Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cronaca


IMOLA: Maltratta la moglie, scattano le manette per un 30enne Cronaca

IMOLA: Maltratta la moglie, scattano le manette per un 30enne

Negli ultimi anni avrebbe picchiato e minacciato la moglie più volte, anche ultimamente, fino a quando i carabinieri di Imola, nel Bolognese, non lo hanno arrestato. Si tratta di un albanese di 30 anni, accusato di maltrattamenti in famiglia. I militari sono intervenuti dopo aver ricevuto una richiesta d'aiuto da parte della donna, una 34 enne russa, che proprio a causa delle violenze subite dal marito si era trasferita con i due figli minori a casa di un'amica. L’uomo si sarebbe presentato davanti alla nuova abitazione scagliandosi contro di lei, minacciandola anche davanti agli uomini dell’Arma. Dopo averlo bloccato gli investigatori hanno avviato gli accertamenti, verificando che sin dal 2012 la giovane aveva denunciato le violenze subite, inoltre, nella sua casa, sono state sequestrate una pistola ed un fucile ad aria compressa. Sabato mattina il 30enne è stato processato dal giudice che ha convalidato l'arresto e imposto all'uomo il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie.


RICCIONE: Picchia la madre e si blinda in casa, 23enne minaccia il suicidio Cronaca

RICCIONE: Picchia la madre e si blinda in casa, 23enne minaccia il suicidio

È stato necessario l’intervento del negoziatore dei carabinieri per fare arrendere un 23enne che dopo una lite avrebbe pestato a sangue la madre prima di blindarsi nella sua abitazione di Riccione, nel Riminese. L’allarme, da parte dei vicini, è scattato all’alba di sabato quando forti urla provenivano dall’appartamento dei due. Il giovane, dopo aver sbattuto fuori la madre, aveva iniziato a ferirsi con dei coltelli, minacciando di uccidersi, e all’arrivo delle forze dell’ordine è stata interrotta l’erogazione di luce e gas per paura che, in preda all’ira, potesse compiere gesti folli. Dopo essere stato convinto il ragazzo è stato caricato in ambulanza, trasportato in ospedale e sottoposto a Tso. (Immagine d'archivio)


BOLOGNA: Scontro tra moto a Loiano, grave un 53enne Cronaca

BOLOGNA: Scontro tra moto a Loiano, grave un 53enne

Grave incidente stradale tra due moto ieri pomeriggio a Loiano, sull'Appennino Bolognese. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri due motociclisti che procedevano in senso opposto si sono urtati al centro della strada attorno alle 17.30, in via Sabbioni. Ad avere la peggio è stato un 53enne che stava affrontando la discesa e ha perso il controllo del mezzo finendo contro il guard rail. L'uomo è stato trasportato con l'elisoccorso in codice 3, quello di massima gravità, all'ospedale Maggiore di Bologna dove i medici lo hanno sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Le sue condizioni sono giudicate serie anche se l’uomo non sarebbe in pericolo di vita.


RIMINI: Investita da un’auto, è grave una bambina di 9 anni Cronaca

RIMINI: Investita da un’auto, è grave una bambina di 9 anni

Erano da poco passate le 17.30 di sabato quando in viale Marconi, a Miramare, nel Riminese, una bambina di 9 anni è stata investita da un’auto riportando gravi condizioni. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118, affiancati da un’automedica. La bimba è stata stabilizzata sul posto per poi essere trasferita con un codice di massima gravità al pronto soccorso dell’ospedale di Rimini. Il luogo dell’incidente è stato raggiunto anche dagli agenti della polizia municipale che hanno effettuato tutti i rilievi di legge per poter stabilire quale sia stata la dinamica dell’incidente.     


RIMINI: Il Questore chiude il Beky Bay, allarme sicurezza tra i giovanissimi | VIDEO Cronaca

RIMINI: Il Questore chiude il Beky Bay, allarme sicurezza tra i giovanissimi | VIDEO

L’estate in Riviera è sinonimo di divertimento, ma spesso anche di sballo senza regole. L’ultimo esempio è la chiusura per un mese del noto locale di Bellaria Igea Marina Beky Bay, disposta dal Questore di Rimini Maurizio Improta per motivi di ordine pubblico. Negli ultimi giorni l’escalation di violenza aveva raggiunto il suo culmine: a Ferragosto un 19enne è stato sfregiato con una bottiglia di vetro da un coetaneo dopo una furiosa lite per futili motivi. In precedenza due minorenni, di 15 e 16 anni, al limite del coma etilico erano state soccorse dalla Croce Blu; un giovane invece era stato rapinato mentre la calca, presenti 2500 persone, lo aveva spinto verso il palco dove si stava esibendo un noto rapper italiano. La lista dei reati consumati in spiaggia è lunga, dallo spaccio di droga alle rapine, fino alla vendita di alcolici ai minorenni. Un fenomeno, questo, su cui l’amministrazione riminese sta alzando la guardia. “Tre locali nei giorni scorsi sono stati multati per avere venduto alcolici dopo le tre di notte, un minimarket è stato chiuso perché somministrava bevande ai minori, una pratica odiosa e socialmente pericolosa, occorre essere inflessibili”, ha affermato l’assessore Sadegholvaad. Controlli a tappeto, dunque, che hanno portato la polizia a scovare un appartamento a Bellaria abitato da ben 17 giovani in vacanza, tutti tra i 17 e i 20 anni, italiani di seconda generazione provenienti da varie città del Nord. All’interno dell’abitazione è stato trovato un supermarket della droga: 22 dosi di eroina, e poi marijuana, ketamina, hashish e cocaina. Quattro ragazzi sono stati arrestati per spaccio. 


Notizie recenti