Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

FORLÌ: Inchiesta sulla morte di Edoardo, si attende la relazione dell’Ausl | VIDEO


Si è tenuto ieri a Castrocaro il funerale del piccolo Edoardo, annegato mercoledì scorso in una piscina di Mirabilandia. Intanto proseguono le indagini per accertare le responsabilità.

Centinaia di persone in corteo e altrettante ad aspettare in chiesa. C’era gran parte di Castrocaro ieri a dare l’estremo saluto al piccolo Edoardo, scomparso mercoledì scorso durante una gita con la famiglia al parco Mirabeach di Mirabilandia. Una giornata di festa che invece si è trasformata in tragedia, per un bambino di appena 4 anni. Per questo tutta la città si è stretta nel lutto dei famigliari,  che sono stati accompagnati per tutta la processione da una folla di parenti, amici e semplici cittadini. In testa al gruppo i nonni, poi il padre e la madre. La madre, appunto. E’ lei la prima a essere stata inserita nel registro degli indagati per omicidio colposo in cooperazione. Alla base di tutto ci sarebbe la registrazione delle telecamere di sorveglianza, in cui si vedrebbe la donna allontanarsi dal bambino lasciandolo solo in un tratto di piscina in cui l’acqua era molto bassa. Da lì, però, Edoardo è riuscito a raggiungere una zona della vasca più profonda, finendo per annegare, così come confermato anche dall’autopsia. E proprio questa particolare dinamica è sotto la lente degli investigatori, che nei prossimi giorni potrebbero ascoltare anche il ragazzino di 10 anni che per primo ha dato l’allarme, quando ha visto il corpo di Edoardo galleggiare sull’acqua. Ripercorrendo la scala delle responsabilità si arriva poi al bagnino di salvataggio, un cesenate di appena 18 anni e poi, naturalmente, ai responsabili della sicurezza del parco. Ora bisognerà aspettare 60 giorni per leggere la relazione conclusiva sulle cause della morte, per dare ufficialmente il via a una nuova fase dell’inchiesta.