Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

RICCIONE: La furia delle baby gang nella notte, danni ad auto e negozi | VIDEO


La devastazione è andata in scena a Riccione nella notte tra sabato e domenica quando decine di giovanissimi hanno vandalizzato ogni cosa avessero sotto tiro per le vie del centro e del mare. Vediamo le immagini.

 

Auto vandalizzate, vetrine danneggiate, arredo urbano violato. Il caos è andato in scena domenica notte a Riccione ancora una volta preda dei violenti, ma mai così. Diverse decine di giovani hanno travolto le vie tra la stazione e il mare danneggiando tutto ciò avessero sotto tiro, cartelli stradali compresi. Un vortice anarchico con tanto di furti e rapine in strade. Giovani arrivati in treno dalle città vicine e da fuori regione che credevano di poter fare ogni cosa indisturbati. Nemmeno i volti si sono coperti seppure le telecamere erano lì a filmarli.

Dai balconi qualcuno ha urlato loro, “non sapete vivere”. Sui gruppi social, i riccionesi si sono trasformati in reporter documentando con foto e video la notte in presa diretta e la mattina dopo la devastazione. C’è chi si è visto l’auto vandalizzata, come le altre del viale, mentre telefonava con insistenza alle forze dell’ordine. Chi sottolinea che la sicurezza sia il problema principale di Riccione in estate. Chi ammette di avere paura a fare una passeggiata. E chi domanda spiegazione all’amministrazione comunale.

Le minoranze di centrosinistra sono sul piede di guerra e chiedono le dimissione della deputata leghista e assessora comunale alla Sicurezza, Elena Raffaelli. La sindaca di Riccione Renata Tosi ha chiesto un incontro subito in prefettura “per analizzare la situazione e valutare provvedimenti da parte della questura”. “È arrivato il momento di un’azione decisiva”, ha aggiunto. Durante l’estate la giunta ha adottato misure come il divieto di vendita di alcol da asporto in città, e si è sempre detta contraria ad eventi come la Notte Rosa perché richiamerebbero solo disordini. Ma è evidente che i sempre più frequenti episodi di baby gang, non solo di Riccione, ma di tutta la costa romagnola, trascendono eventi e ordinanze e sono sintomi di un problema più radicato.