Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE BOLOGNA


BASKET: Prima Aradori, poi caccia a tre americani per la Virtus | VIDEO Sport

BASKET: Prima Aradori, poi caccia a tre americani per la Virtus | VIDEO

Sono i giorni in cui si comincia a muovere il mercato. Intanto, le ore in cui si sferra l'assalto decisivo a Pietro Aradori, primo obiettivo di mercato bianconero. Il presidente Bucci, ricevuto il via libera dall'azionista di maggioranza Segafredo, sta chiudendo assieme al gm Trovato l'affare per portare l'azzurro in bianconero. Sarebbe un colpo importante, per cominciare le danze, con uno degli italiani più importanti sugli esterni. L'altra priorità sarà quella di discutere le conferme degli uomini che fecero l'impresa. Spissu spinge con Sassari per restare, Gentile e Pajola - quest'ultimo impegnato in Egitto con Penna e Oxilia nel mondiale under 19 – sono punti fermi. Ndoja probabilmente, Rosselli, Umeh e Lawson da valutare, sia all'interno del progetto che rispetto alle loro attese di minutaggio. Di sicuro le V nere, per stare al passo della serie A, cercheranno sul mercato americano chili e centimetri, oltre al talento. Almeno tre Usa dovranno essere di pedigree importante, oltre che completi nel repertorio tecnico e atletico. Play, ala e pivot per costruire un roster in grado di fare il salto di qualità, mantenendo comunque l'anima e un po' d'ossatura di quella che è stata la splendida macchina della stagione andata in archivio. Sbrigate le formalità per l'iscrizione, la società è anche al lavoro per predisporre la campagna abbonamenti e l'organizzazione delle date del raduno e del ritiro.     


BASKET: Primo obiettivo della Virtus Bologna Pietro Aradori | VIDEO Sport

BASKET: Primo obiettivo della Virtus Bologna Pietro Aradori | VIDEO

La Virtus inizierà a muoversi sul mercato sferrando l’assalto decisivo a Pietro Aradori. Il summit di ieri pomeriggio a Treviso fra il presidente Bucci e Massimo Zanetti, azionista di maggioranza Segafredo, ha dato via libera alle trattative e alla costruzione della nuova squadra.



BASKET: La Fortitudo tra mercato e l'acquisizione del centro sportivo | VIDEO Sport

BASKET: La Fortitudo tra mercato e l'acquisizione del centro sportivo | VIDEO

Una Fondazione che abbia l’intera proprietà della Fortitudo. E’ questo il percorso iniziato un paio di mesi fa e che porterà, a breve, la costituzione di un comitato che svolga i passaggi burocratici in attesa che la Prefettura dia il via libera alla costituzione dell’ente privato. La Fortitudo vuole garantirsi un futuro sicuro e sereno, attraverso un modello che vedrà la presenza di una decina circa di soci fondatori (ai quali sarà chiesto un contributo triennale di circa 100.000 euro complessivi) ed altri partner sostenitori. Una svolta che si materializzerà grazie al contributo di un insieme di medie imprese che potranno garantire presente e futuro prossimo del sodalizio biancoblù. Contestualmente, la Fortitudo viaggia spedita per definire l'acquisizione dell'imponente Centro Sportivo Torreverde di Castelmaggiore, con l'obiettivo di crearsi una casa propria a tutti gli effetti, un circolo nel quale ritrovarsi con ristorante, piscina e tante attrazioni e che possa ospitare i giocatori delle Fortitudo e tutto il vivaio biancoblù. Nel frattempo, va definendosi il roster con cui Matteo Boniciolli e i suoi giocatori lanceranno l'assalto alla promozione in serie A anche l'anno prossimo. In serata (nel contesto della Notte Bianca di via Andrea Costa) verrà presentato Matteo Chillo mentre domani pomeriggio- proprio al Torreverde- coach Boniciolli farà il primo punto della situazione in vista del prossimo campionato, soffermandosi su un gruppo ormai completato e che dovrebbe accogliere (sempre nella giornata di domani) il lungo ex Verona e Reggio Emilia Giovanni Pini. Una squadra che manterrà intatte le sue ambizioni, consapevole di una concorrenza che sarà sempre agguerritissima, con voci di corridoio che danno (ad esempio) Trieste e Udine in procinto di allestire due autentiche corazzate.  Per la Fortitudo, l’inizio della prossima stagione sarà all’insegna delle squalifiche. Prime due gare casalinghe da disputare in campo neutro e prime due giornate di campionato senza Alessandro Amici, fermato dal Tribunale Federale al termine del procedimento effettuato in seguito all'apertura di un esposto presentato dalla Virtus dopo i fatti avvenuti durante e dopo la partita tra Mantova (squadra in cui ha militato Amici nell'ultima stagione) e la stessa V nera. Una nuova partenza ad handicap per i biancoblù e per coach Boniciolli, che dovranno fare di necessità virtù per non farsi trovare in difficoltà con l'inizio delle sfide che metteranno in palio i primi punti in classifica.


