Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

SPORT24



BASKET: La Virtus lotta ma non basta, passa Milano con un super James | VIDEO Sport

BASKET: La Virtus lotta ma non basta, passa Milano con un super James | VIDEO

La differenza c'è, ma per 35' quasi non si vede. La Virtus siu avvicina a Milano e all'imopresa, che resta lì per ancora la differenza esiste e porta i nomi di Mike James soprattutto – uno così non si vedeva da anni – Nedovic e Micov, esecutori del break che decide i passaggi decisivi di un match spesso bellissimo. Epilogo amaro ma sviluppo dolce per una Segafredo che ha confermato le ambizioni di immediata grandezza, mostrando il suo lato più completo, quello in cui la palla va dentro con continuità e il pick and roll Taylor-Qvale, per la prima volta davvero in palla, traccia la via per il futuro prossimo. Vince l'Olimpia, eppure il ritmo lo fa spesso Bologna, col suo playmaker da 15 punti e 9 assist e il pivot da 18 + 12 rimbalzi. Sotto canestro si concede qualcosa di troppo a Gudaitis, ma per il resto la squadra di Sacripanti ci mette grande applicazione difensiva, compresa quella di insospettabili come Aradori e M'Baye. Pianigiani, ovviamente, ha ordinato raddoppi continui su Punter, che alla fine 14 punti li mette sempre insieme, ma senza poter incidere come nelle prime due gare, mentre un esaltante Martin è il valore aggiunto in uscita dalla panchina. Succede così che la Virtus si trovi per due volte, nel terzo quarto, a +6. L'Olimpia però fa come le grandi e colpisce quando sembra poter affondare. Prima si aggrappa a Burns, poi tira fuori dal cilindro 4 triple. Qui è la Segafredo che barcolla ma rilancia, stavolta con Cournooh. E' l'illusione finale, spenta dalla classe speciale di James, 26 punti e 6 assist, in una parola sola imprendibile e quasi infallibile. Vince Milano, ma i bianconeri possono sorridere.


CALCIO: Alessandro elogia Angelini, "Mi ha aiutato a superare il problema del gol" | VIDEO Sport

CALCIO: Alessandro elogia Angelini, "Mi ha aiutato a superare il problema del gol" | VIDEO

La prima partita del Cesena nel catino dell'Orogel Stadium è griffata Danilo Alessandro: l'attaccante romano ha firmato la doppietta decisiva per stendere il Francavilla meritandosi gli elogi di Beppe Angelini. "Per questo lo ringrazio - spiega l'ex Pro Piacenza - il mister mi aiutato molto in queste ultime settimane che non sono state affatto facili per me. Quando un attaccante non fa gol è sempre un problema perché vedi i tuoi compagni dannarsi l'anima e correre come matti ma non riesci a dargli soddisfazione. Tante volte ho sentito delle critiche nei suoi confronti perché si pone nei nostri confronti in maniera pacata: non sono affatto d'accordo, è un ottimo allenatore. La doppietta della svolta? No, dobbiamo pensare una partita alla volta, serve equilibrio. Il nostro unico obiettivo è vincere il campionato".


VOLLEY: Buona la prima per la Conad Ravenna al PalaCosta, Cus Torino colpito e affondato Sport

VOLLEY: Buona la prima per la Conad Ravenna al PalaCosta, Cus Torino colpito e affondato

Di fronte a 400 fedelissimi spettatori che, nonostante la splendida domenica di sole, non hanno voluto fare mancare affetto e calore alle loro beniamine, per la seconda giornata d’andata del Campionato Femminile di Pallavolo Serie A2 Girone B, la Conad Ravenna debutta tra le mura amiche del PalaCosta contro CUS Torino Barricalla, a sua volta al debutto in questo campionato in quanto nella prima giornata aveva osservato il turno di riposo. Al fischio d’inizio Coach Caliendo dispone in campo capitan Bacchi e Ubertini sulle bande, Aluigi opposto, Agrifoglio al palleggio, Torcolacci e Gioli centrali, con Rocchi libero. Per Collegno coach Marchiaro schiera Fiorio, Coneo in attacco, Agostinetto opposto, capitan Morolli al palleggio, Martinelli e Mabilo centrali e Lanzini libero. In avvio sono le ospiti a dimostrarsi più concrete, portandosi subito avanti per 1-4. La reazione della Conad non tarda ad arrivare e il muro di Gioli ristabilisce la parità a quota 6. Un ottimo turno di servizio di Martinelli permette a Torino di allungare nuovamente sul 6-9 e il Cus tocca anche il +4 sul 7-11, ma le padrone di casa tornano subito sotto sull’11-12 grazie a un combattutissimo punto propiziato da un gran salvataggio di Aluigi. Ravenna cambia marcia guidata dalla capitana Bacchi e sorpassa sul 14-13 con un gran muro di Torcolacci. Le ospiti tornano avanti 17-18, ma Gioli con un primo tempo e un muro firma il 19-18. Ancora Bacchi con due punti consecutivi griffa l’allungo decisivo sul 22-19 e l’Olimpia Teodora si porta a casa il primo set per 25-22. Il secondo parziale parte in equilibrio, Torino si porta avanti 6-8, ma la solita Bacchi pareggia subito. Il muro di Torcolacci vale il vantaggio 9-8 per la Conad, ma le ospiti tornano in vantaggio per 10-11. Come nel set precedente Ravenna aumenta l’intensità, soprattutto in difesa, nella parte centrale del parziale, e grazie a una super Aluigi scappa sul 15-11. Ancora Aluigi con l’ace firma il 17-12, poi in attacco trova il 19-13 e l’Olimpia Teodora può controllare fino alla fine, chiudendo il secondo set per 25-19. Le ospiti sono ancora positive in avvio di terzo parziale e si portano subito sull’1-3, ma Ravenna resta a contatto e con Bacchi pareggia sull’8-8. La capitana replica firmando il sorpasso 9-8, ma il set prosegue all’insegna dell’equilibrio. Ancora Bacchi pareggia a quota 15 dopo che Torino si era portata avanti 11-13, poi la Conad trova l’allungo sul 22-20 grazie a Ubertini. Quando tutto sembra ormai deciso Torino trova un incredibile colpo di coda e pareggia sul 22-22, poi con un grande lavoro a muro sorpassa sul 23-24 e chiude i conti per 23-25 accorciando sul 2-1. L’Olimpia Teodora prova a riprendere il filo del discorso in apertura di quarto set e con Torcolacci si porta avanti 7-4. Il Cus torna a contatto sull’8-7, ma due punti di Ubertini ristabiliscono le distanze sul 10-7 e Ravenna allunga ulteriormente sul 13-9 con un altro muro di Torcolacci. La solita Bacchi firma il 15-10 e con Ubertini le padrone di casa si portano avanti fino al 18-12. L’ultimo sussulto ospite è quello del 20-16, ma la Conad stavolta non regala nulla e chiude i conti per 25-18.


