Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE BOLOGNA


BOLOGNA: Scooter impatta contro un'auto, 16enne in prognosi riservata Cronaca

BOLOGNA: Scooter impatta contro un'auto, 16enne in prognosi riservata

Incidente tra uno scooter e un'auto ieri sera, intorno alle 22.40, in via Marchetti, nella zona collinare di Bologna. Il conducente del ciclomotore, un ragazzo di 16 anni, le cui condizioni sono apparsi subito gravi, è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Maggiore. I sanitari del 118 hanno accompagnato in ospedale per accertamenti anche il secondo passeggero del motorino, anche lui di 16 anni, e il conducente della vettura, una Abarth 500, di 26. Sul posto, per i rilievi, la Polizia Municipale. Secondo una prima ricostruzione, per cause in corso di accertamento,lo scontro è avvenuto in via Marchetti tra l'auto, che dopo la svolta da via Murri procedeva verso la collina, e lo scooter, che proveniva da via Borghi Mamo ed era diretto verso via Siepelunga. (foto repertorio)


CALCIO: Donadoni in bilico, il Bologna pensa al nuovo allenatore | VIDEO Sport

CALCIO: Donadoni in bilico, il Bologna pensa al nuovo allenatore | VIDEO

Domani alle 18 il Bologna chiuderà la stagione ad Udine. Potrebbe risultare l'ultima gara di Roberto Donadoni sulla panchina dei rossoblu. Da mesi infatti i rapporti sono tesi con una parte della tifoseria e in società si valuterà se cambiare il tecnico o meno. Il punto nel servizio.


CALCIO: Faccia a faccia tra Bologna e tifosi, Donadoni sempre nel mirino Sport

CALCIO: Faccia a faccia tra Bologna e tifosi, Donadoni sempre nel mirino

Confronto a Casteldebole tra una ventina di tifosi del Bologna, Donadoni, staff tecnico, il club manager Marco Di Vaio e la squadra. Dopo la contestazione seguita alla sconfitta con il Chievo, i rappresentanti di alcuni gruppi della Curva Bulgarelli hanno chiesto e ottenuto un faccia a faccia con la squadra. Soprattutto, è stato un confronto con il tecnico, con il quale i rapporti si trascinano tesi ormai da mesi. L'incontro è andato in scena all'interno del centro tecnico rossoblù, sul campo, intorno a mezzogiorno, con i tifosi che hanno chiesto spiegazioni, più che sul calo della squadra nel corso della stagione, soprattutto sull'incomunicabilità che percepiscono tra ambiente, squadra, club e tecnico, di cui una fetta di tifoseria chiede dimissioni o esonero. Se il faccia a faccia abbia portato a un chiarimento e a un riavvicinamento lo dirà il prossimo futuro.


BOLOGNA: Strage stazione, scontro fuori dall'aula Ciavardini e familiari vittime | VIDEO Attualità

BOLOGNA: Strage stazione, scontro fuori dall'aula Ciavardini e familiari vittime | VIDEO

Incontro scontro fuori dall’aula della Corte d’Assise di Bologna mercoledì mattina in cui si svolge il processo a carico dell’ex Nar Gilberto Cavallini, tra Luigi Ciavardini, condannato in via definitiva come esecutore della strage della stazione di Bologna e la vicepresidente dell’associazione che riunisce i familiari delle vittime, Anna Pizzirani. L’ex Nar ha continuato a ribadire la propria innocenza, mentre Pizzirani gli ha ricordato la sentenza di condanna in via definitiva.


IMOLA: Grave incidente in via Punta, 30enne sbanda e distrugge l'auto | VIDEO Cronaca

IMOLA: Grave incidente in via Punta, 30enne sbanda e distrugge l'auto | VIDEO

Un grave incidente è avvenuto questo pomeriggio a Imola in via Punta. Coinvolta una 30enne che, secondo una prima ricostruzione, avrebbe sbandato con la propria auto finendo fuori strada e ribaltandosi all’altezza dell’incrocio con via Linaro. Nell’incidente non sono stati coinvolti altri mezzi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per liberare la giovane donna rimasta incastrata nell’abitacolo della sua Alfa Romeo. Le operazioni sono andate avanti per più di un’ora. La 30enne, le cui condizioni sono apparse critiche, è stata trasportata in elisoccorso presso l’Ospedale Maggiore di Bologna.


BASKET: Virtus Segafredo Bologna - Sidigas Avellino 64-70 | VIDEO Sport

BASKET: Virtus Segafredo Bologna - Sidigas Avellino 64-70 | VIDEO

Ci vorranno altri 40 minuti di passione, sul campo in cui va riscritta la storia dopo l’onta della retrocessione di due anni fa. Ma la buona notizia tutto sommato resta: la Virtus è padrona del suo destino e vincendo a Reggio Emilia mercoledì sera si assicurerebbe l’ingresso nei playoff. Questo nonostante il ko contro Avellino, solita recita interna molto solida e convincente contro una delle big del campionato, senza però raccogliere nulla nel finale, quando la qualità degli ospiti e un vissuto più intenso fanno la differenza. La Segafredo lotta e sgomita, fatica in avvio a contenere Rich e Fesenko, giocatori d’altro livello, poi però innesta la marcia alta difensivamente. E’ nel secondo tempo, dopo essere caduta a -9, che la squadra di Ramagli, ancora priva di Umeh, con Ale Gentile fermo a zero punti e in condizioni precarie dopo il recupero dall’infortunio, riesce a capovolgere il match. Nel terzo quarto i bianconeri chiudono l’area, Slaughter si prende la scena con 7 punti e il suo terzo fallo che penalizzerà non poco le V nere nel loro momento migliore. Messo un argine allo strapotere di Fesenko, il migliore con 15 punti e altrettanti rimbalzi, ridotto al silenzio per due quarti Rich, il capocannoniere del campionato, e trovati gli spunti di Stefano Gentile e soprattutto di Aradori, 22 a referto con 5 su 7 da tre, la Segafredo sembra potersi prendere in mano la partita. La Sidigas nella seconda metà perde 11 palloni, anche Lawson e Wilson infiammano il PalaDozza. Ma gli irpioni vengono fuori da grande squadra e dopo aver tirato con 4/20 dall’arco per 30’, nel quarto finale trovano il 4/6 decisivo per scansare la furia agonistica dei virtussini. Prima che gli episodi, come un contropiede sprecato banalmente da Wilson, una persa del solito, troppo distratto Lafayette, un libero per errore corretto da Aradori, e l’ennesimo pick and roll chiuso dal gigante Fesenko facciano scorrere i titoli di coda. Si va a Reggio per soffrire, ma anche col traguardo ancora a portata di mano. Se vince è dentro, ballando tra il sesto e l’ottavo posto. Se perde servirà la sconfitta di Cremona, che ospita la disperata Capo d’Orlando.


VOLLEY: Nayma Galetti conquista tre promozioni con la Coveme | VIDEO Sport

VOLLEY: Nayma Galetti conquista tre promozioni con la Coveme | VIDEO

La Coveme San Lazzaro ha centrato la storica promozione in Serie A2 dopo 24 anni. E' ancora festa grande nel Bolognese ma per il libero Nayma Galetti si tratta del terzo salto di categoria con la stessa maglia. Un'assoluta protagonista  punto fermo della formazione di coach Claudio Casadio che invece riserva una dedica speciale all'impresa ottenuta sul campo.