Guarda Teleromagna canale 14

bologna


In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Covid, quasi 700 nuovi casi, aumentano i ricoveri Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, quasi 700 nuovi casi, aumentano i ricoveri

Scendono sotto quota mille - complice il calo dei tamponi del giorno di Ferragosto - i nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna: sono 695 su poco più di 5.600 test delle ultime 24 ore. Aumentano i ricoveri: nelle terapie intensive ci sono 41 pazienti, tre in più in un giorno, mentre i ricoverati negli altri reparti Covid sono 1.290 (28 in più). I casi attivi al momento sono 29.970, di cui il 95,6% in isolamento a casa. Altri dieci i decessi in regione.


EMILIA-ROMAGNA: Pd, decise le candidature per le elezioni politiche Politica

EMILIA-ROMAGNA: Pd, decise le candidature per le elezioni politiche

L'ex ministro Graziano Delrio e la prodiana Sandra Zampa, attuale responsabile Salute nella segreteria nazionale del Pd, al Senato. L'ex ministra Paola De Micheli, l'attuale vicepresidente della Regione Elly Schlein e l'ex sindaco di Rimini Andrea Gnassi alla Camera. Sono i capilista del Partito Democratico nei collegi dell'Emilia-Romagna, candidature approvate nella giornata di Ferragosto dalla direzione nazionale del Pd in vista delle elezioni politiche di settembre. In uno dei due listini al Senato, dopo la capolista Zampa segue l'ex sindaco di Imola Daniele Manca. Nell'altro, Delrio è seguito dall'attuale assessora regionale alla Montagna Barbara Lori. Alla Camera nella circoscrizione che ingloba i collegi di Piacenza (con la zona del Fidentino), Parma e Reggio Emilia, correranno l'ex responsabile del ministero delle Infrastrutture Paola De Micheli, seguita da Andrea Rossi, Beatrice Ghetti e Lanfranco De Franco di ArticoloUno. I primi tre nomi in lista al proporzionale per la circoscrizione di Modena e Bologna, sono Elly Schlein, Stefano Vaccari, attuale capo dell'organizzazione dem e Valentina Cuppi, sindaca di Marzabotto e presidente del Pd. Al quarto posto c'è l'assessore bolognese Luca Rizzo Nervo. Nei collegi romagnoli il capolista Gnassi è seguito da Ouidad Bakkali e da Massimo Bulbi.


BOLOGNA: A Ferragosto è boom di turisti, ma fuori dal centro la città è deserta Attualità

BOLOGNA: A Ferragosto è boom di turisti, ma fuori dal centro la città è deserta

Un Ferragosto in controtendenza rispetto al solito per il capoluogo emiliano-romagnolo. Nella settimana della Festa dell’Assunzione di Maria, la città di Bologna è divisa in due: particolarmente affollato da turisti sia stranieri che italiani il centro storico, con negozi, bar e ristoranti rigorosamente aperti. E così, sotto le Due Torri e alla Fontana del Nettuno, tirano un sospiro di sollievo gli esercenti, che accolgono visitatori provenienti dall’Italia ma anche – e soprattutto – da Francia, Spagna, Germania e anche dal Medio Oriente. Ma basta lasciarsi alle spalle per poche centinaia di metri per trovarsi immersi in un’altra dimensione, con strade deserte e silenziose, serrande chiuse e pochi residenti che, di ritorno o in partenza per le vacanze, camminano solitari sotto i portici per ripararsi dal sole. Un sole che comunque è meno bollente delle scorse settimane, anche se le temperature sono destinate ad alzarsi già dai prossimi giorni.


BASKET: Aradori sposa la Fortitudo, contratto triennale per lui Sport

BASKET: Aradori sposa la Fortitudo, contratto triennale per lui

Il matrimonio tra Pietro Aradori e la Fortitudo è divenuto pressoché indissolubile: il club bolognese ha infatti concordato l'accordo per un estensione contrattuale del 33enne nativo di Brescia per altre tre stagioni. Sono stati definiti alcuni tecnicismi legati al pregresso che hanno, di fatto, reso necessario attendere qualche giorno in più per siglare un’estensione contrattuale mai in discussione tanto per il club, quanto per il giocatore che ha accettato una sensibile riduzione d’ingaggio. Pietro Aradori indosserà, pertanto, la maglia della Effe anche in serie A2, avendo deciso di condividere il progetto di rilancio della squadra in seguito alla retrocessione maturata la scorsa stagione.


BOLOGNA: A fuoco l’auto del vicecomandante del carcere Cronaca

BOLOGNA: A fuoco l’auto del vicecomandante del carcere

Un incendio ha distrutto domenica notte l'auto di un dirigente della polizia penitenziaria di Bologna, vicecomandante del carcere della Dozza. Ne ha dato notizia Domenico Maldarizzi, segretario nazionale della Uil Pa Polizia Penitenziaria. Sulle cause del rogo scoppiato in via della Dozza, poco lontano dal carcere, e spento dai vigili del fuoco, hanno avviato indagini i carabinieri, intervenuti sul posto. "Dai primi accertamenti sembra avere una matrice dolosa - scrive Maldarizzi - e non è da escludere il fatto che possa essere un attentato mirato verso la polizia penitenziaria e il funzionario in questione, che ha sempre espletato la sua attività lavorativa con serietà, correttezza, capacità e professionalità". Il sindacato esprime solidarietà al dirigente e a tutta la polizia penitenziaria di Bologna. (foto d'archivio)


Notizie recenti