Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cesena


In evidenza

CESENA: Caos in E45, un tir prende fuoco in galleria, tratto chiuso Cronaca

CESENA: Caos in E45, un tir prende fuoco in galleria, tratto chiuso

Caos in E45 questo pomeriggio a causa di un tir che ha preso fuoco attorno alle 17 nella galleria di "Montecoronaro" tra Verghereto e Canili, in carreggiata sud dopo un sinistro con un altro autoarticolato. Il mezzo trasportava polli e uova. In poco tempo si sono formate lunghissime code per un grave incidente che ha provocato anche de feriti ricoverati per fortuna con il codice di media gravità per intossicazione da fumi. Sul posto in poco tempo sono arrivati i Vigili del Fuoco provenienti anche dal distaccamento di Arezzo. E' stato richiesto l'ausilio dell'elicottero del 118 per il trasporto dei feriti e di un'ambulanza che è partita da San Piero in Bagno. Il tratto è attualmente chiuso. Secondo quanto si apprende, il traffico in direzione nord nelle prossime ore sarà deviato da Canili a Verghereto, in direzione sud sulla statale Sr71 e interdetto in tutte e due le direzioni ai mezzi pesanti.  


BRUXELLES: Vittoria, il tribunale UE dà ragione alla piadina romagnola Attualità

BRUXELLES: Vittoria, il tribunale UE dà ragione alla piadina romagnola

Tribunale Ue, Igp 'piadina romagnola' va prodotta in Romagna. Industriale o artigiana, i consumatori la associano a quel territorio   "La Igp Piadina romagnola, industriale o artigianale, va prodotta in Romagna". E' quanto ha deciso oggi il tribunale Ue in una sentenza, respingendo il ricorso di una azienda italiana. Il caso riguarda il riconoscimento dell'Indicazione geografica protetta e la sua produzione. Stando ai giudici Ue "il consumatore associa l'immagine della piadina romagnola, a prescindere dalle modalità artigianali o industriali di realizzazione, al territorio della Romagna".  La vicenda riguarda l'azienda Crm Srl che aveva chiesto l'annullamento del regolamento di esecuzione Ue n. 1174/2014 della Commissione, del 24 ottobre 2014, recante iscrizione della denominazione piadina romagnola-piada romagnola Igp. L'azienda temeva che riservare l'uso della denominazione "romagnola" alle piadine/piade prodotte nell'area geografica protetta rendeva impossibile l'esercizio della propria attività economica ordinaria, in quanto il proprio stabilimento di produzione si trova al di fuori di questa area. La domanda di registrazione della Igp piadina romagnola è stata proposta alle autorità italiane, nel 2011, da un consorzio per la promozione di tale prodotto. La pubblicazione ha dato luogo a numerose opposizioni da parte di organizzazioni rappresentative dei produttori artigianali di piadine vendute in chioschi, che hanno contestato l'equiparazione, ai fini della Igp considerata, delle piadine prodotte industrialmente alle piadine di fabbricazione artigianale vendute in chioschi. Ciononostante, le autorità italiane, l'11 dicembre 2012, hanno depositato presso la Commissione la dichiarazione di registrazione della Igp in questione, unitamente al disciplinare di produzione. Nel 2013, la Crm ha impugnato davanti al Tar Lazio gli atti della fase nazionale della procedura di registrazione, che ha poi accolto il ricorso, imponendo alle autorità italiane di riformulare detto disciplinare. Secondo il Tar, infatti, la reputazione meritevole di tutela poteva essere riconosciuta unicamente alla produzione artigianale, ad esclusione di qualsivoglia realizzazione industriale della piadina romagnola. Qualche giorno dopo questa sentenza, la Commissione pubblicava la domanda di registrazione della Igp, indicando che tale pubblicazione conferiva il diritto di opposizione alla domanda medesima. La Crm Srl informava quindi la Commissione della sentenza del Tar e, sulla base di questa, chiedeva alla Commissione di annullare la pubblicazione della domanda così come effettuata. Ciononostante, la Commissione adottava il regolamento impugnato, dal quale deriva, come conseguenza, che la Crm Srl non è più autorizzata a utilizzare la denominazione piadine romagnole per i suoi prodotti fabbricati a Modena, in quanto questa città si trova al di fuori dell'area geografica protetta.  Con sentenza del 13 maggio 2015, il Consiglio di Stato ha annullato la sentenza del Tar Lazio. Nel frattempo, però, la Crm Srl ha proposto il ricorso al Tribunale Ue. Con la sentenza odierna il Tribunale oltre a respingere il ricorso della Crm, muove alla Commissione una serie di rimproveri, precisando che la stessa "non avendo tenuto in considerazione l'avvenuto annullamento del disciplinare di produzione da parte del Tar Lazio, abbia svolto un'istruttoria incompleta e violato il principio di buona amministrazione".


ROMAGNA: Aperto il bando di Start Romagna per selezionare nuovi autisti Attualità

ROMAGNA: Aperto il bando di Start Romagna per selezionare nuovi autisti

Start Romagna sta ricercando autisti  allo scopo di formare una graduatoria cui attingere per eventuali future assunzioni. Sedi possibili di lavoro: Rimini , Ravenna, Forlì, Cesena. Tutte le informazioni utili (bando e domanda di partecipazione) sono disponibili sul sito www.startromagna.it nella sezione "lavora con noi" Per essere ammessi alla selezione, gli aspiranti dovranno possedere i requisiti previsti dal bando e far pervenire domanda esclusivamente  on-line  utilizzando la modulistica allegata al bando di selezione e seguendo la procedura indicata nel bando, entro e non oltre le ore 12.00 del 23/05/2018.  



ROMAGNA: Presentata la 13° edizione della Notte Rosa, coinvolti 110 km di costa ed entroterra Attualità

ROMAGNA: Presentata la 13° edizione della Notte Rosa, coinvolti 110 km di costa ed entroterra

Vivi in rosa…“Pink your life”. Giunta alla 13a edizione, la Notte Rosa della Riviera Romagnola, uno degli appuntamenti estivi più attesi in tutto il Paese, invita i suoi oltre due milioni e mezzo di ospiti alla spensieratezza, al vivere con leggerezza ed allegria, a trovare il lato rosa della propria vita. “Pink your life” è il claim che caratterizzerà la lunga notte di venerdì 6 luglio e l’intero weekend sui 110 km di Riviera Romagnola e nel suo entroterra (www.lanotterosa.it). Immagine ufficiale di questo tredicesimo Capodanno dell’Estate Italiana a corredo del claim, ecco “The Pink Crew” composta da una combriccola di personaggi che ogni primo weekend di luglio, dal 2006, si dà appuntamento in Riviera per far festa. E per la prima volta, quest’anno, la contagiosa atmosfera di festa coinvolgerà oltre ai 110 km di costa, anche l’entroterra romagnolo con i suoi borghi e “balconi” naturali, punti ideali di osservazione del magico spettacolo di fuochi d’artificio a mezzanotte.Centinaia di eventi tra concerti, spettacoli, mostre, enogastronomia e tanto altro, con stabilimenti balneari, musei, bar e ristoranti aperti, intratterranno il pubblico dal tramonto all’alba.        


Notizie recenti