Guarda Teleromagna canale 14

cesena


In evidenza

CALCIO: S. Shpendi e Udoh regalano la prima gioia casalinga al Cesena contro la Recanatese Sport

CALCIO: S. Shpendi e Udoh regalano la prima gioia casalinga al Cesena contro la Recanatese

Trova i primi tre punti casalinghi in questa stagione il Cesena nell’incontro della sesta giornata vinto per 2-0 con la Recanatese. Nel giorno del ricordo di Bruno Bolchi, scomparso pochi giorni fa, la gara si mette subito in discesa per i bianconeri. Dopo una conclusione sbilenca di Calderoni, al quarto d’ora Stiven Shpendi anticipa Bagheria, che lo atterra in area, e si aggiudica un calcio di rigore. L’attaccante albanese si incarica della conclusione e spiazza il portiere ospite per il vantaggio. Al 22’ Saber è prezioso a rubare una palla sulla trequarti avversaria, in verticale Udoh salta Bagheria e deposita con l’aiuto del palo in rete per il raddoppio. La Recanatese si fa vedere solo al minuto 33 con la punizione dal limite spedita in curva Ferrovia da Senigagliesi. Prima del riposo c’è spazio per altri due squilli: da calcio d’angolo Ciofi spedisce di testa tra le braccia di Bagheria, poi dall’altra parte Morrone mira l’angolino alto ma non è preciso. Nella ripresa il ritmo si abbassa, allo scoccare dell’ora Saber impegna in due tempi Bagheria dalla distanza, poi sono gli ospiti a far venire un doppio brivido a Tozzo. Su una ripartenza Giampaolo mira l’incrocio dei pali ma è di poco impreciso, invece al minuto 80 l’ex Zammarchi, a tu per tu con Tozzo, non riesce a saltarlo, la palla si impenna e l’altra vecchia conoscenza Marilungo di testa spedisce in porta. Tocca a Kontek, provvidenziale sulla linea, a salvare i compagni. Il finale è in discesa con il neo entrato Ferrante che spaventa Bagheria con un rasoterra velenoso, poi Giampaolo ancora non aggiusta la mira e spedisce fuori un interessante tiro di esterno. Con questo 2-0 il Cesena respira e ora si apre la Coppa Italia di Serie C con l’impegno di mercoledì con la Fermana.


CESENA: Prima edizione di Catalysi, festival che dà risalto a giovani artisti | VIDEO Attualità

CESENA: Prima edizione di Catalysi, festival che dà risalto a giovani artisti | VIDEO

Si chiama Catalysi ed è un festival di arti performative che dà risalto a principianti. La prima edizione, dal 30 settembre al 2 ottobre, ha visto 26 artisti esibirsi di fronte a un folto pubblico. In programma oggi le ultime performance.   La città di Cesena si arricchisce di un nuovo evento culturale, il festival delle arti performative focalizzato sui principianti, Catalysi, voluto da Claudia Castellucci e realizzato da Societas. Dal 30 settembre al 2 ottobre 26 artisti esordienti si sono esibiti in spettacoli che spaziano tra i generi. A dirigere il festival un giovane alla sua prima esperienza da direttore artistico, Guillermo de Cabanyes. Il festival vuole risvegliare la città dal letargo dopo due anni di pandemia, trasmettere l’impeto di chi sente il bisogno di cominciare qualcosa di nuovo.  


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 2.876 nuovi casi positivi e quattro decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 2.876 nuovi casi positivi e quattro decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.868.453 casi di positività, 2.876 in più rispetto a ieri, su un totale di 10.206 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 3.221 molecolari e 6.985 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 28,1%.   Vaccinazioni Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 12 sono state somministrate complessivamente 10.868.600 dosi; sul totale sono 3.799.588 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94,5%. Le dosi aggiuntive fatte sono 2.960.060. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ .   Ricoveri I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 22 (+3 rispetto a ieri, pari al +15,8%), l’età media è di 68 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 663 (+17 rispetto a ieri, +2,6%), età media 74,4 anni. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 1 a Parma (invariato); 2 a Reggio Emilia (invariato); 0 a Modena (-1); 7 a Bologna (+1); 2 a Imola (+1); 2 a Ferrara (invariato); 2 a Ravenna (invariato); 1 a Forlì (invariato); 2 a Cesena (+1); 2 a Rimini (+1).   Contagi L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 49,8 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 515 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 381.124), seguita da Modena (423 su 284.041); poi Reggio Emilia (336 su 211.335), Ravenna (297 su 176.954) e Rimini (277 su 175.928); quindi Parma (234 su 158.425), Ferrara (232 su 134.022), Forlì (181 su 87.016), Piacenza (174 su 96.485); Cesena (138 su 105.311) e, infine, il Circondario Imolese (69 su 57.812). I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 25.371 (+ 1.726). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 24.686 (+1.706), il 97,3% del totale dei casi attivi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.   Guariti e deceduti Le persone complessivamente guarite sono 1.146 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 1.825.046. Purtroppo, si registrano quattro decessi: 1 a Parma (un uomo di 90 anni) 2 a Bologna (due donne, rispettivamente, di 63 e 88 anni) 1 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 87 anni) Non si registrano decessi nelle province di Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Ravenna, Rimini e nel Circondario Imolese In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 18.036.


