Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
FORLÌ: Assolti in secondo grado i genitori di Rosita dall’accusa di vessazione
cronaca

FORLÌ: Assolti in secondo grado i genitori di Rosita dall’accusa di vessazione

  • Di:
  • 214 visualizzazioni

La corte di assise di appello di Bologna ha assolto Roberto Raffoni e Rosita Cenni, condannati in primo grado a tre anni e sei mesi per i presunti maltrattamenti alla figlia Rosita, 16enne morta suicida lanciandosi dal tetto di una scuola a Forlì il 17 giugno 2014. I giudici di primo grado avevano parlato di "svalutazione della personalità" e condotte "improntate a castrazione e repressione", mentre opposta è la lettura della corte di assise di appello, secondo cui l'abuso psicologico "risulta particolarmente sfuggente ed è invece necessario individuare fatti concreti che ne costituiscano quanto meno la spia". Dalla lettura complessiva dei dati di fatto raccolti quindi “non può affermarsi che gli imputati abbiano sottoposto la figlia a un regime di vita sistematicamente vessatorio, lesivo della sua libertà e della sua personalità tale da indurla al suicidio con un gesto così plateale".