Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE BOLOGNA


BOLOGNA: In 10mila per il Pride, slogan e magliette rosse contro Salvini | VIDEO Attualità

BOLOGNA: In 10mila per il Pride, slogan e magliette rosse contro Salvini | VIDEO

Erano almeno diecimila le persone che sabato pomeriggio hanno sfilato a Bologna per il Pride 2018. Un lungo serpentone che, dai Giardini Margherita, ha attraversato parte del centro storico bloccando per un tratto i viali di circonvallazione. Molti dei partecipanti indossavano delle magliette rosse, per ricordare il dramma dei migranti morti in mare. Tante anche le persone che hanno sfilato indossando una maschera con il volto di Cathy La Torre, avvocato per i diritti Lgbtq che nell'ultimo mese è stata minacciata su Facebook tre volte. Tra le bandiere arcobaleno anche alcuni cartelli satirici e di protesta indirizzati al ministro dell'Interno Matteo Salvini e al ministro alla Famiglia Lorenzo Fontana.


BOLOGNA: Partiti i saldi anche online, negozi presi d'assalto | VIDEO Attualità

BOLOGNA: Partiti i saldi anche online, negozi presi d'assalto | VIDEO

Saldi, saldi, saldi. Al via gli sconti sui cartellini, un appuntamento da non perdere per chi sceglie di rinnovare il guardaroba. Hanno preso il via ufficialmente le vendite ribassate tanto attese anche dai bolognesi. Chi non è andato al mare o in vacanze, ed è rimasto sotto le Due Torri, ha fatto una passeggiata in centro per cercare capid a’abbigliamento, articoli per l’arredamento e oggetti che teneva d’occhio da un po’ perché il ticket era troppo salato. C’è chi ha anche scelto le vendite online, i saldi sono approdati anche sulle piattaforme di vendita, ma scegliere di persona, per alcuni, è la soluzione migliore. Per la caccia all’affare, a Bologna, c’è tempo fino al 4 settembre.


BASKET: La Fortitudo Bologna ingaggia Kenny Hasbrouck | VIDEO Sport

BASKET: La Fortitudo Bologna ingaggia Kenny Hasbrouck | VIDEO

Obiettivo centrato, la Fortitudo ha la sua nuova guardia titolare. La Società biancoblù cercava un giocatore in grado di garantire duttilità, funzionalità in entrambe le metacampo ma, soprattutto, tanta pericolosità offensiva. E Kenny Hasbrouck (primo giocatore nella lista del duo Martino-Carraretto) ha detto sì senza troppe esitazioni. La31enne guardia nativa di Washington ha mosso i primi passi della sua carriera cestistica nella Cardinal Gibbons High School, per poi trasferirsi un quadriennio a Siena University e mantenendosi stabilmente in doppia cifra realizzativa. In seguito all'esperienza in D-League con la maglia del Rio Grande Vipers, Hasbrouck ha partecipato (nell'estate 2010) alla preseason NBA con i Miami Heat, per poi vestire la maglia della Fundaciòn Lucentum. Nel 2011/12, l'approdo nel massimo campionato tedesco, giocando con la maglia di Oldenburg anche l'Eurochallenge. Successivamente, alla sua prima esperienza nella serie A italiana, il giocatore ha vestito la maglia della Virtus e, nell'annata successiva, ha vissuto una rapida parentesi in Turchia. Il campionato 2014/15 lo ha visto ottenere il titolo di top scorer a Ferrara (in serie A2 Silver) con una media di 20,4 punti a partita. Nella stagione 2015/16, Hasbrouck è stato impegnato prima con la maglia di Cantù, poi nuovamente con la Virtus, nella sfortunata parentesi che ha portato i bianconeri alla retrocessione. A seguire (nella stagione 2016/17), Hasbrouck è tornato a giocare nel girone Est della serie A2, indossando la maglia di Piacenza e confermandosi eccellente realizzatore, alla media di 17,2 punti segnati a partita. Nell'ultima stagione agonistica, gli ottimi risultati ottenuti a Jesi, mantenendo nelle 30 partite di stagione regolare disputate una media di 18,2 punti segnati (conditi da 4 rimbalzi, 3 assist), e raggiungendo con la squadra marchigiana i Playoff di categoria. Attaccante di razza ma giocatore molto prezioso anche nella metacampo difensiva (ben 2,9 palle recuperate per partita, il migliore nell'ultima A2), Hasbrouck indosserà in Fortitudo la maglia numero 41. Quanto al lungo titolare, coach Martino vorrebbe che anche il profilo di questo giocatore garantisse sostanza nel gioco fronte a canestro e non è un mistero che l'obiettivo numero uno rimanga ancora Kenny Lawson, anche se le richieste dell'ex virtussino paiono ancora del tutto inavvicinabili.