CESENA: Fattore R svela i primi protagonisti Attualità

CESENA: Fattore R svela i primi protagonisti

Si svelano i primi nomi sulla sesta edizione di Fattore R, il Romagna Economic Forum in programma a Cesena Fiera venerdì 14 ottobre prossimo. Momento di incontro e confronto tra imprese, istituzioni e associazioni di categoria per delineare le strategie per la crescita del territorio, tema della giornata sarà ‘Lo scenario geopolitico e gli impatti economici e sociali sul territorio: attrattività e retention dei talenti’. Un tema centrale visto nei suoi riflessi locali con lo sguardo aperto al contesto nazionale grazie agli interventi dell’economista Lucrezia Reichlin docente di economia alla London Business School, già Direttrice generale alla Ricerca nella Banca Centrale Europea, e del sociologo Francesco Morace docente al Politecnico di Milano e fondatore del Festival della Crescita. A coordinare la giornata sarà il giornalista Rai Gianluca Semprini.   A porre il focus sul territorio sono due tavole rotonde che mettono a confronto tre importanti esperienze imprenditoriali della Romagna con lo sguardo oltreconfine. La prima è dedicata al tema “Il cambiamento dei valori e dei comportamenti delle persone e l’impatto sul sistema lavoro e sul modo di vivere le città”. Ne parlano Rita Bandini, Vicepresidente Bandini Casamenti (Forlì), azienda che opera nel settore del riciclo ambientale; Luca Bora amministratore delegato Indel B (Sant’Agata Feltria), leader nella fornitura di sistemi di raffreddamento e refrigerazione per veicoli, alberghi, navi da crociera ed esperienze di viaggio outdoor; Sergio Lorenzi, direttore generale Elfi (Forlì), azienda leader nel settore delle elettroforniture.   Il secondo panel di discussione pone l’attenzione al “Capitale umano e aziende del territorio”. Anche in questo caso a confronto tre nomi di primo piano del tessuto imprenditoriale: Andrea Alessandrini amministratore delegato IVision (Montegridolfo), azienda che applica l’innovazione al mondo dell’aspirazione; Silvia Lionello direttore servizi Eurovo (Imola), tra i leader europei nella produzione e distribuzione di uova e ovoprodotti; Riccardo Losappio, amministratore delegato Gruppo Tampieri (Faenza), holding che opera in più settori (produzione di oli alimentari, depurazione acque reflue, produzione di energia, ricerca e sviluppo di sostituti ossei in materiale ceramico).   Sempre a proposito di esperienze imprenditoriali sono previsti anche gli interventi di Gianvito Rossi, fondatore dell’omonimo brand, azienda fashion calzaturiera di San Mauro Pascoli celebre in tutto il mondo, e di Daniele Rossi, Presidente dell’Autorità Portuale di Ravenna, snodo commerciale strategico per commercio per i mercati di Mediterraneo e Medio Oriente.   Ad aprire la giornata, dopo i saluti istituzionali, sono gli interventi di Massimiliano Vercellotti EY Italy Assurance Leader che presenta i risultati dello Human Smart City Index realizzato da EY, a seguire Stefano Rossetti Vicedirettore Generale vicario di Bper Banca e Roberto Bozzi Presidente di Confindustria Romagna.   “Sono state oltre un centinaio le personalità di caratura nazionale e internazionale che hanno preso parte a Fattore R nel corso di questi anni – spiega Lorenzo Tersi Consigliere Cesena Fiera con delega a Fattore R – Ognuna di loro ha dato un proprio importante contributo per una riflessione sul territorio con la consapevolezza che solo tutti insieme possiamo dare un futuro di crescita e sviluppo alla Romagna”.  


EMILIA-ROMAGNA: Verso mare e città d’arte, il treno vince nell’estate 2022 Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Verso mare e città d’arte, il treno vince nell’estate 2022

Sono quasi 12 milioni le persone che nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre hanno viaggiato sui treni regionali dell’Emilia-Romagna, il 21% in più rispetto allo scorso anno. Secondo il report di fine estate, elaborato da Trenitalia Tper, circa il 15% hanno raggiunto le località della Costa, ma nella top ten delle destinazioni estive ci sono anche le città d’arte dell’Emilia-Romagna. Molto bene anche il nuovo collegamento Piemonte - Riviera Romagnola e i viaggi sui treni a lunga percorrenza che hanno registrato 2,7 milioni di arrivi/partenze, circa il doppio del 2021. “Numeri molto positivi- commenta l’assessore ai Trasporti e Turismo, Andrea Corsini-, che testimoniano il ritorno a un’estate normale, dopo due anni di pandemia, ma anche una maggiore propensione all’utilizzo del treno rispetto al periodo pre-covid, con un 10% in più di presenze rispetto all’estate 2019”. Rimini, Riccione e Cervia Milano Marittima ai primi posti, insieme a Ravenna, ma tutte in crescita anche le località marine di Bellaria, Cattolica, Cesenatico, Gatteo a Mare, Igea Marina, Lido di Classe/Lido di Savio, Misano Adriatico e Rimini Miramare. L’offerta per e dalla Riviera Romagnola ha toccato quest’estate punte di 140 treni e 80 mila posti al giorno. Nella classifica delle destinazioni estive emiliano-romagnole anche le città d’arte di Ferrara, Modena, Ravenna, Bologna, Parma e Reggio Emilia. Bene, quindi, i viaggi sui treni regionali nel tempo libero e verso destinazioni punto di partenza per forme di turismo che, abbinando il treno al trekking o alla bicicletta, offrono nuove opportunità per un turismo green attraverso sinergie virtuose con le realtà locali. In crescita anche i passeggeri che hanno raggiunto l’Emilia-Romagna a bordo delle Frecce e degli Intercity di Trenitalia, con 2,7 milioni di arrivi/partenze fra luglio e metà settembre, quasi il doppio rispetto al 2021. E se Bologna e Rimini rimangono in testa delle mete emiliano-romagnole più richieste si registra anche un forte incremento di passeggeri per Riccione (+ 30% rispetto al 2019) e Cattolica (+10% sul 2019).


Notizie recenti