Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE


BAGNO DI ROMAGNA: Fino al 9 settembre la mostra di Filippo Venturi, “Side Effects” | VIDEO Attualità

BAGNO DI ROMAGNA: Fino al 9 settembre la mostra di Filippo Venturi, “Side Effects” | VIDEO

Immagini raffinare ed equilibrate che raccontano una storia che va oltre il  momento dello scatto, così possono essere definiti i lavori del fotoreporter Filippo Venturi. All’interno della programmazione artistica ‘Bagno d’Arte 2018’ Arts Factory ed il comune di Bagno di Romagna hanno voluto presentare, al  Palazzo del Capitano, la mostra “Side Effects"


CATTOLICA: Schiaffo al figlio che fuma uno spinello, padre denunciato dai carabinieri Cronaca

CATTOLICA: Schiaffo al figlio che fuma uno spinello, padre denunciato dai carabinieri

Ha dato un ceffone al figlio sorpreso a fumare spinelli, è stato denunciato dai carabinieri per abuso di mezzi di correzione. E' successo a Cattolica, dove il ragazzino minorenne è stato sorpreso da una pattuglia dei carabinieri mentre in strada con gli amici fumava uno spinello. Portato in caserma per l'identificazione e l'eventuale segnalazione amministrativa, il giovane è stato raggiunto dal padre, avvisato dai militari. Una volta in caserma il genitore, un 40enne ristoratore del luogo, ha sgridato il figlio, colpendolo con un sonoro ceffone davanti ai carabinieri. Nulla di serio per il ragazzo che si è ritrovato con la guancia arrossata, ma il padre è finito denunciato e quindi indagato per il reato di abuso di mezzi di correzione.


FORLÌ: Auto finisce nel fosso in A14, grave un'anziana | VIDEO Cronaca

FORLÌ: Auto finisce nel fosso in A14, grave un'anziana | VIDEO

Due persone ferite, di cui una in modo molto grave, ricoverata al trauma center dell'ospedale Bufalini di Cesena. È il bilancio dell'ennesimo incidente stradale, avvenuto sabato pomeriggio lungo l'autostrada A14, intorno alle 13:45, al chilometro 73, al confine fra i Comuni di Faenza e Forlì, in località Villafranca-San Martino. Marito e moglie stavano percorrendo la corsia sud dell'A14, in direzione Rimini, quando improvvisamente, secondo il racconto di alcuni testimoni, l'auto è uscita di strada, precipitando nel fossato che costeggia la carreggiata, iniziando a cappottare e terminando la propria corsa ruote all'aria, al confine con un appezzamento agricolo. Sul posto sono intervenute due ambulanze del 118 provenienti da Faenza e l'elimedica di Romagna Soccorso. In aiuto al personale medico, è giunta una squadra dei Vigili del Fuoco di Faenza. L'uomo, 77 anni, e la donna 76anne erano infatti rimasti incastrati all'interno dell'abitacolo. Le condizioni della donna si sono rivelate molto gravi e, dopo le prime cure sul posto, è stata ricoverata al policlinico cesenate. Il marito invece è stato trasportato mediante ambulanza all'ospedale di Forlì. Sarà compito della Polizia Stradale di Forlì ricostruire le esatte dinamiche dell'incidente. 


RIMINI: Un arresto, 8 denunce e 150 identificati dalla polizia in un giorno solo Cronaca

