Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

SPORT24


CALCIO: Rimini, è fatta per l'ingaggio di Matteo Ronchi Sport

CALCIO: Rimini, è fatta per l'ingaggio di Matteo Ronchi

Il Rimini rinforza gli ormeggi ingaggiando un difensore molto conosciuto sui campi della Romagna: Matteo Ronchi ha infatti sposato la causa biancorossa e tornerà a vestire la maglia della squadra della sua città. Nato a Rimini il 6 giugno del 1996, Matteo cresce nelle giovanili del Rimini dove dimostra sin dall’inizio le sue doti di potenza fisica. Nel 2016 disputa un campionato di serie D con il Romagna Centro (33 presenze e un goal), successivamente si trasferisce tra i professionisti nel Santarcangelo, infine 3 stagioni di serie C con la maglia del Ravenna (67 presenze e un goal).


VOLLEY: Ravenna sfida nuovamente Piacenza col 25% di pubblico ammesso Sport

VOLLEY: Ravenna sfida nuovamente Piacenza col 25% di pubblico ammesso

Si alza domani il sipario sul 76° massimo campionato di volley maschile e Ravenna si appresta ad iniziare il suo decimo torneo di fila in A1/SuperLega con l’avversario che più di tutti, in questi anni, l’ha tenuta a battesimo, ovvero Piacenza (al Pala De Andrè, si comincia alle 18, con diretta Rai e direzione di gara affidata a Canessa di Bari e Santi di Città di Castello). La sfida tra le due città ha aperto, infatti, il campionato 2012/13 (in Romagna), il campionato 2014/15 (in terra emiliana) e quello dell’annata 2017/18 (ancora in Romagna). Ma soprattutto la decima avventura nella massima serie comincia dallo stesso avversario battuto mercoledì in Coppa Italia, un 3-0 netto ed eloquente che ha consegnato alla Consar il pass per i quarti della manifestazione. “Ma questa sarà tutta un’altra partita - si affretta a chiarire Marco Bonitta, coach della squadra ravennate - e non dobbiamo certo pensare di trovare un avversario arrendevole. Guardiamo il roster della Gas Sales e ci vediamo campioni ovunque, giocatori molto esperti, titolari nelle loro nazionali, soprattutto gli stranieri. La partita che abbiamo disputato mercoledì, per quanto sia stata ottima da parte nostra, non può fare più di tanto testo. Il vero Piacenza lo vedremo domani”. Nella Gas Sales debutta in panchina coach Bernardi, che ha rilevato Andrea Gardini, che ha pagato l’inizio in salita della squadra, nella Consar sarà assente Stefani che proprio oggi debutta con l’Italia under 20 nella rassegna europea in Repubblica Ceca. E’ una Consar che vuole continuare nel bel percorso di questo inizio di stagione e aggiungere un altro tassello alla sua crescita: battere nuovamente una squadra tra le più quotate del lotto darebbe ulteriore entusiasmo e forza a un gruppo che sta trovando sempre più alchimia, intesa e convinzione di poter essere una sorpresa in positivo anche in questa annata. “La mia squadra deve continuare a giocare la sua pallavolo con energia e con convinzione – sottolinea Bonitta – ma anche con il pensiero che alcune cose devono essere fatte nella giusta maniera per provare a mettere in difficoltà Piacenza. Proviamoci, giochiamoci al meglio le nostre carte e vediamo che cosa si può portare a casa”. Come nelle due gare di Coppa Italia, anche per questa prima di campionato ci sarà un po’ di pubblico al De Andrè, nella misura del 25% della capienza massima consentita come da nuova ordinanza regionale di giovedì pomeriggio. “Una partita davanti al pubblico, poco o tanto che sia, ha tutto un altro sapore – spiega il coach ravennate – tant’è che i ragazzi mi hanno confermato che mercoledì sera hanno avvertito il calore e la vicinanza dei tifosi. Poi ieri ho visto un po’ di gente davanti alla biglietteria del Pala Costa per la prevendita e questo è un buon segnale. Speriamo di regalare un’altra gioia al nostro pubblico”. Per acquistare i biglietti in prevendita al botteghino del PalaCosta ci sarà modo anche oggi, sabato 26 settembre, fino alle 15 e domani, domenica 27, dalle 9 alle 13. I cancelli del Pala De Andrè si apriranno alle 17 e l’afflusso dei tifosi sarà scaglionato.


CALCIO: L'Imolese presenta le nuove divise, ecco le strisce rossoblù per la prima maglia Sport

CALCIO: L'Imolese presenta le nuove divise, ecco le strisce rossoblù per la prima maglia

