Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE BOLOGNA


BOLOGNA: Rumori notturni in piazza Verdi, residenti stremati | VIDEO Attualità

BOLOGNA: Rumori notturni in piazza Verdi, residenti stremati | VIDEO

Non è escluso che per piazza Verdi si possano prendere provvedimenti simili a quelli utilizzati in piazza San Francesco. E questa la reazione del Comune al grido d’allarme lanciato in questi giorni dall’associazione via Petroni e Dintorni, che con l’inizio della bella stagione, complice anche il ponte tra il 25 aprile e il primo maggio, è tornata a porre la questione relativa alla gestione della zona universitaria. Lo ha fatto diffondendo video della movida e scrivendo una lettera aperta al prefetto Piantedosi. Che sta lavorando molto e bene, sottolinea l’assessore alla Sicurezza Alberto Aitini. Giuseppe Sisti rimarca la differenza tra la decisione di promulgare un’ordinanza e la capacità di farla realmente rispettare. E difende la scelta di rivolgersi al prefetto Piantedosi.


BASKET: The Flexx Pistoia - Virtus Segafredo Bologna 61-74 | VIDEO Sport

BASKET: The Flexx Pistoia - Virtus Segafredo Bologna 61-74 | VIDEO

Solida e autoritaria, in grado di far pesare tutte le difficoltà offensive di Pistoia, di tenere in pugno il match dalla palla a due fino alla fine, nonostante l’emergenza. La Virtus che passa per la sesta volta in trasferta e mantiene l’ottavo posto in classifica è un gruppo disposto a mostrare ancora una volta la determinazione di centrare l’obiettivo playoff.  Una vittoria necessaria e meritata, costruita con la difesa dura e le invenzioni sull’asse Lafayette-Slaughter, 33 punti in due +5 assist per il play e 8 rimbalzi del pivot, la solita presenza di Pajola, secondo miglior plus/minus della squadra, 13, con recuperi e assist, la leadership di Aradori da 16 punti e 3 assist al bacio. La palla davanti gira bene, la profondità c’è sempre, non servono nemmeno le triple per comandarla, anche se le prime che arrivano nel secondo quarto danno il via alla fuga vera. Mentre in difesa, incassate un paio di conclusioni dalla distanza di Ivanov e controllati i rimbalzi, alla The Flexx restano solo briciole. Il difetto è non assestare prima il colpo del ko, ma stavolta è un dettaglio. Anche perché tutto arriva senza Ale Gentile, col fratello Stefano non al meglio per l’intossicazione alimentare della vigilia e Umeh ancora fuori. Non solo, perfino l’ansia del malore che ha colto il vice di Ramagli, Daniele Cavicchi, costringendolo al ricovero per accertamenti e all’assenza in panchina, nulla di grave però chiarisce la società bianconera in attesa degli ulteriori approfondimenti. Il debutto di Wilson, tanto atteso, è un ovvio rimando alle prossime puntate, perché con due soli allenamenti alle spalle l’ex di Torino deve ancora prendere contatto con la realtà e recuperare quella decina di giorni di stop che ne hanno cambiato la condizione. Ma intanto ha allungato le rotazioni e regalato un po’ di fiato. Ora il lavoro è quasi terminato, anche se ne Cremona né Sassari hanno allentato la presa. Per star tranquilli tra Avellino, in caduta libera, e Reggio Emilia fuori dai giochi, servirà un bis perfetto. Ma anche una sola vittoria a questo punto potrebbe bastare. E poi conta avere il destino nelle proprie mani, senza dipendere dagli altri.