CALCIO: La nuova stagione del Bologna parte dalla Sardegna | VIDEO Sport

CALCIO: La nuova stagione del Bologna parte dalla Sardegna | VIDEO

Ultimi giorni di relax e vacanza, tra poco si riparte. E anche se la prima fase di ritiro sarà piuttosto soft, con abbondanti nuotate previste in quel di Castiadas (in Sardegna) con tanto di famiglie al seguito, per il Bologna di Roberto Donadoni scatterà domenica pomeriggio lo start della nuova stagione agonistica. E' passato appena un mese dall'ultima sconfitta casalinga dello scorso campionato contro la Juventus e i rossoblù sono pronti a ripartire. 30 giorni nel corso dei quali la squadra ha già preso sostanzialmente forma, ruotando attorno ad alcuni punti fermi: la riconferma di Donadoni, di cui si attende solo l’annuncio del rinnovo di contratto; la proclamata incedibilità dei pezzi pregiati del gruppo, segnatamente Verdi, Di Francesco, Destro e Masina: l’innesto di De Maio, Gonzales e, a stretto giro di posta, le aggiunte di Poli, Avenatti e Falletti: cinque ingressi in grado di dare già forma ad un gruppo al quale si chiederà di far dimenticare i tanti (troppi) cali di concentrazione accusati durante l'ultima stagione. Se ciò sarà sufficiente per coltivare la pianticella dell’ambizione che la scorsa stagione, a Casteldebole, è stata innaffiata pochissimo, è ancora presto per dirlo. Le uniche risposte che contano saranno quella fornite dal campo (a partire dal 20 agosto con la prima di campionato) e il mercato nei prossimi 60 giorni. C'è ancora tutto il tempo per porre mano ai correttivi e per sfoltire una rosa che oggi ha fin troppi elementi: un’abbondanza insostenibile sia a termini di regolamento (dato che occorre stare nei paletti di una lista che vede il Bologna avere oggi qualche esubero), sia per le esigenze di un bilancio che non potrà essere sforato. Quanto alle esigenze di classifica della stagione che verrà, a Casteldebole l'argomento non è ancora stato, pubblicamente, annunciato. E visti i precedenti, non è propriamente un male. Non ne ha parlato Joey Saputo in occasione del suo ultimo soggiorno in città, non lo farà prima di metà luglio Roberto Donadoni. E’ dunque probabile che toccherà all’amministratore delegato Fenucci rompere il ghiaccio lunedì prossimo, giorno della presentazione della campagna abbonamenti, con avvio della fase della prelazione riservata a vecchi abbonati, termometro quanto mai significativo dell’umore della piazza. E per ravvivare una piazza che, oggi, sembra piuttosto ferma, servirebbe dichiarare il prima possibile, ad esempio, l'incedibilità di Verdi e Di Francesco. Se poi Bigon riuscirà a surrogare gli otto gol persi con la partenza di Dzemaili, ecco che arriverebbe un altro prezioso tassello per Donadoni. Ma la ricerca, in questo caso, non è semplice, anche se c'è tempo per portarla a termine.



MOTORI: La MX sbarca a Imola il 29-30 settembre 2018 | VIDEO Sport

MOTORI: La MX sbarca a Imola il 29-30 settembre 2018 | VIDEO

Dopo il successo internazionale dei Guns N' Roses all'Autodromo di Imola arriva il campionato mondiale di motocross. A distanza di 70 anni dalla prima gara, il 29 e 30 settembre 2018 la cittadina sul santerno ospiterà l'ultima tappa del mondiale. Soddisfatti i vertici della macchina organizzatrice, il servizio.