Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

SPORT24


CALCIO: Nuovo rinforzo per la difesa del Rimini, ecco Riccardo Santovito Sport

CALCIO: Nuovo rinforzo per la difesa del Rimini, ecco Riccardo Santovito

Il Rimini prova a rinforzare gli argini difensivi dopo la pesante sconfitta patita per mano del Sudtirol nell'ultimo turno di campionato: il club del presidente Grassi ha infatti concluso una nuova operazione di mercato che coinvolge proprio il reparto arretrato ingaggiando Riccardo Santovito. Il giovane classe 1999 arriva in prestito dalla Reggiana fino a fine stagione e nella giornata di ieri ha firmato il contatto che lo vincolerà alla sua nuova squadra chiudendo così una prima parte di stagione in cui ha potuto scendere in campo coi granata in appena tre partite.


CALCIO: Ravenna, la telenovela Pellizzari termina con la rescissione contrattuale Sport

CALCIO: Ravenna, la telenovela Pellizzari termina con la rescissione contrattuale

Stefano Pellizzari non è più un giocatore del Ravenna: il difensore ha infatti rescisso il proprio contratto che lo legava al club giallorosso ed ora sarà libero di accasarsi in un'altra società. L'addio del 23enne nativo di Correggio pone così fine ad una querelle che si era sviluppata la scorsa settimana al termine della partita tra Reggio Audace e Ravenna: Pellizzari non era sceso in campo, complice una squalifica, ma alcune fotografie da lui pubblicate sul proprio profilo Instagram avevano invece testimoniato la sua presenza nella curva di casa del Mapei Stadium. Una circostanza che aveva generato più di qualche imbarazzo nel club giallorosso nonché la dura presa di posizione dei tifosi del Ravenna, fino all'epilogo di quest'oggi con la separazione ormai ufficializzata.




CALCIO: Il Bologna continua a pagare un contro salato per le sue ingenuità Sport

CALCIO: Il Bologna continua a pagare un contro salato per le sue ingenuità

Ancora un primo tempo ben giocato, a tratti dominato, ancora una gara non chiusa. E ancora unfinale nel quale è lecito riconoscere che poteva putre andar peggio. Bologna-Verona è stato lo specchio di un 2020, al momento, avaro di soddisfazioni per i rossoblu, incapaci di solidificarsi attorno ad un risultato senza commettere una ingenuità. Sono ormai diverse le partite gettate al vento per errori o disattenzioni, contro i veneti è toccato a Bani, ingenuo sul fallo costatogli l'espulsione ma anche lesto a siglare il gol del momentaneo vantaggio. Il Bologna aveva approcciato bene la gara, trovando efficacia sia nell’utilizzo a sorpresa di Dominguez e Schouten, sia in quello di Santander, fondamentale per eludere il pressing scaligero. Lo stesso Schouten ha dimostrato di meritare fiducia e incoraggiamento in proiezione futura. Su Santander, invece, il dibattito è sempre aperto, tra chi ormai costantemente lo bersaglia e altri che ne valutano positivamente impegno ed impatto (e il Santader visto col Verona, a noi, non è dispiaciuto). È mancato, nuovamente, il colpo del ko dopo il meritato vantaggio nel primo tempo, poi Sansone e Soriano hanno trovato prima un palo e, successivamente, il portiere avversario. Meno pimpante del solito Orsolini, ben contenuto dai difensori. Il problema, però, è che questo Bologna per sentirsi tranquillo deve avere un doppio o un triplo vantaggio, infatti nella ripresa è arrivata l’ingenuità che ha portato trenta minuti di inferiorità numerica, diversi di questi giocati con una formazione in emergenza con il debuttante Barrow terzino e il riesumato Paz in campo, non esattamente l’ideale per difendersi. Logicamente, il mancato arrivo di Ibanez nel momento in cui Denswil, Krejci e Dijks sono fuori causa è pesato oltremodo, a maggior ragione considerando che nelle ultime 15 partite, il Bologna ha sempre subìto almeno una rete. Tanto, anzi troppo. Il pareggio contro il Verona, alla resa dei conti, è un risultato che il Bologna può anche apprezzare, considerando la giornatona di Skorupski. Ora la Spal: prima o poi questi tre punti dovranno arrivare.



BASKET: Colpaccio Forlì a Ferrara, Ravenna è devastante nel derby con Imola | VIDEO Sport

BASKET: Colpaccio Forlì a Ferrara, Ravenna è devastante nel derby con Imola | VIDEO

Due prestazioni maiuscole, l'ennesima conferma che la corsa per il primo posto adesso è materiale made in Romagna: Ravenna e Forlì strappano due vittorie di assoluta autorità nei derby contro Imola e Ferrara e scavano un solco profondissimo col resto della compagnia. Di sicuro sorride l'Unieuro che vola a +4 sugli estensi, in attesa di vedere se Mantova potrà accorciare le distanze a -2 nel recupero di mercoledì contro Roseto. La squadra di Dell'Agnello è semplicemente impeccabile all'MF Palace, trascinata dal solito Giachetti e da un Watson killer spietato nei minuti finali di gara. La difesa biancorossa è poi impermeabile e concede poco o nulla a Wiggs e compagni permettendo a Forlì di chiudere con relativa facilità sul 75-82. Se guardi in alto però c'è solo... Ravenna: il derby contro Imola non è sostanzialmente mai nato, tanto che all'intervallo il tabellone dice già +27 per gli imprendibili giallorossi. L'OraSì si conferma una straordinaria macchina da canestri con cinque giocatori in doppia cifra, Imola riesce perlomeno a salvare la faccia in una ripresa in cui il distacco resta contenuto all'interno del margine dei 30 punti. Il 92-68 finale però suona come l'ennesima dimostrazione di strapotere cestistico che i bizantini lasciano sul piatto di un campionato sempre più a tinte giallorosse.