Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cronaca


RAVENNA: Trovato morto il 46enne scomparso da sabato Cronaca

RAVENNA: Trovato morto il 46enne scomparso da sabato

Epilogo tragico per la vicenda del 46enne scomparso da casa sabato scorso nel Ravennate. Il suo corpo è stato trovato impiccato ad un albero intorno alle 16 di lunedì, nella zona in cui si uniscono il fiume Montone e Ronco, a poche centinaia di metri dalla sua abitazione. A ritrovare il cadavere sono stati i cani dei vigili del fuoco dopo ore di ricerche. Di lui si erano perse le tracce sabato pomeriggio nella campagna di Ravenna. La famiglia dello scomparso ha detto ai carabinieri che da tempo l’uomo viveva una condizione di malessere per lo stare chiuso in casa e con la paura del contagio da Covid-19.  


ROMAGNA: Domenica in casa, strade deserte ma non mancano i trasgressori | VIDEO Cronaca

ROMAGNA: Domenica in casa, strade deserte ma non mancano i trasgressori | VIDEO

C’era preoccupazione per il fine settimana per quanto riguarda i possibili assembramenti di persone. Invece il messaggio sembra essere finalmente passato e la maggior parte dei cittadini è rimasta a casa, seppur con qualche eccezione. Da quello che si fa il giro in macchina, a quello che porta a spasso il cane in spiaggia, fino a quello che non resiste al rito della lettura del giornale al parco. Sono questi gli episodi più comuni segnalati dalle forze dell’ordine in questa ennesima domenica di controlli. C’era preoccupazione per il fine settimana, dove il bel tempo e il clima finalmente primaverile sembrava suggerire a tutti di mettere il naso fuori di casa almeno per sgranchirsi le gambe. Un invito che, invece, la maggior parte delle persone non ha accolto. Città vuote in tutta la Romagna. O quasi. Nel forlivese si contano sulle dita di una mano le contravvenzioni effettuate dalle forze dell’ordine mentre a Cesena, fatta eccezione per qualche persona uscita a prendere una boccata d’aria appena sotto casa, non si segnala nessuna trasgressione. Situazione sotto controllo anche a Ravenna. Qui si temevano assembramenti per via dell’iniziativa di alcune parrocchie che avevano annunciato la distribuzione delle palme per le celebrazioni pasquali, e invece anche in questo caso tutto è filato per il meglio. Certo, qualche trasgressore c’è stato. Soprattutto nel Riminese, il territorio più colpito dal contagio ma dove, evidentemente, c’è ancora chi si ostina a non rispettare le regole. Il caso più eclatante viene da Riccione. Qui un uomo è stato fermato tre volte nella stessa giornata mentre si faceva un giro in macchina “Voglio godermi la vita” avrebbe detto ai Carbinieri, forte del fatto che in ogni caso, sempre a suo dire, le multe non le avrebbe mai pagate. Una 50ina in tutto i sanzionati in provincia. Una buona parte di questi sorpresa a godersi il sole in spiaggia.


FORLI’: Utilizzava il taxi per acquistare e vendere droga, arrestato magrebino pluripregiudicato Cronaca

FORLI’: Utilizzava il taxi per acquistare e vendere droga, arrestato magrebino pluripregiudicato

Nella serata di venerdì sera, i Carabinieri della Sezione Operativa e Radiomobile della Compagnia di Forlì hanno arrestato un magrebino domiciliato a Forlì di anni 23 pluripregiudicato , irregolare sul territorio Italiano, trovato in possesso di 50gr  di cocaina, 1,8gr di hashish e 64gr di marijuana, già suddivise in dosi e pronte per lo spaccio, oltre a detenere un bilancino di precisione e tutto il materiale necessario per il confezionamento dello stupefacente. La soffiata su un gruppo di persone che si riforniva di sostanze stupefacenti per poi venderle su richiesta con consegna a domicilio, ha fatto scattare una serie di controlli presso il parcheggio dei Taxi antistante la Stazione Ferroviaria. Il 23enne infatti prendeva il taxi per recarsi in località diverse per fare degli acquisti di sostanze stupefacenti per poi farsi riaccompagnare a Forlì. Il magrebino è stato condannato a un anno e 10 mesi con pena sospesa, 3.000 euro di multa e spese processuali a suo carico sottoposto agli arresti domiciliari.


RIMINI: Droga party per combattere la noia, tre denunciati Cronaca

RIMINI: Droga party per combattere la noia, tre denunciati

Aveva messo su un festino a base di droga per combattere la noia della quarantena. Nei guai un riminese di 33 anni che, nel suo garage, aveva invitato  una 24enne di Perugia e una pesarese 28enne per  un party a base di cocaina, eroina e hashish. Il giovane era da tempo tenuto d’occhio dagl’inquirenti, che sospettavano gestisse un giro di stupefacenti. Il riminese è stato colto in flagranza assieme alle due  amiche. Individuate sul tavolo tracce di cocaina e banconote arrotolate. La perquisizione domiciliare ha, inoltre, permesso di rinvenire  2grammi di cocaina, 6 grammi di eroina,  e varie dosi di hashish. Tutti e tre sono stati denunciati per detenzione di stupefacenti, per le due giovani si è aggiunta anche la sanzione per essersi allontanate dal proprio domicilio.  


FERRARA: Pakistano arrestato due volte in 11 ore a Portomaggiore Cronaca

FERRARA: Pakistano arrestato due volte in 11 ore a Portomaggiore

Verso le ore 20:00 di sabato sera a Fiscaglia in località Migliarino, nel ferrarese i Carabinieri di Portomaggiore hanno tratto arrestato un 32enne pakistano, già noto alle Forze dell’ordine. Lo straniero è stato segnalato, tramite telefonata al 112, dal titolare di un esercizio commerciale cui stava recando insistentemente disturbo, urlando e sbraitando contro gli avventori del locale. A seguito dell’intervento dei militari, l’uomo ha opposto resistenza attiva al controllo spintonando i Carabinieri che, sono riuscito a bloccarlo ed a condurlo in caserma. Espletate le formalità rito, lo straniero è stato sottoposto agli “arresti domiciliari”. Nella mattinata di domenica attorno alle 08:00, violando gli arresti domiciliari, il pakistano è tornato nello stesso negozio per ricominciare a dare fastidio. L’intervento degli stessi militari di poche ore prima ha avuto come esito un nuovo arresto, e un nuovo viaggio in caserma dove, a differenza del giorno prima, l’uomo è stato però trattenuto dentro una camera di sicurezza in attesa del processo.


Notizie recenti