Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE


RIMINI: Camper si ribalta in autostrada, intervengono i vigili del fuoco | FOTO Cronaca

RIMINI: Camper si ribalta in autostrada, intervengono i vigili del fuoco | FOTO

I Vigili del fuoco del Comando Provinciale di Rimini sono intervenuti poco prima delle 15 di giovedì per il ribaltamento di un camper sull’ A14 tra Rimini-Valle del Rubicone in direzione nord. I pompieri hanno messo in sicurezza il mezzo e recuperato i documenti all’interno. Le due persone rimaste ferite erano già fuori dal camper e sono state prese in cura dal personale del 118 presente sul posto. L’autostrada è rimasta aperta solo con una corsia e sul posto, per regolare la viabilità ed effettuare gli accertamenti del sinistro sono intervenuti polizia stradale e il personale di autostrade


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 2 decessi e 35 nuovi positivi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 2 decessi e 35 nuovi positivi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 29.634 casi di positività, 35 in più rispetto a ieri, di cui 20 persone asintomatiche individuate nell’ambito delle attività di screening regionali. Si registrano purtroppo due decessi: si tratta di una donna della provincia di Bologna e di un uomo in quella di Ferrara. Questi i nuovi casi di positività sul territorio: Piacenza (+8), Parma (+3), Reggio Emilia (+2), Modena (+8), Bologna (+4), Ferrara (invariato), Ravenna (+3), Forlì (invariato), Cesena (+1) e Rimini (+6).  


CESENATICO: Tartaruga Caretta caretta recuperata dal motopeschereccio Rimas | FOTO Attualità

CESENATICO: Tartaruga Caretta caretta recuperata dal motopeschereccio Rimas | FOTO

Da domani nella zona da Trieste ad Ancona entrerà in vigore, per concludersi il 6 settembre, il fermo pesca finalizzato al ripopolamento delle specie ittiche. Giovedì, ultimo giorno per la pesca a strascico nella marineria di Cesenatico, il motopeschereccio RIMAS del comandante Massimo Rossi è stato impegnato in un recupero davvero inusuale, il salvataggio di un grosso esemplare di Caretta caretta adulta di sesso femminile di 75 cm di carapace. Pilar (questo il nome con cui è stata “battezzata” la tartaruga) era rimasta impigliata accidentalmente nella rete del RIMAS , ma è stata prontamente soccorsa dall’equipaggio che ben conosce le manovre di primo soccorso delle tartarughe marine. Rossi non è nuovo a questi recuperi, essendo l’alto Adriatico popolato da un gran numero di tartarughe marine di questa specie. Al rientro del peschereccio in porto, ad attendere l’arrivo del RIMAS e di Pilar lo staff della Fondazione Cetacea di Riccione, prontamente allertata dal comandante. La tartaruga è stata immediatamente ricoverata al Centro di Recupero Cura e Riabilitazione di Riccione con i sintomi di un principio di annegamento, dove è stata visitata dai medici veterinari.


RIMINI: "E' un fatto gravissimo", on. Tonelli sull'aggressione al Torquoise Attualità

RIMINI: "E' un fatto gravissimo", on. Tonelli sull'aggressione al Torquoise

“Quello che è accaduto a Rimini al Turquoise è gravissimo.” Con queste parole si apre un comunicato dell’onorevole Gianni Tonelli (Lega) in merito all’aggressione del personale del locale da parte di una banda di giovanissimi. Di seguito il comunicato che pubblichiamo integralmente “Una banda di immigrati magrebini, sicuramente composta anche da coloro che, fuggiti dai luoghi di quarantena, finiscono a delinquere in giro per l’Italia, all’ora di chiusura del locale si sono presentati, ubriachi infastidendo e cercando di predare qualcosa. Visto l’orario erano presenti solo gli addetti che sono riusciti a far desistere il gruppo e a mandarli via. Non contenti il gli stessi magrebini ubriachi si sono ripresentati, qualche ora dopo al locale, quando era rimasta una sola persona intenta a pulire. In preda ai fumi dell’alcool hanno cominciato a lanciare, contro il ragazzo decine di bottiglie di vetro dando l’assalto al locale. Dove finiscono quelli che scappano dalle zone di sbarco? È chiaro che questi finiscono per ingrossare le fila della delinquenza di strada. Come mai, nonostante siano stati stanziati i fondi nella finanziaria 2020, come tutti gli anni, per le aggregazioni estive, non sono stati mandati i rinforzi? Se riapriamo il collettore della speranza e della disperazione senza creare un filtro all’ingresso del nostro paese, non solo distribuiamo il virus, che magari è quello che vuole il premier per avvallare la scelta, unica in Europa, di prolungare lo stato d’emergenza nonostante il virus sia sconfitto sotto il profilo ospedaliero, ma mandiamo migliaia di disperati che non hanno nulla perdere nelle strade delle nostre città. Una scelta, quella del prolungamento dello stato di emergenza, dettata dall’ego personale del premier e dalla volontà di mantenere la poltrona. E’ chiaro che questo governo ed in particolare questo ministro dell’interno sono incapaci ed inidonei a gestire il fenomeno perché pur di mantenere il posto di potere stanno sacrificando l’Italia.”


