Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

RICCIONE: Uno degli accoltellati in rianimazione, “Erano quattro contro due” | VIDEO


Un’aggressione furibonda. “Dammi 50 euro, che devo comprare la droga”. È la frase carpita da chi stava attorno al gruppo di ragazzi, uno dei quali minorenne, che nella notte tra venerdì e sabato ha accoltellato a Riccione due giovani 23enni del vicino comune di Gradara. Questi sono risultati da subito gravi e il più critico dei due è stato ricoverato in rianimazione. Tutta la comunità locale, oltre alle famiglie, è in apprensione per loro.

Le due vittime erano giunte venerdì sera a Riccione al ristorante La Mulata, in via Torino, per unirsi a degli amici. Qualche tavolo più in là festeggiava un compleanno una comitiva di una ventina di persone, delle quali avrebbero fatto parte i giovani aggressori. Il fatto ha avuto luogo dopo la mezzanotte fuori dal ristorante. Secondo quanto riportato dal titolare, nel video consegnato ai carabinieri si vedono 4 ragazzi, in una zona all’aperto di pertinenza del locale, avvicinarsi ai due giovani di Gradara e chiedere loro qualcosa. Uno del gruppo comincia a provocare e colpisce uno dei due amici. L’altro scappa, ma viene preso alle spalle e trovato più tardi da una ragazza nei pressi della vicina fermata dell’autobus. I presenti sono stati i primi a prestare soccorso e a tamponare il sangue ai feriti in attesa del 118. Un’altra ragazza ha preso la targa dell’auto su cui sono scappati tutti gli aggressori. Sempre secondo i testimoni, questi ultimi farebbero parte di una stessa famiglia. Tre i fermati nella giornata di sabato. All’appello manca il quarto, ovvero colui che in base alle indagini avrebbe fatto partire i fendenti

AGGIORNAMENTO:

Sono stazionarie le condizioni dei due 23enni feriti. Entrambi sono stati operati presso l'Ospedale 'Infermi' di Rimini dove sono ricoverati in prognosi riservata: il più grave in Rianimazione ha subito una perforazione al polmone. L'altro è stato ferito all'addome e si trova nel reparto di Chirurgia.
Proseguono le indagini per ricercare il quarto aggressore. Lo si cerca tra Coriano e Riccione, e sarebbe un appartenente alla locale comunità dei sinti. Le indagini, che stabiliranno le dinamiche della vicenda, sono coordinate dalla Procura di Rimini. Tutti e 4 gli aggressori sono indagati per tentato duplice omicidio e rapina.