Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

RAVENNA: Chiuse le indagini, giudizio immediato per Cagnoni | VIDEO


Sarà fissata una data per la prima udienza e a quel punto Matteo Cagnoni avrà tre settimane di tempo per decidere quale tipo di rito vorrà avviare per essere giudicato. In caso di scelta dell'abbreviato avrebbe lo sconto della pena, di un terzo, in caso di condanna. Questa l'ultima novità per quanto riguarda il delitto della 39enne Giulia Ballestri uccisa a bastonate il 16 settembre del 2016 a Ravenna. La procura della repubblica ha chiuso l'indagine sulla morte della donna ed ha chiesto il giudizio immediato per il medico 51enne Cagnoni, che continua a dichiararsi innocente ma continua ad essere l'unica persona indiziata per l'omicidio della donna. Gli elementi a disposizione dell'accusa che conducono verso la presunta colpevolezza di Cagnoni sarebbero diverse, prima tra tutte le impronte digitali che sarebbero state rilevate sul sangue della vittima all'interno della villa ai margini dei giardini pubblici di Ravenna nella quale venne ritrovato il corpo della madre assassinata. Altre tracce di sangue sarebbero state trovate anche sull'abbigliamento e sull'auto di Cagnoni. La difesa farà probabilmente leva sulla presenza di dna diverso sotto le unghie di Giulia, ma la stessa accusa sostiene che la donna non abbia avuto modo di difendersi dalla persona che l'ha aggredita a colpi di bastone, senza lasciarle scampo.