Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cronaca


CESENA: Madre e figlio arrestati con 3,5 chili di cocaina in auto Cronaca

CESENA: Madre e figlio arrestati con 3,5 chili di cocaina in auto

Ha accompagnato il figlio nel Nord Italia ad acquistare tre chili e mezzo di cocaina pura, trasformabili in circa 11mila dosi per un valore sul mercato di qualche centinaio di migliaia di euro. Una donna di 73 anni, che guidava la vettura nella speranza di dare meno nell'occhio, è stata arrestata insieme al figlio di 42 anni, ex assistente di volo ora disoccupato, venerdì scorso dalla polizia di Cesena al casello autostradale di Cesena Nord. La coppia vive insieme a Rimini, entrambi incensurati. L'operazione era scattata un mese prima quando la polizia aveva notato l'uomo frequentare ripetutamente gli ambienti dello spaccio cesenate e si era insospettita. Così lo ha tenuto sotto controllo. Nell'auto sono stati trovati tre panetti compressi, due nel baule, l'altro in un sacchetto di carta. Gli arresti sono stati convalidati, i due sono in carcere.


RIMINI: Traffico di droga, 7 arrestati, in un negozio la sede della banda | VIDEO Cronaca

RIMINI: Traffico di droga, 7 arrestati, in un negozio la sede della banda | VIDEO

I carabinieri di Rimini hanno arrestato sette persone accusate di essere i componenti di una banda di spacciatori di droga molto attiva sulla piazza riminese. Si tratta di sei italiani e di un albanese, tutti specializzati in eroina e cocaina. Le indagini dei militari, dirette dal sostituto procuratore Paola Bonetti, hanno permesso di individuare un 44enne che, aiutato dal fratello 47enne, nel suo negozio di articoli per fumatori aveva di fatto allestito la loro base operativa. L'uomo, già finito agli arresti per droga, continuava a dirigere gli uomini nelle attività illecite che proseguivano nonostante le limitazioni imposte dalle normative anti-Covid. Durante l'operazione sono stati sequestrati 3 kg di eroina e 1 kg di cocaina. Il giro d'affari del sodalizio criminale ammontava a diverse centinaia di migliaia di euro.


RIMINI: Travolta dal treno su passaggio a livello, muore 41enne | VIDEO Cronaca

RIMINI: Travolta dal treno su passaggio a livello, muore 41enne | VIDEO

Ancora passaggi a livello mortali. A perdere la vita questa volta una donna di 41 anni di origini ucraine che lunedì sera è stata travolta da un treno diretto a Ravenna mentre attraversava i binari a Rimini, nel quartiere di Rivabella. La donna stava percorrendo a piedi attorno alle 21.30 viale XXV marzo in direzione monte-mare quando si è trovata le semi-sbarre del passaggio a livello abbassate. Ad osservare la scena dall’altro lato del passaggio a livello, un uomo a bordo di un furgone. Il testimone ha raccontato di aver visto la donna aggirare la sbarra, giungere sui binari e guardare a destra e sinistra prima di accelerare il passo per attraversarli. In quel momento, però, da destra è sbucato a tutta velocità un treno Frecciabianca della tratta Rimini-Ravenna che ha colpito la 41enne con uno spigolo del muso scaraventandola sulla massicciata laterale. Sul posto sono intervenuti i sanitari e la polizia ferroviaria, ma per la donna non c’è stato nulla da fare. In base alla ricostruzione si sarebbe trattato di un incidente. La linea ferroviaria è stata successivamente chiusa per i rilievi.   (Immagini Migliorini / Adriapress)


BOLOGNA: Oltre 500 piante marijuana coltivare illegalmente, in carcere 27enne | VIDEO Cronaca

BOLOGNA: Oltre 500 piante marijuana coltivare illegalmente, in carcere 27enne | VIDEO

550 piante di marijuana, per un totale di 100kg, e un laboratorio di essicazione allestito all’interno di una roulotte abbandonata. E’ quanto scoperto dalla Squadra Mobile di Bologna che, nei giorni scorsi, ha dato esecuzione all’Ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere nei confronti di un 27enne. Il giovane, residente a San Lazzaro di Savena, nel bolognese, aveva creato una piantagione di marijuana, su un terreno di proprietà del comune di San Lazzaro. proprio alle spalle dell’insediamento abitativo.  La piantagione, era stata scoperta nel mese di agosto dai poliziotti che, nella circostanza, avevano arrestato il 27enne. L’attività investigativa aveva permesso di scoprire anche un laboratorio creato all’interno di alcune roulotte in disuso nei pressi del campo rom, all’interno delle quali era stata rinvenuta della sostanza stupefacente pronta per lo smercio, ovvero 800 grammi di marijuana, 200 grammi di hashish ed alcuni bilancini di precisione.  


BOLOGNA: Schiaffi ai bimbi, maestra sospesa 6 mesi Cronaca

BOLOGNA: Schiaffi ai bimbi, maestra sospesa 6 mesi

Il tribunale del Riesame ha accolto il ricorso della Procura di Bologna sul caso della maestra di un asilo comunale arrestata a inizio febbraio per maltrattamenti nei confronti dei bambini e poi rimessa in libertà. I giudici hanno per lei disposto la misura cautelare interdittiva della sospensione dal servizio per sei mesi. Sarà esecutiva dopo un eventuale ricorso in Cassazione della difesa. Nel liberare la maestra, il Gip Letizio Magliaro aveva scritto tra l'altro che in circa 15 giorni di osservazione l'indagata aveva sferrato "soltanto" tre schiaffi punitivi nei confronti di tre diversi alunni e che non si era, per questo, in presenza della condotta tipica del reato di maltrattamenti. Ma la Procura, con il pm Michele Martorelli, aveva impugnato l'ordinanza, sottolineando che con una simile affermazione significava fare un'analisi che fonda le proprie conclusioni su "una media statistica inaccettabile". Venerdì c'è stata l'udienza e il collegio di giudici  ha accolto il ricorso del pm dove si evidenziava il principio di giurisprudenza che "l'uso della violenza per fini correttivi o educativi non è mai consentito". Ancora non sono note le motivazioni del Riesame.


Notizie recenti