Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

economia


EMILIA-ROMAGNA: Rallenta l’export, boom nel Regno Unito | VIDEO Economia

EMILIA-ROMAGNA: Rallenta l’export, boom nel Regno Unito | VIDEO

L’Emilia-Romagna si conferma terza in Italia in materia di esportazione, in particolare se si fa riferimento ai mercati dell’Unione Europea e a quelli americani. La nostra regione è preceduta da Lombardia e Veneto ed è seguita dal Piemonte. Nonostante ciò, nel primo trimestre del 2018, è rallentata la crescita delle vendite verso l’estero pari al 4,6%,  per un valore di 15 miliardi 260 milioni di euro. A confermarlo  sono i dati raccolti da Istat e analizzati da Unioncamere. Questo risultato è da attribuire principalmente al buon andamento dell’industria dei macchinari e delle apparecchiature. Buono anche il contributo che arriva dall’export dei mezzi di trasporto, delle apparecchiature elettriche, medicali e dal settore cibi e bevande. Segno negativo per l’esportazione di vetro e ceramica che raggiunge quota -3,4%.  Mettendo a fuoco le destinazioni  emerge come un’importante crescita sia avvenuta in territorio tedesco, +7%,  mentre prosegue il boom delle vendite che era già presente nel Regno Unito +11,1%. I dati sono più contenuti se si fa riferimento all’esportazione oltre Oceano, in particolare sul mercato degli Stati Uniti che registra un +5,4%. Situazione contraria sui mercati asiatici dove l’export regionale è sceso dello -0,9% nonostante sul mercato cinese si registri un +2,8%.


CESENA: Amadori continua a crescere e investe 200 milioni di euro | VIDEO Economia

CESENA: Amadori continua a crescere e investe 200 milioni di euro | VIDEO

Non si arresta la crescita di Amadori, il gruppo cesenate leader del settore avicolo. I dati relativi al 2017 parlano di un fatturato complessivo di un miliardo e 208milioni di euro, in crescita del 3,6% rispetto all’anno precedente. A rappresentanza dei risultati, definiti dalla stessa azienda ‘molto positivi’, c’è l’esplosione del margine operativo lordo, tra gli indicatori più immediati della redditività dell’impresa: il MOL ha raggiunto quota 103 milioni di euro, in aumento del 24% rispetto al 2016. Numeri importanti che permetteranno cospicui investimenti nei prossimi anni. Se nel triennio 2015-2017 Amadori ha infatti investito 170 milioni di euro, il nuovo piano industriale che si conclude nel 2022 prevede l’impiego di ulteriori 200 milioni destinati allo sviluppo di nuove filiere produttive e al consolidamento di quelle esistenti. “Siamo soddisfatti di quanto raggiunto lo scorso anno - ha dichiarato Flavio Amadori, presidente del Gruppo -. Questa performance è stata ottenuta grazie a molteplici progetti d’innovazione di prodotto e di processo, oltre che ad una politica commerciale e di marketing orientata a dare un sempre maggior livello di servizio ai nostri clienti”. Anche l’amministrazione comunale cesenate ha voluto complimentarsi per i risultati raggiunti dall’azienda creata da Francesco Amadori, sottolineando le ricadute positive sul territorio legate soprattutto ai numerosi posti di lavoro offerti. Scrive il sindaco che “i dipendenti cesenati hanno superato gli abitanti di San Vittore”, la frazione in cui l’azienda è nata. Durante la presentazione del bilancio è stato nominato il nuovo direttore generale Francesco Berti.


FORLI’: Ricavi per 1.873 milioni di euro, in crescita il bilancio di Unieuro | VIDEO Economia

FORLI’: Ricavi per 1.873 milioni di euro, in crescita il bilancio di Unieuro | VIDEO

Un incontro informale con la stampa è quello che ha voluto Giancarlo Nicosanti Monterastelli, amministratore delegato di Unieuro, che ha presentato i numeri dell’azienda relativi al 2017. 1.873 milioni di euro di ricavi ( +12,8% rispetto al 2016), con un margine operativo lordo di 68,9 milioni di euro (+ 5,4 rispetto al 2016).  4575, i dipendenti attuali,  circa 700 in più rispetto allo scorso anno. In crescita del 36% anche le vendite online che segnano una buona prospettiva per il futuro. Nel 2018 invece l’azienda conta di crescere ancora. Infine, un’importante partnership con Whirlpool, chiusa circa un mese fa, per la commercializzazione esclusiva del marchio Ignis nei punti vendita Unieuro di tutto il territorio italiano.



ROMAGNA: Un quarto delle imprese è alla ricerca di personale | VIDEO Economia

ROMAGNA: Un quarto delle imprese è alla ricerca di personale | VIDEO

Il segno tangibile che in Romagna la via della ripresa è imboccata è la continua e crescente ricerca di personale da parte delle aziende. Secondo i dati diffusi dalla Camera di Commercio territoriale il 25% delle imprese del Riminese è pronta ad accogliere nuove leve, la percentuale è del 22 nell’area di Forlì-Cesena. Complessivamente le attività dell’area Romagna hanno programmato in maggio circa 10mila entrate, pari al 23% del totale regionale. Non sono solo i giovani ad essere ricercati nel mondo del lavoro locale: solo il 37% della domanda espressa dalle imprese riminesi interessa infatti gli under 30, percentuale inferiore a Forlì-Cesena (27%). Nella stragrande maggioranza dei casi gli impieghi proposti sono di lavoro dipendente, in prevalenza a termine. Ma quali sono i mestieri più richiesti? Le entrate più significative riguardano le professioni in ambito commerciale e dei servizi, in particolare si evidenziano oltre 3mila ingressi a Rimini nei “Servizi di alloggio, ristorazione e turistici” in vista della stagione estiva. Ma continuano ad esserci difficoltà nel reperimento delle figure richieste: succede nel 17% dei casi a Rimini e nel 15% in provincia di Forlì-Cesena. Le professioni più difficili da coprire sono quelle di operaio metalmeccanico e conducente di mezzi di trasporto. Sono invece pochissimi i posti disponibili in cui si richiede la laurea e riservati ai profili definiti ‘high skills’, cioè dirigenti, specialisti e tecnici.


Notizie recenti