Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cesena


In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Cittadini al voto tra mascherine e gel | VIDEO Politica

EMILIA-ROMAGNA: Cittadini al voto tra mascherine e gel | VIDEO

Chiuderanno oggi pomeriggio alle 15 i seggi elettorali per il referendum sul taglio dei parlamentari e per eleggere alcuni sindaci del territorio. Vediamo come sta andando. Sono le prime elezioni dell’era post covid. Si sono aperti domenica mattina i seggi elettorali in cui tutti i cittadini italiani sono chiamati ad esprimere il loro voto sul referendum costituzionale che prevede il taglio di 315 parlamentari tra camera e senato. Non solo. In ballo anche l’elezione in molte regioni del nuovo governatore. In Emilia-Romagna, inoltre, 15 comuni sono chiamati al voto per eleggere il primo cittadino. Preoccupazione alla vigilia per la possibile assenza di presidenti di seggio e scrutatori designati anche se, alla prova dei fatti, tutto si sta svolgendo senza particolari problemi. Lo stesso vale per le prescrizioni anti covid. “Gli elettori si sono presentati molto collaborativi  e positivi “ ha spiegato la responsabile di seggio a Cesena Margherita Gasperoni. Quali sono le norme di sicurezza che avete attuato? “Abbiamo messo del gel sanificante all’ingresso che l’elettore deve usare prima di entrare. All’interno del seggio usiamo sanificatori sia per banchi che per le matite, ogni volta che una persona vota. Inoltre tra gli operatori del seggio c’è sempre il distanziamento di almeno un metro mentre con l’elettore è di almeno due metri” Oltre a questo è rimessa alla responsabilità di ciascun elettore il rispetto di regole basilari: non uscire di casa in caso di problemi respiratori o temperatura corporea superiore a 37,5 gradi. In caso di isolamento domiciliare si può votare da casa presentando domanda in Comune.


EMILIA-ROMAGNA: Pre e post scuola, dalla Regione le linee operative Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Pre e post scuola, dalla Regione le linee operative

Varate dalla Regione Emilia-Romagna le linee operative di regolamentazione delle attività pre e post scuola per tutte le strutture del primo ciclo di istruzione da Rimini a Piacenza. Linee che pongono attenzione alla salute tenendo conto della disponibilità di spazi, personale, scuole ed esigenze delle famiglie. La finalità è di evitare la quarantena per tutto il gruppo che potrebbe conseguentemente coinvolgere tutto l’istituto. Se al pre o post scuola parteciperanno solo studenti della stessa classe, e lo faranno nella stessa aula, l’unica misura aggiuntiva rispetto ai normali obblighi introdotti negli istituti nel rispetto delle regole di contrasto al Covid, sarà sufficiente occuparsi del ricambio d’aria nel passaggio dalle lezioni. Quando invece ai momenti di pre o post scuola accedono ragazzi da classe diverse occorre mantenere distinti i gruppi di classe al fine di contenere il numero di studenti da mettere in sorveglianza in caso di eventuali positività. Se invece sono ospitati in un’aula gli studenti di una stessa classe devono essere disposti ad una distanza di almeno una fila di banchi , in orizzontale o verticale, dagli studenti provenienti da altre classi.  Nelle palestre e nelle mense la distanza idonea tra studenti sarà di due metri. In ogni caso restano sempre valide le indicazioni generiche dell’uso delle mascherine, dell’ aereazione e disinfezione delle superfici oltre all’attenzione all’afflusso e deflusso negli spazi scolastici. FOTO D'ARCHIVIO


SAVIGNANO SUL RUBICONE: Taglio del nastro per la 29° edizione del Si Fest | VIDEO Attualità

SAVIGNANO SUL RUBICONE: Taglio del nastro per la 29° edizione del Si Fest | VIDEO

La fotografia che racconta, emoziona, narra e denuncia ma soprattutto che unisce. A fronte delle difficoltà del periodo storico in atto, Savignano Immagini, o meglio il Si Fest, ha voluto esserci, per questa 29° edizione, con mostre, incontri, workshop e eventi. Un taglio del nastro, avvenuto lo scorso venerdì, che punta lo sguardo verso il trentennale che ospiterà a Savignano la rete dei festival.  La grande novità di quest’anno è l’apertura di tutte le mostre in programma, a ingresso gratuito. Non poteva mancare  l'assegnazione del 19° Premio Pesaresi per la fotografia contemporanea che quest’anno è andato a Giulia Gatti, marchigiana, classe 1995. Il programma come sempre è stato fitto di incontri, workshop, un’area dedicata all’editoria indipendente e alle librerie specializzate, e infine non potevano mancare le letture dei portfolio che rappresentano  l’offerta di un festival da sempre votato alla sperimentazione. Infine il Si Fest Off, dedicato ai fotografi emergenti e ai progetti anticonvenzionali, con una ricognizione fotografica del lockdown a cura del collettivo Cesura. Le mostre rimarranno aperte per i prossimi due weekend sempre a ingresso gratuito. Tutte le informazioni sul programma sono disponibili sul sito www.sifest.it.


EMILIA-ROMAGNA: Porto, escavi, a breve la firma col general contractor | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Porto, escavi, a breve la firma col general contractor | VIDEO

Proseguono nei tempi annunciati i lavori previsti al porto di Ravenna: già nelle prossime settimane, come illustrato dal presidente di Autorità Portuale, Daniele Rossi, verrà firmato l’accordo col general contractor al termine di un lungo iter amministrativo. Di conseguenza, entro fine anno cominceranno gli interventi di svuotamento delle casse di colmata e, successivamente, inizieranno i dragaggi.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, nell'ultimo bollettino 115 nuovi casi e due morti Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, nell'ultimo bollettino 115 nuovi casi e due morti

Sono 115  - di cui 50 asintomatici individuati nell'ambito delle attività di tracciamento e screening regionali - i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Emilia-Romagna secondo l'ultimo bollettino dei contagi dove il numero complessivo dall'inizio dell'epidemia si attesta a quota 34.340  e dove, nelle ultime 24 ore analizzate,  sono morte due persone: una donna di 90 anni in provincia di Parma e un uomo di 87 anni in quella di Ravenna. Dei 115 nuovi casi, spiega la Regione,  74 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 51 sono stati individuati nell'ambito di focolai già noti mentre sono 16 i nuovi contagi collegati a rientri dall'estero, e 5 da altre regioni. Il maggior numero va in archivio nelle province di Bologna (21), Reggio Emilia (20), Modena (17) Ravenna (13), Piacenza (11), Parma (10). Zero, invece, i casi nella provincia di Rimini. I tamponi effettuati sono stati 7.635 - per un totale di 1.085.411 - cui vanno aggiunti 2.079 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.529 (91 in più di quelli registrati ieri), le persone in isolamento a casa sono complessivamente 4.341 (96 in più rispetto a ieri). I pazienti in terapia intensiva rimangono 19 come ieri, e i ricoverati negli altri reparti Covid 169, 5 in meno rispetto a ieri Le persone complessivamente guarite, infine, sono 25.335, 22 in più rispetto a ieri.


Notizie recenti