Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

economia


RAVENNA: La ministra De Micheli, “Oltre 9 milioni di euro per le strade provinciali” | VIDEO Economia

RAVENNA: La ministra De Micheli, “Oltre 9 milioni di euro per le strade provinciali” | VIDEO

In una fase cruciale per il porto di Ravenna, in attesa dell’assegnazione del general contractor, il ministro delle infrastrutture Paola De Micheli ha passato una giornata intensa nella città bizantina: prima ha incontrato, in Autorità Portuale, i vertici del porto e i tecnici di Regione, Anas e Ferrovie, poi visita a Tcr e infine il convegno in Compagnia portuale “Il porto e il lavoro crescono e migliorano”. La ministra ha riconfermato l’impegno del Governo sull’intermodalità e il rafforzamento del collegamento ferroviario a Ravenna per gli investimenti che verranno fatti sull’hub portuale nei prossimi anni anche in funzione dei corridoi europei e transeuropei. Inoltre ha dichiarato: “Stiamo predisponendo il decreto attuativo che assegna le risorse per gli interventi sulle strade provinciali a Ravenna a cui saranno assegnati 9 milioni e 400mila euro. Anche questo serve perché la viabilità viene messa in difficoltà dal traffico pesante”. Continua De Micheli: “Bisogna dare al retroporto una dimensione di viabilità in grado di sopportare il grande carico di merci che ci sarà alla fine dei lavori di hub”. La ministra ribadisce l’importanza strategica di Ravenna come porto dell’Emilia Romagna “sono porti che attraggono insediamenti produttivi e determinano capacità competitiva sui costi di trasporto per le imprese”. Nel frattempo Daniele Rossi, presidente di Autorità di sistema portuale di Ravenna, ha dichiarato che partirà la manutenzione ordinaria dei fondali: “a breve faremo interventi di livellamento del sotto banchina per migliorare la navigabilità. Nel frattempo stiamo preparando il bando per il dragaggio vero e proprio”.



ROMAGNA: Fusione fatta, Confindustria Romagna ingloba anche Forlì-Cesena Economia

ROMAGNA: Fusione fatta, Confindustria Romagna ingloba anche Forlì-Cesena

Dopo mesi di dibattito, è nata oggi la 'nuova' Confindustria Romagna. La rinnovata entità, che in un primo momento ha messo insieme le associazioni di Rimini e Ravenna, raggrupperà anche Forlì-Cesena a partire dal primo gennaio 2020. La fusione è stata decisa dalle due assemblee riunitesi oggi pomeriggio a Cesena Fiere. Il nuovo soggetto rappresenterà mille imprese romagnole che insieme danno lavoro a circa 50mila persone con un fatturato aggregato di circa 25 miliardi di euro. "E' un traguardo che raggiungiamo: quello di riunificare le associazioni di rappresentanza degli imprenditori", ha detto Paolo Maggioli che sarà alla presidenza della nuova realtà 'allargata' fino al 2021. "Riteniamo - ha proseguito - che una Romagna rappresentata in maniera unica, da un'unica associazione, possa dare un contributo alle nostre aziende più importante, traguardandole per gli obiettivi di un futuro che è certamente fatto di grandi sfide".


RIMINI: Fiera, Peraboni nuovo a.d. di IEG, ricavi a 174 milioni Economia

RIMINI: Fiera, Peraboni nuovo a.d. di IEG, ricavi a 174 milioni

Italian Exhibition Group SpA, la società che gestisce i quartieri fieristici di Rimini e Vicenza, ha da oggi un nuovo amministratore delegato. E' Corrado Peraboni, già membro del consiglio di amministrazione. Laureato in giurisprudenza, è stato tra l'altro alla guida di Fiera Milano SpA dal 2015 al 2015 con lo stesso ruolo ed e il suo nuovo incarico avrà inizio il primo gennaio 2020. La decisione è stata presa dal cda della società che nella stessa seduta ha approvato il forecast dell'esercizio 2019 e il budget per il nuovo anno. "Chiuderemo il 2019 con risultati al disopra delle previsioni degli analisti e abbiamo solide attese per il 2020", ha detto Lorenzo Cagnoni, presidente di IEG, a margine della conferenza stampa di oggi pomeriggio. Per il 2019 sono previsti ricavi per 174 milioni di euro e un ebitda di 35,9 milioni. "IEG, in base a questi dati di preconsuntivo è il primo organizzatore fieristico del paese per redditività", ha proseguito Cagnoni, evidenziando poi i passaggi salienti del 2019: "E’ stato un anno importante, particolarmente in campo internazionale. Oggi siamo presenti in tutto il mondo, dagli Stati Uniti, all’India, al Brasile agli Emirati Arabi fino alla Cina”, ha concluso.


CESENA: 50 anni di Amadori, investiti 225 mln dal 2016 a oggi | VIDEO Economia

CESENA: 50 anni di Amadori, investiti 225 mln dal 2016 a oggi | VIDEO

Per il terzo anno Amadori ha organizzato a Milano il tradizionale pranzo stampa, appuntamento che ha idealmente concluso le celebrazioni  per i 50 anni del Gruppo ed ha rappresentato l’occasione per sottolineare l’impegno di continuare nella politica d’investimenti nella propria filiera integrata, 100% italiana. Fra il 2016 e il 2019 sono stati investiti 225 milioni di euro focalizzati nello sviluppo di nuove filiere produttive e nel consolidamento di quelle esistenti. Nel prossimo triennio 2020-2022 il Gruppo Amadori dedicherà ancora maggiori risorse a soddisfare i bisogni dei consumatori in termini di qualità e sostenibilità.


Notizie recenti