CALCIO: Rimini, Righetti non si dà pace "Un primo tempo da dimenticare" | VIDEO Sport

CALCIO: Rimini, Righetti non si dà pace "Un primo tempo da dimenticare" | VIDEO

Non è un Luca Righetti certamente soddisfatto quello che ha commentato il pareggio raccolto dal suo Rimini nella gara casalinga contro il Teramo: "Abbiamo fatto il peggior primo tempo del nostro campionato. Non ci abbiamo capito nulla, tutte le cose che avevamo programmato di fare le abbiamo trascurate e come risultato siamo andati subito sotto". La situazione è migliorata nella ripresa: "Abbiamo fatto un po' meglio e quantomeno abbiamo messo in campo la voglia di portare a casa il risultato: questo spirito ci deve accompagnare sempre nel nostro percorso in serie C". Vittoria sfumata per il mister del Teramo Zichella: "Un vero peccato ma ci teniamo comunque stretta la prestazione per affrontare la gara di mercoledì nel migliore dei modi".


CALCIO: Angelini, "La vittoria è tutta per questo meraviglioso pubblico" | VIDEO Sport

CALCIO: Angelini, "La vittoria è tutta per questo meraviglioso pubblico" | VIDEO

Meglio non poteva andare per Beppe Angelini: a fine partita il tecnico del Cesena ha voluto tributare un omaggio ai tifosi bianconeri per l'apporto determinante ai fini della conquista della vittoria sul Francavilla: "Penso che il nostro pubblico si meritasse questo epilogo - spiega il mister bioanconero - perché hanno fatto qualcosa di commovente. La partita è stata difficile, il Francavilla è squadra bene attrezzata e ci ha messo in seria difficoltà. Paradossalmente in dieci contro undici abbiamo giocato più sciolti mettendo in campo quella reazione d'orgoglio che ci ha fatto vincere la partita". Una situazione, quella dell'inferiorità numerica, che non ha colto impreparati i ragazzi di Angelini: "Fatalità, in settimana avevamo proprio fatto degli allenamenti in dieci contro undici: direi che ci sono stati utili... Abbiamo vinto da grande squadra".


CALCIO: Diecimila cuori bianconeri trascinano il Cesena, la vetta è vicina | VIDEO Sport

CALCIO: Diecimila cuori bianconeri trascinano il Cesena, la vetta è vicina | VIDEO

Tutto quello che serviva per rendere epico il ritorno a casa del Cesena lo si è visto nei 90 e passa minuti dell'Orogel Stadium "Dino Manuzzi": un pubblico che nulla ha a che spartire non con la serie D ma con mezza serie A, una coreografia da brividi allestita dalla Curva Mare e tanto, tanto spettacolo sul terreno di gioco. La sfida col Francavilla è stata tutto tranne che banale: magari non brillantissima nella prima mezz'ora in cui comunque il Cesena ha provato a sbloccare lo 0-0 con il gran sinistro al volo di De Feudis, nessun problema per Spacca, o ancora col diagonale di poco out di Ricciardo. Il vero spartiacque del match arriva però al 37': Ricciardo viene affossato nell'area di rigore degli abruzzesi. Sarebbe penalty ma Caldera soprassiede e Biondini perde letteralmente la testa rifilando una gomitata a Mele. Rosso diretto per il "Rosso di Montiano" e Cesena che resta in dieci uomini. Il Francavilla ci prova così in apertura di ripresa con Cruz, palla alta anche se è Tortori a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa che si stampa sulla traversa. È il prologo del gol: Alessandro scappa via sulla sinistra, tunnel al portiere e Cesena che la sblocca al 60'. La reazione dei giallorossi è tutta sulla gran bordata dalla distanza di Sanseverino ma Agliardi si distende e respinge in corner. È però sulla sinistra che il Cesena sfonda: 85', Valeri mette il turbo venendo steso in area da Molenda: rigore per i bianconeri ed espulsione per il neoentrato del Francavilla. Dal dischetto Alessandro non può proprio sbagliare scatenando così la gioia irrefrenabile di un Cesena che ora vede la vetta del campionato lontana appena due lunghezze.