Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
RAVENNA: "Problemi di ordine pubblico", chiuso un bar di Castiglione di Cervia
cronaca

RAVENNA: "Problemi di ordine pubblico", chiuso un bar di Castiglione di Cervia

  • Di:
  • 501 visualizzazioni

I carabinieri della Compagnia di Cervia-Milano Marittima e gli agenti della Questura di Ravenna hanno apposto i sigilli al bar 'Caffetteria della Piazza' di Castiglione di Cervia, nel ravennate. Il Questore, recependo gli esiti delle verifiche dell'Arma, in ragione di numerose situazioni definite "di pericolo per la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica" ha emesso un decreto di chiusura dell'attività per 15 giorni, sulla base di quanto previsto dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, il Tulps. Tra le altre cose, il locale in questione era assiduamente frequentato da Rocco Desiante, il 43enne pizzaiolo di Gravina di Puglia (Bari) massacrato alle prime ore del 4 ottobre scorso in un appartamento a poche centinaia di metri dal bar, una casa che un amico gli aveva messo a disposizione. E anche dal 19enne di orine romena Madalin Constantin Palade della vicina Castiglione di Ravenna, tutt'ora in carcere a Ravenna con l'accusa di avere ucciso il pizzaiolo, oltre che di avergli spacciato cocaina in più occasioni. Per il ragazzo giovedì scorso era in calendario il Riesame davanti ai giudici di Bologna proposto dalla difesa (avvocato Fabrizio Briganti) contro l'ordinanza di carcerazione. Il legale ha però rinunciato all'ultimo, in attesa di tutti i risultati delle analisi del Ris. Per ora tra questi compare, come da allegato alle carte del Riesame, un accertamento sul Dna trovato su tracce ematiche isolate sullo stipite della porta di casa del 19enne e che secondo gli inquirenti appartiene alla vittima.