Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cronaca


RAVENNA: Sequestra l'ex moglie per tornare con lei, arrestato un 36enne rumeno Cronaca

RAVENNA: Sequestra l'ex moglie per tornare con lei, arrestato un 36enne rumeno

I carabinieri di Filetto, nel Ravennate, hanno arrestato un 36enne operaio rumeno e deferito in stato di libertà due connazionali di 36 e 23 anni, per i reati di concorso in sequestro di persona, violenza privata e lesioni personali aggravate. Allo scopo di riallacciare la relazione sentimentale con la ex moglie, 37enne rumena, l'uomo l'ha costretta a salire sulla propria auto, portandola in giro senza meta e usandole violenza fisica e minacciandola di morte. I militari, attivati dalla segnalazione dell’attuale compagno, hanno avviato immediatamente le indagini e alle 4 di mattina hanno rintracciato la donna ed il suo rapitore per le vie di Roncalceci. La donna è stata soccorsa e accompagnata all’Ospedale di Ravenna dove le è stata assegnata una prognosi di sette giorni per contusioni multiple.  


FORLI': Arrestato terrorista, preparava attentati per Natale Cronaca

FORLI': Arrestato terrorista, preparava attentati per Natale

La digos di Bari ha arrestato un uomo accusato di essere affiliato a un gruppo terroristico che, secondo gli investigatori, stava pianificando una serie di attentati per il periodo di Natale in luoghi frequentati da cristiani, come ad esempio le chiese. Si tratta di un 20enne di origine somala sbarcato in Italia nel 2016 e che, per un certo periodo, aveva alloggiato anche a Forlì, città dove, secondo le ultime ricostruzioni, sarebbe stato anche poco meno di un mese fa. Nel corso delle indagini, gli agenti l’hanno trovato in possesso di diverso materiale riconducibile all’ideologia jihadista, in particolare all’indomani dell’attentato a Strasburgo e si sospetta che si stesse occupando di indottrinare altre persone alla guerra santa contro gli infedeli.


RICCIONE: Caso Cocoricò, il patron rassicura “Il Capodanno non è a rischio” | VIDEO Cronaca

RICCIONE: Caso Cocoricò, il patron rassicura “Il Capodanno non è a rischio” | VIDEO

‘La festa di Capodanno si farà’. Nel pieno della bufera che coinvolge il Cocoricò, colpito da un provvedimento comunale di sospensione della licenza per tre mesi per non avere pagato la Tari, il patron Fabrizio De Meis risponde al sindaco rassicurando tutti sulle prossime date del locale. "L'ordinanza del Comune di Riccione, che ci impone la chiusura per i prossimi tre mesi in caso di mancata ottemperanza del pagamento della Tari, non mette a rischio il nostro Capodanno", afferma De Meis, manager della Fdm, società che gestisce la nota discoteca della Riviera. "Fermo restando - prosegue - che per rendere nulla questa ordinanza, come concordato con l'Ufficio Tributi del Comune di Riccione, faremo fronte ai nostri impegni”. La proprietà si muoverà quindi subito per saldare il dovuto, ma la vicenda non finisce qui. “Faremo immediatamente ricorso al Tar – continua l’ex presidente del Rimini Calcio - ritenendo questo Regolamento comunale, incoerente ed incostituzionale”. Entrando nel merito dell'ordinanza, De Meis sottolinea che "appare assai sconcertante una decisione così radicale dopo che la Fdm ha da tempo avviato un percorso virtuoso con l'amministrazione comunale proprio per chiudere il vecchio contenzioso, relativo agli anni regressi di sua specifica competenza". Nel frattempo sono diversi i clienti che stanno contattando il Cocoricò, preoccupati che i biglietti acquistati per le serate durante le festività, tradizionalmente periodo di grandi incassi per i locali, possano diventare carta straccia. Anche su questo fronte De Meis suona la carica. "Con i nostri legali stiamo valutando anche la possibilità di richiedere un risarcimento – conclude - poiché il danno economico che ci sta comportando è gravissimo".


FORLI': Camion perde il controllo e si schianta contro un'automobile Cronaca

FORLI': Camion perde il controllo e si schianta contro un'automobile

L’ondata di neve e il conseguente strato di gelo venutosi a creare sulle strade della Romagna nelle ultime ore hanno causato non pochi disagi agli automobilisti. È questo il caso dell’autotreno che nella serata di ieri, lunedì, ha perso il controllo del rimorchio scivolando sull’asfalto e schiantandosi contro un’automobile che procedeva sulla corsia opposta. L’incidente è avvenuto sulla provinciale 4 del Bidente, a Cusercoli, nel Forlivese, all’altezza del ponte che sovrasta il fiume. Non ci sono feriti gravi: solo l’automobilista ha riscontrato lievi lesioni dovute all’impatto. Per chiarire la dinamica dei fatti, gli agenti della stradale hanno chiuso al traffico il tratto di strada interessato dal sinistro. Sul posto erano presenti anche il personale del 118 e i Vigili del Fuoco, per la messa in sicurezza dei mezzi e per liberare la strada dall'ingombrante mezzo pesante.


IMOLA: Botte e insulti razzisti, maestra ai domiciliari Cronaca

IMOLA: Botte e insulti razzisti, maestra ai domiciliari

Per tre anni avrebbe maltrattato i bambini di una scuola, con violenze fisiche e verbali, umiliazioni e insulti. Per questo una maestra di scuola di infanzia di Imola, di 55 anni, è finita ai domiciliari, con ordinanza emessa dal Gip del tribunale di Bologna, su richiesta della Procura. Le vessazioni, nel caso di bimbi di origine straniera, avevano riferimenti dispregiativi a sfondo discriminatorio e razziale verso i luoghi di provenienza. La donna è ora ai domiciliari con l'accusa di maltrattamenti aggravati e lesioni a bimbi tra i 3 e i 5 anni. Dalle registrazioni audio agli atti dell'inchiesta, sottolinea il Gip, emergono maltrattamenti verbali, insulti e minacce, "che quando sono rivolti a bimbi di colore assumono inflessioni particolarmente razziste", nei loro confronti e in quelli dei genitori. "Dal Marocco, dalla Tunisia, dall'Algeria... Venite qui a fare... delle idiozie!", una delle frasi intercettate.


Notizie recenti