Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
cronaca

RICCIONE: Trc, Tosi rinviata a giudizio, “Da sinistra progetti imposti” | VIDEO


Il Gup del Tribunale di Rimini ha rinviato a giudizio con l'accusa di abuso d'ufficio il sindaco di Riccione Renata Tosi per l’interruzione, tra il 2014 e 2015, dei lavori del Metromare.

Avrebbe provocato un danno ingiusto all’allora Agenzia Mobilità con una serie di atti d’ufficio che hanno interrotto o turbato i lavori per la realizzazione del Trc, poi ribattezzato Metromare, la metropolitana di costa che attualmente unisce le stazioni di Rimini e Riccione. Con quest’accusa Renata Tosi, sindaco di Riccione, è stata rinviata a giudizio dal Giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Rimini.

Al centro dell’inchiesta vi sono un’ordinanza urgente e una nota emesse nel 2014 e 2015, poi annullate dal Tar. La prima imponeva alla ditta costruttrice la sospensione dei lavori tra il 17 e il 30 giugno del 2014. Agenzia Mobilità ha chiesto un risarcimento di 2 milioni e 35 mila euro pari al danno che i ritardi avrebbero cagionato in termini di aumento delle spese previste per la costruzione dell’opera a favore della ditta Ati Italiana Costruzioni.

Tosi aveva fatto della battaglia al Trc un vessillo durante la sua prima campagna elettorale. Solo al Corriere Romagna lascia un commento sul rinvio a giudizio dicendo “di avere piena fiducia nella magistratura”, mentre sul Metromare ne fa una questione politica: “Purtroppo per quelli di una certa sinistra l’unico modo è quello di imporre le proprie decisioni”, ha detto contestando ancora una volta l’opera e i suoi costi. A fare quadrato attorno a lei è la sua Giunta che conferma “fiducia e rispetto al sindaco”, come scritto in una nota. Il processo per la prima cittadina comincerà il 17 luglio.