Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

bologna


In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Dal 31 maggio via libera a terme e centri benessere Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Dal 31 maggio via libera a terme e centri benessere

Da domani, 31 maggio, in Emilia-Romagna possono riaprire centri termali e centri benessere ed è consentita l'attività di funivie, funicolari e seggiovie. E’ quanto deciso dall'ordinanza firmata dal presidente della Regione Stefano Bonaccini, che fissa le linee guida. Fra le regole, la rilevazione della temperatura corporea all'ingresso, misure per il distanziamento all'interno, obbligo di mascherina nelle aree comuni, presenza di dispenser con soluzioni per l'igiene delle mani. Tra sedie sdraio e lettini dovrà esserci almeno un metro e mezzo di distanza, mentre per gli ombrelloni dei solarium deve essere garantita una superficie minima di 12 metri quadrati a paletto. Infine, ancora da domani, cessa il divieto di bruciare il materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli, disposto il 20 marzo. (immagine d'archivio)


EMILIA-ROMAGNA: 20 positivi al Covid-19 (la metà asintomatici) e 5 decessi in 24 ore Attualità

EMILIA-ROMAGNA: 20 positivi al Covid-19 (la metà asintomatici) e 5 decessi in 24 ore

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.759 casi di positività, 20 in più rispetto a ieri: di questi nuovi casi, 10 sono asintomatici e derivano dall’attività di screening regionale. 4.464 i tamponi effettuati, che raggiungono così complessivamente quota 321.373, a cui si aggiungono, sempre da ieri, 2.820 test sierologici. Un allargamento dell’azione regionale utile a mappare l’andamento del contagio e a scopo preventivo, scovando il virus fra le persone senza sintomi. Le nuove guarigioni sono 300, per un totale di 20.373: oltre il 73% sul totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi che a oggi sono scesi a 3.279 (-285 da ieri). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.  Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.816 (circa l’86% di quelle malate), -243 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 65 (-11). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid, scesi a 398 (-31). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 20.373 (+300): 952 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 19.421 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Purtroppo, si registrano 5 nuovi decessi: tutte donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 4.107. I nuovi decessi riguardano 1 residente nella provincia di Modena, 1in provincia di Bologna (nessuno nell’imolese), 1 in quella di Forlì-Cesena (nel Forlivese) e 2 in quella di Rimini. Nessun decesso tra i residenti nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Ferrara, Ravenna e da fuori regione. Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.477 a Piacenza (+2), 3.514 a Parma (+1), 4.947 a Reggio Emilia (+2), 3.911 a Modena (+2), 4.622 a Bologna (+10); 394 le positività registrate a Imola (nessun caso in più), 992 a Ferrara (nessun caso in più). In Romagna i casi di positività hanno raggiunto quota 4.902 (+3), di cui 1.027 a Ravenna (+1), 943 a Forlì (nessun caso in più), 778 a Cesena (nessun caso in più), 2.154 a Rimini (+2).


EMILIA-ROMAGNA: Apertura regioni il 3 giugno, “Rimettiamo in moto il turismo” | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Apertura regioni il 3 giugno, “Rimettiamo in moto il turismo” | VIDEO

La riapertura dei confini infraregionali prevista per il prossimo 3 giugno regala un importante segnale di ritorno alla normalità è una boccata d’ossigeno all’economia turistica. Ne abbiamo parlato con l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, che ci ha raccontato quanto sia importante questa decisione, sia perchè indica una situazione epidemiologica sotto controllo, sia perchè le imprese turistiche emiliano-romagnole potranno finalmente tornare a riabbracciare i vacanzieri dopo lunghi mesi di chiusura.  


CALCIO: Arriva anche l'ok di Gravina, il Direttivo conferma i verdetti per la C | VIDEO Sport

CALCIO: Arriva anche l'ok di Gravina, il Direttivo conferma i verdetti per la C | VIDEO

Nessuna nuova uguale buona nuova? Non è questo il caso, visto che non sono certo arrivate buone notizie dalla nuova convocazione del Direttivo di Lega Pro. In sostanza, non è cambiato nulla rispetto a quanto stabilito in settimana, con la proposta di procedere a promozioni a tavolino delle prime e retrocessioni delle ultime per il campionato di serie C con l'aggiunta di playoff su base volontaria e dei playout per decretare altre due retrocessioni. L'incubo di vedere una Romagna più che azzoppata nella prossima stagione tra i professionisti è più di uno scenario, visto che ad abbandonare la compagnia sarebbe il Rimini mentre Ravenna e Imolese dovrebbero garantirsi la propria sopravvivenza partecipando a playout disputati quasi alla cieca, quelli contro Fano e Arzignano, con modalità ancora tutte da definire e una data, quella del 28 giugno, che rappresenterebbe una specie di spauracchio per quanto è ravvicinata. L'arrivo di un contributo economico promesso da Gravina lenirebbe soltanto la ferita per le società coinvolte, di sicuro non la cancellerebbe. Brunelli, Spagnoli e Grassi hanno già promesso battaglia, col presidente del Ravenna che non ha fatto mister di avere ancora votato contro la decisione poi ribadita dal Consiglio di cui fa parte ma la strada sembra ormai segnata: l'ultimo avallo arriverà dal Consiglio Federale, poi ci si potrà difendere soltanto presentando un ricorso al Collegio di Garanzia del Coni e tutto lascia presupporre che non saranno poche le società a battere quella strada.


IPPICA: A Bologna le corse sono ripartite a porte chiuse | VIDEO Sport

IPPICA: A Bologna le corse sono ripartite a porte chiuse | VIDEO

Dopo due mesi e mezzo di stop è ripartita l'ippica, sia trotto che galoppo, in tutta Italia, ma con le corse a porte chiuse e con la possibilità di scommette solo online. All'ippodromo Arcoveggio di Bologna la prima giornata è stata giovedì scorso, con gli ingressi rigidamente limitati e precauzioni anti contagio: misurazione della temperatura corporea all'ingresso e registrazione di tutti coloro che entravano nelle scuderie, mentre l'area destinata al pubblico era recintata. La corsa centrale è stata vinta da Alaska Gams guidata da Alessandro Gocciadoro, a segno anche con Blu di Prussia. Domani, domenica, al centro del programma di otto corse c'è il premio Alpolo con undici cavalli divisi su tre nastri, favoriti Zumba Bi con Roberto Andreghetti e Zenyatia Lux con Marco Stefani. E martedì ci sarà il Gran Premio della Repubblica con 12 campioni che si contenderanno gli 80.000 euro del montepremi.


Notizie recenti