Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE BOLOGNA


CALCIO: Dubbio Destro-Palacio per Donadoni contro la Lazio | VIDEO Sport

CALCIO: Dubbio Destro-Palacio per Donadoni contro la Lazio | VIDEO

Per cercare di dare ancora un senso a questa stagione, il Bologna domenica in casa della lazio continuerà ad affidarsi alla difesa a 3, sperimentata nella sconfitta contro l’Atalanta, al cospetto di un altro avversario, i biancocelesti appunto, abituati a questa formula di gioco. Almeno queste le indicazioni di una settimana in cui Roberto Donadoni sta cercando nuovamente di dare stimoli alla squadra, 9 sconfitte e 4 vittorie nelle ultime 13 partite, quanto basta a tenersi lontano dai guai non per esaltarsi o costruire chissà quali prospettive. Il modulo con i 3 centrali difensivi apre un vero e proprio rebus in attacco, dove il mister bergamasco sembra intenzionato a dare spazio a Krejci, in grado di cambiare disposizione tattica dal 3-4-3 al 3-5-2 con il suo andirivieni sulla fascia sinistra. Va da se che nel reparto offensivo rimangano solo due ruoli, uno sicuramente appaltato a Simone Verdi, l’altro in ballottaggio tra Destro e il recuperato Palacio. Se l’argentino darà garanzie di tenuta, difficilmente non sarà lui il prescelto, confinando nuovamente Destro ai margini. Si vedrà, c’è tempo prima del posticipo serale di domenica, ce n’è meno invece per cercare una svolta che non s’intravvede, trasformando questa fine stagione ancora lunga, fatta com’è di 10 partite al termine, nell’occasione di togliersi qualche bella soddisfazione invece che attenderne stancamente la conclusione. A proposito di difesa a tre, si è fermato per un attacco influenzale De Maio, che in infermeria ha raggiunto gli infortunati Poli, Orsolini e Da Costa, quest’ultimo unico degli acciaccati in grado di svolgere almeno una seduta differenziata oltre alle terapie. I rossoblù si troveranno di fronte un avversario che non vince da due gare, ma capace di salvarsi a Cagliari al quinto minuto di recupero e bisognoso di un successo per difendere la sua posizione Champions dall’assalto di Inter e Milan. Una Lazio che all’Olimpico ha vinto 4 delle ultime 6 gare, ma ha perso 2 delle ultime 3 contro Genoa e Juventus. Serviranno coraggio e fame per non arrendersi prima del tempo contro la qualità e gli obiettivi della formazione di Simone Inzaghi.



BASKET: Teddy Okereafor verso la Fortitudo Bologna | VIDEO Sport

BASKET: Teddy Okereafor verso la Fortitudo Bologna | VIDEO

Beffata a Ravenna dopo un tempo supplementare (che aveva invece sorriso ai biancoblù tre giorni prima a Bergamo), la Fortitudo ufficializzerà in settimana il nome del rinforzo nel settore degli esterni. E' arrivato a Bologna (e si sta allenando con la squadra) il 25enne britannico Okereafor, ex Pistoia, e per capire se sarà lui il prescelto, bisognerà attendere l'esito delle visite mediche, previsto per la giornata di mercoledì. Con la sconfitta di domenica scorsa, la Fortitudo ha momentaneamente abbandonato il primo posto in classifica, tornato appannaggio di Trieste per la differenza canestri favorevole nello scontro diretto con la Consultinvest. Il dato meno confortante palesatosi al Pala De Andrè ravennate è che il gioco abbia subita una nuova, mini frenata, in parte legata (inevitabilmente) alla stanchezza di Robert Fultz, al quale non si possono chiedere troppo gli straordinari, a maggior ragione nel contesto di partite molto ravvicinate. La Fortitudo ha dimostrato di sapersi gestire al meglio con le rotazioni più accorciate ma questo ragionamento andrebbe e andrà ricalibrato nella fase decisiva del campionato, quando potrebbero anche giocarsi 20 partite in meno di due mesi. Ecco che, a quel punto, tornare a lavorare su rotazioni più ampie potrebbe davvero essere l'elemento in più per le squadre che puntano al salto di categoria. E la Fortitudo, ovviamente, è tra queste. Nel frattempo, si avvicina sempre più il big match di domenica, quando al PalaDozza si affronteranno Fortitudo e Treviso in un remake di quella che è stata più per ben cinque volte in un decennio (in tempi nemmeno troppo remoti) la sfida che ha messo in palio il tricolore. Fortitudo che farà debuttare il nuovo playmaker (in attesa dell'ufficializzazione del suo nome), ma che dovrà fare a meno di Sylvere Bryan, operato questa mattina a Villa Erbosa dal Professor Lelli per un intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore e collaterale esterno. Per il 36enne originario della Dominica, stagione chiusa in anticipo e non meno di 4 mesi per completare riabilitazione e recupero.


