Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

FORLI': Incidente sul lavoro, operaio schiacciato dal bilico | FOTO Cronaca

FORLI': Incidente sul lavoro, operaio schiacciato dal bilico | FOTO

Nel pomeriggio di martedì un meccanico 40enne, socio dell’officina Nuova Coem, è rimasto ferito mentre lavorava su un camion bisarca all’interno del piazzale di via Righi. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che la lastra d’acciaio del camion di colpo sia caduta sull’operaio che si trovava sotto la pancia del mezzo per montare alcune lampadine. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118, allertati dalla vicina carrozzeria. Sono stati proprio i carrozzieri i primi a soccorrere l’operaio. L’uomo ha subito un grave trauma al bacino ed è stato trasportato con il codice rosso all’ospedale di Cesena.


IMOLA: L’Ausl rassicura, "nessuna carenza di organico al Ps" | VIDEO Attualità

IMOLA: L’Ausl rassicura, "nessuna carenza di organico al Ps" | VIDEO

Pensionamenti e trasferimenti non metteranno a rischio gli organici del personale medico in forza al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola. La rassicurazione arriva dall’Ausl di Imola che, attraverso il nuovo direttore sanitario Andrea Neri, spiega che la situazione è stata gestita da tempo con l’assunzione di nuovi medici e il potenziamento del personale infermieristico. Una buona notizia riguarda poi la mancanza di situazioni critiche tipiche del periodo invernale: il picco influenzale è in arrivo ma l’elevato numero di vaccinazioni, l’apertura straordinaria nei giorni festivi dei pediatri di libera scelta e l’aumento degli ambulatori di continuità assistenziale sul territorio hanno portato a una diminuzione del 6% degli accessi al pronto soccorso rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.  


RAVENNA: Sisma, Borrelli dopo le verifiche "Qualche lesione nei vecchi palazzi" | VIDEO Attualità

RAVENNA: Sisma, Borrelli dopo le verifiche "Qualche lesione nei vecchi palazzi" | VIDEO

Il terremoto di magnitudo 4.3, la prima stima provvisoria parlava di 4.6,  avvenuto a 11 chilometri da Ravenna è collegato a quello di magnitudo 4.2 che si è verificato nel Riminese il 18 novembre 2018. Entrambi sono stati generati dallo stesso meccanismo geologico nel quale la Placca Adriatica sta scendendo al di sotto dell'Appenino. Non c'è alcun collegamento, invece, con la sequenza sismica dell'Italia Centrale. Questo quanto ha detto all'ANSA il presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni. Per quanto riguarda la faglia, invece, ancora non è nota quella coinvolta in questo terremoto perché è una struttura che non emerge, in quanto il terremoto si è verificato a una profondità di 25 chilometri", ha osservato Doglioni. La situazione è sotto controllo è quanto ha commentato il capo della Protezione civile Angelo Borrelli intervenuto martedì a Ravenna per una riunione coi sindaci, rappresentanti delle forze dell'ordine e amministratori.


FORLÍ: “Venitemi a prendere o faccio del male alla mia ex”, autodenuncia di un giovane Cronaca

FORLÍ: “Venitemi a prendere o faccio del male alla mia ex”, autodenuncia di un giovane

“Venitemi a prendere, altrimenti faccio del male alla mia ex”. Con queste parole un 32enne cesenate che, nei giorni scorsi, si trovava a Forlì ha chiesto aiuto alla polizia. Il giovane si è autodenunciato raccontando che a seguito della conclusione della relazione con una ragazza di Forlì e per problemi, di natura psichica, ha avuto l’impulso di incontrarla e di fare qualcosa di brutto. I poliziotti hanno sequestrato il coltellino che aveva con sé e hanno richiesto un accertamento sanitario urgente. Il cesenate è stato ricoverato in ospedale sotto osservazione nel reparto psichiatrico, dove tuttora si trova.   


RIMINI: Nascondono 200 armi da guerra in casa, arrestati muratore e operaio | VIDEO Cronaca

RIMINI: Nascondono 200 armi da guerra in casa, arrestati muratore e operaio | VIDEO

Un arsenale da guerra in casa. E proprio all’ultimo conflitto mondiale risalgono le 200 armi che i carabinieri hanno rinvenuto nelle ultime ore in un piccolo comune dell’entroterra riminese, Montefiore Conca. L’operazione è stata ribattezzata Linea Gotica, perché qui nel ’44 passava il fronte dei combattimenti tra le truppe alleate e i nazisti. E ad entrambi gli schieramenti fanno riferimento le armi rinvenute in due casolari appartenenti a un operaio di 51 anni e a un muratore di 57. Mitragliatori, mortai, revolver, baionette, bombe a mano, granate. Nascoste sotto terra vi erano anche un centinaio di munizioni. I militari hanno rinvenuto anche sostanze esplosive, come tritolo e polvere da lancio. I due uomini sono stati arrestati per detenzione abusiva di armi da guerra e munizioni. (Video Migliorini)


Notizie recenti