CALCIO: Bologna - Milan 1-2 | VIDEO Sport

CALCIO: Bologna - Milan 1-2 | VIDEO

La tradizione non cambia. Alle squadre in difficoltà e che da lungo tempo non trovano il feeling con la vittoria, basta confidare in una cosa soltanto: di trovarsi il Bologna sulla propria strada. E la rinascita è sempre servita. Questa volta, a beneficiarne, è stato il Milan di Gattuso, reduce da una pesantissima settimana di confronti interni dopo il clamoroso rovescio interno contro il Benevento. Rossoneri che non vincevano da sei giornate (oltre 40 giorni) e che hanno potuto approfittare del solito Bologna, lodevole nell'impegno ma sempre poco propositivo e mai pericoloso in zona gol con i suoi (presunti) uomini designati. Sono bastate tre mosse al Milan per piegare i rossoblù e restare così in scia dell’Atalanta nella corsa a un posto in Europa League. Ha corso il Milan verso un finale di stagione ancora tutto da scrivere e nel primo tempo a onor del vero si è dato da fare anche l'undici di Donadoni, che si è fatto pericolosamente vedere un paio di volte dalle parti di Donnarumma con altrettante reti segnate, a firma di Palacio e Orsolini, annullate dall'incerto Giacomelli prima per un fuorigioco dell’ex atalantino e poi per un mani più che discutibile dell’argentino ‘pizzicato’ dal Var, che nel dopo partita ha scatenato le proteste di Donadoni. Il problema del Bologna, però, è sempre rimasto il medesimo: corre e si dà da fare ma là davanti non punge mai, perché Palacio è in riserva da settimane, Destro langue in infermeria e l’unico alter ego possibile, il corazziere Avenatti gettato nella mischia all’inizio della ripresa, si è sfiancato in duelli inutili incidendo pochissimo. Bologna anche mantenuto in partita dai legni della porta difesa di Mirante, che hanno respinto le conclusioni prima di Cutrone, poi di Bonaventura. Morale: poteva finire 5-1 per il Milan, ma anche 2-2 se nel finale il Bologna avesse avuto un pizzico di lucidità in più e se Calabria non avesse stoppato la conclusione di Palacio a pochi metri dalla porta, festeggiando il gesto come si celebra un gol. Al netto delle recriminazioni di Donadoni, resta un dato di fatto, inconfutabile. Con quella di ieri, sono salite a 18 le sconfitte del Bologna in 35 giornate. Oltre il 50% delle partite giocate. E così il salto di qualità dei rossoblù resta di nuovo nel cassetto.




IMOLA: Serse Soverini "Imola Futuro rilancia il civismo del centrosinistra" | VIDEO Politica

IMOLA: Serse Soverini "Imola Futuro rilancia il civismo del centrosinistra" | VIDEO

Imola Futuro Area-Civica, la lista guidata da Giuseppina Brienza e che fa parte della coalizione del centrosinistra di Imola, ha presentato alla stampa i propri candidati alla competizione elettorale per le imminenti elezioni amministrative. Per l’occasione è stato organizzato un incontro accanto alla Rocca della città al quale ha partecipato come sostenitore anche il neo deputato Serse Soverini eletto il 4 marzo proprio nel collegio imolese di centrosinistra.   


MOTORI: Il 27° Motogiro d'Italia partirà da casa Ducati Sport

MOTORI: Il 27° Motogiro d'Italia partirà da casa Ducati

Il prossimo 1 maggio lo stabilimento Ducati di Borgo Panigale sarà il punto di partenza della ventisettesima edizione del Motogiro d’Italia, la rievocazione storica della più antica e prestigiosa gara motociclistica italiana a tappe. L’edizione 2018 si terrà dal 30 aprile al 6 maggio e solcherà le strade della celebre Motor Valley, il distretto industriale situato in Emilia Romagna nel quale si concentrano brand internazionali dell’automotive, i loro affascinanti musei specializzati e diversi autodromi e circuiti per gare sportive. Sono almeno 120 i motociclisti che, con le loro moto sia d’epoca sia attuali, percorreranno i 1600 chilometri divisi in 6 tappe, partendo da Bologna e proseguendo per Modena, fino alla Riviera Adriatica per poi tornare a Borgo Panigale e concludere il tour circolare con una visita guidata al Museo Ducati.