Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
CERVIA: Estate migliore delle aspettative per il 26% degli operatori
economia

CERVIA: Estate migliore delle aspettative per il 26% degli operatori


L’estate 2020 è stata meno peggio delle aspettative per gli operatori turistici di Cervia in base a un’indagine realizzata da Nomisma per la locale cooperativa di bagnini. Il 26% dei gestori di strutture ricettive ritiene che la stagione da poco terminata abbia avuto un impatto netto positivo rispetto a quello che si pensava a inizio estate, nonostante si sia comunque trattato di una stagione dal segno meno. Le presenze turistiche quest’anno sono state 1,4 milioni in meno del 2019 (-42%) e gli arrivi hanno visto un calo di 264 mila unità (-37%). Lo studio, che rientra nel ‘Progetto Riviera Cervia 2020’, stima che quest’anno le strutture ricettive della meta balneare romagnola perderanno il 43% del fatturato, e il 12% di queste sarebbe destinato a chiudere. La permanenza media dei turisti si è accorciata a 4 notti favorendo i ‘weekend lunghi’. “Il tessuto imprenditoriale, da sempre solido e caratterizzato da un medio-basso profilo di rischio – si legge nel comunicato del rapporto -, ha saputo reagire alla situazione di emergenza”. Lo studio ha avuto il patrocinio del Comune di Cervia in intesa con la Regione Emilia-Romagna.