BASKET: La Fortitudo Bologna mette gli occhi su Janelidze | VIDEO Sport

BASKET: La Fortitudo Bologna mette gli occhi su Janelidze | VIDEO

Nella giornata in cui è arrivato il comunicato di rescissione consensuale con Matteo Boniciolli, la Fortitudo si è messa avanti nei lavori per quanto riguarda l'arrivo del giocatore senior che avrà il compito di partire dalla panchina per dar fiato a capitan Mancinelli e Guido Rosselli. Si tratta di Giga Janelidze, georgiano con formazione italiana nato nel 1995 e che, pertanto, non rientrerà nella fascia degli under, dove il club biancoblù è alla ricerca di un giocatore che possa tenere il campo nel secondo campionato nazionale. Janelidze è cresciuto nei settori giovanili di Rimini e Casalpusterlengo, società con la quale ha vinto il Campionato italiano Under 20 nel 2014, proprio grazie ad una sua conclusione allo scadere. Il giocatore vanta già una buona esperienza in A2: ha disputato infatti una stagione a Roseto e due a Jesi e si è poi aggregato a Trieste, inizialmente come lungo a gettone per sostituire l'infortunato Da Ros ma poi (avendo subito convinto il club giuliano sulle sue qualità) ha ottenuto l'immediato prolungamento del contratto fino al 2020. Nel frattempo, l'attenzione del club biancoblù continua a focalizzarsi sulla coppia statunitense, dove si cercano elementi in grado di garantire fisicità, atletismo ma, soprattutto, tanti punti. Sempre vivo, molto vivo l'interesse per Kenny Hasbrouck, giocatore che nella passata stagione ha realizzato 18 punti a partita con la maglia di Jesi e visto un paio di volte (in sfortunate circostanze) con la maglia della Virtus. In una formazione dove il limite principale sembra essere quello di non avere tiratori affidabili, il suo arrivo colmerebbe questa lacuna. Quanto al lungo titolare, coach Martino vorrebbe che anche il profilo di questo giocatore garantisse sostanza nel gioco fronte a canestro e non è un mistero che l'obiettivo numero uno rimanga ancora Kenny Lawson, la cui concorrenza è molto folta anche in serie A e che a certe cifre resta ancora inavvicinabile per i biancoblù bolognesi. E' chiaro che, con l'eventuale ingaggio dell'ex giocatore della Virtus, l'attacco della Fortitudo prenderebbe una fisionomia molto diversa aumentando di parecchio la propria pericolosità dal perimetro. Anche se si trova già a buon punto nella costruzione della squadra, l'Aquila non ha comunque fretta di completare il roster. L'impressione è che i tempi si dilateranno e se le idee Hasbrouck e Lawson non dovessero rivelarsi percorribili, il club resterebbe ugualmente vigile sul mercato, nella speranza che qualche buon giocatore possa non trovare spazio in serie A e, quindi, sia costretto a scendere di categoria, abbassando anche le sue pretese economiche.


CALCIO: I nomi di mercato di Bigon non allettano la tifoseria del Bologna | VIDEO Sport

CALCIO: I nomi di mercato di Bigon non allettano la tifoseria del Bologna | VIDEO

Djiks, Paz, Santander, Skorupski, Calabresi, Falcinelli. In rigoroso ordine di apparizione, questo è l'elenco dei primi giocatori che il DS Bigon ha vestito di rossoblù. Nomi che (Skorupski a parte) hanno tutt'altro che incantato il popolo rossoblù, chiamato da domani a fornire la prima risposta al club con la partenza della campagna abbonamenti e che al momento, pare che abbia apprezzato più le nuove maglie da gioco che non i profili dei nuovi giocatori che, quelle maglie, le indosseranno. Ceduto Verdi per poter avere risorse da investire sul mercato, il diesse Bigon in maniera neanche tanto criptica ha lavorato in funzione del 3-5-2 di Inzaghi. Si disquisisce molto sullo scambio alla pari tra Di Francesco e Falcinelli. Vero, il Bologna si si è privato di un giocatore classe 1994 di talento e futuribile e ne ha vestito di rossoblù uno classe 1991 già fatto e finito. Ci avrà rimesso? Sarà il tempo a stabilirlo. Di Francesco nel 3-5-2 non sarebbe esploso comunque (da esterno di centrocampo risulterebbe fuori ruolo, da seconda punta Inzaghi forse non lo avrebbe schierato), dall’altra parte Falcinelli in carriera ha sempre reso meglio a due punte e il Sassuolo gioca con il modulo 4-3-3. Se ognuno si fosse tenuto i propri giocatori tra un anno i club si sarebbero ritrovati probabilmente al punto di partenza. Inserendo invece i due in contesti tattici appropriati, probabilmente tra un anno sia Bologna che Sassuolo saranno soddisfatte dell’operazione. C’è poi la folle rincorsa al nuovo acquisto, al top player a cui Fenucci ha deliberatamente rinunciato in occasione della conferenza stampa in cui sono state le svelate le nuove maglie da gioco. ‘Non ci possiamo permettere operazioni da 25 milioni di euro’, la frase dell’Ad e subito caterve di insulti. In realtà appare tutto molto razionale: se si è ceduto un giocatore a 25 milioni di euro perché il Bologna dovrebbe reinvestire la stessa cifra su un’altra pedina? Tanto sarebbe valso tenere l’originale. Il marasma mediatico produce certo opinioni, ma molto spesso preconcetti. Si pre-giudica tutto quello che avviene, in un'ansia da mercato che porta sempre a un disfattismo generale. Come se a Saputo del Bologna non gliene fregasse nulla e se si retrocede amen. Non è esattamente così…anche per chi imputa al patron rossoblù un certo distacco dalla quotidianità di Casteldebole.