RIMINI: Un arresto, 8 denunce e 150 identificati dalla polizia in un giorno solo

Un arresto, otto denunce e 150 persone identificate. Questo il bilancio dei controlli effettuati dalla polizia nella sola giornata di venerdì.  Le denunce riguardano due cittadini stranieri, in quanto irregolari sul territorio, un altro per minacce, uno per furto, due per lesioni e danneggiamento, uno per esercizio arbitrario delle proprie ragioni due per ubriachezza molesta e uno per inosservanza del foglio di via obbligatorio, oltre a due segnalazioni per ubriachezza molesta. Fino alla tarda serata l’attività degli uomini delle Volanti, coadiuvati dal personale del Reparto prevenzione Crimine di Bologna, si è concentrata nelle aree della stazione ferroviaria, dove sono stati effettuati gli accessi per identificare gli avventori e dei viali e del lungomare di Rimini, al fine di prevenire e contrastare il fenomeno dei cosiddetti pallinari. Serata di lavoro anche per il personale della Squadra esterna della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, che dalle 19 ha effettuato una serie di controlli presso esercizi commerciali e luoghi di ritrovo dei luoghi della movida al fine di verificare l’osservanza delle vigenti disposizioni in tema di addetti alla sicurezza, in tema di vendita di alcolici, soprattutto a tutela dei minori Nella prima mattinata di sabato, poi, gli operatori hanno effettuato un controllo all’interno di uno stabile abbandonato, dove hanno rintracciato due cittadini nordafricani irregolari sul territorio, uno dei quali in possesso anche di una dose di eroina: denunciati sono stati posti a disposizione del locale Ufficio immigrazione per i relativi provvedimenti di espulsione. L’ultimo in ordine di tempo a essere intercettato dalla Polizia di Stato è un cittadino gambiano regolare sul territorio del 1989. Il personale delle Volanti è intervenuto presso un tabaccaio sul lungomare di Rimini in zona Marina Centro dove era stato segnalato dal suo titolare un uomo molesto che impugnando una bottiglia di vetro si era posizionato all’esterno dell’esercizio presumibilmente in attesa dell’uscita del titolare. Dalla ricostruzione dei fatti effettuata dagli agenti intervenuti è emerso che l’uomo arrestato ogni giorno si recava presso quell’esercizio per chiedere un qualcosa, che ogni giorno gli veniva gratuitamente concessa. Sabato mattina l’uomo ha chiesto una crema solare e di fronte al rifiuto ottenuto ha impugnato una bottiglia e si è posto in posizione di attesa all’esterno del locale. Quando sono intervenuti gli agenti, infatti, l’uomo era ancora lì e quando hanno iniziato a chiedere spiegazioni, quell’uomo che inizialmente sembrava calmo e tranquillo, ha impugnato la bottiglia anche nei confronti degli operatori e oltre ad opporre resistenza all’attività degli agenti ne ha ferito uno che è dovuto ricorrere alle cure mediche.  


FAENZA: Possedevano documenti contraffatti, in arresto due extracomunitarie Cronaca

FAENZA: Possedevano documenti contraffatti, in arresto due extracomunitarie

Una donna albanese di 29 anni e una 19enne moldava, entrambe con domicilio a Faenza, sono state arrestate dalla Polizia di Stato per possesso di documenti identificativi contraffatti. La vicenda risale al 14 giugno quando la 29enne, all’epoca dichiaratasi bulgara, si sarebbe recata all’anagrafe del comune faentino affermando di essere, invece, cittadina albanese ed esibendo un passaporto valido. Nella giornata di giovedì gli agenti, durante la perquisizione della dimora della donna, avrebbero posto in sequestro una carta d’identità della Bulgaria con la foto della 29enne albanese e un’altra della Romania con la fotografia della ragazza di 19 anni originaria della Moldavia. Dopo che gli accertamenti hanno provato la falsità dei documenti, le donne sono state arrestate con l’obbligo di presentarsi quotidianamente alla polizia giudiziaria.


RIMINI: Allarme da San Patrignano, “A 14 anni il primo contatto con le droghe” | VIDEO Attualità

RIMINI: Allarme da San Patrignano, “A 14 anni il primo contatto con le droghe” | VIDEO

Sono 4 i milioni di italiani tra i 15 e 64 anni, pari al 10% della popolazione, che hanno consumato almeno un tipo di droga negli ultimi 12 mesi. A rivelarlo è la comunità di San Patrignano, dove, nel corso del 2017, si è assistito a 509 nuovi ingressi, con un incremento del 8,8% rispetto al 2015. La stessa comunità di recupero lancia un ulteriore allarme: per il 50% dei ragazzi che vi entra, il primo contatto con le sostanze stupefacenti avviene a soli 14 anni. Nel corso degli anni San Patrignano ha accolto oltre 26 mila tra ragazze e ragazzi, ospitandone attualmente 1300. Inoltre, la percentuale di chi non ricade nella tossicodipendenza si attesta al 72%, con addirittura il 96% che trova lavoro dopo tale esperienza. Proprio la comunità nata sulle colline riminesi, in occasione della celebrazione dei 40 anni di attività, ospiterà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che vi farà visita il 26 giugno e il cui arrivo è previsto per le ore 11.


FORLÌ: Razzia nella notte, malviventi bloccano la strada e assaltano un distributore Cronaca

FORLÌ: Razzia nella notte, malviventi bloccano la strada e assaltano un distributore

Scene da film d’azione americano. Così i residenti hanno descritto quanto accaduto nella notte tra venerdì e sabato nei pressi del distributore di via Firenze, a Forlì. Alcuni malviventi, infatti, hanno dapprima rubato un trattore e in seguito hanno bloccato la strada in entrambi i sensi, posizionando bidoni e transenne a cui hanno dato fuoco per impedire che non si avvicinasse nessuno. Una volta chiusa la carreggiata, hanno dato l’assalto al distributore, dove hanno legato al trattore la colonnina automatica di pagamento, trascinandola per diversi metri. Successivamente i ladri hanno fatto perdere le loro tracce, fuggendo nella campagna circostante. Sul posto sono intervenute alcune volanti della Polizia, con gli agenti che esamineranno le telecamere di videosorveglianza presenti al distributore per fare chiarezza sull’accaduto.