Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

RAVENNA: Giallo del camion, disposta l’autopsia | VIDEO


E’ stata disposta l’autopsia sul corpo del camionista trovato morto venerdì pomeriggio a Ravenna. L’esame sarà fondamentale per capire se si sia trattato di un omicidio o di un gesto volontario.

Era arrivato a Ravenna da poche ore, guidando il suo camion targato Alessandria. Doveva effettuare un’operazione di carico e scarico per un’azienda del nord e ripartire il giorno successivo. Invece è stata trovato senza vita, accasciato sul sedile del passeggero. Stretta al collo aveva una fascetta da elettricista che gli impediva di respirare e un taglio all’altezza della gola. Così è morto venerdì Cornel Mihalache, autotrasportatore di 59 anni di origini rumene ma da tempo residente con la famiglia nella provincia di Modena. Del caso si sta occupando la squadra Mobile, coordinata dal Procuratore Capo Daniele Barberini e dalla Pm Monica Gargiulio che, lunedì, ha conferito l’incarico per eseguire l’autopsia sul corpo del camionista. Il primo dubbio da sciogliere è se si tratti di un omicidio oppure di un suicidio. Al momento tutto sembra propendere per la seconda ipotesi. Nel camion dove è stato trovato il corpo non c’erano infatti segni di colluttazione. Lo scenario che si sta delineando è quello quindi di un gesto volontario, con la vittima che si sarebbe soffocata stringendosi al collo la fascetta da elettricista e che poi, forse dopo un ripensamento, avrebbe cercato disperatamente di liberarsi provando a tagliarla con un cutter che infatti è stato trovato ai suoi piedi. Da qui il taglio alla gola. A quanto risulta Mihalache non aveva particolari problemi di famiglia ed era descritto come un gran lavoratore. Oscuri i motivi che l’avrebbero spinto a un gesto tanto estremo. Ora si attende l’autopsia per nuovi chiarimenti.