CALCIO: Ultimi giorni di vacanza per i giocatori del Bologna | VIDEO Sport

CALCIO: Ultimi giorni di vacanza per i giocatori del Bologna | VIDEO

Ultimi giorni di vacanza per il Bologna che la settimana prossima riprenderà le attività preparatorie alla nuova stagione sportiva. Si comincerà con la consueta serie di visite mediche e test nelle giornate di lunedì 2 e martedì 3 luglio, si proseguirà poi nei pomeriggi di mercoledì 4 e giovedì 5 quando il gruppo sosterrà i primi due allenamenti a Casteldebole, mentre venerdì 6 è prevista la partenza della squadra per Pinzolo, sede della prima parte di ritiro estivo. Il ritiro durerà 17 giorni comprendendo 3 weekend di presenza del Bologna che disputerà 4 partite amichevoli, tutte a Pinzolo. Secondo la formula già sperimentata in occasione dei precedenti ritiri, gli allenamenti si terranno al centro sportivo “Pineta”, saranno a cadenza quotidiana e a libero accesso da parte del pubblico. Numerose, poi, le attività, le iniziative, i momenti di festa e incontro organizzati per far divertire il pubblico dei tifosi, grandi e bambini. Il Bologna si tratterrà nella località della Val Rendena fino al 23 luglio. La seconda parte del ritiro si svolgerà invece a Kitzbuehel, in Austria dal 29 luglio al 3 agosto. Vacanze finite ma non per tutti i rossoblù. C’è infatti chi è ancora impegnato nei mondiali di Russia come Blerim Dzemaili, Emil Kraft e Philip Helander che, rispettivamente nelle fila di Svizzera e Svezia, si stanno preparando alla sfida degli ottavi di finale in programma martedì. Lunedì alle 11 partirà anche la nuova campagna abbonamenti del Bologna all’insegna dello slogan “Fire and Desire”. Prezzi bloccati per gli abbonamenti rispetto alla scorsa stagione con alcuni sconti, tra i quali 10% in meno nel settore distinti, tariffa agevolata e sconto del 10% per entrambi per l’abbonato 2017/18 che rinnova in prelazione portando un amico, e poi tante altre opportunità legate ai partner rossoblù i cui dettagli sono disponibili sul sito del club.


BASKET: La Virtus Bologna al tabellone principale della Champions League | VIDEO Sport

BASKET: La Virtus Bologna al tabellone principale della Champions League | VIDEO

Il gran ritorno della Virtus in Europa, dopo dieci anni di assenza, avverrà direttamente dal tabellone principale della manifestazione senza passare dai turni preliminari della Basketball Champions League. La Fiba ha infatti ufficializzato l’elenco delle squadre partecipanti alla prossima edizione della manifestazione che, di fatto, sancisce il ritorno della Virtus in una competizione europea, dalla quale mancava dalla stagione 2008-2009, quando vinse l’Eurochallenge. I bianconeri potranno così tornare a gustare il clima delle sfide europee, dal tabellone principale che prevede gironi con andata e ritorno con ben 14 gare di alto livello. Si dovrà attendere l’11 luglio quando, a Ginevra, saranno sorteggiati i gironi in cui verranno distribuite le 32 squadre, tra le quali figurano anche Venezia e Avellino mentre Cantù dovrà passare dai preliminari. Il tabellone comprende squadre di grande livello, a partire dai tedeschi del Bamberg, proseguendo coi turchi del Besiktas, gli israeliani dell’Hapoel e i greci dell’Aek. Soddisfatti i vertici del club: “Siamo naturalmente molto felici di questa notizia”, commenta l’Amministratore delegato di Virtus Pallacanestro, Alessandro Dalla Salda, “Sono convinto che questa partecipazione, oltre a dare un segnale chiaro del fatto che la Virtus ha ancora un grande appeal a livello continentale, farà felice la nostra tifoseria, storicamente legata alla partecipazione alle coppe europee, e la città di Bologna, appassionata come poche di pallacanestro”. Saranno 32 le squadre che si daranno battaglia a partire dal 9 ottobre nei quattro gironi da otto che compongono il tabellone. Sono 26, compresa Virtus Segafredo, quelle già ammesse a questa fase. Le restanti sei usciranno dai tre rounds preliminari che inizieranno il 20 settembre.