 gli addetti al ramo produttivo che saranno impiegati presso la nuova società entro settembre. Il riferimento dei rappresentanti dei lavoratori è alle disposizioni del codice civile sul “Mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d’azienda”.


SAN MARINO: Presentato il progetto del nuovo ospedale, “Sarà all’avanguardia” | VIDEO Attualità

SAN MARINO: Presentato il progetto del nuovo ospedale, “Sarà all’avanguardia” | VIDEO

È stato presentato a San Marino il progetto del nuovo ospedale di Stato. La struttura risponderà alle nuove norme antisismiche e antincendio e sarà modulare, rispondendo così alle esigenze sanitarie contemporanee.   Un ospedale che è stato fortemente sotto stress durante la prima ondata della pandemia, e di certo la struttura vetusta non ha facilitato l’opera dei sanitari impegnati a riorganizzare gli spazi. Per fare fronte all’attuale e alle future sfide sanitarie globali, la Repubblica di San Marino si doterà di un nuovo ospedale di Stato. Moderno, all’avanguardia, rispettoso delle nuove normative antincendio e antisismiche, il progetto preliminare del nuovo nosocomio è stato presentato dalla Segreteria di Stato per la Sanità e dall’Istituto per la sicurezza sociale di San Marino. La Cittadella della salute del Titano sorgerà nell’area verde attorno all’attuale struttura e sarà in parte ipogea. Per la progettazione degli spazi ci si è avvalsi anche del parere dei primari. La struttura avrà il compito di potenziare la rete con le altre aziende sanitarie italiane.


RIMINI: Comandante Finanza uscente, “Infiltrazioni mafiose un problema” | VIDEO Attualità

RIMINI: Comandante Finanza uscente, “Infiltrazioni mafiose un problema” | VIDEO

Dopo sei anni, il colonnello Antonio Garaglio lascia il comando della Guardia di finanza di Rimini, un periodo in cui la sfida più grande è stata il contrasto alle infiltrazioni criminali, specie nell’ultimo periodo con le sfide poste dal Covid. La lotta alla criminalità organizzata in questi sei anni ha portato le fiamme gialle riminesi a 71 milioni di euro di sequestri e 38 milioni di confische. Risultati importanti ottenuti anche sul fronte del contrasto al riciclaggio. A succedergli è il colonnello Alessandro Coscarelli che ha una lunga esperienza sul campo, dal Nord Italia al Mezzogiorno, in territori che conoscono bene il fenomeno mafioso. Il Colonnello Garaglio – titolato “ Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze” - giunto a Rimini l’8 settembre 2015, nel lasciare il Comando Provinciale di Rimini per accingersi ad andare a ricoprire il nuovo importante incarico di Comandante Provinciale di Asti, ha salutato e ringraziato tutti i Finanzieri sottolineando i successi operativi degli ultimi 6 anni specie nell’attività di aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati dalla criminalità. Coscarelli, che arriva dalla Sicilia dove ha retto per 4 anni l’incarico di Comandante del Gruppo di Palermo, 53 anni, di Grosseto, coniugato con 2 figlie, nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi di comando, sia operativi che di staff, in tutti i settori caratterizzanti l’attività istituzionale del Corpo con esperienze anche all’estero.


RICCIONE: Città scelta per ospitare il G20 spiagge nel 2022 Attualità

RICCIONE: Città scelta per ospitare il G20 spiagge nel 2022

Il G20 spiagge si è concluso questa mattina a Jesolo e già si guarda alla quarta edizione del 2022 che si svolgerà a Riccione. Il summit che raggruppa le 20 località balneari più importanti d'Italia troverà dunque nella Perla Verde il luogo dove confrontare le esperienze e gli obiettivi del futuro. "Dal Veneto abbiamo portato a Riccione, il G20 spiagge 2022”, ha commentato la sindaca Renata Tosi. “Portando a Riccione il G20 spiagge abbiamo dimostrato che ad unirci non sono solo i legami geografici ma anche le visioni politiche, le strategie turistiche, la volontà di investire nel futuro insieme”. La prima cittadina riccionese ha anche detto che “fare gioco di squadra, essere consapevoli del ruolo importante che le città balneari hanno in Italia, sarà la carta vincente anche della proposta di legge sullo status di città balneare per la quale Riccione ha dato un contributo determinate”. “Continueremo a lavorare tutti insieme confrontandoci sui temi che sono comuni affinché trovino attenzione e risposte presso il Governo del Paese - ha detto il sindaco di Cavallino-Treporti, Roberta Nesto che coordinerà il network fino al 2024 -. Valorizzeremo il lavoro di squadra, così da chiedere con forza gli strumenti amministrativi ed economici che le nostre località necessitano: questo ci porterà ricadute positive in termini sociali, economici e di salvaguardia delle nostre spiagge".


RIMINI: Altra tegola su ‘nuova questura’, Comune fa causa al curatore | VIDEO Attualità

RIMINI: Altra tegola su ‘nuova questura’, Comune fa causa al curatore | VIDEO

Non sono nuove le sorprese nell’annosa vicenda del maxi stabile di via Bassi a Rimini che sarebbe dovuto diventare la nuova questura e che invece diventerà altro. Dopo l’aggiudicazione dell’immobile tramite asta alla società bolognese Ariminum Sviluppo Immobiliare, le novità arrivano da Palazzo Garampi. Secondo quanto riporta la stampa locale, il Comune è pronto a fare causa al curatore fallimentare della società Dama per una questione di terreni. L’avviso di vendita che ha portato due mesi fa all’aggiudicazione del fabbricato viene accusato di una lacuna riguardante l’obbligo dell’aggiudicatario di cedere al Comune, a titolo gratuito, le aree e le opere di urbanizzazione previste da una convenzione del 1999. Il documento siglato con Dama era stato il presupposto per il rilascio della concessione edilizia per le opere di urbanizzazione. Per la giunta riminese si tratta di una clausola richiesta formalmente al curatore da inserire. Il primo luglio l’aggiudicatario ha messo sul tavolo 14,5 milioni di euro per comprare l’immobile con il quale riqualificare la zona. Ma il Comune vuole vederci chiaro e reclama le proprie aree. Un nuovo passaggio per tribunali rischia ora di fermare nuovamente tutto.