BOLOGNA: Mattarella in visita per Ustica e 2 agosto, “Dolore, ricordo, verità” | VIDEO Attualità

BOLOGNA: Mattarella in visita per Ustica e 2 agosto, “Dolore, ricordo, verità” | VIDEO

"Dopo il gesto di omaggio alla lapide che ricorda le vittime della barbarie degli stragisti vi sono poche parole da poter pronunciare: dolore, ricordo, verità". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in stazione a Bologna per rendere omaggio alla lapide che ricorda i caduti nella sala d'aspetto dove esplose la bomba il 2 agosto 1980. Dopo Pertini, è il primo capo dello Stato presente alle commemorazioni. Mattarella ha seguito la Messa nella cattedrale di San Pietro, celebrata dal cardinale Matteo Zuppi. Poi è andato in stazione a rendere omaggio alla lapide che ricorda i caduti nella sala d'aspetto della stazione dove esplose la bomba che uccise 85 persone e ne ferì 200. A seguire, visita al Museo della memoria di Ustica, dove è conservato il relitto dell'aereo DC9 Bologna-Palermo che si inabissò il 27 giugno 1980, con 81 vittime. "Chiediamo ancora che chi sa qualcosa trovi i modi per comunicare tutto ciò che può aiutare la verità, perché anche se scappiamo dal giudizio degli uomini non scappiamo dalla nostra coscienza e soprattutto dal giudizio di Dio". E' l'accorato invito alla verità del cardinale Matteo Zuppi durante la Messa.


FORLÌ: Eredi Mussolini scrivono al Comune di Predappio, “Cripta sia sempre aperta” Attualità

FORLÌ: Eredi Mussolini scrivono al Comune di Predappio, “Cripta sia sempre aperta”

Gli eredi di Benito Mussolini, attraverso l'avvocato Francesco Minutillo, scrivono una lettera al Comune di Predappio, nel Forlivese, chiedendo di "procedere alla riapertura in maniera continuativa della cripta Mussolini, in condizioni tali da assicurarne la piena regolarità e immanenza nel tempo". Lo riporta il Resto del Carlino. La cripta dove è sepolto Mussolini (che a Predappio è nato il 29 luglio 1883) si trova nel cimitero della piccola frazione di San Cassiano. Il sindaco di Predappio, Roberto Canali, riporta il quotidiano, afferma che "l'amministrazione comunale sta valutando il documento" ma aggiunge: "Fa sorridere che la famiglia Mussolini ora ci faccia scrivere da un avvocato...". Tra le richieste formulate nella lettera, i Mussolini chiedono inoltre al Comune un impegno continuativo sia in termini di personale sia economico per la custodia e vigilanza della cripta.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 1 morto e 28 nuovi positivi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 1 morto e 28 nuovi positivi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus in Emilia-Romagna si sono registrati 29.603 casi di positività, 28 in più rispetto a ieri, di cui 10 persone asintomatiche individuate nell’ambito delle attività di screening regionali. Si registra purtroppo un decesso in Emilia-Romagna, si tratta di una donna della provincia di Bologna. Questi i nuovi casi di positività sul territorio: a Piacenza (invariato), a Parma (invariato), a Reggio Emilia (+3), a Modena (+5), a Bologna (+10), a Imola (+3), a Ferrara (+2) a Ravenna (+1), a Forlì (invariato), a Cesena (invariato) e a Rimini (+4).