Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

BOLOGNA: Donna carbonizzata, il compagno in silenzio davanti al gip

  • Di:
  • 229 visualizzazioni

Torniamo a parlare di Atika Gharib, la 32enne di origine marocchina il cui corpo carbonizzato è stato rinvenuto in un casolare, dove era scoppiato un incendio, a Castello d’Argile. Questa mattina all’udienza di convalida è comparso davanti al giudice M’hamed Chamekh, l’ex compagno della donna di 42 anni, destinatario di un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Bologna. La famiglia della donna, difesa dall’avvocato Marina Prosperi, ha consegnato ai Carabinieri alcuni video per documentare il clima di pressioni e violenze subite da Atika e dalle sue figlie di 15 e 17 anni. Il video che vi mostriamo è stato girato dalla sorella della vittima, Khadija: risale al 2 agosto e documenta la fuga dall’abitazione di Ferrara di Chamekh dopo che l’ex compagna lo ha cacciato da casa. A quel giorno risale l’episodio di molestie, commesso dall’uomo nei confronti di una delle due figlie della ex fidanzata.

Il Gip del Tribunale di Imperia ha convalidato il fermo, disponendo la custodia cautelare nel carcere di Sanremo.  M'hamed Chamek, che per gli investigatori stava fuggendo con un treno in Francia quando è stato fermato dalla Polfer ligure, davanti al Gip è rimasto in silenzio avvalendosi della facoltà di non rispondere. L'autopsia sul corpo della donna, quasi completamente carbonizzato, non è stata ancora disposta. "E' indagato per omicidio con l'aggravante prevista dal nuovo Codice rosso - ha detto il legale che lo assiste, l'avvocato Carlo Machirelli - ma non per occultamento di cadavere. Oggi non ci aspettavamo un esito diverso, ma in aula ho fatto presente che al momento il quadro indiziario è precario. La Procura ci deve spiegare come avrebbe fatto a uccidere l'ex compagna, quando e perché".

Ora gli atti verranno trasmessi alla Procura di Bologna, che chiederà al Gip territorialmente competente di rinnovare il provvedimento. Nel frattempo M'hamed Chamek rimarrà nel carcere di Sanremo, ma nelle prossime settimane potrebbe essere trasferito nel penitenziari bolognese.