Con l’avvio del campionato di serie C 2020/2021, l’Imolese alza il velo sul colpo d’occhio cromatico che l’accompagnerà lungo tutte le tappe dell’intera stagione sportiva. Riflettori puntati, quindi, sulle nuove maglie da gara, griffate ancora una volta dall’Erreà Sport. Novità nella prima divisa da gioco che, per valorizzare i tradizionali colori sociali rossoblù, opta su una disposizione a strisce verticali strette. Girocollo rosso ed inseriti bianchi e blu a completare la zona delle spalle e le maniche. Pantaloncini blu con inserti rossi. Semplici e pure, grazie ad una opzione monocolore, la seconda e terza divisa che puntano decise sul total white e total black. Giallo e azzurro, infine, per i completi degli estremi difensori. “Abbiamo optato per la soluzione a strisce verticali strette rossoblù - spiega il presidente rossoblù Lorenzo Spagnoli -riprendendo storia e tradizione dell’Imolese e per rimarcare come questa annata, contrassegnata da una decisa volontà di ripartenza dopo il picco dell’emergenza pandemica, rappresenti anche per noi un nuovo punto progettuale e strutturale. Bianco e nero per le altre divise da gioco, in linea con l’assoluta bellezza estetica e la qualità dei prodotti, nel rispetto degli elementi di semplicità e purezza. Rimarco sempre con piacere la conferma della presenza della scritta “Mai Arrendersi” ricamata sul retro della maglia, ad altezza collo. La reputo la vera essenza, quella in grado di contraddistinguere l’identità e l’appartenenza di tutto il nostro gruppo. La dobbiamo avere nella testa e nel cuore, in qualsiasi momento della nostra giornata, un valore al quale sono fortemente legato e trasmessomi da mio padre per una vita intera”. 


CALCIO: Ravenna, preso il difensore Paolo Marchi dalla Reggina Sport

CALCIO: Ravenna, preso il difensore Paolo Marchi dalla Reggina

Un nuovo innesto rinforza la difesa del Ravenna alla vigilia dell’avvio del campionato: è stato infatti definito il prestito in giallorosso di Paolo Marchi dalla Reggina. Il giocatore classe 1991 si aggregherà sin da subito alla squadra. Cresciuto nelle giovanili dell’Inter, ha poi girato l’Italia collezionando 141 presenze in serie C lottando sempre per posizione di alta classifica. Si tratta di un difensore centrale di piede mancino che abbina alle doti difensive anche buona tecnica per impostare il gioco, caratteristica che ben si sposa con l’idea di gioco che Magi vuole dare alla squadra.



CALCIO: Tante incognite per il Cesena, Viali "Ci faremo trovare pronti per la Virtus" Sport

CALCIO: Tante incognite per il Cesena, Viali "Ci faremo trovare pronti per la Virtus"

Non poteva essere più tribolata la marcia di avvicinamento del Cesena al debutto in serie C: la squadra di William Viali si presenterà al Gavagnin Nocini, tana della Virtus Verona, forte di un solo test amichevole disputato nella preason, il pareggio a reti bianche con l'Imolese in quel di Martorano. Viali non cerca scuse. "Io mi aspetto una prestazione positiva e allo stesso tempo c'è molta curiosità di vedere come reagiremo al ritorno in campo perché sappiamo bene che certe risposte le puoi avere solo con le partite ufficiali, quelle in cui ci sono in ballo dei punti pesanti. Da parte nostra c'è la tranquillità di avere lavorato bene nelle ultime settimane e tanto entusiasmo per farci trovare pronti a questa sfida". Da non sottovalutare affatto la forza della Virtus, squadra annoverata tra le principali rivelazioni dell'ultima edizione della serie C e che in amichevole ha tenuto testa a squadre di serie B come l'Entella e il Cittadella. "Conosciamo la loro idea di gioco, quella portata avanti in tanti anni dalla squadra scaligera. Loro come tante altre squadre sono ancora un cantiere aperto e per questo dovremo essere bravi noi a fare leva sulle certezze che ci siamo costruiti nel precampionato". 


SOFTBALL: La Poderi dal Nespoli non può più sbagliare contro Bollate Sport

SOFTBALL: La Poderi dal Nespoli non può più sbagliare contro Bollate

I playoff del softball giocano la semifinale di ritorno. La serie è al meglio delle cinque partite: la Poderi dal Nespoli è tornata da Bollate sotto 0-2, e la sua qualificazione alla finale scudetto è appesa al proverbiale filo. Forlì sa di non avere strategie complicate da inventarsi: ad un passo dall'eliminazione, c'è poco da inventare. Una palla alla volta, un lancio alla volta, far valere i propri punti di forza, minimizzare i punti deboli. E' la stessa identica situazione del 2019, e ora come allora a Forlì è mancato l'attacco: in stagione regolare numeri altissimi, nei playoff il ritorno alla normalità. Volendo trovare il lato positivo, Forlì sa di potersela cavare molto meglio di sette giorni fa, certamente non si farà sconfiggere senza dare battaglia. A rendere più complicata la rimonta delle forlivesi c'è il fatto che l'avversario ha appena recuperato la formazione-tipo: le sue tre giocatrici di punta -Cecchetti Fama Gasparotto- sono state assenti o quantomeno ammaccate per tutta la regular season. Con il loro rientro, il Bollate dei playoff è un'altra squadra. Con tre match ball a disposizione delle milanesi, garatre è già decisiva. Il play ball è fissato per le 17, il duello in pedana lo stesso di sabato scorso, Greta Cecchetti contro Ilaria Cacciamani. Quest'ultima in garauno di Bollate ha rimediato un colpo forte alla mano destra, quella che lancia: per precauzione ha saltato l'allenamento del martedì, ma non c'è gonfiore e sarà tranquillamente il lanciatore partente delle romagnole. Se necessaria, garaquattro verrà giocata 30' dopo la fine di garatre, e la altrettanto eventuale quinta partita andrebbe in scena domenica mattina alle 11. Intanto, nell'altra semifinale, Saronno è avanti 2-0 su Caronno e potrebbe approdare alla sua prima, storica finale scudetto.