Guarda Teleromagna canale 14

REDAZIONE BOLOGNA


CALCIO: Crollo del Bologna col Twente, Fenucci, "Prestazione deludente" | VIDEO Sport

CALCIO: Crollo del Bologna col Twente, Fenucci, "Prestazione deludente" | VIDEO

A margine della presentazione del nuovo stadio, l'amministratore delegato del Bologna FC, Claudio Fenucci, ha parlato dell'ultima prestazione della squadra, di calcio mercato e di Mihajlovic. Una sconfitta ancora tutta da digerire quella subita dal Bologna in amichevole contro il Twente. Un 4 a 1 che fa male sopratutto perché i gol sono stati segnati nei primi 45 minuti, e Claudio Fenucci non la manda a dire ai giocatori, seppur con le scusanti del caso. E' anche vero che già l'8 agosto i rossoblù scendono in campo per la prima partita ufficiale della stagione. Al Dall'Ara contro il Cosenza in Coppa Italia. Nella rosa ufficiale manca almeno un giocatore per reparto, “due per la difesa stando al modulo utilizzato da Mihajlovic. E sul mancato acquisto di Lorenzo Lucca, soffiato dall'Ajax, la risposta è stata


BOLOGNA: Oltre 20 milioni di investimenti per i Comuni, via al Fondo Energia | VIDEO Economia

BOLOGNA: Oltre 20 milioni di investimenti per i Comuni, via al Fondo Energia | VIDEO

Nel Bolognese una manovra poderosa per gli investimenti nei piccoli e medi Comuni. Il sindaco metropolitano Matteo Lepore ha stanziato più di 20 milioni di risorse derivanti dall’avanzo di bilancio del 2021 per interventi su strade, edilizia pubblica, scuole, ma anche per un Fondo dedicato all’energia.   Speech: “Un bazooka di risorse per i Comuni più in difficoltà”. Così il sindaco metropolitano di Bologna, Matteo Lepore, sulla manovra straordinaria messa in campo dalla Città metropolitana per finanziare, con oltre 20 milioni di euro, i Comuni meno floridi del territorio. I fondi, che derivano dall’avanzo di bilancio 2021, serviranno a finanziare interventi in edilizia scolastica, manutenzione delle strade, piste ciclabili e la nascita di un Fondo per l’energia attraverso il finanziamento straordinario del Fondo perequativo


BASKET: Semi Ojeleye chiude il roster della Virtus, la Fortitudo fa i primi passi | VIDEO Sport

BASKET: Semi Ojeleye chiude il roster della Virtus, la Fortitudo fa i primi passi | VIDEO

Semi Ojeleye è l'ultimo tassello che mancava alla Virtus. Ala piccola in Nba, dove viene dalle ultime esperienze tra Milwaukee e Los Angeles sponda Clippers, ma soprattutto prima a Boston dove ha collezionato numeri da giocatore di rotazione vera, probabilmente più utilizzato in ala grande in bainconero alle spalle di Shengelia, o magari anche insieme nei quintetti fisicamente più attrezzati per l'Eurolega.  Nigeriano di origine e americano di crescita e passaporto, venuto fuori dalla storica università di Duke, il 27enne ha quasi 110 chili di muscoli spalmati su 2 metri d'altezza. In queste cinque stagioni nel massimo campionato mondiale ha giocato di media più di 14 minuti a partita, con 3,4 punti perché le sue priorità erano soprattutto difensive. Una caratteristiche che lo aveva portato in cima alle  preferenze dello staff tecnico e di quello dirigenziale. Con l'arrivo di questo giocatore che promette di irrobustire il roster in  tutti i sensi, il mercato bianconero si chiude con un bilancio decisamente positivo, l'unico tassello mancato è stata l'aggiunta di un italiano da quintetto o giù di lì, soprattutto tra i lunghi. Si vedrà nel cammino della stagione se si presenterà qualche occasione, e d'altronde prima dei playoff italiani  non sembra esattamente un problema emergenziale. In Fortitudo si aspetta una decisione   definitiva sulla permanenza di Matteo Fantinelli, che potrebbe arrivare nelle prossime ore, mentre Valerio  Cucci, lungo da 9 punti e quasi 5 rimbalzi a partita potrebbe essere il primo innesto. Simone Barbante, altro lungo in uscita dal vivaio pregiato della Stella Azzurra è un altro nome nel mirino. 


BOLOGNA: Scontro Comune ed esercenti sui dehors in piazza Santo Stefano | VIDEO Attualità