CALCIO: Bologna - Atalanta 0-1 Sport

CALCIO: Bologna - Atalanta 0-1

Cercava la terza vittoria consecutiva in casa, il Bologna, per ritrovare la continuità di rendimento davanti al proprio pubblico: trova l'ottava sconfitta casalinga e i fischi del Dall'Ara, che dopo il minuto di silenzio per Astori dedica anche cori all'ex difensore della Fiorentina. Ma un coro meno gentile, in chiusura, arriva pure da parte della curva per Donadoni: "Non vinciamo mai, quando te ne vai?". A inguaiare il tecnico rossoblù ci pensa la sua ex Atalanta (da calciatore esordì con la Dea) e Gasperini, che dimostrano di avere quella continuità che il Bologna non riesce a garantire: i nerazzurri passano 1-0 al Dall'Ara, conquistando il quinto risultato utile consecutivo e grazie alle gare da recuperare con Juventus e Sampdoria può pensare di scalare la classifica e tentare un nuovo assalto alla zona Europa League. Gasperini ringrazia Ilicic, che entra nella ripresa e manda all'aria i piani del Bologna e in orbita l'Atalanta, ribaltando la partita e servendo l'assist del gol partita a De Roon a poco meno di dieci minuti dal triplice fischio. A sorpresa Donadoni rinuncia a Destro, bocciato dopo l'errore sottoporta a Ferrara: il tecnico gli preferisce l'ariete Avenatti, alla prima da titolare e punta su una squadra tutta muscoli e corsa e il piano partita pare funzionare. I rossoblù partono forte, sfruttando la mancanza di ritmo partita di un'Atalanta tornata in campo a distanza di 18 giorni dall'ultimo impegno ufficiale con il Borussia Dortmund, dopo aver saltato le gare con Juventus e Sampdoria. I padroni di casa si appoggiano spesso proprio ad Avenatti per veloci ripartenze e sfiorano il gol con Verdi su punizione e lo stesso uruguaiano, che di testa però spara su Berisha. Peccano in concretezza, i rossoblù, che perdono pure Dzemaili al 28', in seguito a un contrasto aereo con De Roon, e sprecano un paio di contropiedi con Verdi e Donsah, mentre Castagne è bravo ad anticipare Masina sul tiro cross di Verdi. In più Avenatti, a corto di condizione, si sgonfia in fretta e l'Atalanta può iniziare a mettere la testa fuori dal guscio e collezionare le occasioni più nitide, con Gomez che si presenta a tu per tu con Mirante al 33', ma cerca l'assist per Castagne e favorisce il recupero di Donsah e sette minuti dopo sfiora il palo mettendosi in proprio, mentre in pieno recupero Helander si immola sulla conclusione a botta sicura di Masiello. Il Bologna è alle corde e alla distanza inizia a soffrire la maggior fisicità dell'Atalanta, che però manca la stoccata. Gasperini cambia la coppia d'attacco nella ripresa e la mossa paga. L'Atalanta passa e sfiora il 2-0 a più riprese con Ilicic e Cornelius.



BASKET: La Virtus affronta Milano con Ale Gentile, "Limitamo il loro attacco" | VIDEO Sport

BASKET: La Virtus affronta Milano con Ale Gentile, "Limitamo il loro attacco" | VIDEO

Si va in scena per una delle recite più attese. Palcoscenico nuovo di zecca, tavole rosso fiammante, la ricerca della grande impresa contro la rivale per eccellenza. Virtus-Olimpia, sfida numero 170 fra le franchigie più blasonate d’Italia, 42 scudetti in due, è un crocevia per entrambe. Milano che sembra aver trovato la continuità dopo la figuraccia in Coppa Italia, con cinque brillantissime vittorie in fila tra campionato ed Eurolega. La Segafredo alle prese con la sua voglia di volare, vista anche a Sassari e Venezia, dove è mancato solo un ultimo passo. La partita delle partite anche per Ale Gentile, recuperato dall’infortunio ai flessori per trovarsi di fronte il suo passato recente e più importante.


BASKET: Virtus e Fortitudo tra mercato e infortunati per il finale di stagione | VIDEO Sport

BASKET: Virtus e Fortitudo tra mercato e infortunati per il finale di stagione | VIDEO

Mercato, infortunati eccellenti da recuperare, test diversi ma allo stesso modo importanti. Virtus e Fortitudo entrano nella fase calda della stagione con alcuni punti di contatto. Intanto, il mercato. Entrambe a caccia di quel tassello che completi in maniera definitiva e compiuta i rispettivi roster. La Segafredo in queste ore sta definendo il budget per sferrare l’ultimo assalto, trovandosi di fronte le condizioni difficili dei due fratelli gentile, ma con la solita convinzione di non farsi prendere per la gola da agenti desiderosi di monetizzare le necessità altrui. Anche perché Alessandro sta lavorando in questi giorni per rientrare in tempo e partecipare alla sfida contro la sue x Milano, mentre Stefano, confermata la distorsione alla caviglia senza guai ulteriori, resterà a guardare per due o tre settimane, saltando sicuramente Milano e Brescia e forse Brindisi. Ala piccola bidimensionale, questo l’identikit di cui è in cerca la società bianconera, che vuole cerca un collante definitivo in grado di dare a Ramagli un’ampia scelta di soluzione tattiche, dopo che la sconfitta contro Venezia ha una volta di più confermato le qualità virtussine. La Fortitudo invece è attesa nel giorno della festa delle donne a Bergamo, posticipo della 23 esima giornata di campionato, che anticipa la sfida domenicale, sempre in trasferta a Ravenna. La squadra di Boniciolli dovrà fare attenzione alla necessità bergamasca di provare la clamorosa impresa, considerata una classifica traballante. L’occasione però è ghiotta, mettere Trieste a due punti di distanza e togliersi di dosso la polvere della Coppa Italia, delusione da archiviare subito. Teddy Okereafor, play inglese l’anno scorso a Pistoia con più di 4 punti e 2 assist di media, e quest’anno in serie A greca al Kymis, sembra essere il primo obiettivo per completare un roster che a Bergamo dovrebbe poter contare sul recupero di capitan Mancinelli.