Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
BOLOGNA: Hera approva il bilancio 2017, tutti i numeri in crescita
economia

BOLOGNA: Hera approva il bilancio 2017, tutti i numeri in crescita

  • Di:
  • 743 visualizzazioni

Sono stati approvati dal Consiglio di Ammnistrazione del Gruppo Hera i risultati economici consolidati al 31 dicembre 2017 unitamente al Bilancio di Sostenibilità. Sono in miglioramento tutti gli indicatori, economico-finanziari e di sostenibilità, e risultati superiori alle attese dell'azienda, che in un percorso di sviluppo che dura da 15 anni ha quintuplicato il proprio margine operativo lordo. Il modello multibusiness e il bilanciamento tra crescita organica e per linee esterne si confermano i fattori chiave del successo. Fondamentale anche la creazione di valore per gli azionisti, con la proposta all'Assemblea di distribuzione di un dividendo per azione di 9,5 centesimi di euro, in crescita del 5,5% rispetto a quello distribuito per l'esercizio 2016.

Nel 2017 il fatturato è stato pari a 6.136,9milioni di euro che, a un confronto omogeneo, risulta in aumentorispetto ai5.561,5milioni dell’esercizio precedente (+10,3%). Questo risultato riflette, oltre all’ingresso del Gruppo Aliplast e di acquisizioni minori nel perimetro societario, le maggiori attività di trading, i maggiori ricavi regolati del servizio idrico, l’incremento di ricavi e volumi di gas ed energia elettrica venduti.

Anche margine operativo lordo è salito a 984,6 milioni di euro, in deciso aumento rispetto ai 916,6 milioni del 2016 (+7,4%). Alla crescita del margine operativo lordo hanno contribuito le buone performance di tutti i business, ma soprattutto le aree energetiche che registranoun incremento di 50,3 milioni di euro, spinte soprattutto dall’energia elettrica, per effetto dei maggiori margini nelle attivitàdi asset management e tradinge nelle attività di vendita sul mercato libero e in salvaguardia. Importante il contributo derivante dall’area ambiente, grazie anche all’ampliamento delle attività nelle aree del riciclo.

Un utile netto del sale quindi a 266,8 milioni di euro, in significativo aumento (+21,1%) rispetto ai 220,4 milioni dello scorso esercizio, grazie anche alla diminuzione dell’aliquota fiscale media che si attesta al 29,6% rispetto al 35,1% nel 2016. L’utile di pertinenza degli Azionisti è pari a 251,5 milioni, in aumento del 21,3% rispetto al precedente esercizio.

Inoltre, in considerazione dei  risultati raggiunti, il Consiglio d'Amministrazione ha deciso di proporre all’Assemblea dei Soci del prossimo 26 aprile un dividendo di 9,5 centesimi per azione, in crescita rispetto al passato e coerentementea quanto già annunciato nel Piano industriale.  Lo stacco della cedola avverrà il 18 giugno 2018, con pagamento a partire dal 20 giugno 2018.

“I risultati raggiunti ci permettono di fare alcune considerazioni sul percorso di crescita" - ha dichiarato il presidente Esecutivo Tomaso Tommasi di  Vignano -  "una performance operativa ben rappresentata dal MOL in crescita del 10% rispetto all'anno precedente, quintuplicato rispetto a quello del 2002, senza contare i positivi effetti della gestione finanziaria e fiscale che testimoniano una crescita ancora più rilevante, dal momento che l’utile netto 2017 è 7,8x il dato 2002. Le opportunità di sviluppo interno ed esterno (con 25 società acquisite negli anni) hanno portato non solo a una crescita dimensionale, ma anche e soprattutto maggiori efficienze e produttività. Centrale si conferma, inoltre, la creazione di valore per i nostri azionisti: sulla basedei risultati raggiunti, proponiamo all’Assemblea la distribuzione di un dividendo per azione di 9,5 centesimi di euro, in crescita del 5,5% rispetto a quello distribuito per l’esercizio 2016 e in linea con la policy dichiarata lo scorso gennaio. Il rendimento legato a tale dividendo sarebbe perciò pari al 3,3% e, considerato il rialzo del 32,8% del prezzo delle azioni Hera nell’arco del 2017, il ritorno totale per gli azionisti supererà il 36%.”