BOLOGNA: Scontro Comune ed esercenti sui dehors in piazza Santo Stefano | VIDEO

A Bologna si riaccende l’ira dei ristoratori dopo la decisione della giunta di eliminare i tavoli all’aperto in alcune aree del centro storico. In piazza Santo Stefano, luogo simbolo del capoluogo emiliano-romagnolo, bisognerà dire addio ai tavolini sull’acciottolato, e così scoppia l’ira dei titolari dei bar che affacciano sulla piazza, che hanno annunciato il ricorso al Tar.   Speech: A Bologna è scontro tra il Comune e i commercianti sul tema dei tavolini all’aperto. A riaccendere la polemica mai sopita da inizio luglio, con i ridimensionamenti dei dehors in via delle Moline e San Gervasio, il nuovo progetto d’aerea della giunta si concentra su piazza Santo Stefano, luogo simbolo del capoluogo emiliano-romagnolo. Qui, a partire dal periodo natalizio, il piano prevede di eliminare completamente quella che il sindaco Matteo Lepore definisce “la selva di tavolini” che si trova sull’acciottolato della piazza, mantenendo la presenza dei dehors soltanto sotto il portico, ma non dappertutto, solo sul lato sud. Scoppia così l’ira dei responsabili dei locali che saranno maggiormente colpiti dal provvedimento. Provvedimento che, denunciano, rischia di mandare a gambe all’aria la loro attività. “Sarò costretto a licenziare quindici persone – si lamenta un esercente, che assicura che un terzo del suo fatturato gli deriva proprio dai tavolini all’aperto. Ma la giunta tira dritto: necessario, dice, preservare il patrimonio pubblico – i portici di Bologna sono classificati Unesco – e garantirne l’accessibilità e fruibilità a cittadini, residenti e soprattutto ai turisti. Insomma, la visibilità della basilica, dice l’amministrazione, non può essere ostacolata da troppi tavoli all’aperto. Di diverso parere Ascom, Confesercenti e i diretti interessati proprietari dei locali: “Così – denunciano – i turisti verranno in piazza Santo Stefano ma non potranno fermarsi a godere della sua bellezza. Senza la possibilità di fare aperitivo o una cena leggera, insistono, scatteranno una foto e andranno via. Per il momento, comunque, non sembrano esserci aperture a modifiche del progetto d’area. E ora gli esercenti hanno tempo novanta giorni per presentare domanda sulla base dei nuovi spazi concedibili. “Il tempo necessario – fanno sapere dal Comune – per organizzarsi”.


BOLOGNA: Il Marconi Express torna in funzione tra incertezze e polemiche | VIDEO Attualità

BOLOGNA: Il Marconi Express torna in funzione tra incertezze e polemiche | VIDEO

A Bologna continuano le polemiche sul People Mover, il treno su monorotaia che collega la stazione alta velocità di Bologna all’aeroporto. Diverse interruzioni del servizio solo nel mese di luglio, dovute a possibili guasti e controlli tecnici, ora la navetta è in funzione, ma solo in maniera ridotta, a disposizione dei cittadini è solo una su tre.   È tornato in funzione il People Mover, navetta su monorotaia che collega la Stazione Alta Velocità di Bologna all’Aeroporto Guglielmo Marconi in soli sette minuti. Un’infrastruttura volta a migliorare il servizio di trasporto pubblico, che però non smette di far discutere cittadini e istituzioni, per via delle numerose interruzioni del servizio per problemi tecnici, guasti o controlli. Interruzioni che nel mese di luglio sono avvenute quattro volte, causando disagi ai viaggiatori in un momento già complesso a causa degli scioperi delle compagnie aeree low cost. Una signora, ad esempio, ci racconta che questo mese avrebbe dovuto utilizzare la navetta quattro volte, due delle quali l’ha trovata fuori servizio. Unica alternativa, affidarsi ai bus sostitutivi, che tuttavia offrono un servizio diverso: tempi più lunghi, anche se il costo del ticket è lo stesso. Mentre la Procura archivia l’ipotesi che dietro ai numerosi disservizi del People Mover ci siano reati penali e passa la palla alla Corte dei Conti, la politica del territorio continua a litigare sull’utilità reale di questa infrastruttura. Per il momento, ad essere attiva è solo una delle tre navette, ferme le altre per dei controlli che possono essere effettuati solo a veicolo fermo.


CALCIO: L'Az Alkmaar la spunta sul Bologna col gol di Buurmeester Sport

CALCIO: L'Az Alkmaar la spunta sul Bologna col gol di Buurmeester

E' ancora un Bologna indietro nella condizione e nell'assetto tattico quello che è stato sconfitto ieri dagli olandesi dell'Az Alkmaar. Nei Paesi Bassi i rossoblù reggono gli assalti dei padroni di casa, già in formato campionato dopo l'esordio in Conference League e numerose amichevoli alle spalle, ma cedono sul gol partita firmato da Zico Buurmeester. Prima del riposo, al minuto 43, un buco sulla corsia sinistra permette al centrocampista centrale di infilare la palla a porta praticamente sguarnita. I felsinei provano a ristabilire la parità ma Lykogiannis centra il palo al 59' e Arnautovic, suo il tiro di poco fuori al minuto 70.


BOLOGNA: Bolognina Boxe, allenamenti in strada dopo i sigilli alla palestra | VIDEO Attualità

BOLOGNA: Bolognina Boxe, allenamenti in strada dopo i sigilli alla palestra | VIDEO

Palestra popolare nata nel 2017 con l'obiettivo di creare un polo sportivo accessibile a tutti, arrivando in poco tempo a contare quasi 300 iscritti, 19 nazionalità diverse, 24 atleti agonisti e 2 pugili professionisti, la Bolognina Boxe è da qualche giorno senza una casa. Il Comune di Bologna, considerando i rilevamenti acustici dell'Arpae oltre i limiti, ha messo i sigilli alla palestra di via del Lavoro, dove a nulla sono purtroppo serviti gli interventi di insonorizzazione effettuati già qualche tempo fa. E così, adesso, gli allenamenti si svolgono in un parco, con conseguenze non solo sull'attività sportiva, ma anche su quella sociale di una realtà fin da subito punto di riferimento per i quartieri Bolognina e San Donato. Il dialogo con le istituzioni, assicurano, prosegue, ma intanto si fa appello anche alla cittadinanza.