Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

cronaca


RAVENNA: Scontro furgone-bici, muore 60 enne a Ducenta | VIDEO Cronaca

RAVENNA: Scontro furgone-bici, muore 60 enne a Ducenta | VIDEO

Aveva 60 anni, si chiamava Alessandro Vespignani e viveva Castrocaro, nel forlivese il ciclista amatoriale che lunedì ha perso la vita a Ducenta, nel ravennate. L'uomo, in sella alla propria bicicletta da corsa stava percorrendo la strada via Castello in direzione di San Pietro in Vincoli quando giunto all'intersezione con via San Paolo si è scontrato con un furgone Iveco Daily, condotto da un muratore cinquantenne. Nello scontro il ciclista ha prima impattato contro la fiancato del mezzo ed è stato poi sbalzato sull'asfalto morendo praticamente sul colpo. Immediato l'intervento del personale medico del 118 con ambulanza ed elisoccorso, ma i sanitari hanno potuto soltanto constatarne il decesso. Illeso il conducente del furgone trasportato all'ospedale per agli accertamenti ed escludere la presenza di alcol e droga nel sangue. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Cervia-Milano Marittima per compiere i rilievi del sinistro e regolare la viabilità. I mezzi sono stati sottoposti a sequestro su indicazione della pm Gattelli.


RIMINI: Danneggiano l'Arco di Augusto, denunciata coppia di croati Cronaca

RIMINI: Danneggiano l'Arco di Augusto, denunciata coppia di croati

Due turisti croati di 60 e 72 anni sono stati denunciati dalla Polizia municipale per aver danneggiato l'Arco d'Augusto a Rimini. I due, pensando di poter portare a casa un originale souvenir romagnolo, sono stati sorpresi ad asportare pezzetti di basamento dall' arco romano, datato 27 a.C. La coppia avrebbe prima martellato con delle pietre la base dell'arco e poi infilato in due buste alcuni frammenti e, alla vista degli agenti della municipale, hanno gettato il bottino nel prato. Fermati e portati al comando, sono stati denunciati per tentato furto e danneggiamento al patrimonio archeologico, storico o artistico nazionale.  


RIMINI: Incassi in nero per oltre 2 milioni, locali della movida nel mirino | VIDEO Cronaca

RIMINI: Incassi in nero per oltre 2 milioni, locali della movida nel mirino | VIDEO

Che nel settore turistico e dell’intrattenimento riminese l’evasione fiscale fosse alta, si sapeva. Ma è eclatante il caso della discoteca della zona sud della provincia di Rimini pizzicata dalla Guardia di Finanza a non versare le imposte all’erario in due anni. Secondo le indagini delle Fiamme Gialle, il locale da ballo avrebbe incassato in nero, in tale periodo di tempo, oltre due milioni di euro, evitando così di versare più di 800 mila euro al fisco. “Full black”, questo il nome dato dai finanzieri del Gruppo di Rimini all’operazione avviata già dalla scorsa estate. E i militari fanno sapere che le verifiche sulla registrazione degli incassi dell’industria del divertimento notturno sono solo ad un primo step del piano di lavoro programmato. Una movida con pochi scontrini. Questo l’atavico male. Dal parcheggio ai bar interni, sembrano essere più di uno i gestori di locali da ballo a dimenticarsi di rendere noti i propri guadagni. Altre due attività analoghe sono finite nel mirino degli inquirenti. Una di queste avrebbe incassato in una sola serata 12 mila euro occultando l’intera somma al fisco. Ma in nero non ci sono solo i guadagni. Il colore della notte ha avvolto anche 25 persone che lavoravano in questi due locali irregolarmente. 15 di loro sono risultati completamente in nero, senza alcuna forma di contratto.


RAVENNA: Moto spezzata in due, tremendo schianto a Castiglione | VIDEO Cronaca

RAVENNA: Moto spezzata in due, tremendo schianto a Castiglione | VIDEO

Stava scendendo dalla rampa del ponte sul fiume Savio che separa Castiglione di Ravenna da Castiglione di Cervia, quando si è trovato davanti un’Audi Q7 che occupava parte della sua carreggiata e non è riuscito a fare nulla per evitarla. Per questo motivo è finito in ospedale con codice di massima gravità un 35enne residente a Cervia che si trovava in sella alla sua moto nel pomeriggio di domenica. I fatti si sono svolti attorno alle 15. A seguito del violento impatto lo scooter su cui viaggiava la vittima, un Yamaha Xt 500, si è spezzato in due finendo poi nel fosso, mentre l’uomo è stato sbalzato a circa dieci metri di distanza. Sul posto è arrivato il personale del 118 che ha prestato le prime cure all’incidentato per poi trasportarlo all’ospedale Bufalini di Cesena, dove si trova ora ricoverato in gravi condizioni. Ferito, anche se in modo lieve, anche l’automobilista,  un uomo di 54 anni che viaggiava assieme alla compagna e alla figlia.


RIMINI: Si prostituiva assumendo droga dello stupro, assolto 45enne Cronaca

RIMINI: Si prostituiva assumendo droga dello stupro, assolto 45enne

Un 45enne riminese è stato assolto nel processo che lo ha visto imputato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La droga in questione è l’acido GBL, noto come “droga dello stupro”, una sostanza bandita in Italia in grado di stordire chi l’assume e procurare amnesie. La vicenda risale a tre anni fa quando la Guardia di Finanza intercettò il pacco contenente la sostanza che l’uomo aveva precedentemente acquistato su internet. Nel processo il 45enne si è difeso sostenendo di avere iniziato a prostituirsi dopo la perdita del lavoro e di essere ricorso a quella sostanza solo per uso personale per disinibirsi. Le conseguenze che tale acido può provocare sono molto gravi.


Notizie recenti