Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cronaca


RIMINI: Ancora ladri nelle scuole, rubati pc a Torre Pedrera e Viserbella | VIDEO Cronaca

RIMINI: Ancora ladri nelle scuole, rubati pc a Torre Pedrera e Viserbella | VIDEO

Ancora scuole nel mirino dei ladri nel Riminese. Pochi giorni fa sono stati rubati tutti i 26 computer di ultima generazione dell’aula di informatica della scuola media Borgese di Rimini. Nel fine settimana sono state colpite le elementari Ronci di Torre Pedrera e la materna “Isola Blu” di Viserbella. “Si tratta probabilmente una banda specializzata – spiega l’assessore ai servizi educativi Mattia Morolli – che sa bene come agire”. Il Comune di Rimini ha sporto denuncia per i furti e ha provveduto a sanificare gli ambienti e a ripristinare la funzionalità degli spazi danneggiati. “Sarà nostra premura sostituire il materiale rubato – dicono dal Comune - per permettere alle scuole di proseguire con i programmi didattici”. Nell’ultimo colpo alla scuola Ronci il gruppo di malviventi si è introdotto nell’istituto rubando computer portatili, videoproiettori e microscopi, danneggiando inoltre una lavagna elettronica. La banda è entrata da una porta nel retro della struttura, sprovvista di allarme e non controllata da telecamere. Per entrare nella stanza in cui vengono custoditi i beni di valore, chiusa con una porta blindata, i malviventi hanno preso a mazzate una parete creando un buco, da cui sono passati per asportare le attrezzature. Dopo avere arraffato una decina di apparecchi elettronici si sono dati alla fuga indisturbati. Lunedì mattina è arrivata l’amara sorpresa per il personale scolastico. Sul posto per le indagini sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato e la scientifica. Complice il coprifuoco notturno e l’assenza di sistemi di videosorveglianza, la banda ha avuto vita facile nel portare a segno il colpo. Proprio sul tema della sicurezza, gli studenti della scuola Borgese la scorsa settimana hanno scritto una lettera al sindaco Gnassi per chiedere l’installazione di un nuovo sistema di sorveglianza.  


RAVENNA: 37enne muore dopo aver tamponato violentemente un furgone | FOTO Cronaca

RAVENNA: 37enne muore dopo aver tamponato violentemente un furgone | FOTO

Un 37enne residente a Filetto, nel Ravennate, Mattia Betti, è morto ieri a seguito di un violento scontro avvenuto a Longana. Secondo quanto appreso, l'uomo, al volante di una Fiat 500, ha tamponato violentemente un furgone sullo spigolo posteriore. I soccorsi, seppur tempestivi, sono stati inutili: l'uomo, socio assieme al fratello di un'azienda di Russi, è morto durante il trasferimento in elicottero in ospedale. Il conducente dell'autocarro, un 52enne, è rimasto lievemente ferito. L'incidente è avvenuto all'incrocio tra via Santuzza e la strada Ravegnana. (foto Argnani)


FORLI': Scontro frontale, grave una 41enne | FOTO Cronaca

FORLI': Scontro frontale, grave una 41enne | FOTO

Incidente stradale poco dopo le 12,30 di sabato in via Ossi a Villa Grappa, nel Forlivese. Due auto si sono scontrate frontalmente per cause al vaglio dei vigili urbani intervenuti per compiere i rilievi. Ad avere la peggio una 41enne che è stata trasportata all’ospedale Bufalini di Cesena in elisoccorso, con un codice di massima gravità, a causa dei numerosi traumi e delle fratture riportate nello scontro. Ferite di media gravità invece per un 56enne che è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Forlì. Sul posto, oltre ai mezzi del 118 e ai vigili urbani, sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno estratto i feriti dalle lamiere contorte delle vetture.


BOLOGNA:  La GdF scopre oltre 100 domande irregolari per i “buoni spesa” Cronaca

BOLOGNA: La GdF scopre oltre 100 domande irregolari per i “buoni spesa”

Sono state un centinaio su 288 controllate, le dichiarazioni irregolari per ottenere i “buoni spesa”. A scoprirle, a Molinella, nel Bolognese, è stata la Guardia di Finanza. Si tratta di 71 false autocertificazioni da parte di nuclei familiari, che hanno dichiarato di non aver fonti di sostentamento finanziario e di ulteriori 33 autocertificazioni riportanti dati sulla posizione reddituale non compatibili con i parametri necessari per l'ottenimento dei buoni. E' emerso infatti come uno o più componenti dei nuclei familiari destinatari dei controlli nei mesi di marzo ed aprile abbiano regolarmente percepito lo stipendio, o altre entrate per cospicui importi, o siano risultati percettori di reddito di cittadinanza o di indennità di disoccupazione. Le irregolarità saranno segnalate all'autorità amministrativa per le ipotesi di indebita percezione di erogazioni pubbliche, nonché all'Ente locale per il recupero dei contributi erogati.


RAVENNA: Molesti e ubriachi, dopo una raffica di denunce due stranieri arrestati Cronaca

RAVENNA: Molesti e ubriachi, dopo una raffica di denunce due stranieri arrestati

Da tempo con le loro condotte contrarie alle leggi e al comune senso civico, avevano alimentato un clima di malcontento tra la cittadinanza di Lugo di Romagna, nel Ravennate. Negli ultimi mesi erano stati più volte denunciati o arrestati da carabinieri, commissariato e polizia locale ma non avevano cambiato modi. L'epilogo per i due stranieri protagonisti di questa vicenda - un 33enne romeno e un 31enne russo - si è avuto nel pomeriggio di ieri quando i militari hanno notificato loro una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Numerosi gli illeciti contestati ai due tra reati contro il patrimonio, ubriachezza molesta e disturbo delle persone anche nelle vie del centro storico. I due, sebbene già destinatari di una misura restrittiva del Tribunale di Ravenna, si sono rivelati pure assidui molestatori di numerosi commercianti del centro specie se esercenti di bar. Ora si trovano in carcere a Ravenna.


Notizie recenti