Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

RAVENNA: Crollo del ponte, estratto senza vita il corpo del tecnico della protezione civile | VIDEO


Queste le immagini degli ultimi istanti di vita di Danilo Zavatta, tecnico della protezione civile di 55 anni che, ieri pomeriggio, è morto dopo essere rimasto sepolto da tonnellate di cemento a causa del crollo del ponte che passa sopra alla chiusa di San Bartolo, nel ravennate. Nelle immagini si sentono le voci dei colleghi e dei vigili del fuoco che intimano a tutti di allontanarsi, perché il ponte sta per crollare, ma non c’è abbastanza tempo, in un attimo si consuma la tragedia. Un dramma che comincia già dalle 11 del mattino. A quell’ora i tecnici della appena costruita centrale idroelettrica, assieme agli esperti della regione, si erano recati sul posto proprio per effettuare il collaudo del ponte, ma subito si erano accorti che qualcosa non andava, con una sorta di fiume sotterraneo che aveva creato quattro distinti cedimenti lungo l’argine. Immediatamente vengono allertati protezione civile, vigili del fuoco e carabinieri che chiudono la strada e iniziano a effettuare i rilievi per la messa in sicurezza. E’ a questo punto che Zavatta, assieme a un altro collega, sale sul ponte per controllare lo stato delle crepe. Ed è proprio in quel momento, alle 15.30 del pomeriggio, che si consuma la tragedia: l’ultimo pezzo della struttura inizia a cigolare, dalla strada cominciano ad urlare di scendere, il collega di Zavatta riesce con uno slancio a mettersi al sicuro ma, per il 55 enne non c’è niente da fare. Per tutto il giorno sono proseguite le ricerche, nella speranza che, sotto quei cumuli di macerie, ci fosse ancora una speranza ma poi, attorno alle 23, il corpo dell’uomo è stato estratto senza vita dalle macerie.