Guarda Teleromagna canale 14
cronaca

RIMINI: Femminicidio, uccisa con 21 coltellate, “Lei mi ha respinto” | VIDEO


La confessione dell’uomo che giovedì pomeriggio ha ucciso a Rimini con 21 coltellate l’ex compagna Noelia Rodriguez fa chiarezza sul movente. Maximo Aldana De La Cruz ha parlato agli inquirenti del rifiuto dopo la sua proposta di riconciliazione.

 

Voleva sposarla e invece l’ha uccisa. Una linea di confine tra i due risvolti sottile come la lama di un coltello. Il 54enne peruviano Maximo Aldana De La Cruz ha confessato l’omicidio dell’ex compagna, sua connazionale, la 46enne Noelia Rodriguez, avvenuto giovedì pomeriggio in un appartamento di via Dario Campana, a Rimini. Un’aggressione brutale in cui la vittima sarebbe stata colpita 21 volte con l’arma.

Rodriguez era arrivata in Italia un anno fa rompendo la lunga relazione con l’uomo. Con lei c’era anche la figlia 27enne che De La Cruz aveva avuto con un’altra donna. Il 54enne è giunto in Italia un mese fa con un visto turistico e alloggiava a Milano. Mercoledì, come riportano i giornali locali, è sceso in Romagna con un anello in tasca per la donna e l’intenzione di portarla fuori a cena. Ma lei non ne voleva sapere di ritornare assieme.

“Ha iniziato a dire che dovevo andare via. Mi sono inginocchiato e sono scoppiato a piangere”, ha detto l’uomo agli investigatori della Squadra mobile. Poi la furia e quelle 21 coltellate. L’omicida sostiene di averne inferte cinque. Gli agenti di polizia lo hanno trovato nell’appartamento vicino alla vittima con le mani ancora sporche di sangue. Rodriguez lascia tre figli che vivono in Perù.